Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Zhu Li Moon (助理月) era stata l'assistente di Iknik Varrick Blackstone per tanti anni, da semplice assistente tutto-fare si evolve a donna competente e intelligente, che esegue ogni richiesta con efficacia perfetta. È l'unica persona al mondo a poter tenere a bada Varrick e sembra quasi che sappia leggere nella sua mente, non si scompone a nessuna delle sua idee strampalate, fa obiezioni solo quando si pone un problema veramente serio. È una donna poco appariscente e molto seria, il suo umorismo è molto raffinato, ma devastante.

Il suo capo inizialmente la tratta come una macchina e con poco rispetto, spingendo Bolin a criticarlo che non sappia apprezzarla. Dopo al disserzione di Varrick dall'armata di Kuvira tenta di sabotare il cannone, ma venne scoperta e condannata a morte, l'intervento della famiglia Beifong la salva. Aiuta nella lotta contro Kuvira e dopo la sua sconfitta sposa Varrick, aiutando la città nella ricostruzione. Il suo impegno e il suo altruismo le permisero di vincere le seconde elezioni della Repubblica delle Nazioni Unite, facendola diventare la nuova presidentessa.

Storia[]

171 DG[]

Nella Tribù dell’Acqua del Sud[]

Zhu Li accende il proiettore

Zhu Li era presenta sullo yacht del suo capo Varrick quando Asami e Bolin salirono a bordo per le trattative per una collaborazione tra lui e Industrie del Futuro. Eseguì innumerevoli compiti senza che il mercante doveva ordinarlo specificamente (bastava sempre: ”Zhu Li- fai la… cosa!”), come indicare le persone quando e dove si dovevano muovere per permettere a Varrick di sedersi. Ospitò i due nuovi arrivati con del tè e accese il proiettore per il movente in seguito alla richiesta sua. Continuò a occuparsi degli ospiti e degli ordini di Varrick in contemporanea, aiutando persino Asami che aveva perso l’equilibrio per colpa di una delle uscite del suo capo per poi ritornare nell’ombra dello sfondo. Ovviamente era anche presente alla cena in onore di Unalaq e sedette accanto a Varrick con Ginger, Mako e Bolin.

Qualche giorno più tardi Zhu Li accompagnò Varrick per un incontro con alcuni membri della tribù a casa di Tonraq e Senna per discutere dell’occupazione delle truppe del Nord. Come sempre eseguì ogni ordine con precisione infallibile, rispondendo persino alle domande retoriche del suo capo.

Varrick e Zhu Li nell'ornito-orso impagliato

Dopo il fallito tentativo di rapire Unalaq, lei e Varrick furono costretti a nascondersi. La donna non lasciò mai il suo fianco e si unì a lui persino nel loro nascondiglio nell’ornito-orsi impagliato. Riuscirono ad ingannare gli agenti di Unalaq, inclusi Eska e Desna, ma si rivelarono a Mako, Asami e Bolin. Mentre Varrick-seduto sulle sue spalle- parlò con loro, in qualche modo gli passò una tazza di tè caldo all’interno dell’orso, dove si scusò per la mancanza di miele, dato le scarse risorse del loro nascondiglio. Più tardi Zhu Lì lasciò cadere dei soldi dall’apertura posteriore dell’animale impagliato per permettere a Bolin di usarli per corrompere il giudice.

La donna rimase nel nascondiglio con Varrick anche durante la loro fuga dalla Tribù del Sud, Bolin fungeva da proprietario dell’ornito-orso che voleva solo portarselo dietro per un viaggio. Quando una guardia del Nord li fermò con la richiesta della licenza, Zhu Li gettò sulla strada un bel gruzzoletto di yuan- facendo sembrava che l’ornito-orso avesse fatto un uovo- per creare un diversivo per scappare dalle guardie. Rimasero all’interno dell’animale anche dopo essere salito sulla nave, dato che il suo capo era contrario dal lasciare il nascondiglio prima che era convinto che era assolutamente sicuro.

A Città della Repubblica[]

Porta tutti i suoi bagagli

Dopo essere arrivati a Città della Repubblica, Varrick ordinò a Zhu Li all’istante di programmare un incontro con il presidente Raiko, cosa che la donna eseguì con successo per la giornata seguente. Quando il gruppo si divise, era lei a dover portare tutto il suo bagaglio, ma lo fece senza lamentarsi. Più tardi procurò dei vestiti eleganti per Bolin per poter seguire Varrick nel suo giro notturno per la città. Come assistente fedele non lasciò mai il suo fianco e continuò a seguire ogni suo capriccio.

Quando Varrick decise di impegnarsi per trovare una soluzione al dilemma di Asami e Korra, non chiese nulla e portò subito tutto il materiale necessario: peperoncini super-piccanti, delle scarpe con un aggancio e una struttura che premetteva al mercante di appendersi a testa in giù. Varrick iniziò di produrre prima parole apparentemente insensate, ma Zhu Li se lì notò comunque e li passò al team di sviluppo di Industrie Globali di Varrick.

Varrick la sgrida per aver portato solo cattive notizie

Quando gli doveva passare le notizie del quinto furto su una delle navi di Varrick, il suo capo la sgridò per avergli portato cattive notizie senza aver prima dato notizie belle. Per tentare di rimediare al suo errore affermò che il primo movente di Nuktuk stava ricevendo reazioni molto positive, ma questo fu spinto da parte da Varrick come ormai una notizia vecchia.

Zhu Li era anche presente alla prima visione del finale delle avventure di Nuktuk nell’arena di dominio sportivo, dove si sedette accanto al suo capo. Dopo che Varrick fu rivelato come l’orchestratore del tentato rapimento del presidente le venne ordinato di lasciare l’arena, ma la loro fuga venne interrotta subito da Lin Beifong che arrestò l’imprenditore. Zhu Li lo seguì per fedeltà, non volendo abbandonarlo.

Zhu Li lo serve anche prigione

La donna continuò ad eseguire il suo lavoro come assistente persino all’interno della cella lussuosa di Varrick, quando la squadra Avatar gli stava facendo visita, stava appena preparando del tè. Korra e gli altri rimasero abbastanza sorpresi e scioccati dalla sua volontà di ferro di andare persino in prigione per il suo capo. Inoltre Varrick rivelò che aveva battezzato la sua nave da guerra in suo onore, dato che era anche altrettanto infallibile, fredda e dura.

Operazione "ali spiegate"

Qualche giorno dopo la città finì sotto l’attacco dell’Avatar Oscuro; Zhu Li stava leggendo un libro quando venne catapultata via da una liana spirituale che era cresciuta improvvisamente distruggendo il muro esterno della cella. Il suo capo non si preoccupò del suo stato di salute, ma ordinò l’inizio dell’operazione “ali spiegate”. Ovviamente la donna sapeva di cosa stesse parlando, si allacciò uno zaino con delle ali pieghevoli e si attacco al suo capo per poi saltare nel vuoto e volare via. Sulla loro strada fuori dalla città Zhu Li era il mezzo di trasporto di Varrick, dato che lo portava in spalla per tutto il tragitto, dimostrando ancora una volta la sua forza sorprendente. Continuò a portalo anche dopo essersi storta una caviglia per una media di venti chilometri al giorno.

A Zaofu[]

Deve seguirlo in ogni pazzia

Zhu Li seguì il suo capo anche a Zaofu, dove Suyin Beifong, partner di affari di Varrick da tanti anni, gli offrì rifugio. Alcune settimane dopo la Convergenza Armonica, la donna era già al fianco di Varrick come la sua fidata assistente, quando il team Avatar arrivò alla città del metallo e venne invitato a cena, rimanendo in disparte.

La mattina seguente, Zhu Li aiutò Varrick durante un test della sua nuova armatura magnetica che attirò ogni pezzo di metallo posto sul tavolo da pranzo. Al successo del test, Varrick le ordinò di spegnere la corrente dell’armatura, il che fece cadere a terra tutte le posate e i piatti attirati. Mentre l’uomo se ne andò soddisfatto, a una Zhu Li abbastanza scocciata venne lasciato l’ingrato compito di ripulire tutto il casino.

Questa non gliela perdona,....

La stessa sera Zhu Li era presenta anche alla cena di addio di Opal, dove rimase al fianco del suo datore di lavoro, mentre questo mostrava il suo detettore di dominatori dell’aria a Korra e Asami. La mattina dopo l’attacco del Loto Rosso a Zaofu per rapire Korra, Zhu Li attese dietro a Varrick mentre venne interrogato su cosa aveva fatto quella sera. Più tardi, quando Varrick stava raccogliendo pietra pomice rilasciata in seguito all'attacco di dominio della lava di Ghazan, la donna doveva grattare i suoi piedi con uno di essi, a suo grande schifo.

In seguito alla nomina di Kuvira come comandante facente funzione del Regno della Terra, lei chiese al presidente Raiko di perdonare Varrick e Zhu Li per le loro azioni, e lui accettò a grande malavoglia. Quando Varrick decise di lasciare Zaofu per seguire Kuvira e Baatar Jr. nella missione di stabilizzare il caotico Regno della Terra a poche settimane dall'uccisione della regina Hou-Ting, Zhu Li lo accompagnò allarmata come soldatessa privata e attraversò la vasta nazione su vari treni.

174 DG[]

Aiuto nella unificazione del Regno della Terra[]

Gli deve ripulire l'uniforme

Durante il loro viaggio per lo stato di Yi, Varrick ordinò a Zhu Li di preparare per tutti una tazza di tè celebrativo in seguito al rapporto di Bolin che aveva annunciato che altri due stati si erano uniti alla causa di Kuvira, portandoli al 90%. Ma dopo l’annuncio severo della comandante che non celebrerà finché al raggiungimento l’obbiettivo finale, ovvero riunire tutto il Regno della Terra, nessun bevve la bevanda. In seguito tutti, a parte Kuvira, se lo rovesciarono addosso quando il treno dovette fare una brusca fermata d’emergenza e Zhu Li doveva ripulirgli l'uniforme sporca.

Caricata come un mulo

Zhu Li arrivò a Città della Repubblica un giorno prima della cerimonia di incoronazione del principe Wu insieme agli altri. Mentre arrivarono all’hotel dei Quattro Elementi, la donna portava tutti i bagagli di Varrick con leggera fatica e noia. Quando l’ex mercante rise dello sconforto del presidente Raiko, che era stato costretto a perdonargli su richiesta di Kuvira, Zhu Li commentò con sarcasmo che era di nuovo un cittadino modello. Subito dopo Varrick le ordinò di rubare ogni saponetta al profumo di lavanda che poteva trovare in giro.

Almeno le fa i complimenti per il campione

Zhu Li seguì l’incoronazione del giorno seguente e divenne testimone della dichiarazione di usurpazione il potere di Kuvira e la creazione del nuovo Impero della Terra. Al contrario di Varrick, e della maggior parte dei soldati accanto, la donna non dimostro un entusiasmo sfrenato, non si degnò neanche di applaudire. Dopo il ritorno al hotel, Zhu Li mostrò al suo capo un pezzo di liane degli spiriti trovato a Città della Repubblica e ricevette l’ordine di portarlo subito nel laboratorio per stabilizzarlo. Zhu Li lo aiutò con questo per tentare di riuscire in qualche modo di poter utilizzare l’energia posseduta da questa pianta spirituale.

Tradimento[]

Esperimento fallito!

Durante il viaggio per Zaofu, Varrick continuava a lavorare su questo progetto e per documentare i progressi sugli esperimenti sulle liane spirituali aveva posizionato una videocamera. Seguendo il suo ordine, Zhu Li gli consegno una capsula contenente un pezzo di liane spirituale e connesse dei cavi, mentre l’ingegnere la piazzò in un macchinario. Poco dopo l’accensione però la struttura iniziò a sovraccaricarsi e le venne ordinato di spegnerla, ma la leva di arresto d’emergenza non ebbe un effetto. L’energia in eccesso creò un raggio di energia concertato che uscì dalla capsula e strappò un buco enorme nel retro del treno.

Appesa a un filo

L’onda d’urto fece tremare il treno e cadere Zhu Li che stava per essere catapultata fuori dall’apertura e finire sui binari. La donna riuscì ad aggrapparsi all’ultimo e chiese aiuto, così Varrick tentò di tirarla su, ma quando ebbe dei problemi insinuò che sarebbe meglio se perdesse qualche chilo. La sua assistente ignorò il commento, ma notò che il problema era solo che lui era debole e che doveva tirare più forte. Alla fine Varrick riuscì a tirarla su, ma l’impeto della mossa la fece cadere su di lui. Impressionata dal fatto che le aveva salvato la vita, Zhu Li si tolse gli occhiali e lo guardò con gratitudine, ma il momento romantico venne presto infranto quando Varrick affermò che era ovvio che l’avrebbe salvata, dato che non sarebbe riuscito a ripulire tutto il casino da solo. Zhu Li venne spinta già da lui con poca gentilezza e le ordinò di prendere subito una scopa per iniziare a ripulire.

Inizia ad odiare Kuvira

Mentre stava lavorando senza dire una parola, a loro si aggiunsero Kuvira e Baatar Jr che volevano sapere cosa stava succedendo. Quando Varrick iniziava a parlare di “una strana voce che gli faceva discernere il giusto dello sbagliato” Zhu Li commentò secca che quello si trattava della sua coscienza. Dopoché la Grande Unificatrice aveva minacciato Varrick con la morte, se non avesse continuato le sue ricerche sulla energia spirituale per poi scaraventarlo a terra con poca delicatezza, Zhu Li corse al fianco del suo capo preoccupata. Mentre gli metteva una mano affettuosa sulla spalla, fissò la comandante, che si stava ritirando, con uno sguardo pieno d’odio.

Efficienza disarmante

Zhu Li venne imprigionata in un vagone insieme a un Varrick che iniziava ad uscire di testa per essere rinchiuso in uno spazio così ristretto. Le ordinò persino di trattenere l’aria, ma lei si rifiutò di assecondarlo con una calma snervante e continuò a preparare il tè. Quando Bolin lo chiamava dall’alto attraverso un’apertura al soffitto, Zhu Li lo indicò con un indice e senza guardare, calmando il suo capo che non sapeva cosa stava succedendo. Mentre i due uomini si scambiarono le loro rivelazioni sulla pazzia di Kuvira, la donna ascoltò in silenzio per attendere ordini. Questi arrivarono quando Varrick la puntò, così la sua assistente saltò prima su una scrivania per poi sparire attraverso il coperchio al soffitto. Gli tese le mani e lo tirò su con una facilità sorprendente, mentre Bolin seguì con le sue proprie forze.

Zhu Li deve proteggere Varrick

Il trio si prese tre mecha monoposto per avviarsi a fuggire verso la foresta intorno a Zaofu. Ma quando si fermarono per discutere la direzione, vennero attaccati a sorpresa da Baatar Jr. e due sergenti a bordo di altri mecha. Zhu Li si posizionò davanti al suo capo e affrontò i due sergenti con grande maestria, mentre Bolin, che era stato atterrato, combatté contro il vice-comandante. Varrick aveva grandi problemi con questo mecha, così si arrabbiò con chi li aveva progettati, così Zhu Li lo informò che era stato lui stesso. L’ingegnere, colpito nell'orgoglio, le ordinò di finirla e di concentrarsi sul combattimento.

Non si sente apprezzata

Zhu Li riuscì a combattere contro i due sergenti e di proteggere Varrick che si era rifugiato in un albero, ma incassò colpi pesanti quando Varrick, per sbaglio, la colpì con una scarica elettrica. Riuscì a riprendersi e scaraventò via il suo avversario con un calcio per guadagnarsi un momento per mettere a fuoco la situazione. Notò che il suo capo aveva abbandonato il suo mecha e stava tentando di scappare a piedi, così lanciò un macigno sui suoi inseguitori e lo face cadere più per dirupo. Ma prima di potergli dargli il colpo finale venne colpita da una scarica elettrica del secondo sergente e subì un attacco due contro uno. Venne salvata da Bolin che sciolse i mecha avversari con della lava, ma questa vittoria durò ben poco, dato che nel frattempo Baatar Jr. era riuscito a catturare Varrick. Il vice comandante li minacciò di ucciderlo, così Zhu Li e Bolin erano costretti alla resa. Quando Varrick le ringrazio sarcasticamente per questa situazione, la donna abbassò lo sguardo e strinse i denti per la rabbia.

"Fate quella cosa!"

Dopo essere riportati al campo militare in manette, Zhu Li e gli altri vennero presentati a una Kuvira molto arrabbiata che ordinò la sua deportazione al campo per i dissertatori peggiori insieme a Bolin. Ma prima che potessero portarla via, Zhu Li si inginocchiò davanti a Kuvira e la implorò di perdonarla. Affermò che si stava pentendo del suo errore di aver sempre servito la persona sbagliata e di aver pensato che Varrick possedesse la mente più brillante, ma dopo averla conosciuta aveva riconosciuto il suo sbaglio. Affermò che in confronto a Kuvira Varrick era stato un folle e rafforzò la sua fedeltà nelle azioni delle comandate e della sua visione per il paese, proclamando di volerle dedicare la sua vita e le giurò piena e assoluta fedeltà. Quando Kuvira le diede un’altra possibilità, Varrick cercò di dissuaderla, ma la sua ex-assistente lo rinnegò risoluta e infuriata, notando il fatto che non l’aveva mai apprezzata nonostante tutti i sacrifici. Zhu Li ordinò ai soldati di “fare quella cosa” e Varrick venne trascinato fuori dalla tenda tra forti lamentele.

Assistente personale di Kuvira[]

Zhu Li al posto di Kuvira

Quella notte Zhu Li ebbe già il suo primo incarico: fare da sosia per Kuvira e dormire nel suo letto, dato che la dittatrice aveva previsto che Suyin Beifong avrebbe tentato di attaccarla quella notte. E difatti così avvenne, la ex-assistente venne legata da cavi di metallo in modo brusco e appena svegliata chiese di non essere ferita.

Applauso finto

Al sorgere del sole, Zhu Li si aggiunse al resto dell’armata presente ad osservare il duello tra Avatar Korra e Kuvira per il destino di Zaofu. Quando la comandante riuscì ad atterrare la donna del sud con un colpo violento, tutti gli soldati iniziarono a tifarla, mentre Zhu Li si limitò ad applaudire in modo sterile e deluso, portando un’espressione annoiata.

Dopo la sconfitta di Korra, Zhu Li stette accanto alla Grande Unificatrice quando essa fece il discorso di vittoria su Zaofu e ordinò tutti gli abitanti ad inginocchiarsi davanti a lei. Poco dopo si ritirò con Kuvira e Baatar Jr nel giardino centrale di Suyin, dove sentì il rapporto del vice comandante che alquanto sembrava Varrick si fosse fatto saltato in aria insieme a Bolin ed era molto probabilmente morto. Quando la comandante le chiese in modo retorico se voleva assistere Baatar Jr nella costruzione “dell’arma più potente che il mondo avesse mai visto”, Zhu Li ripose stoicamente e con calma che le sarebbe stato un onore per poi allontanarsi.

Doppio tradimento[]

Zhu Li teme che esploderà tutto

Zhu Li si aggiunse agli assistenti di Baatar Jr nella fabbrica di armi nella periferia di Zaofu, dove venne costruito il cannone ad energia spirituale. Alcune settimane dopo la caduta della città del metallo, il progetto raggiunse la fase finale e il vice-comandante iniziò i test ultimativi per assicurarsi che tutto fosse perfetto per la grande dimostrazione del giorno dopo. Questi includevano il caricamento a pieno regime del nucleo di energia, ma a insaputa dell’ufficiale, Zhu Li danneggiò un anello di canalizzazione nella speranza che tutto il macchinario andasse in sovraccarica e esplodesse. Su ordine di Baatar Jr inizializzò la fase uno, ma fece subito rapporto che ci fosse un problema con il condensatore. Tentò di spegnere la macchina e quando questo non funzionava, gridò a tutti i lavoratori di evacuare subito la zona, dato che il cannone stava per esplodere. Spinse anche Baatar ad andarsene, ma questo la ignorò e spense il macchinario manualmente staccando dei pezzi del circuito. Quando trovò la parte danneggiata, ordinò a tutti di smontare l’intera macchina e controllare ogni singolo pezzo. Quando poco dopo Kuvira fece una visita di sorpresa, Zhu Li spiegò con leggera nervosità che malfunzionamenti del genere erano normali per una macchina così complessa e la assicurò che stava facendo tutto per corrergli; Toph, che stava orecchiando di nascosto, notò che stava mentendo.

Beccata...

Il cannone venne presentato il giorno successivo a tutta l’armata radunata e Zhu Li prese il suo solito posto accanto alla comandante e il vice-comandante, il quale lo caricò per il primo sparo di prova. Quando il cannone andò di nuovo in fallo per colpa di un perno di distribuzione mancante, Kuvira chiese subito a Zhu Li se ne sapeva qualcosa. Nonostante che la donna non ripose, la dominatrice del metallo trovò e tirò fuori dalla sua giacca il pezzo mancante. Scoperta, Zhu Li fece cadere la sua facciata di soldatessa fedele e accusò Kuvira di essere un mostro, e inoltre annunciò apertamente di non pentirsi delle sue azioni.

Zhu Li ha cattive notizie

Per punizione venne incatenata nella cittadina di target del cannone, ma prima che il raggio potesse ucciderla, la famiglia Beifong era riuscita a far sbagliare mira all’arma, colpendo la montagna dietro di loro, e permise a Opal e Bolin di liberarla. Dopo essere stata portata in salvo su Juicy, Zhu Li ringraziò Bolin e i Beifong per averla salvata e chiese di non essere troppo severi con il dominatore della lava per la sua affiliazione con Kuvira, faceva cosa pensava che fosse giusto. Ma a grande shock di tutti aggiunse subito che dovevano ritornare subito a Città della Repubblica per avvertire tutti quanti dell’attacco di Kuvira alla metropoli previsto fra due settimane.

Alla difesa di Città della Repubblica[]

Dopo il loro ritorno alla capitale della Repubblica Unita, il gruppo si avviò subito per il municipio, dove interruppero un meeting tra il presidente Raiko, Avatar Korra, principe Wu, Mako e Tenzin. Zhu Li spiegò che ha solo preteso di essere di essere fedele alla dittatrice per sabotare il cannone e, anche se aveva fallito, aveva sentito di piani di attacchi e li avvertì di un’offensiva pianificata alla Repubblica Unita fra due settimane.

Zhu Li non si lascia più trattare come una serva

A fine incontro, la donna finalmente si tolse l’uniforme da soldatessa dell’impero della Terra e venne portata da Bolin alla fabbrica di Industrie del Futuro, dove Varrick stava controllando la produzione dei mecha Colibrì. Quando questo alla comparsa della sua assistente reagì con shock, Bolin lo spinse ad aprirsi a lei, Zhu Li gli chiese di ascoltarla prima di parlare. Per prima cosa si scusò per tutte le cose che aveva detto davanti a Kuvira e spiegò che lo aveva fatto per salvarlo. Ma affermò che non era passata una giornata in cui non avesse voluto tornare al suo fianco per potergli dire che per lei era la cosa più importante. Varrick rispose che non doveva essere così severa con sé stessa e quando alzò una mano accarezzarle la guancia, la donna sorrise speranzosa, ma si arrabbiò quando invece le mise una mano sulla spalla e esclamò che accettava le sue scuse per poi ordinarle di tornare ad essere una brava assistente. Zhu Li perse la sua solita calma e gli gridò in faccia che non era più la sua assistente e se voleva averla vicina, doveva trattarla come una parigrado, poi lo lasciò di stucco a pensare sulle sue parole.

Ammette di non aver saputo nulla

Quando Kuvira arrivò con una settimana di anticipo, Zhu Li era scioccata dalla notizia che Kuvira aveva montato il cannone su un mecha gigantesco, dato che non aveva neanche saputo che stavano lavorando su un progetto del genere. Dopo che Korra e i dominatori dell’aria avevano rapito Baatar Jr per convincerlo a rivelargli un modo per sconfiggere quel colosso, Zhu Li osservò come Korra e Suyin cercavano di persuaderlo. Dopoché il primogenito dei Beifong era apparentemente riuscito a convincere Kuvira a abortire la conquista della Repubblica Unita, anche Zhu Li era costretta a scappare a gambe levate per salvarsi la vita dal raggio del cannone che la dittatrice aveva sparato seguendo il segnale radio della chiamata.

Come gli altri, Zhu Li riuscì a sopravvivere all'esplosione e emerse dalle macerie grazie a Bolin che reggeva da solo un mezzo enorme di cemento. Mentre i dominatori si avviarono per rallentare l’avanzamento del colosso, Zhu Li si unì a Varrick e Asami per adattare i prototipi dei mecha Colibrì ancora rimasti alla torre di Industrie del Futuro e renderli operabili. Ma nonostante gli sforzi combinati di tutti avevano serie difficoltà; credendo che Varrick aveva riparato l’impianto idraulico, Zhu Li e Asami salirono su uno del mecha, ma dato che Asami non riusciva a stabilizzarlo, i due si schiantarono a terra.

Persino Zhu Li non sa più cosa fare

Daw li avvertì dall’avanzamento di uno squadrone di armature corazzate, così Zhu Li seguì Varrick sul tetto della torre e scalò l’antenna in cima con un lungo calo di metallo. Chiedendo se era sicuro del suo piano, l’inventore spiegò che, dato che era stato in gradi di fermare mecha normali con un impulso elettromagnetico normale, poteva forse fermare un mecha gigante con un impulso gigante. Mentre stava aggiustando i contatti, la donna ascoltò speranzosa quando Varrick iniziava con l’ammettere che stava pensando molto a lei e che c’erano diverse cose che doveva ancora dirle, dato che forse non sopravviveranno questa giornata. Ma il suo interesse si trasformò in noia quando invece iniziò a raccontare della sua gioventù, come era cresciuto su una fattoria e aveva un cavallo-struzzo di nome Mrs. Beaks che aveva amato molto, ma senza considerarla veramente finché non la perse. Dato che aveva notato che Kuvira era attivata nel range di azione, Zhu Li interruppe il suo sermone e azionò l’impulso elettromagnetico. Nonostante i mecha normali si spegnavano all’istante, il colosso di Kuvira continuò la sua avanzata imperterrito; un Varrick in panico le ordinò di “fare quella cosa”, ma Zhu Li poteva solo rispondere con tristezza che non c’erano “più cose da fare”.

Un fidanzamento degno di loro

Una volta tornati dentro, i due vennero sorpresi dalla comparsa di Hiroshi Sato che suggerì di aggiungere una componente elettrica alle torce di saldatura del mecha Colibrì per convertirli in torce al plasma. Quando le modificazioni erano state ultimate, Zhu Li stava per salire a bordo del mecha, ma Varrick la fermò con l’area molto nervosa e affermò che, prima di partire, doveva ancora sistemare una cosa. La donna reagì con leggera frustrazione che però si tramutò in sorpresa e anticipazione quando l’inventore tirò fuori dalla tasca una scatoletta blu con dentro un anello verde. Varrick s’inginocchiò e le chiese con tanta emozione se era disposta a “fare quella cosa per il resto della sua vita”. Con un sorriso commosso, Zhu Li accettò il fidanzamento e lo baciò dopo essersi lasciato mettere l’anello. Subito dopo Varrick la sollevò in braccio e dichiarò che ora affronteranno quel colosso di Kuvira apparente invincibile con due mecha appena funzionanti, la sua fidanzata sorrise che era proprio così che si era immaginata loro il fidanzamento. Con questo i due salirono sul loro mecha Colibrì, dove Varrick controllava le torce al plasma e Zhu Li era la pilota.

Raggiunsero il robot gigante pochi minuti dopo, dove l’inventore ordinò a Zhu Li di atterrare sulla schiena del colosso, ispirandosi al punto che non riusciva mai a raggiungere quando si doveva grattare. Iniziò a tagliare la corazza di platino appena dopo essersi agganciati, ma prima che potesse causare danni seri, Zhu Li doveva abortire questo tentativo perché il braccio del colosso li stava per colpire. Ritentarono in un altro punto, ma Kuvira continuò a cercare di schiacciarli senza pietà e riuscì a prevenire ogni attacco. Alla fine usò il suo cannone e colpì il mecha di Varrick e Zhu Li distruggendoli un’ala e portandoli alla precipitazione. I due piloti si salvarono appena in tempo grazie alle sedie eiettabili azionate da Zhu Li.

Una vittoria meritata

Dopo essere atterrati in sicurezza, i due videro prima un’esplosione gigantesca, poi un’eruzione di una luce verde. Immediatamente si avviarono per raggiungere il centro di questi fenomeni, che si rivelò un nuovo portale degli spiriti nel ben mezzo della città.  Dopo aver realizzato che sia Korra che Kuvira erano scomparse, aiutarono nella loro ricerca sorvegliando la scena dalla cima del mecha gigante distrutto. Subito in seguito al ritorno degli spiriti, Varrick e Zhu Li erano felici di vedere le due donne emergere dal portale. Divennero testimoni della resa di Kuvira e dal suo susseguente arresto della Grande Unificatrice, poi Zhu Li si aggiunse al suo fidanzato nell'abbraccio di gruppo su Korra.  

Nozze[]

Finalmente, le nozze!

Alcune settimane dopo la sconfitta di Kuvira, Tenzin diede il permesso a Varrick e Zhu Li di tenere il loro matrimonio sull’isola del Tempio dell’Aria. La coppia scelse una decorazione invernale in stile di Nuktuk- i camerieri erano vestiti come l’eroo della storia- mentre Bolin fece le veci dell’ufficiale. Per il giuramento, Zhu Li chiese a Varrick di trattarla come la sua onorata e amata sposa, non la sua assistente, cosa che accettò con grande entusiasmo. L’uomo del sud invece aveva portato una lista di compiti, tra cui anche grattargli i calli due volte al mese e altre cose che Bolin si rifiutò di leggere. Nonostante tutto Zhu Li rispose con un sorriso che accetta Varrick anche con “i calli e tutto”, portando la cerimonia verso la fine.

I due sposi

Soddisfatto, Bolin annunciò che ora potevano fare “quella cosa”, così Zhu Li prese il comando della situazione e lo baciò. Quando la coppia di sposi si rivolse al pubblico, Zhu Li chiese a suo marito perché aveva iniziato a piangere, il quale, tra le lacrime, sorrise che era perché non era mai stato così felice. Dopo aversi asciugato le lacrime, Varrick tirò fuori dalla tasca un telecomando e insieme spinsero il bottone che azionò dei fuochi d’artificio. In seguitò, la coppia si unì ai balli.

Crisi degli evacuati di Città della Repubblica[]

Poco dopo il matrimonio, Zhu Li tornò attiva e aiutò nell'organizzazione della gestione delle persone rimaste senza casa in seguito dell’attacco dell’Impero della Terra; in pratica era la capa del più grande centro di fuggitivi nella periferia di Città della Repubblica. Quando arrivò un nuovo carico di alimenti e merce da Ba Sing Se, chiese alla Nazione dell’Aria aiuto in cucina, la distribuzione di vestiti, coperte e tende. A Kya invece chiese di aiutare gli altri guaritori, dato che erano messe alle strette. Finì il suo discorso ricordando a tutti che queste persone avevano perso tutto e che imperativo farli sentire più possibilmente al loro agio. Dopo aver ringraziato tutti, li mandò sulle rispettive posizioni; quando arrivarono Korra e Asami, discusse con la presidentessa di Industrie del Futuro cose più pratiche come la costruzione di case provvisorie. L’Avatar suggerì di mostrare i piani disegnati da Asami subito al presidente per chiedere fondi, Zhu Li organizzò subito un appuntamento per quel pomeriggio.

Le tre donne si presentarono all'appuntamento alle due di quel pomeriggio e non persero tempo a presentare il loro progetto. Quando Raiko si rifiutò di implementare i soldi necessari, affermando che le casse erano vuote, Zhu Li insistette che la facendo era seria, più tempo la gente rimaneva senza casa, più altro sarà il rischio di insurrezioni. Seguì l’esempio di Asami, che offriva di coprire una parte delle spese con i soldi di Industrie del Futuro, aggiungendo la stessa quantità di fondi di Industrie di Varrick. Alla fine Raiko venne convinto dal suo manager della campagna elettorale Wenyan, così Zhu Li lasciò il suo ufficio abbastanza soddisfatta.

Mentre lei e Asami stavano controllando la costruzione di questi appartamenti, arrivò Raiko con un gruppo di giornalisti e annunciò che queste costruzioni verranno battezzati “Residenze Raiko”. Il suo discorso venne interrotto dall'arrivo di Korra e Tenzin su Oogi che lo imploravano di ritirare le Forze Unita del portale degli spiriti. Il presidente non solo si rifiutò, ma diede la colpa di questa crisi a Korra, citando il suo combattimento con Kuvira e la creazione del portale come la causa per la quale queste persone avevano perso la casa. Dopo che se n’era andato, Asami notò con rabbia che Tenzin dovrebbe candidarsi per la carica di presidente, ma il maestro dell’aria ribatté che la persona migliore sarebbe Zhu Li. Korra e Asami si dimostravano entusiasti di questa idea, affermando che per chi era stata in grado di gestire uno come Varrick, essere presidente sarebbe un gioco da ragazzi.

Zhu Li si mise a pensare e ammise che non aveva mai pensato a una candidatura, dato che era stata troppo impegnata con questa crisi delle persone evacuate. Tenzin ribatté che lei sarebbe la candidata esemplare, dato che era così passionale nel voler aiutare le persone. Korra si aggiunse entusiasta affermando che sarebbe bello lavorare con un presidente decente che non la trattava come un fastidio. Zhu Li promise che ci avrebbe fatto un pensiero, poi chiese a Tenzin di accompagnarla al porto per controllare la prossima consegna di viveri.

Zhu Li si candida!

Più tardi, verso sera, Zhu Li, Varrick, Tenzin e Kya cercavano di calmare una folla che non avevano ricevuto nulla da mangiare, dato che Raiko non aveva mandato la carica di viveri. Per calmare sua moglie, Varrick la invitò in una tenda per darle un massaggio, ma inizialmente iniziò a sedersi sulla sedia e darle subito istruzioni, irritandola parecchio, dato che aveva pensato che fosse stata lei e ricevere un massaggio. L’imprenditore si scusò subito e la fece sedere per massaggiarle le spalle; durante la procedura Zhu Li iniziò a spiegargli che stava pensando di candidarsi per la carica di presidente per fare da concorrenza a Raiko. Varrick si dimostrava molto entusiasta, ma la donna espresse i suoi dubbi, dato che si sentirebbe terribile se dovesse perdere contro “un imbecille” e in caso di vittoria doveva occuparsi di così tante persone in piena crisi. Varrick la rassicurò che lei era in grado di gestire ogni cosa e che non perderà di sicuro, così Zhu Li decise finalmente di candidarsi.

Candidatura[]

Nei giorni successivi, Zhu Li si presentò più volte davanti al portale degli spiriti per aiutare i dominatori dell’aria nelle proteste contro la presenza delle Forze Unite. Al suo fianco aveva una squadra di cinematografi di Varrick che avevano il compito di girare un ”docu-movente” per promuovere la sua candidatura. Esigé da Raiko di ritirare le sue truppe, mentre dietro di lei persone gridavano “pace per il portale” oppure “il portale per i cittadini”. Mentre Zhu Li e Varrick iniziavano a girare, Tokuga sorvolò la zona a bordo della sua aeronave e ordinò la ritirata delle Forze Unite se non volevano che rilasciava gas velenoso su tutti i presenti, inoltre minacciava di uccidere Asami Sato e Wenyong Keum se qualcuno dovesse avere l’idea di attaccarlo.

Zhu Li dichiarò che dovevano subito portare via la gente dal suo raggio di azione e iniziò a dirigere le persone via dal portale, tutto quanto ripreso delle videocamere. Era riuscita a finire l’operazione giusto in tempo prima che l’aeronave iniziava a scendere verso il portale e il gas minacciava di spargersi incontrollatamente. Ma quando pensava di avere tutti, Zhu Li si accorse di una bambina che era rimasta indietro per via di una ferita alla gamba e corse indietro per salvarla, incurante del gas. La donna presa la ragazzina e la portò da sua madre; tutto quando venne riperso perfettamente, un altro cameraman confermava inoltre di aver ripreso Raiko come era scappato dal pericolo, lasciando indietro i suoi cittadini. Varrick proclamò entusiasta che ora aveva abbastanza materiale per il suo docu-movente.

Nelle tre settimane rimaste prima delle votazioni, Varrick rilasciò questo docu-movente e tantissimi cittadini lodarono Zhu Li per il suo coraggio e altruismo, mentre condannavano Raiko per la sua decisione di scappare durante la crisi del portale. Nella notte delle elezioni, Zhu Li e i suoi sostenitori attesero i resultati in una sala, dove Varrick faceva vedere ancora una volta il suo movente.

Alla fine Shiro Shinobi si preparò all'annuncio ufficiale dei risultati e gioì nel poter annunciare la vittoria schiacciante di Zhu Li Moon con il 68% dei voti. Dopo aver sentito il risultato, Zhu Li attese dietro le quinte nervosa, mentre il pubblico chiamava il suo nome. Varrick si congratulò con lei e la spinse sul palco con la frase “Fai quella cosa!” Zhu Li dava il suo primo discorso ufficiale come la nuova presidentessa della Repubblica Unita, ringraziando i suoi sostenitori e incoraggiandoli a non permettere che le loro differenze diventino fonte di conflitto. Mentre ammise che una società equilibrata non si può creare in una notte, specialmente non in confronto alla missione millenaria degli Avatar di mantenere pace e equilibrio, promise di dare il suo meglio per rimettere le cose in ordine. Inoltre annunciò che Wenyong Keum aveva rinunciato alla sua proprietà della zona intorno al portale degli spiriti e che la sua prima azione come secondo presidente delle Repubblica Unita sarà quella di trasferirla alla Nazione dell’Aria.

Vita da presidente[]

In seguito alla sua elezione, Zhu Li venne prontamente sommersa dal lavoro, specialmente riguardo al trasferimento dei cittadini senzatetto, la gestione del portale e relazioni internazionali. Affrontò ogni sfida con la sua solita efficacia stoica, a svantaggio di suo marito che voleva spendere più tempo con lei. Inoltre aveva assunto Bolin come il suo assistente personale che le aiutò parecchio.

Zhu Li era anche presente alla conferenza stampa di Re Wu davanti al municipio di Città della Repubblica dove annunciava i progressi della democratizzazione del Regno della Terra. Il giovane nobile venne presto travolto dalle domande dei giornalisti e si accasciò a terra esausto, per salvare la situazione Zhu Li prese il suo posto e ripose alle sue domande.

Più tardi quel giorno Zhu Li era presente all’udienza di Kuvira, in seguito a quello invitò il team Avatar nel suo ufficio e spiegò che Re Wu aveva richiesto il loro aiuto. Mentre il nobile spiegò che le elezioni democratiche dello stato di Gaoling venivano minacciati dalla presenza di una truppa di resistenza dell’Impero della Terra, la presidentessa li aiutava con una mappa con informazioni sul loro comandante, un certo Comandante Guan. Durante la discussione sulle implicazioni di un coinvolgimento dell’Impero della Terra, Zhu Li raccomandò Avatar Korra di aiutare Wu come “simbolo di pace e bilancio”. Bolin chiese il permesso di potersi aggiungere ai suoi amici, la sua capa acconsentì volentieri, notando che senza di lui team Avatar non era la stessa. Dopo questo team Avatar e Re Wu lasciarono il suo ufficio per permettere a Zhu Li e Bolin di tornare al lavoro.

Qualche giorno dopo Zhu Li e Re Wu ricevettero notizie sull'avanzamento di Guan e alcuni suoi fedeli su Gaoling. Il gruppo si radunò per una riunione d’emergenza nella sauna; Mako consigliò l’intervento delle Forze Unite, ma Zhu Li non era d’accordo, dato che non voleva rischiare un’altra guerra. Anche la proposta di Korra di portare Kuvira da Guan per convincerlo a cedere l’attacco non le piaceva molto, dato che la ex-dittatrice aveva quasi distrutto la sua città.  Ma quando tutto il resto del team Avatar e anche Wu si erano messi d’accordo su quel piano, Zhu Li si arrese e promise con stoicismo di firmare un permesso temporaneo per Kuvira.  

Poco dopo la presidentessa ricevette notizie da Korra della vittoria inaspettata e schiacciante di Guan nelle elezioni di Gaoling, che la chiamò da Zaofu. L’Avatar le raccontò che il militare aveva usato una nuova tecnologia di lavaggio del cervello su Wu e molti altri, incluso Asami, Mako e Bolin. Zhu Li ne rimase scioccata, ma venne calmata dall’annuncio che Baatar Jr aveva già trovato un metodo per cancellare la manipolazione, ma per sicurezza Korra chiese l’eventuale assistenza delle Forze Unite. Ancora una volta Zhu Li le negò l’uso della forza militare, dato che ci sarebbe stato molto più caos che si venisse a sapere che il Re della Terra era stato manipolato. Aggiunse che parlerà con Suyin e gli altri governatori del mondo sulle sue opzioni e ordinò di riportare Kuvira a Città della Repubblica, dato che si era provata più un ostacolo che un aiuto.

Dopo il ritorno di tutti a Città della Repubblica, Zhu Li era presenta alla continuazione dell’udienza di Kuvira. La presidentessa osservò con sorpresa e gratificazione come la ex-dittatrice si assunse la piena responsabilità delle sue azioni e si dichiarò colpevole. Lei, Suyin Beifong e il tribunale discussero la sentenza e si misero d’accordo di rilasciare Kuvira nella custodia della matriarca di Zaofu come arresto domiciliare per premiarla della sua azione per aver fermato Guan e terminato l’impero della Terra una volta per tutte.

Personalità[]

Quando era stata l'assistente di Varrick, gli era completamente fedele e eseguiva ogni sua richiesta, strampalata o pazza che sia. Conosce il suo capo alla perfezione, riuscendo a immaginarsi gli ordini prima che venissero dati e capendolo anche nonostante gli ordini tante volte molto vaghi ("Fai quella... quella cosa!"). La sue fedeltà arrivo al punto da seguirlo in prigione e diventare una fuggitiva insieme a lui, portandolo in spalle durante la loro fuga da Città della Repubblica oppure entrando nell'armata di Kuvira. Finché Varrick era soddisfatto, non gli importava molto dell'aspetto etico delle sua azioni, lui stesso la descrisse come "una macchina da guerra, fredda e senza cuore".

Generalmente Zhu Li mostra una personalità distaccata, calma e controllata, ma alcune volte si lascia portare via dalle sue emozioni, come quando guardò Varrick affascinata quando la salvò da un treno in movimento, oppure quando ringraziò i Beifong per averla salvata. Dietro alla sua apparenza impassibile nasconde un umore fine che borda in sarcasmo molto pungente che smaschera subito. Il suo momento di definizione, che la cambiò completamente, lo aveva avuto quando si rifiutò di tornare ad essere l'assistente di Varrick finché non iniziava a trattarla come un suo parigrado, non come una serva. Zhu Li possiede anche grande coraggio e un rinnovato senso di giustizia, era disposta a sacrificarsi per distruggere il cannone energetico di Kuvira. La sua empatia si dimostra quando s'impegnò a fondo per il bene dei fuggitivi della città, offrendo persino i soldi di Industrie di Varrick per finanziare la ricostruzione degli edifici distrutti. Si conquistò la simpatia dei cittadini quando mise in salvo dei fuggitivi introno al portale degli spiriti durante l'attacco di Tokuga, cosa che poi le permise di vincere le elezioni per diventare presidentessa della Repubblica delle Nazioni Unite. Una volta al potere, conservò la sua personalità aperta che ascolta i consigli dei suoi amici.

Abilitá[]

Zhu Li possiede una forza fisica e una resistenza notevole, potendo potare bagagli pesanti e addirittura il suo capo per chilometri nonostante una caviglia storta, oppure tenendosi aggrappata a un treno a tutta velocità. È riuscita a portare una capsula con le liane spirituali, che Varrick riuscì ad alzare solo a fatica, con grande facilità. È anche riuscita a tirarlo su fino al sofitto per scappare dal vagone di Kuvira.

Inoltre si è dimostrata un pilota di carrarmato e armatura corazzata molto abile, potendosi difendere da due soldati addestrati nonostante le intermissioni sfavorevoli di Varrick. La sua intelligenza e velocità di reazione gli permettono di adeguarsi velocemente ad ogni situazione, dimostrando grandi capacità di guida. È anche abile a tenere discorsi e mantenere la calma anche in situazioni critiche.

Si potrebbe dire che è un'attrice nata, capace di nascondere i suoi versi sentimenti dietro alla sua maschera e mostrando i suoi veri sentimenti solo occasionalmente. Era stata capace di ingannare una persone perspicace come Kuvira con la sua lagna per convincerla che si era stufa delle peripezie subite da Varrick e che la riteneva la mente più brillante del mondo. La sua maschera crollò solo lentamente, solo Toph, una veggente, era stata in grado di riconoscere la menzogna. Bolin la difese dall'accusa di aver voluto solo coprire un suo errore davanti a Kuvira con "Quella donna non fa mai errori."

Trivia[]

  • Zhùlǐ (助理) é una parola cinese per "assistente"
    • In "Guerre di vicinato", il suo nome viene scritto con 朱莉, con i caratteri di "cinabro" e "gelsomino".
    • Moon è un cognome molto comune in Corea , ma nel caso di Zhu Li, il suo cognome viene scritto con 月, che vuol dire letteralmente "luna" (moon in inglese)
  • Lei e Varrick sono la quarta coppia che vediamo sposarsi, dopo Roku e Ta Min, Ozai e Ursa, e Ikem e Ursa.
  • L'acconciatura di Zhu Li ricorda quella di Chihiro/Sen del film di Hayao Miyazaki "La città incantata"; i creatori hanno già ammesso più volte di essere un suo fan.
  • Varrick ha ideato un unità di peso in suo onore.
  • In inglese la frase, con cui Varrick le ordina di fare le cose è diventata un modo di dire: "Do the thing!"
Advertisement