Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

<<<<<< articolo principale

<<< Libro Acqua

Tradito nuovamente[]

L2 E01 Iroh Zuko villa

Zuko è frustrato

Dopo un viaggio in alto mare che durò ben tre settimane, Zuko e Iroh raggiunsero il Regno della Terra, dove cercarono rifugio in un albergo situato vicino alla costa. Mentre suo zio si godeva i trattamenti di benessere, il ragazzo divenne pensieroso e tetro, ricordandosi che erano già passai tre anni dal suo esilio. Espresse la sua frustrazione di aver fallito nella sua missione di catturare l'Avatar, il che significava che non poteva più riconquistarsi il suo titolo, il suo onore e il rispetto del padre. Iroh cercò di consolarlo, facendogli notare se davvero non gli importasse nulla di lui non lo avrebbe esiliato, ma questo non bastava per tiralo su di morale.

L3 E01 Zuko Azula

Cosa scegli, Zuzu?

Quando tornarono nella loro camera, ad attenderli era Azula, sorella di Zuko. Dopo essersi scambiati saluti molto freddolosi, la ragazza si perse gioco di suo fratello per essere diventato incivile e lo chiamò "Zuzu", il che lo infastidì molto. Azula gli raccontò poi che loro padre Ozai aveva ricevuto rapporti si vari tentativi di usurpare il suo trono, il che lo avrebbe spinto a volersi solo circondare con persona di fiducia: la sua famiglia, il che incluse anche lui. La principessa rivelò che il monarca si stava pentendo della sua azione e desiderava il suo ritorno in patria- una notizia che scioccava il giovane ragazzo. Vedendo con soddisfazione il suo conflitto interno, Azula lo lasciò per pensarci su.

L2 E01 Zuko si arrabbia con Iroh

Zuko litiga con Iroh

Zuko era inclinato a credere a sua sorella e l'idea di tornare finalmente a casa lo rese entusiasta. Suo zio invece rimase scettico e gli fece notare che suo fratello non era mai stato un tipo da perdonare qualcuno o di pentirsi di un'azione. Ma suo nipote non voleva ascoltarlo e insistette che alla fine suo padre provava qualcosa per lui e ignorò l'avvertimento di Iroh che questa storia gli sembrava troppo bella per essere vera. Queste insinuazioni fecero arrabbiare Zuko che chiamò suo zio un uomo pigro, egoista e geloso, poi si allontanò per rimanere da solo.

L2 E01 Azula vs Zuko

Zuko affronta Azula

La mattina seguente Zuko si stava avviando per raggiungere la nave di Azula quando suo zio lo rincorse per accompagnarlo; il suo scetticismo non si era placato, ma non voleva abbandonarlo. Quando arrivarono al porto, la Principessa li salutò con calore, ma la sua farsa venne a galla quando il Capitano della sua nave per sbagliò li chiamava "prigionieri". Dopo un momento di silenzio Iroh saltò all'azione e iniziò ad affrontare le guardie mentre Zuko scaraventò in acqua il capitano e gridò a sua sorella che lo aveva ingannato. Questa però sogghignò solo affermando che era ovvio, poi gli mandò contro le sue guardie personali. Zuko li sconfisse con facilità e sfidò Azula attaccandola con due pugnali di fuoco. Purtroppo la ragazza era più abile di lui anche nella lotta corpo a corpo e evitò ogni attacco con eleganza. Quando raggiunse anche il vantaggio della posizione più alta su una scala, scaraventò via Zuko con una fiammata impressionante che lo stordì per qualche attimo. Azula voleva usare questo momento per finirlo attaccando con il suo fulmine, ma fortunatamente Iroh s'intromise e reindirizzò la scarica verso la costa, salvando suo nipote. Dopo averla buttata in mare, i due usarono questo momento per darsi alla fuga.

L2 E01 Zuko taglio cappelli

Un taglio con il suo passato

I due corsero fino ad essersi allontanati abbastanza e presero fiato in una foresta accanto a un torrente. Zuko tirò fuori il coltello che aveva ricevuto da Iroh anni fa e si tagliò il suo codino da nobile, separandosi anche visivamente dalla sua famiglia e dalla sua nazione. Suo zio seguì il suo esempio e i due poi si misero in cammino per vivere come fuggitivi ripudiati dal mondo.

Vita da fuggitivo[]

L2 E02 Iroh pianta

Ma pensi veramente solo al tè?!

Zuko e Iroh dovettero sopravvivere con quello che raccoglievano in strada o nelle foreste, il che diede grande fastidio al giovane nobile che si sentì molto in imbarazzo. Quando suo zio si ostinava a voler tenare di fare un tè con una pianta possibilmente velenosa, succedette quello che doveva succedere: la pianta era davvero velenosa e ora Iroh era coperto da un eczema irritante vistoso. Era ovvio che dovevano chiedere aiuto e se c'era la scelta tra essere catturati e giustiziati dal Regno della Terra ed essere consegnati ad Azula, la scelta era facile: il Regno della Terra.

L2 E02 Zuko vede cicatrice di Song

Per la prima volta vede il lato civile della guerra

I due si rivolsero a un erborista vicina di nome Song e sua madre che curò Iroh, ma non senza fargli al predica. Le due donne li invitarono a cena, cosa che il ragazzo inizialmente rifiutava, ma accettò sull'insistenza di suoi zio. Song tentava di fare conversazione con Zuko durante la cena per farlo aprire, ma questo rimase cauto e dalla risposta breve. Quando gli venne chiesto se suo padre combatteva nella guerra, la su riposta era un semplice "si", senza spiegarsi oltre, inoltre si erano presentati come "Hong Lee" e "Hong Mushi". La ragazza tentò ancora una volta di fare amicizia con Zuko raccontando del suo passato e facendogli vendere la sua cicatrice da ustione subita durante la sua fuga; il Principe si dimostrava scioccato e per la prima volta scosso. ma quando era giunto il momento del saluto, Zuko tradì la gentilezza dei suoi ospiti rubando il loro unico cavallo-struzzo senza farsi tanti problemi e ignorando le proteste di suo zio.

L2 E05 zuko spirito blu ritorno

Torna lo spirito blu

La loro situazione peggiorò sempre di più e i due nobili erano presto costretti a chiedere elemosina in strada. Zuko dovette osservare incredulo come suo zio- una volta erede al trono e temuto Generale della Nazione del Fuoco- venir trattato come una scimmia da ballo per soddisfare l'umore di uno spadaccino e di guadagnare qualche soldo, il che lo infastidì moltissimo. Decise quindi di reagire e tornò nei panni dello spirito blu rubando le armi dallo spadaccino insolente, ma stavolta per derubare i ricchi per pagarsi il cibo e altro. Sempre più preoccupato per suo nipote, Iroh lo confrontò con il suo atteggiamento criminale e lo avvertì di non perdere anche gli ultimi resti del suo onore. Alla testardaggine di Zuko lo avvertì che a questo punto non basterà nemmeno la cattura dell'Avatar per migliorare la situazione e di permettergli di tornare nella sua patria per conquistarsi il suo legittimo posto sul trono. Arrabbiato, Zuko si allontanò per pensare, poi annunciare al suo ritorno che aveva deciso che sarebbe meglio proseguire su strade diverse, dato che, secondo lui, non aveva piè nulla da guadagnare viaggiando insieme.

Zuko da solo[]

L2 E07 Zuko fame

La fame lo assedia

In sella al cavallo struzzo rubato da Song, Zuko attraversò paesaggi vari e ostili, spesso anche disabitati. Poteva sentire il morso sempre più forte della fame e della sete, ma non derubò una giovane coppia con una donna incinta. Il caldo e la sete iniziarono a fargli venire allucinazioni dove vedeva sé stesso insieme a sua madre da bambino. Fortunatamente riuscì a trascinarsi fino a un villaggio sperduto dove voleva chiedere del mangime per il suo cavallo-struzzo e da mangiare per sé. Purtroppo finì nel mirino di alcuni soldati arroganti e attaccabrighe che lo presero in giro, ma il ragazzo non si lasciò innervosire. Il suo coraggio impressionò un bambino del posto di nome Lee che lo invitò a cena sulla sua fattoria, cosa che Zuko accettò senza rivelare il suo nome.

L2 E07 Zuko si batte il pollice

Non è abituato ai lavori domestici

Per sdebitarsi, aiutò nelle mansioni di casa, ma si dimostrò alquanto imbranato, ma di buona volontà. Mentre lavorava, pensava alla sua infanzia infelice e i momenti insieme a sua madre e sua sorella. Lee si affezionò molto a lui e lo vide come lo sostituto di suo fratello maggiore che ha dovuto andare in guerra a combattere. Zuko non si arrabbiò nemmeno quando Lee gli aveva preso le spade per curiosità, anzi, gli dava una breve lezione su come usarli. Quando però stava per ripartire, arrivarono alla fattoria i soldati di prima sotto la guida di Gow che portava al padre di famiglia Gansu la notizia che suo figlio maggiore era finito in prigionia, ridendo della reazione scioccata dalla famiglia. Zuko fissò il Gow con disprezzo e riuscì a farlo innervosire abbastanza da spingerlo alla ritirata. Gansu decise di seguire suo figlio sul fronte per riportarlo indietro, così Lee implorò Zuko di restare con loro per proteggerli. Il ragazzo però si rifiutò, ma gli regalò il suo coltello che aveva ricevuto in regalo da suo zio.

L2 E07 Zuko fiamme

La sua fiamma torna ad ardere

Dopo che Zuko aveva lasciato il villaggio, venne raggiunto dalla madre di Lee, Sela, che lo implorò di aiutarli: il bambino aveva aggredito i soldati con quel coltello e in turno lo hanno catturato e lo volevano costringere ad arruolarsi nell'esercito. La donna non sapeva chi rivolgersi sennò, così Zuko accettò di aiutarli. Il ragazzo tornò nel villaggio e smascherò i soldati come dei bulli vigliacchi per sconfiggerli uno ad uno con facilità. Purtroppo Gow si rivelò un dominatore della terra molto forte e contro i suoi martelli Zuko stava per avere grosse difficoltà. Un colpo gli fece perdere brevemente conoscenza, ma in quei momenti Zuko rivide l'ultima volta in cui aveva visto sua madre e le sue ultima parole: "Per quanto possa sembrare che le cose cambiano, tu non dimenticare mai chi sei!". Questa parole riaccesero il suo spirito e si riperse, scaraventando indietro il suo avversario con il dominio del fuoco. Dopo aver annunciato anche il suo nome e il suo rango con fierezza, andò da Gow e si riperse il coltello per offrilo di nuovo a Lee. Purtroppo il ragazzo, così come tutto il villaggio, gli si era voltato contro e gli gridò in faccia che lo odiava per quello che aveva fatto la sua nazione. Di nuovo esiliato nonostante le sua azioni eroiche, Zuko lasciò quindi il villaggio sotto gli sguardi pieni di disprezzo delle gente, prendendosi con sé anche il coltello.

Riunione[]

L2 E08 Zuko intromissione

S'intromette nel duello

Zuko s'imbatté per caso nella traccia lasciata indietro dal carrarmato personale di Azula e decise di seguirlo, intuendo che anche lei stava inseguendo l'Avatar. Dopo ore di inseguimento raggiunse un piccolo villaggio abbandonato dove vide Aang e Azula che si stavano affrontando in duello. Deciso, s'intromise e assunse una posizione da combattimento, avvertendo sua sorella che la cattura dell'Avatar era ancora compito suo. I tre dominatori si fissavano per alcuni secondi finché Azula non fece la prima mossa attaccando Zuko con una fiammata e scaraventandolo a terra. Quando la ragazza poi proseguì ad attaccare Aang, Zuko cercò di tenerla lontano, indiziando un duello a tre persone.

L2 E08 Zuko terrorizzato

Una visione terribile!

Azula dominò la battaglia tenendo a bada sia Zuko che Aang con i suoi attacchi con la fiamma azzurra. Il Principe non sia arrese e contrattaccò con furia, spingendola in un edificio abbandonato, ma alla fine venne scaraventato sulla strada ad un colpo particolarmente violento. La botta gli fece perdere conoscenza per alcuni momenti finché non venne scosso da suo zio che lo aveva inseguito e osservato. I due si unirono contro il nemico comune con il Team Avatar che nel frattempo era venuto in aiuto a Aang. Loro sei spinsero la principessa in un angolo e la costrinsero apparentemente alla resa. In realtà stava aspettando il momento giusto per la fuga che arrivò quando Iroh, per un momento solo, si distrae. Senza pietà alcuna Azula colpì suo zio con una fiammata ferendolo gravemente, il che spaventò Zuko e lo spinse ad unirsi all'attacco combinato degli altri combattenti. Purtroppo la principessa riuscì a fuggire e lasciò indietro tutti di stucco. Il Principe accorse subito a suo zio a terra incosciente, gridando dalla paura e temendo che sia troppo tardi. Katara gli offri di guarirlo, ma Zuko si rifiutò e gli ordinò di lasciarli in pace. all'insistenza loro il ragazzo infuriò fino a scacciarli via con una fiammata, il che finalmente ebbe l'effetto desiderato. Una volta da solo, Zuko lasciò libero le sue lacrime.

Fulmine[]

Zuko portò suo zio ferito in una casa abbandonata nelle vicinanze del villaggio per prendersi cura di lui fasciando le sue ferite e facendo del tè. Quando Iroh si risvegliò, il ragazzo gli spiegò quello che era successo e gli offrì il tè che suo zio accettò nonostante gli facesse schifo. Cosciente che dovrà affrontare Azula di nuovo, Zuko implorò suo zio a riprenderlo come allievo e di insegnargli tecniche del dominio del fuoco avanzate. Era già pronto a ricambiare l'argomento che Azula era pur sempre sua sorella e che doveva cercare di andare d'accordo con lei, ma a sua grande sorpresa Iroh non si oppose minimamente anzi, era della sua stessa opinione. Così Zuko riprese il suo addestramento.

L2 E09 Zuko deciso di provare

Voglio provare!

Dato che era quello il potere più pericoloso , Iroh iniziò con la spiegazione sulla natura del dominio del fulmine e i suoi prerequisiti. Al contrario del fuoco era necessaria un'anima calma e fredda, non è alimentato dalla rabbia o dall'emozione forte. I due uscirono, così che Iroh poteva dargli una dimostrazione pratica della generazione di un fulmine. Dopo averlo visto, Zuko annunciò subito entusiasta di volerlo provare, ma i suoi primi tentativi finirono male: al posto di una scarica elettrica creò un'esplosione davanti a sé che lo scaraventò indietro con violenza. Non si arrese, ma ogni tentativo finì sempre nello stesso identico modo, aumentando la sua frustrazione. Iroh gli spiegò che la ragione di questi fallimenti era il fatto che in suoi conflitti interni gli stavano impedendo di raggiungere la calma necessaria per creare un fulmine. Era ancora attaccato alla sua vergogna, la quale lo bloccava dal poter proseguire.

L2 E09 Iroh Zuko allenamento

Impara i movimenti base

Vedendo l'ansia di Zuko di voler imparare, Iroh decise quindi di rivelargli un suo segreto: aveva sviluppato una tecnica per reindirizzare un fulmine e glielo offrì come compenso. Prima però gli fece una lezione sulle quattro nazioni e come abbia imparato che per ampliare le proprie conoscenza bisogna guardare anche le altre culture. Zuko comparò questa idea con l'Avatar, a cosa suo zio ripose che incorporare idee di tutte le quattro le nazioni poteva dargli nuovo potere, esattamente come l'Avatar. Gli rivelò inoltre che la tecnica che stava per insegnare lo aveva creato osservando i dominatori dell'acqua che usano movimenti fluidi che cambiano velocemente dalla difesa all'offensiva assorbendo e reindirizzando le energie. Zuko si mise subito al lavoro e in poche ore riuscì ad imparare i movimenti base.

L2 E09 Zuko grido

Avanti, colpiscimi!!!

Quando Iroh gli fece i complimenti per i progressi, Zuko gli chiese di lanciargli un fulmine per mettersi alla prova, ma sua zio rimase scioccato da questa idea e lo chiamò un folle per averci solo pensato. Dichiarò che questa tecnica era molto pericolosa, così come lo era il fulmine, e sperava che non doveva mai usarla per davvero. Vedendo una tempesta in arrivo all'orizzonte, Zuko dichiarò che allora si cercherà il suo fulmine da solo e partì. Raggiunse un picco solitario nel ben mezzo della tempesta, intento ad usare un fulmine vero. Ma come se il mondo lo volesse prendere in giro, non arrivò nessun fulmine, così Zuko lasciò libero tutta la sua furia e gridò contro la tempesta che poteva farsi avanti e colpirlo, ma in vano. Alla fine crollò a terra esausto e stanco e iniziò a piangere.

Ba Sing Se[]

L2 E11 Zuko Iroh

Mai un momento di pace?

I due si misero nuovamente in viaggio, ma pochi giorni dopo vennero attaccati da un gruppo di mercenari sotto il comando del Colonnello Mongke. Iroh li riconobbe subito, al contrario di Zuko che si mise solo in guardia contro i Rinoceronti Selvaggi che volevano catturarli. Riuscirono a fuggirli e di proseguire il loro viaggio, ma Zuko notò frustrato che sarebbe bello avere anche degli amici che non li volevano uccidere. Questa frase diede un’idea a suo zio che propose di andare all'oasi delle Palme Nebbiose.

L2 E11 Fung Zuko Iroh

Non capisce di cosa stanno parlando questi vecchi

Zuko e Iroh raggiunsero la loro destinazione alcuni giorni dopo, dove il vecchio Generale si mise in contatto con un certo Fung in una vecchia taverna che si rivelò come un membro dell’Ordine del Loto Bianco. Grazie alla generosa taglia sulle loro teste, i due dominatori del fuoco vennero scovati da due cacciatori di taglie, Yu e Xin Fu, che volevano catturarli. Fortunatamente Fung li aiutò causando una lite nella taverna che gli permise la fuga, in più li invitò a casa sua. Zuko, che non era stato ancora introdotto nell'ordine, dovette aspettare fuori, finché Iroh non annunciò che andranno a Ba Sing Se per vivere in mezzo agli altri fuggitivi. Dopo aver preso documenti e passaporti falsi, i due si avviarono per la capitale del Regno della Terra.

L2 E12 Jet Zuko alleanza

Ragazzi con un passato molto simili

Sul loro viaggio, che li portava anche sul traghetto sul Lago Occidentale, Zuko conobbe Jet che lo invitò ad andare a rubare i viveri dal capitano della nave che serviva ai passeggeri soltanto immondizia. Dopo questa avventura Zuko e Jet diventarono amici, condividendo sia la loro personalità che il passato traumatico. Purtroppo la loro amicizia era destinata terminare quando l’ex-Combattente per la Libertà scoprì che Iroh era un dominatore del fuoco e si riaccese il suo odio per ogni cosa appartenente alla Nazione del Fuoco.

L2 E13 Zuko sgrida Iroh

Ma riesci a pensare solo al tè?

Incurante di questo dettaglio, Iroh e Zuko trovarono un posto di lavoro in un ristorante di tè sotto un certo Pao, che però al principe non piaceva per nulla, dato che percepiva Ba Sing Se solo come una prigione. Nonostante questo, il ragazzo cercò di comportarsi come un ragazzo normale e iniziò a lavorare come servitore di tè, mentre Iroh, con le sue capacità nel fare il tè, lo fece diventare molto famoso.

L2 E14 Zuko accetta sfida

Si difende usando le sua spade

I due non si resero contro di essere continuamente pedinati da Jet che voleva usare ogni loro errore per denunciarli come dominatori del fuoco. Una sera infine Jet si presentò nel locare di Pao, dove il ragazzo accusò i due di essere dominatori del fuoco per poi sfidare Zuko a duello. Il principe si prese due spade e combatté usando solo quelle armi, trattenendosi dall'usare il fuoco nonostante le continue provocazioni del suo avversario. Il duello si estese fino in strada davanti alla gente, finché non comparve il Dai Li che procedette ad arrestare Jet, lasciando indietro Zuko e Iroh come povere vittime di un pazzo che li ha attaccati senza causa.

L2 E15 Jin Zuko quasi bacio

Stavano quasi per baciarsi

Zuko continuò a faticare ad accettare questa sua nuova vita come persona normale, la cosa culminò nell'imbarazzo di avere un’ammiratrice: Jin. La ragazza lo invitò ad uscire con lei, cosa che al ragazzo non dispiacque, ma si comportò come un assoluto imbranato in questioni sociali e amorevoli. Ma per renderla felice corse persino il rischio di venir scoperto come dominatore del fuoco accendendo le lampade intorno a una fontana. Quando Jin lo stava per baciare, si ritirò all'ultimo rattristandola molto affermando che “era complicato”. Quando tornò a casa da suo zio, questo gli chiese come era andata, dopo alcuni secondi di silenzio Zuko ammise che non era stata male.

Decidere il proprio destino[]

L2 E17 Zuko Iroh discussione

Non ha rincuniato alla sua missione

Zuko apprese per caso che Aang si trovava anche lui a Ba Sing Se dopo aver visto uno dei volantini per Appa e il suo desiderio di catturarlo si accese di nuovo. Voleva usare il bisonte dell’aria come esca per l’Avatar, cosi si mise il suo travestimento da spirito blu e costrinse un agente Dai Li a rivelargli dove lo stavano tenendo.

L2 E17 Iroh sgrida Zuko

Iroh gli fa la predica

S’infiltrò nella base segreta del Dai Li sotto il lago Laogai e difatti trovò Appa in una cella, ma prima che potesse fare qualcosa venne fermato da suo zio che lo aveva seguito. Con un tono inusualmente diretto per lui lo castigò per la sua mancanza di pianificazione delle sue azioni e gli chiese cosa abbia avuto in mente dopo aver catturato il bisonte. Cercò di convincere suo nipote di abbandonare la sua missione di cattura dell’Avatar, un destino impostogli da suo padre, e di invece cercare la sua strada personale. Zuko emise un grido pieno di disperazione e dubbi, ma alla fine decise di liberare Appa per permettergli di tornare dal suo padrone. Dopo aver lasciato la base segreta, il ragazzo gettò la maschera dello spirito blu nelle acque profonde del lago.

L2 E18 Zuko visione

Zuko come dominatore dell'aria?!

I due tornarono nel loro appartamento dove Zuko collasso improvvisamente con una terribile febbre; Iroh dedusse che il conflitto interno di Zuko sul suo futuro abbia causato sintomi psicofisici. Comparò questa situazione con una metamorfosi e sperò che alla fine il ragazzo emerga come la persona che doveva essere realmente. Durante la malattia Zuko ebbe diversi incubi indotti dalla febbre, in uno si vide come Signore del Fuoco senza cicatrice con due draghi che gli davano consigli. Uno era un drago blu con la voce di Azula, l’altro un drago rosso con la voce di Iroh. Poi vide sua madre scomparsa che gli gridava aiuto. Alla fine sembrava che si fosse svegliato, così barcollò fino al bagno per lavarsi la faccia, ma quando si guardò allo specchio si vide con la testa rasata e con i tatuaggi di un dominatore dell’aria. Dopo questo spavento Zuko si svegliò anche nella realtà ansimando e sudando, per confermare si toccò la faccia e ritrovò lì la sua famigliare cicatrice.

L2 E19 Zuko sorridente

Sembra un'altra persona

Dopo essersi svegliato, Zuko si dimostrò molto più calmo e ottimista, era persino contento di poter lavorare nel nuovo negozio di suo zio e si sentì onorato dall’invito di servire del tè persino al Re in persona. Purtroppo l’invito era stata una trappola tesagli da Azula che si era messa in combutta con il Dai Li per detronizzare il Re della Terra. Iroh riuscì a fuggire, ma Zuko scelse di confrontarsi con sua sorella sfidandola a un Agni Kai. Azula però lo derise e gli mandò contro gli agenti del Dai Li che lo arrestarono con facilità.

L2 E20 Katara offerta per Zuko

Zuko e Katara insieme in prigione

Zuko venne gettato nelle catacombe sotto l’Anello Superiore dove si trovava già Katara che iniziò subito a buttargli addosso tutti gli insulti possibili causati dal dolore che aveva causato. Il ragazzo rimase in silenzio e accettò ogni insulto senza reagire, finché Katara non rivelò che aveva perso sua madre per cola della Nazione del Fuoco. Questa frase fece alzare lo sguardo a Zuko che ammise che questo era una cosa che allora avevano in comune. Katara si bloccò e si scusò, poi spiegò che per tutto questi mesi l faccia del nemico era diventata la sua, alla quale Zuko si toccò la sua cicatrice sulla faccia. Dopo un momento di silenzio Katara gli offrì di guarirla con l’acqua della sorgente degli spiriti, ma prima che potesse iniziare, Iroh e Aang arrivarono nella caverna per liberarli.

L2 E20 Iroh discorso per Zuko

Cosa scegli?

Nonostante sembrava essere cambiato, in quel momento in Zuko si riaccese la sua rabbia per l’Avatar e i due ragazzi stavano quasi per saltarsi addosso, finché Iroh fermò suo nipote e avvisò Aang e Katara di andarsene per andare in aiuto ai suoi amici. Una volta da soli, il vecchio Generale tentò nuovamente di convincere Zuko a lasciar perdere la sua missione per trovare il suo destino da solo. In quel momento arrivò Azula con due agenti Dai Li che imprigionarono Iroh nei cristalli della caverna. La ragazza si dimostrò amichevole e implorò l’aiuto di suo fratello per la cattura dell’Avatar, affermando che così potrebbe riconquistarsi il suo onore e l’approvazione di loro padre. Iroh tentò di dissuaderlo, gridando che quella redenzione promessa non era per lui, ma il ragazzo era indeciso.

L2 E20 Zuko scelta

Zuko sceglie Azula

Azula li lasciò da soli per dargli tempo per pensare e andò ad affrontare Katara e Aang. Zuko la raggiunse poco dopo e annunciò che aveva scelto di unirsi a sua sorella e la aiutò nel duello a due a due. La aiutò diverse volte salvandola dalla presa di Katara per poi iniziare un duello furioso con la dominatrice dell’acqua. Katara, delusa e arrabbiata da questo tradimento, gridò che aveva pensato che era cambiato, alla quale Zuko ribadì che era vero, era cambiato. Quando Aang venne scaraventato contro una parte di roccia da Azula, Katara rimase da sola contro i due dominatore del fuoco e riuscirono a sconfiggerla dopo una ardua battaglia.

L23 E20 Zuko Azula sala trono

Zuko ha dei forti dubbi...

Aang tentò di sbloccare lo Stato dell’Avatar e di riuscì, ma nel momento cruciale venne fatalmente colpito dal fulmine di Azula alla schiena. Quando sembrava che lui e Katara erano finiti, arrivò in scena Iroh che gli permise la fuga, poi si arrese per essere arrestato; prima di essere portato via, scambio uno sguardo pieno di delusione e rabbia con suo nipote.

Azula e Zuko tornarono in patria come eroi della guerra trionfanti, ma il ragazzo iniziò ad avere sempre più dubbi sulla sua scelta e si pentì di aver tradito suo zio.  Azula cercò di calmarlo, affermando che era stato lo zio ad aver tradito lui, lui aveva fatto al cosa giusta e ora aveva riconquistato il suo onore. Ma questo non servì molto a disperdere i dubbi del principe.

>>> Libro Fuoco

Advertisement