Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Zolt il Fulmine (in originale Lighting Bolt Zolt) era uno dei boss mafiosi di Città della Repubblica e il capo della Triade del Triplo Terrore, che regnava con mano di ferro e terrore, specialmente verso i non-dominatori. Fu la prima vittima di Amon che come esempio per tutti gli tolse il dominio davanti al pubblico.



Storia[]

Boss del crimine[]

(questo paragrafo contiene informazioni dal cortometraggio "Republic City Hustle")

Zolt fu il creatore della Triade del Triplo Terrore e come suo capo la evolse fino a farla diventare una delle triadi dominanti e temute di Città della Repubblica. Usando violenza, intimidazione ed estorsione, tenne sotto controllo i titolari dei vari negozi, rubò carichi dai vari magazzini e ricattò figure pubbliche. Non si sa quando, da chi e dove abbia imparato ad usare il fulmine, ma questa abilità gli diede un vantaggio notevole nella lotta per la supremazia.

Shin e Zolt vedono l'insurrezione di Toza

Intorno al 160 DG incontrò i piccoli Mako e Bolin, orfani che vivevano sulla strada, e li assoldò per lavorare per lui come messaggeri; il piccolo dominatore del fuoco lo impressionò a tal punto che gli insegnò la generazione e il reindirizzamento dei fulmini.

Nel 167 Zolt, insieme a Shin l'Ombroso, Mako e Bolin, stava osservando una gara di dominio sportivo della squadra del leggendario Toza, che era stato pagato da Shin per perdere di proposito. Ma quando il dominatore veterano capovolse la partita vincendo con un KO furioso, Zolt fissò Bolin accanto a sé che aveva spifferato di aver convinto Toza a non arrendersi. Questa rivelazione fece infuriare Shin che inseguì i due bambini in preda alla collera, e Zolt li rincorse e li raggiunse poco dopo. Li trovò quando il suo subordinato stava litigando con Mako, Bolin e Toza nella palestra di quest'ultimo. Il capo della triade mise fine al combattimento battendo la parete della palestra con il suo pugno e rimproverò il suo assistente per essersela presa così tanto con dei bambini, mentre accusò Toza di avergli costato tanti soldi e di non avere onore. Dopo aver riavuto i soldi spesi, Zolt osservò imbronciato come il dominatore veterano offrì ai due bambini una casa nell'arena per allontanarli dalla strada, e li lasciò da soli.

Rivoluzione di Amon[]

Zolt si arrabbia per la reazione avversa del pubblico

Zolt fu tra i primi dominatori che vennero catturati dai Paritari, essendo una figura nota e temuta dai non-dominatori, insieme a Shin, due subordinati e lo sfortunato Bolin. Dopo essere stato trascinato sul palcoscenico della "rivelazione" di Amon, il capo dei Paritari raccontò al pubblico i suoi crimini e gli atti di oppressione contro i non-dominatori, facendo scoppiare il pubblico con grida di odio e di sdegno. Questa reazione non impressionò il capo della triade, Zolt gridò annoiato che i non-dominatori dovrebbero rimproverare sé stessi. A sua gran sorpresa venne liberato dalle sue corde e Amon lo sfidò a un duello per il suo dominio. In un primo momento Zolt era confuso che un non-dominatore volesse sfidarlo apertamente e di sua spontanea volontà, ma poi sogghignò felice e accettò. Annunciò che Amon si sarebbe pentito della sua arroganza.

Zolt a terra dopo che Amon gli ha tolto il dominio

Zolt iniziò il suo attacco con alcuni pugni di fuoco che vennero però facilmente evitati da Amon che si avvicinò piano piano. Dopo aver realizzato che per uccidere il capo dei Paritari doveva fare sul serio, Zolt fece onore al suo soprannome e utilizzò i suoi temuti fulmini. Ma anche questi vennero evitati con maestria da Amon che riuscì ad afferrare il braccio che usava per generare i fulmini e si portò dietro di lui. Lo tenne fermo con una mano, mentre con il pollice dell'altra gli toccò la fronte, bloccandogli il dominio.

Zolt si rende conto di cosa sia successo

In uno spettacolo impressionante, il fulmine di Zolt si ridusse a una fiamma che poi si estinse per sempre. Una volta rilasciato, Zolt si accasciò a terra, ma si riprese alcuni secondi dopo e ritornò subito all'attacco. ma dovette rendersi conto che non riusciva più a generare fuoco o fulmini e gli chiese scioccato cosa gli avesse fatto. Il capo dei Paritari disse solamente: "Ti ho tolto il dominio. Per sempre."

Zolt venne allontanato dal palcoscenico, non curandosi del destino dei suoi compagni. Senza il suo potere la sua supremazia nella triade era pressoché svanita, e pochi mesi dopo venne sostituito da Viper.

Personalità[]

Zolt il Fulmine era noto per essere una persona fredda e brutale che non esitava ad annientare i suoi nemici con ogni mezzo. Era molto sicuro di sé e delle sue abilità, ed era addirittura arrogante, non si curava di ciò che la gente pensava di lui. L'unica cosa meno cattiva che aveva era una leggera esitazione nell'usare la sua violenza contro i bambini, ad esempio quando fermò Shin che stava attaccando Mako e Bolin, anche se non esitava ad usarli per i suoi scopi.

La sua personalità strafottente e arrogante si vedeva bene nella reazione che ha avuto sul palcoscenico di Amon, quando sentì le grida di scherno e di odio nei suoi confronti; anziché rimanerci male, ribadì a tono, insultando i non-dominatori presenti. Provò la sua fierezza e testardaggine quando accettò la sfida di Amon, attaccandolo con ogni mezzo e non arrendendosi neanche dopo che gli era stato tolto il dominio, anche se era rimasto profondamente scioccato dalla cosa.

Abilità[]

L'ultimo fulmine di Zolt il Fulmine

Zolt era un dominatore del fuoco molto abile ed era riuscito a raggiungere un livello tale da poter condensare la sua energia spirituale fino a generare fulmini, che al suo tempo era una cosa ancora abbastanza rara. Migliorò ancora, diventando uno dei pochi a poter generare fulmini in rapida successione e con brevissimo tempo di carica, cosa che ha tramandato poi a Mako.

Nel suo duello con Amon dimostrò di poter lanciare veloci attacchi di fuoco per poi aumentare il suo livello usando i fulmini. Era anche capace di mantenere il flusso di elettricità per un tempo considerevole per usarlo per tagliare il metallo.

Nonostante la sua mole è anche abbastanza resistente fisicamente, riuscendo a rialzarsi poco dopo che Amon gli aveva tolto il dominio, cosa che normalmente rende le vittime incoscienti per un tempo anche prolungato.

Trivia[]

  • Il nome Zolt è l'onomatopea del suono che fa una corrente elettrica (in inglese)
  • La frase che dice Zolt dopo essersi svegliato davanti ad Amon, realizzando che non aveva più il suo dominio, è "Cosa mi hai fatto?", la stessa domanda che ha fatto Ozai difronte ad Aang
  • Zolt fu la prima persona che ha perso il dominio per mano di Amon e quindi un non-Avatar, ma in ordine cronologico della serie fu il terzo dopo Ozai e Yakone
  • In origine c'era l'idea di mostrare come Zolt insegnasse a Mako il dominio del fulmine, ma venne tagliata per motivi di tempo
  • In inglese Zolt ha un leggero accento italiano
  • Zolt aveva avuto l'idea di usare dei bambini come messaggeri per la triade, così ha conosciuto Mako e Bolin
  • È rimasto senza dominio anche dopo gli eventi di Amon, visto che l'Avatar Korra si è rifiutata di ridare i poteri ai criminali
Advertisement