Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

Qua si parla del nuovo dominatore dell'aria. Per il capitano di Omashu sotto Re Bumi Yung consultare la sua pagina)


Yung è uno dei cittadini di Ba Sing Se che dopo la Convergenza Armonica hanno sviluppato il dominio dell'aria. Dopo essere stato catturato dai Dai Li e salvato da Korra e i suoi amici, si è unito alla Nuova Nazione dell'Aria ed è diventato un vero Nomade dell'Aria.

Storia[]


Yung viveva come un cittadino comune di Ba Sing Se, finché nell'anno 171 DG inaspettatamente iniziò a sviluppare il dominio dell'aria. Purtroppo venne presto scovato e catturato dal Dai Li che, su ordine della Regina della Terra, lo rinchiuse in una prigione per essere addestrato per servirla nel nuovo "Reggimento di dominatori dell'aria".

Yung si rivelò molto pauroso e tentennante, aveva poca fiducia nelle sue capacità. Quando doveva lavorare con Kai per esercitarsi a scansare colpi, lo implorò di andarci piano, cosa che il ragazzo fece. Purtroppo l'agente del Dai Li, che fungeva come sergente, lo aveva visto e castigò il ragazzo per aver dimostrato pietà e gli ordinò di riprovarci con più forza. Kai seguì l'ordine colpendo con più durezza centrando Yung in pieno e facendolo cadere a terra. Più tardi l'allenamento consisteva di affrontare dischi di terra che gli vennero lanciati contro e ancora una volta Kai gli aiutò intervenendo e distruggendo il disco indirizzato a Yung. Lui lo ringraziò, ma dovette poi vedere come Kai venne punito per la sua azione ricevendo una barricata di colpi che alla fine lo scaraventarono a terra.

B3 E04 nuovi nomadi

Yung accetta di unirsi a Tenzin

Quella notte Korra e i suoi amici irruppero nella prigione e liberarono tutti i dominatore dell'aria, incluso Yung. Lui li informò del fatto che Kai era stato portato via per essere buttato in una cella solitaria. Tenzin poi lo consolò e gli promise che li porteranno fuori da qui e che qualcuno sta già venendo in aiuto di Kai. Tutti quanti uscirono dalla prigione, ma una volta all'aperto vennero accolti da dozzine di agenti del Dai Li e la Regina in persona che ordinò il loro arresto per insubordinazione e gli chiamò "sua proprietà". Gli agenti passarono all'attacco, ma Yung e gli altri dominatori dell'aria riuscirono a respingerli finché non arrivarono Lin e Asami con le loro dirigibili per salvarli. Dopo essere fuggiti da Ba Sing Se, i dirigibili si fermarono lontani dalla città, dove Tenzin gli offrì la scelta di o rifugiarsi da qualche parte per fuggire dalla Regina oppure unirsi alla Nuova Nazione dell'Aria. Yung era il prima scegliere la seconda opzione, spronando gli altri a seguirlo.

Yung arrivò al Tempio dell'Aria del Nord qualche giorno dopo, dove iniziava il suo addestramento sotto la tutela di Tenzin. Si annoiò molto durante le sua lezioni di storia del maestro, ma si entusiasmò quando vide la sua dimostrazione di volo su Oogi. Più tardi ascoltò una delle storie di Bumi e gli chiese come mai lui era così figo, al contrario di suo fratello, proprio quando questo apparve.

Il giorno seguente Yung e gli altri vennero svegliati all'alba e sottoposti a un allenamento molto severo che consisteva una marcia di oltre dieci chilometri su un picco ventoso, facendolo sentire stanco e freddo. Yung chiese se gli abiti dei nomadi siano anche dotati di pellicce, alla quale Tenzin spiegò secco che un dominatore dell'aria può controllare la temperatura corporea. Dopo che il maestro aveva dimostrato i vantaggio di avere una testa rasata su Daw e chiese poi chi voleva essere il prossimo, Yung scosse subito la testa. Poi seguì una corsa a ostacoli che Yung riuscì a finire a metà, ma cadde nel fango dopo essersi scontrato con Kai. Sporco e bagnato, Yung chiese se poteva cambiarsi, ma gli venne negato. In seguito si allontanò a testa bassa con gli altri quando Tenzin consegno la truppa a Meelo.

B3 E07 Bumi Tenzin scuse

Yung stava parlando con Bumi

Più tardi Tenzin chiese a Yung se aveva visto Jinora, così spiegò che l'aveva vista andare via con il suo ragazzo Kai, il che fece agitare il padre di famiglia. Dopo che Bumi aveva scoperto che Kai e Jinora erano nei guai, Yung e gli altri si unirono a lui per un attacco a dei bracconieri di bisonti dell'aria. Yung inizialmente aveva paura, ma il combattimento gli fece aumentare la sua autostima e, a missione compiuta, ascoltò Daw che voleva convincere tutto a rasarsi anche loro la testa.

Quando il Loto Rosso attaccò il tempio, Yung venne catturato insieme agli altri e portato nell'atrio, dove Zaheer spiegò la ragione per il suo attacco. Mentre Tenzin, Kya e Bumi cercarono di tenere occupati i nemici, Yung e gli altri cercarono di raggiungere le stalle dei bisonti, ma vennero fermato dagli attacchi di combustione di P'Li. Nonostante i tentativi di Kai di distrarla, Yung e gli altri vennero catturati e portati in un complesso di caverne a alcuni chilometri dal tempio. Vennero liberati dal Team Avatar che sconfisse le guardie e li liberò dalle catene che li tenevano legati al suolo, poi uscirono all'aperto. Seguendo l'ordine di Jinora, Yung si unì agli altri per formare un tornado per salvare Korra che stava per essere sconfitta da Zaheer. Dopo al sconfitta del capo del Loto Rosso, Yung osservò ansioso come Suyin salvò Korra estraendo dal suo corpo gran parte del veleno metallico.

B3 E13 dominatori aria uniti

Insieme per salvare Korra!

Due settimane Yung partecipò alla cerimonia di nomina a maestra del dominio dell'aria di Jinora, dove prima ascoltò il discorso onorario di Tenzin, dove annunciò che La Nazione dell'Aria tornerà alle sua radici nomadi per potare pace e armonia nel mondo. Quando rivelò i tatuaggi di sua figlia, Yung e gli altri dominarono l'incenso intorno alla sala, facendo suonare anche alcuni campanelli.

Advertisement