Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Xing Ying era stata una delle fondatrici e la presidente della sezione di Yu Dao del fanclub ufficiale di Avatar Aang e un fan appassionata della cultura dei Nomadi dell'Aria. Divenne una delle prime discepole di Aang per studiare questa a fondo, il che la portò a diventare una delle prime Accoliti dell'Aria.

Storia[]

Incontro con Avatar Aang[]

In un momento non specificato della sua vita dopo la fine della guerra, questa ragazza ha iniziato ad interessarsi per la cultura dei quasi estinti Nomadi dell’Aria e divenne così appassionata che creò la seziona del fanclub di Avatar Aang di Yu Dao come sottosezione di quella principale di Ba Sing Se. Presa dalla passione dopo aver letto alcuni testi, decise insieme ad alcune delle sue compagne di farsi tatuare persino una freccia azzurra sulla fronte come i veri Nomadi dell’Aria come segno di rispetto.

Promessa 3 Aang arabbiato

Buon intento- cattiva esecuzione

Nell'anno 101 DG il suo fanclub ricevette una lettera dalla sezione di Ba Sing Se con la notizia che l’Avatar aveva bisogno del loro aiuto per gestire un conflitto tra la Nazione del Fuoco e il Regno della Terra riguardo a questa ex-colonia. Xin Ying e il suo club incontrò Aang poco dopo mentre voleva meditare un litigio tra i protestanti e la resistenza di Yu Dao e si presentò a lui con il cuore in gola. Inizialmente Aang apprezzò molto la loro dedizione e gli fece anche i complimenti per i vestiti che erano quasi uguali a quelli portati delle suore al Tempio dell’Aria dell’Ovest. Ying Ying lo rassicurò entusiasta che difatti avevano speso molte ore nello studio della loro filosofia e avevano persino rase la testa a metà come le nomadi originali. Aang notò subito le frecce sulla fronte, ma si inorridì quando Ying Ying gli spiegò che erano tatuaggi veri, non solo disegnati sulla pelle. Ad un tratto l’atmosfera divenne tesa e il ragazzo espresse il suo disgusto per questo, spiegando arrabbiato che questi tatuaggi erano una parte essenziali della sua cultura e una cosa sacra; per poterli avere, bisognava non solo essere un dominatore dell’aria, ma allenarsi per moltissimi anni. Non era un gioco o un trofeo per chi ammirava i Nomadi dell’Aria, per lui anziché essere un segno di rispetto era un segno di derisione, come se fosse un travestimento. Xing Ying, scioccata per queste parole brusche, voleva spiegarsi, ma Aang se ne andò prima che lei potesse finire la sua frase.

Xing Ying chiede perdono

Nonostante tutto, continuano ad insistere

Nonostante tutto gli rimase fedele e, quando il conflitto tra le due armate davanti alle porte di Yu Dao rischiava di intensificarsi, Xing Ying guidò le sue compagne fori dalle porte della città per aiutare l’Avatar. Tutti quanti portavano delle bende sulla fronte per nascondere i tatuaggi per dimostrare il loro pentimenti e la presidentessa ripeté con un inchino che si erano pentiti del loro atteggiamento irrispettoso e che volevano essere messi al suo servizio. Aang però, ancora arrabbiato con loro, rifiutò l’aiuto e gli ordinò di tornare a casa, ma questi non si mossero e rimasero al suo fianco anche quando apparivano le due armate minacciose della terra e del fuoco. Senza esitare, i membri del fanclub si buttarono nella mischia armati solo di bastoni per separare le due fazioni nemiche, dimostrando di cavarsela molto bene. Xing Ying gridò ai soldati di “far volare via le vostre rimostranze come foglie al vento” mentre abbatteva i soldati di entrambe le fazioni. Persino Sokka rimase impressionato da questa dimostrazione e usò poco dopo una frase simile per calmare Fiuta-Api e Ghigno.

Promessa 3 Aang Adepti dell'Aria

L'inizio della rinascita

Alcuni giorni più tardi, quando Avatar Aang era giunto alla conclusione che non era male avere questo gruppo di persone interessate alla cultura dei Nomadi dell’Aria e si poteva dire che avevano il cuore di un vero dominatore dell’aria, Xing Ying e le sue compagne accettarono di diventare i suoi primi discepoli e in seguito Accoliti dell’Aria.

Il festival di Yangchen[]

Xing Ying Aang

La vedi anche tu?

Alla fine delle trattative per il nuovo governo di Yu Dao, Xing Ying accompagnò Aang, Yee-Li e Jingbo al grande annuncio guidato da Kori Morishita. Dopo la parte ufficiale, si mise in cammino per il banchetto festivo, quando Aang le chiese se una dei suoi compagni era arrivato in ritardo. Dopo aver risposto leggermente perplessa che erano tutti già presenti, l’Avatar corse via per rincorrere una figura misteriosa vestita come una Nomade dell’Aria che vedeva solo lui. La ragazza continuò il banchetto insieme agli altri finché Aang non tornò e annunciò entusiasta che il giorno seguente tutti andranno a fare una gita.

Aang Yee Li Xing Ying Jingbo

Felci di ogni insegnamento

Xing Ying fremeva dall'anticipazione di poter festeggiare questa celebrazione antica e incitava Aang a raccontare tutto su questo festival di Yangchen. Una volta arrivati, la ragazza ammirò la statua di Lady Tienhai per poi ascoltare le prossime indicazioni da seguire. Quando Toph si rifiutò di inchinarsi davanti alla statua come la prima parte della celebrazione e poi iniziò anche ad insultare l’intera tradizione, Xing Ying reagii con leggero shock, ma Aang la istruì a seguire il modo di gestire insulti come un vero Nomade dell’Aria: lasciarsi solo sfiorare come una brezza delicata senza disturbare la loro pace interiore. L’accolita poi eseguì l’inchino con grande serietà e notò che era stato fantastico- leggermente perplesso per questa reazione entusiasta, Sokka le chiese cosa aveva fatto di diverso da lui. Per la seconda parte, ovvero una processione verso un prato sacro per infine mangiare il pasto cerimoniale, Xing Ying suonò una melodia tradizionale sul suo flauto.

Dato che Xing Ying era in testa alla processione, per stata lei la prima a scoprire il nuovo villaggio costruito davanti a loro e chiese Aang se il prato si trovava dietro ad esso. Quando si scoprì che il villaggio era stato costruito proprio su quel prato sacro, la ragazza era ugualmente delusa e abbattuta come l’Avatar. Lei e i suoi compagni Jingbo e Yee-Li accompagnarono il Team Avatar a un giro nel villaggio e raggiunse così un’area dall'accesso ristretto da dove emerse una puzza di marcio nauseabonda. Il modo in cui Aang la catapultò sopra il recinto e la face atterrare delicatamente con un cuscino d’aria la fece esaltare. Purtroppo vennero presto scoperti dalle guardie che non esitarono ad attaccarli per intrusione in un’area privata. Prendendo questo come un’occasione per insegnare la filosofia dei Nomadi dell’Aria, Aang le disse che si deve evitare conflitti non necessari e se si deve reagire, tenere la violenza al minimo. Xing Ying applaudì alla dimostrazione del dominio dell’aria quando l’Avatar lo usò per far si che le guardie si colpirono fra di loro.

Frattura 2 Xin Ying rimprovera Jimbo

Niente strisciare i cattivi!

In seguito la ragazza seguì il tour della raffineria proposta da Satoru; si limitò ad osservare tutto con aria scettica, finché non si accorse che Aang stava guardando qualcosa a lei invisibile. Quando poco dopo il proprietario della raffineria Lao Beifong ordinò alla sua guardie speciali, i Rinoceronti Selvaggi, a scortare fuori gli intrusi, Xing Ying si meravigliò quando il Team Avatar assunse una posizione di battaglia, unendosi alla sua amica Yee-Li che avevano già infranto così tante regole che sembravano folli. All’inizio della battaglia seguente, Aang gli ordinò di trovare un posto sicuro, ma la loro via di fuga venne bloccata da Ogodei che li minacciò con la sua palla chiodata. Lei e Yin-Li vennero salvati da Jingbo che lo fece scappare cercando di investirlo con un muletto. Xing Ying lo fermò dall’inseguirlo, castigandolo per questa sua tattica di aggressione indegna per un’accolite dell’aria. Ma questa distrazione permise al Rinoceronte Selvaggio di riprendersi e di catturarli con la sua catena, ma fortunatamente vennero salvati da Toph con il suo dominio del metallo. La dominatrice gli diede una sonora ramanzina sul fatto che dovevano smetterla di onorare solo il passato e di preoccuparsi di più del presente se volevano avere un futuro.

Aang Yee Li Xing Ping Jingbo pasto

Entusiasti per questa esperienza

Alla fine delle ostilità, Xing Ying spiegò a Aang, che voleva sapere perché non se n’erano danti via, che erano venuti per imparare di più sul festival di Yangchen, per cui non volevano andarsene prima di averlo celebrato come si deve. Questa passione sincera piacque all’Avatar che guidò i tre adepti di ritorno al villaggio per il pasto cerimoniale che voleva consumare sotto lo stesso albero sotto al quale lui e suo mastro Gyatso erano sempre seduti. Vedendo che l’albero era stato abbattuto, Xing Ying offrì di consolare Aang, il quale invece propose consumare il pasto nel ristorante accanto costruito sullo stesso esatto punto. I tre adepti aiutarono a preparare tutto per la cerimonia per poi sedersi a terra tenendosi le mani e ascoltando una recitazione dell’Avatar. Xing Ying notò con sorpresa e eccitazione che prima di poter finire la sua frase era entrato nello Stato dell’Avatar e chiese se magari stava parlando con Avatar Yangchen. Poco dopo un forte terremoto scosse il villaggio, il che fece emergere Aang dal Mondo degli Spiriti e correre verso la fabbrica preoccupato. Lui e i suoi studenti seppero che una miniera di ferro sotto di loro era collassata e che parecchie persone erano ancora intrappolate sottoterra. Xing Ying, Jingbo e Yee-Li iniziarono subito a occuparsi delle persone ferite.

Frattura parata festival

Xing Ying a capo della parata

I tre adepti dell’aria attesero preoccupati mentre Aang e i tre studenti del dominio del metallo di Toph unirono le forze per salvare le persone intrappolate; Xing Ying ammise affascinata che questi tre ragazzi erano davvero in gamba. Dopo il salvataggio, Aang gli chiese di continuare il pasto cerimoniale, ma purtroppo il vaso si era rotto e quindi non era possibile. Il trio osservò quindi da lontano come Aang si riconnesse con le sue vite passate, poi si occuparono nuovamente dei feriti. Osservarono il combattimento tra l’Avatar e il Generale Vecchio Ferro a dopo la sconfitta dello spirito s’impegnarono a dare da mangiare agli operai ora senza casa. Xing Ying diede una ciotola di cibo a Loban, il quale lo accettò con gratitudine.

Ricostruzione della cultura dei Nomadi dell'Aria[]

Alcune settimane dopo, Xing Ying partecipò a una sessione di meditazione a Ba Sing Se insieme ai suoi compagni di studio nel ristorante di Iroh. Alla fine della sessione, la ragazza svegliò Jingbo che si era addormentato da seduto e sorrise al suo evidente imbarazzo.

Personalità[]

Xing Ying era una persona molto studiosa e, quando si appassionava di un argomento, voleva imparare tutto quello che poteva fino in fondo. Questa sua passione la spinse persino a farsi tatuare una freccia azzurra sulla testa e rasarsi parte dei capelli in segno di rispetto per la cultura dei Nomadi dell'Aria, ignorando l'idea che forse era stata invece irrispettosa. Nonostante la sgridata di Avatar Aang, gli rimase fedele e venne in suo aiuto per chiedere perdono, spiegando che avevano deciso di mascherare i suoi tatuaggi come segno di pentimento. Nonostante i ripetuti ordini di Aang di andarsene dal capo di battaglia davanti a Yu Dao, Xing Ying rimase testarda e aiutò a dividere le due fazioni in guerra dimostrando grande forza fisica e mentale. La sue dedizione allo studio impressionò l'Avatar che la perse come esempio per fondare quello che in futuro diventeranno gli Accoliti dell'Aria.

Advertisement