Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Nota: qua si parla del Re della Terra, per l'indovina del villaggio Makapu consultare la pagina "Zia Wu".

Wu è l'erede al trono del Regno della Terra dopo la morte della sua prozia Hou-Ting e il 54o Re. inoltre è il pro-pronipote del Re Kuei. Era stato costretto a lasciare il regno per via delle ribellioni in seguito all'assassino della regina e trovò rifiuto a Città della Repubblica dove, nonostante la sua giovane età e inesperienza sul campo, venne incoronato Re nell'anno 174 DG. La sua autorità venne ignorata da Kuvira che si auto-dichiarò la nuova sovrana del Regno della Tera, che cambiò in "Impero della Terra", il che impedì a Wu di tornare a Ba Sing Se e di insediarsi sul suo trono.

In seguito all'attacco di Kuvira alla Repubblica delle Nazioni Unite, Wu decise di abolire la monarchia in favore a un federalismo di stati indipendenti di cui governanti vengono eletti dal popolo. Non si lasciò intimorire neanche da attacchi terroristici.

Wu è un giovane alla pelle scura e dai modi di fare appariscente e apparentemente iper-confidenti. Si veste sempre alla moda e ama le terme e il benessere, non nascone il fatto di essere di sangue reale. È un uomo gracile e sensibile che si spaventa subito di tutto, sembra quasi neurotico. Dato che è cresciuto nel lusso e senza grandi contatti con coetanei, ha sviluppato un modo molto impacciato con le persone, specialmente con le donne. Col passare del tempo cresce un po di diventa più maturo e deciso.

Storia[]

Vita a Città della Repubblica[]

Sa come posare per la folla

Al momento dell’assassinio della Regina Hou-Ting per mano di Zaheer, il principe Wu si trovava a Città della Repubblica per studiare all'Università della città. Dopo la dipartita di sua zia, Wu era rimasto l’unico familiare di sangue della dinastia e quindi divenne l’erede al trono, ma la sua incoronazione doveva essere posposto a dato indefinito, dato che il regno era caduto nel caos più totale ed era troppo pericoloso per lui per tornare. Il nobile rimase nella Repubblica Unita finché le acque si erano calmate per assicurare la sua sicurezza, lui scelse personalmente la sua guardia del corpo personale dopo aver letto dei suoi successi al giornale: Mako.

Cerca di far colpo si Asami

Nell'anno 174 Wu era presente alla cerimonia di aperture della nuova stazione dei treni, dove ascoltò il discorso del presidente Raiko e posò per delle foto quando venne menzionato. Proseguì ad osservare Asami Sato, una delle forze portanti dietro al progetto di rinnovazione di Città della Repubblica, come tagliò il fiocco. Dopo la fine della cerimonia, Wu si avvicinò all'erede di Industrie del Futuro e le fece i complimenti per la nuova stazione, chiedendo un tour personale. Nonostante la donna rifiutò ogni suo tentativo di flirt, menzionando che preferirebbe mandarlo via con il prossimo treno, il nobile se la rise e s’introdusse formalmente come il futuro Re della Terra e quindi un “super-uomo”. Chiese di uscire con lei per una serata, ma prima che Asami potesse rispondere venne interrotto da Mako che lo avvertì che il presidente Raiko voleva parlargli riguardo aspetti della sua futura posizione. Dopo un sospiro teatrale e la lamentela di doversi occupare di politica, Wu mandò un bacio a Asami chiedendole di riconsiderare la sua offerta per poi avviarsi verso il presidente.

L'incertezza non gli piace

Quando sentì da Tenzin che dopo la sua incoronazione le Forze Unite lo avrebbero scortato a Ba Sing Se, Wu chiese a lui, Raiko e Lin Beifong se il Regno della Terra era davvero diventato un posto sicuro per lui, ricordando a tutti il destino infausto di sua zia. Gli altri cercavano di tranquillizzarlo, ma Wu s’impuntò sulle parole “quasi stabilizzato”, banditi “quasi controllati” e una chance di “praticamente zero” di essere ucciso.

Mako lo deve portare di di peso

In seguito a questo, Wu si ritirò nella sua stanza del hotel dove si cambiò d’abito per godersi un trattamento spa che sarebbe durato almeno quattro ore. Descrisse a Mako il trattamento con grande entusiasmo quando questo voleva sapere incredulo cosa poteva fare in tutte queste ore. Uscendo dal portale principale del hotel, il principe notò una folla di persone e pensò che erano i suoi fan che erano venuti per assistere alla sua incoronazione. Si avvicinò a loro con grande sicurezza di sé per posare per i la sua gente, permettendo anche di essere fotografato con due ragazze. Ma Mako reagì prontamente e lo trascinò via con la forza e lo spinse nella satomobile pronta per partire, appena in tempo prima di venir sommerso da torte lanciate da sostenitori di Kuvira.

Una volta lontani e al sicuro, Wu notò che il suo addome era coperto di una sostanza rossa e assunse subito che doveva essere ferito gravemente per iniziare immediatamente a gemere dal dolore. Mako lo informò con tutta calma che non era sangue, ma torta di fragole, cose che il principe confermò dopo averla assaggiata. Wu sommerse Mako di lode per la sua reazione, affermando che senza di lui sarebbe spacciato, ma si bloccò quando realizzò che aveva appena assaggiato delle fragole, alle quali credeva di essere allergico. Si accasciò a terra in modo teatrale tenendosi la gola, lamentandosi che stava iniziando ad avere problemi di respirazione. Un Mako annoiato notò che Wu era allergico alle api, non alle fragole, così l’erede stoppò il suo teatro del cigno morente e si sedette a terra con un gomito sulle ginocchia del dominatore del fuoco, ridendo che si confondeva sempre.

In un momento non definito della sua permanenza a Città della Repubblica, Wu si era rivolto a Raiko per chiedergli di assegnargli Mako per il ruolo di guardia del corpo anche dopo il suo ritorno in patria dopo la sua incoronazione, dato che affermò che senza di lui era spacciato.

Quella sera Wu era invitato a una cena sull’Isola del Tempio dell’Aria dove sostenne una conversazione molto allegra con la coppia presidenziale riguardo a trattamenti di benessere alle terme.  Poco dopo vennero interrotti dall’arrivo di un accolite dell’aria che annunciò l’arrivo al porto di una nave provenienti dalla Tribù dell’Acqua del Sud, così tutti i presenti si avviarono per salutare Korra che doveva arrivare con questa nave. Ma quando divenne chiaro che l’Avatar non si trovava a bordo della nave e che aveva lasciato casa sua ben sei mesi fa, Wu reagì con sorpresa, mentre gli altri con preoccupazione.

Incoronazione[]

Descrive a Mako la cerimonia

Giunto il giorno prima della sua incoronazione, Wu si presentò entusiasta davanti al municipio per spiegare a Mako i dettagli della cerimonia che secondo lui saranno le sei ore più esplosive che il dominatore del fuoco aveva mai visto. Quando la sua guardia del corpo volle sapere come era messo con i preparativi per governare il suo regno, Wu rise della domanda e notò che ci penseranno i suoi ministri, mentre loro due si gusteranno la bella vita alla capitale. Quando Raiko si aggiunse ai due e chiese come se la cavava il principe, Wu si arrabbiò con due poliziotti dominatori del metallo che stavano piazzando gli spalti proprio lì dove voleva mostrare a tutti la sua “danza delle talpe-tasso”. Per aumentare l’enfasi sulla dimostrazione iniziò a subito a danzare vigorosamente.

Disperazione!

Wu e Mako tornarono al hotel dei Quattro Elementi, dove stavano pian pianino arrivando anche gli altri membri del governo mondiale. Una volta avvistata Kuvira, Wu si avvicinò alla donna e le fece i complimenti sulla sua apparenza. Dato che non si dimostrò per nulla impressionata, continuò a cercare di ammaliarla con l’offerta di persuadere il manager del hotel di darle una stanza migliore. Kuvira rispose annoiata che non ne aveva bisogno, dato che dormiva nella suite presidenziale, facendo ridere il principe che ripose che era lui che dormiva lì. Quando la comandante militare lo informò che lo aveva fatto spostare, l’erede al trono entrò in panico e volle sapere dal manager Cam dove erano finiti i suoi averi e si disperse quando venne a sapere che ora doveva accontentarsi della Junior Suite.

Si arrabbia con Gun

La mattina seguente un Wu molto nervoso stava attendendo con ansia l’arrivo dei suoi segretari reali che dovevano incoronarlo. Gun e i suoi ufficiali arrivarono solo dieci minuti prima dell’inizio della cerimonia e gli venne chiesto dove erano finiti i suoi servi e gli artefatti reali. L’informazione, che gran parte degli artefatti, tra cui anche la corona, erano stati rubati durante l’insurrezione del regno, spinse il nobile al limite del panico che si lamentò che senza la corona nessuno saprà che era diventato il re. Il panico venne rimpiazzato dalla rabbia di non poter avere una cerimonia stravagante come programmato e che doveva accontentarsi di un orecchino che era stato trasformato in una spilla reale. Quando Gun cercò di calmarlo facendogli vedere come gli stava bene sulla giaccia, Wu si allontanò infuriato.

Wu, nuovo Re del Regno della Terra... per dieci minuti

Nonostante il suo risentimento, Wu alla fine accettò la spilla reale come simbolo della sua incoronazione come “Re della Terra e glorioso difensore di Ba Sing Se”. Nel suo discorso seguente ringraziò i suoi connazionali che avevano lavorato sodo per stabilizzare il loro paese che, secondo lui, era stato solo per permettere a lui, il loro amato governatore, di tornare in patria. A tale scopo chiamò sul palco Kuvira e le conferì la Medaglia della Libertà di Kyoshi per premiare il suo servizio per il regno. Seguendo una sua richiesta le permise di dare un discorso, notando amareggiato che avevano da colmare ben sei ore di cerimonia. A suo grande shock la donna usò questo momento per rinnegare la sua autorità come Re della Terra e la dissoluzione del regno, spingendo il nobile a mostrare a tutti la sua spilla per testimoniare la autenticità del suo governo. Kuvira finì il suo discorso con la dichiarazione della creazione dell’Impero della Terra sotto la sua guida indiscussa e ricevette grandi applausi dal pubblico. Wu si lasciò cadere le spalle deluso, sbuffando che questa era stata “l’incoronazione peggiore della storia”.

Wu e Mako si ritirarono nella Junior suite dove il nobile continuò a lamentarsi della perdita del suo trono e la sua amata suite presidenziale, dichiarando che la spilla reale era solo una bugia. Quando Bolin bussò alla porta, Wu ordinò a Mako di sbarazzarsi di lui, dato che era parte dell’armata di Kuvira. Mentre il suo bodyguard uscì per parlare con suo fratello, Wu orecchiò la loro discussione e si offese quando il dominatore della terra lo chiamò un “riccastro viziato”. Dopo il ritorno triste di Mako, Wu gli chiese scusa e gli offrì di tirarlo su di morale con una visita al centro commerciale “Piccolo Ba Sing Se”, dove lo invitò a bere un succo.

Scioccato dalla reazione delle gente

Una volta arrivati a destinazione, Wu stava organizzando il loro passaggio per il centro commerciale quando vide due donne che avevano addosso delle magliette con la faccia di Kuvira. Profondamente offeso da questa cosa, le chiese dove avevano comparto questo articolo e seguì la loro indicazione a una bancarella che vedeva articoli da fan di Kuvira. Questa scoperta lo fece infuriare ulteriormente e si avvicinò al commerciante e i suoi clienti e gridò che queste eresie non potevano essere vendute qua, al “Piccolo Ba Sing Se”, dato che lui era il “piccolo Re” e esigeva rispetto. La reazione aggressiva dei clienti lo spronò a gettare il suo succo a loro, spingendo Mako a reagire e di trascinarlo via da questo folla arrabbiata.

Wu ammette che Mako ha ragione

I due trovarono rifugio nell'Anello Superiore del centro commerciale e Wu dichiarò che doveva essere un segno del destino ritrovarsi in una replica del Palazzo Reale del Regno della Terra (in realtà un ristorante). Eccitato come un bambino entrò e corse verso la replica del trono, spingendo via le persone sulla sua strada. Alla fine divenne persino maleducato quando rubò lo scettro reale dalle mani di un bambino che stava seduto sul trono, dichiarando che il bambino poteva celebrare un altro compleanno un’altra volta, mentre per lui c’era una sola incoronazione. Dopo aver indossato la corona e altri artefatti replicati, il nobile alla fine scoppiò in lacrime, dichiarando che questo era il peggior giorno della sua vita. Quando Mako spiegò che non era una sorpresa che la gente preferiva Kuvira a lui, dato che lui doveva ancora fare qualcosa di costruttivo per il regno, Wu iniziò a calmarsi e concordò con la sua guardia del corpo, chiamandosi “uno scherzo che ha avuto quello che si meritava”. Tra le lacrime ammise che nessuno gli aveva mai detto una cosa del genere e che iniziava a capire. I due vennero costretti nuovamente alla fuga quando Mako avvistò alcuni sostenitori di Kuvira, ma si rifiutò di esaudire la sua richiesta di essere portato via in spalle.

Nel mirino dell'Impero[]

Wu insieme a Mako, Korra e Asami

Qualche giorno dopo, quando Mako voleva trovarsi con Asami e Korra, Wu insistette di venire con lui e promise di comportarsi bene. Subito dopo aver visto per la prima volta l’Avatar, si avvicinò a lei e si presentò come il vero erede del trono del Regno della Terra e il capo di Mako, interrompendo bruscamente la sua attesa riunione con la sua amica.  Dopo aver saputo che Mako non gli aveva mai detto nulla su di lui, rise che allora avevano tante cosa di cui parlare. Senza spettare il suo permesso guidò Korra a tavolo e ordinò i loro pasti, poi rivelò che beveva tanto succo di cetrioli-aloe per tener giovane la sua delicata pelle nobile. Wu reagì con delusione quando l’Avatar si rifiutò di fargli vedere i suoi occhi brillanti dello Stato dell’Avatar, pochi minuti dopo consolò Mako che si era imbronciato dalla novità che Korra aveva scritto solo a Asami e non a lui.

Quando vide che la tensione tra gli amici riunti dopo tre anni iniziò a salire sempre di più, Wu si scusò per andare in bagno e ordinò a Mako di seguirlo. Dato che questo non fece segno di alzarsi, il principe scocciò con le dita per istigarlo all'azione di fare il suo lavoro e di accompagnarlo al bagno. Si allontanò leggermente imbronciato quando Mako si rifiutò ancora e lo avvisò di imparare ad andare in bagno senza che qualcuno gli tenesse la mano.

Una trappola..!

Così Wu entrò nel bagno del ristorante e salutò gentilmente l’inserviente presente che gli offrì una spruzzata di profumo per rinfrescarsi, così Wu apri le braccia e gli chiese di dargli una doppia dose. Ma era appena caduta in una trappola., dato che il profumo in realtà era un gas anestetico e fece perdere i sensi al principe. Il giovane si svegliò poco dopo, ma era completamente fuori, ma in qualche modo riuscì a rotolare fuori dal suo sacco della lavanderia dove era stato posto, avvertendo Korra della sua situazione. Team Avatar si mise subito al suo inseguimento, ma i rapinatori riuscirono a seminarli scambiando il camion della lavanderia con una satomobile sconosciuta. Il principe venne caricato su un treno che era in partenza verso Omashu partendo dalla stazione centrale.

Mako salva Wu dalla cassa

Wu riprese conoscenza poco dopo e si ritrovò rinchiuso in una cassa, e iniziò ad allarmarsi. Grazie ai suoi tentativi di uscire dalla sua prigione avvertì Korra e i suoi amici che nel frattempo erano saliti sul treno e avvivano raggiunto il vagone dei bagagli. Mako aprì la cassa e Wu, ancora mezzo intontito, uscì in preda al panico. Dopo essere stato calmato dalla sua guardia del corpo gli chiese dove si trovasse e se era morto, ma venne informato che era solo su un treno.

Poco dopo il gruppo venne raggiunto dagli agenti di Kuvira, così Korra aprì tetto del vagone e ordinò a tutti di uscire, ma Wu si rifiutò impaurito. Ma l’Avatar non ne volle sapere e lo lanciò di peso attraverso l’apertura usando il dominio dell’aria. Dopo essere atterrato a faccia in giù sul tetto del treno, Mako lo tirò su e lo lanciò verso Korra per tenerlo fermo quando dovevano saltare da un vagone all’altro. Durante la battaglia Wu doveva essere tenuto in posizione eretta da Korra mentre gli altri lottavano per proteggerlo, finché l’Avatar non creò una sfera di aria intorno a tutti loro per permettergli un atterraggio sicuro dopo essere saltato giù dal treno un corso che stava passando un ponte.

No abbraccio per Wu!

Mako lo tirò su dopo l’atterraggio di fortuna per chiedergli se stava bene, così Wu lo abbracciò sollevato e felice; gli ringraziò più volte e gli promise un bell'aumento dello stipendio. Dopo che Mako ammise che era stato solo grazie a Korra che lo avevano trovato, Wu s’inchinò davanti a lei e le offrì di portarla fuori a cena come segno della sua gratitudine. La reazione scettica della donna non lo scombussolò, prendendo il suo rifiuto come un flebile “forse”, ma venne corretto che voleva dire “mai”. Osservò come il Team Avatar finalmente si riconciliò e si abbracciò calorosamente e voleva aggiungersi al cerchio, ma venne spinto via da Korra. Non si arrese e fatica riuscì a mettere le sue mani sulle spalle di Mako, notando che erano i migliori amici che un uomo potesse mai avere.

Gli piace essere adulato

Quando Korra chiese poi cosa facevano con il principe, Wu si aggiunse alla sua nozione che tornare al hotel era troppo pericoloso e che aveva bisogno di una casa sicura. Seguendo il suggerimento di Mako, Wu venne portato alla villa di Asami che inizialmente scambiava per la casa del dominatore del fuoco. Venne presentato a Yin che, quando Wu s’inchinò davanti alla signora e le baciò la mano, perse i sensi per l’eccitazione. Wu ringraziò Mako per averlo portato in questo posto lussurioso con gente che adorava la nobiltà, poi scappò velocemente per andare finalmente in bagno.

Conoscere il passato di Mako[]

Wu ordina a Mako di sputare il rospo

In seguito a questi avvenimenti drammatici, Wu si rese conto che doveva imparare a difendersi da solo e accettò la proposta della sua guardia da corpo di allenarlo. I due si ritrovarono nella palestra della villa e, dopo aver assunto una posa difensiva molto debole, Wu ricevette un pugno leggero allo stomaco che però lo fece accasciare a terra con il grido “Wu a terra!”. Sentendo il grido del principe, Yin accorse immediatamente e lo coccolò, chiedendogli se voleva una limonata con bacche di ciliegie, a cosa Wu aggiunse degli involtini. Mako lo biasimò per questa reazione, affermando che era così debole che “Wu a terra” stava per diventare la sua sigla. Mettendosi seduto sui tatami, Wu ammise che Mako aveva ragione, ma che non era colpa sua se era nato così. Fece una comparazione con il dominatore del fuoco davanti a sé, notando che erano troppo diversi, dato che lui non era stato cresciuto nella foresta da un “branco di poliziotti”. A questa immagine, Mako sospirò che non sapeva nulla di lui e del suo passato, cosa che lo fece realizzare che in effetti era cosi. Dopo averlo sommerso di domande personali e scoperto che Mako una volta stava insieme all’Avatar, Wu trasformò la lezione di autodifesa in una lezione di storia.

Lo interrompe continuamente

Mako iniziò a raccontare la sua storia, ma Wu lo interruppe subito, dato che la notizia della sua carriera da dominatore sportivo lo impressionò molto. S’intromise nuovamente quando la sua guardia del corpo arrivò al punto dove aveva incontrato l’Avatar per la prima volta e venne sgridato per essere così maleducato. Quando Mako raccontò come lui e Korra si avvicinarono sempre di più, il nobile rise che i due dovevano essersi baciati poco dopo, ma scoppiò a ridere quando venne a sapere dalla figuraccia di Mako quando vide Asami per la prima volta. Notò con ironia che il dominatore del fuoco doveva lavorare sulle sue introduzioni, ma questo rispose che uno dotato di tanto charme come lui non aveva bisogno di introduzioni. Wu poi si mostrò compassionevole con Korra quando Mako la rifiutò e tifò per loro quando si baciarono, ma notò che Asami non doveva essere troppo felice per questo. La terminazione della sua relazione con Asami lo confuse e la dichiarò ambigua e sperava che con Korra era stato molto più chiaro.

Wu e Tu sono d'accordo

Quando arrivarono alla fine della relazione con l’Avatar, Wu annuì soddisfatto che questo era stata una fine univoca. Ma quando poco dopo arrivarono alla parte dove Asami lo aveva baciato al magazzino svuotato, Wu corresse Mako, che credeva che lui pensasse che non aveva il diritto di baciare l’erede di Industrie del Futuro, notando che era a posto, dato che in quel momento non stava insieme a nessuno. Ma la sua simpatia svanì quando Mako ammise che non aveva rivelato la verità a una Korra sofferente di amnesia che si erano lasciati e che allo stesso tempo aveva rinforzato la sua relazione con Asami. Quando Tu notò che, nella sua paura di deludere qualcuno aveva deluso tutti, Wu concordò entusiasta e batté la mano con il cugino della sua guardia del corpo. Mako fece notare che aveva capito che doveva trovare un modo per vivere senza una donna al suo fianco, Wu dimostrò la sua simpatia per questa emozione, ridendo che aveva sempre avuto difficoltà di tenersi lontano de donne.

Alla fine della storia, Wu si alzò facendogli i complimenti e ammise che davvero era stato un ignorante sul passato di Mako e concordò sulla nozione che le donne erano complicate. Questa storia lo aveva portato alla realizzazione che doveva focalizzare di più sul migliorare sé stesso come sovrano e incitò Mako a ricominciare con la lezione di autodifesa. Ma nonostante rise che poteva sopportare un attacco, Wu si accasciò nuovamente a terra per un colpetto leggero gridando nuovamente “Wu a terra!”.

Incontri diplomatici[]

Qualche giorno dopo tornò Wu al municipio di Città della Repubblica per prendere parte a un incontro dei governatori del mondo per trattare il problema Kuvira. Il nobile condivise l’opinione di Raiko di dover fermare la dittatrice subito e propose di attirarla in una trappola mascherata da isola tropicale, facendole credere di aver vinto una vacanza all-inclusive per poi catturarla. Quando Tenzin dimostrò la sua avversione alzando solamente una sopracciglia, Wu propose di marciare contro Kuvira con un’armata di talpe-tasso addestrate, ma anche questa sua idea venne respinta silenziosamente, stavolta però della Signora del Fuoco Izumi. Desolato, Wu chiese se qualcuno sapeva se Kuvira avesse delle allergie, ma venne ignorato.

L’incontro venne interrotto dall'arrivo di Korra e Opal; Wu salutò l’Avatar con gioia e le spiegò che i governatori del mondo si erano riuniti per affrontare il problema Kuvira e castigò Raiko per non averla invitata a questo meeting importante. Poco dopo Wu osservò scioccato come Varrick e Bolin irruppero e spiegarono che avevano informazioni top-secret per loro.

"Solo per le donne!"

Più tardi Wu era presente alla riunione tra Mako, Raiko, Korra, Tenzin, Varrick e Asami, dove i due ingegneri presentarono i loro piani per i nuovi mecha volanti che potevano volare in ogni direzione. Quando Korra suggerì di chiedere aiuto agli spiriti, Wu aggiunse che, mentre gli altri si occupavano delle misure offensive contro l’attacco imminente di Kuvira, dovrebbero anche iniziare ad evacuare la città. Raiko rimase sorpreso dalla saggezza di questo suggerimento e gli ordinò di collaborare con le forze della polizia per coordinare l’evacuazione. Una volta fuori dall’ufficio del presidente, Wu ricevette complimenti da Mako, ma il nobile rovinò questo momento notando che faceva la parte “dell’uomo per il popolo” solo per fare colpo su Korra. Alla reazione esasperata della sua guardia del corpo, Wu rise che uomini facevano qualcosa di grande solo per fare colpo sulle donne.  

Evacuazione di Città della Repubblica[]

Si dimostra calmo e maturo

A un meeting successivo con Korra, Raiko, Mako e Tenzin, Wu annunciò che finora avevano evacuato soltanto diciotto famiglie e assecondò Korra che diceva che erano troppo pochi. Zhu Li, che era appena tornata da Zaofu, gli avvertì dei piani di attacco di Kuvira fra due settimane e spinse Raiko a rendere l’evacuazione mandatario, così Wu si avviò per la centrale di polizia per aiutare Lin e Mako nell'annuncio di questo nuovo ordine. Quando gli annunci di Mako causarono un panico maggiore tra la popolazione, Wu prese il suo posto e parlò con un tono calmo e gentile. Espresse la sua simpatia per questa loro paura, ammettendo di aver avuto paura di andare in bagno da solo e spinse tutti a non lasciarsi controllare dalle proprie paure. Inspirando la gente che chiunque poteva essere un vincitore, Wu riuscì a calmarli e di indirizzarsi verso la prossima stazione dei treni, bus oppure metrò per portare avanti l’evacuazione in modo pacifico e ordinato. Mentre le chiamate di aiuto alla polizia diminuivano, Wu ricevette dei complimenti da Lin in persona, notando che dopotutto potrebbe diventare un buon re.

Wu tenta di calmare la folla

In seguito a questo, Wu si avviò verso la stazione dei treni, dove ricevette l’aiuto da Pema per guidare la popolazione a salire sui treni mantenendo la calma. Alla notizia che Kuvira era in anticipo di una settimana intera, dovettero intensificare i loro sforzi.

Comanda le talpe-tasso con la sua voce

Agli inizi dell’attacco di Kuvira a Città della Repubblica, Wu controllò gli ultimi treni in partenza per poi attendere con l’ultimo gruppo per partire lui stesso. Ma quando la stazione venne scossa da un’esplosione non troppo lontano, Wu salì su un banco per tentare di calmare i cittadini nervosi, dichiarando che fra non molto tutti quanti saranno portati in salvo. Ma le esplosioni si avvicinarono sempre di più e poi arrivò anche il controllore della stazione con l’annuncio che i binari erano stati distrutti, quindi il gruppo era bloccato. La folla stava per cadere nel panico, ma Wu ebbe un’idea e annunciò di dover andare allo zoo della città e affidò la gente impaurita a Pema. Una volta arrivati, Wu riuscì a comandare due talpe-tasso con il suo canto e gli salì in groppa per poi tornare alla stazione dei treni. A grande sorpresa di tutti i presenti Tu e Wu apparivano davanti al gruppo di fuggitivi e il principe annunciò che con queste talpe-tasso, i migliori dominatori della terra, creerà un tunnel che li porterà fuori città.

Con il suo canto Wu comandò i due animali che scavavano il loro tunnel, variando la sua serenata da comandi diretti a ringraziamenti per Yin, ma a grande noia dei presenti il canto era abbastanza stonato. Purtroppo vennero raggiunti poco dopo da tre soldati dell’Impero della Terra armati di mecha che li dichiaravano prigionieri di guerra. Dimostrando un coraggio inaspettato, Wu si intromise e ordinò ai soldati di lasciare in pace i cittadini innocenti e di portare lui da Kuvira, dichiarando che aveva ancora un conto in sospeso con lei. Nonostante gli implori di Tu di non sacrificarsi, il nobile rimase fermo nella sua decisione, ma chiese di poter cantare un’ultima canzone. Iniziò a cantare di rispetto e di avere con lui delle talpe-tasso, ordinandogli in modo nascosto di difenderlo schiacciando i mecha nemici. I due animali eseguirono l’ordine alla perfezione, così il nobile per ringraziamento gli accarezzò il naso per poi salire su una di loro.

Nuovi progetti[]

Wu e gli altri riuscirono a mettersi in salvo e di sfuggire all'attacco. Il nobile poi prese parte delle nozze di Varrick e Zhu Li alcune settimane dopo sull'Isola del Tempio dell’Aria, dove era seduto accanto a Mako.

Durante i festeggiamenti seguenti, Mako, ormai la sua ex-guardia del corpo, gli fece i complimenti su come aveva gestito l’evacuazione, credendo che alla fine diventerà un grande leader. Quando il dominatore del fuoco aggiunse subito che non lo aiuterà mai a convincere Korra ad uscire con lui, Wu ci rinunciò sorridente, notando che l’evacuazione riuscita era stato ricompensa sufficiente.

I due vennero raggiunti da Korra che lo chiamò Re e gli chiese se era pronto a prendersi le sue responsabilità a Ba Sing Se. Con un tono serio, Wu quindi annunciò i suoi piani di voler abolire la monarchia in favore di una federazione di stati indipendenti con un governo eletto democraticamente simile alla Repubblica Unita.  Nonostante l’iniziale sorpresa di Mako e Korra, i due lo lodavano per questa sua decisione saggia e matura. L’Avatar gli promise di aiutarlo in questa missione di transizione; Wu la ringraziò per questa offerta e notò che non vedeva l’ora di lavorare nuovamente con lei per poi avviarsi verso il palco delle danze.

Periodo di transizione ("Rovine dell'Impero")[]

Nei prossimi mesi Wu viaggiò per il Regno della Terra per incontrare i capi dei vari stati costituzionali con cui discuteva sui particolari per terminare l’era della monarchia e l’implementazione della democrazia. Nonostante l’opposizione di alcuni stati le prime elezioni venivano fissati presto nello Stato di Gaoling, gli altri stati dovevano seguire poi il suo esempio per eseguire la transizione in circa un anno. Qualche tempo dopo Wu ricevette informazioni su un gruppo di fedeli all'Impero della Terra sotto il comandante Guan che si erano rifugiati a Gaoling. Nonostante che finora si erano astenuti da azioni aggressive, Wu riteneva la loro sola presenza era una minaccia abbastanza grande per la democratizzazione. A suo grande dispiacere l’armata del Regno della Terra si dimostrò troppo debole per un’azione attiva.

Il Re tornò a Città della Repubblica per tenere una conferenza stampa sui progressi del suo piano. Prima di salire sul palco, Wu incontrò il Team Avatar e Zhu Li, con la quale si congratulò per la sua elezione a presidentessa della Repubblica Unita. Dato che era molto nervoso, cercava di convincere Mako a prendere il suo posto, ma questo si rifiutò e gli consigliò di essere “solo sé stesso”. Il consiglio ebbe un affetto positivo e il discorso partiva bene, dove il Re informò i giornalisti presenti sulla tabella temporale delle elezioni. Ma questo cambiò quando si vide confrontato con domande critiche e il nobile, rispettando il consiglio di Mako, ripose cantando. Dichiarò le domane come assurde e ripeté la sua decisione di abolire la monarchia lanciando la sua corona nella folla.

Più tardi Wu era presente all'udienza di Kuvira e la fissò con ostilità. Dopo la fine invitò il Team Avatar nell’ufficio di Zhu Li dove chiese ai suoi amici di accompagnarlo a Gaoling. Quando Mako lo accusò di vederli lì solo per fare spettacolo, Wu li informò del problema dei sostenitori dell’Impero che si rifiutava di arrendersi. Dopo una breve discussione Korra e i suoi amici accettarono di aiutarlo, facendogli migliorare l’umore.

La situazione cambiò quando Wu e Zhu Li vennero informati che Guan e i suoi fedeli avevano iniziato a marciare contro la città di Gaoling. Il Re chiamò tutti per una riunione di emergenza, ma insisteva sul fatto di incontrarsi nella sauna, dato che aveva disperatamente bisogno della sua seduta mattutina. Una volta tutti presenti, il monarca si lamentò che, nel caso dell’invasione di Gaoling, la democrazia era destinata a fallire. Il gruppo iniziò a discutere, notando che era necessaria una soluzione pacifica, così Korra propose di liberare Kuvira temporaneamente per convincere Guan ad arrendersi. La prima reazione del gruppo a questa idea era molto negativa e tutti si ricordarono come quella donna gli aveva causato problemi; Wu era l’ultimo a parlare, lamentandosi che Kuvira aveva rovinato la sua incoronazione. Subito dopo si rese contro che il suo problema era quello minore di tutti e chiese scusa per aver parlato per ultimo, alla fine il gruppo accettò l’idea di Korra.

Insieme a una scorta di guardie per prendere Kuvira dalla prigione, Wu e il Team Avatar salirono su un’aeronave di Industrie del Futuro. Il Re fissò la ex-dittatrice nuovamente con ostilità, ma rimase in silenzio per tutto il viaggio a Gaoling. Una volta arrivati, Wu notò che vedeva solo il sindaco Rhee e i magistrati Ling e Bak, di Guan nessuna traccia. Wu e Korra vennero guidati al municipio della città per controllare le preparazioni per le elezioni, ma l’entusiasmo del Re venne smorzato quando venne a sapere che Ling e Bak erano gli unici candidati. Una volta lasciati da soli, Wu si lamentò che con questi due tradizionalisti non era possibile portare avanti riforme serie, rendendo l’intera elezione quindi inutile.  

Quando i due volevano lasciare il municipio, sentirono il rumore di carrarmati e truppe in marcia: erano arrivati Guan e i suoi fedeli. Wu lasciò prima parlare Avatar Korra, poi vide l’arrivo di Kuvira con il resto del team. Il nobile reagì con shock quando vide come la ex-dittatrice cercò di obbligare Guan ad arrendersi con la forza minacciando di ucciderlo.

Dopo che la ex-comandante dell’impero era stata sopraffatta, Wu si dimostrò confuso dall'annuncio di Guan di non voler fermare le elezioni, ma di parteciparvi come candidato. Quando l’ufficiale consegnò i suoi documenti al sindaco, Wu espresse la sua obiezione, ma dovette accettare a malavoglia che non c’era nulla che vietava a Guan di partecipare a questa elezione aperta, dato che i suoi documenti erano perfettamente a posto. Esterrefatti da questa implicazione, Wu e il Team Avatar tornarono alla loro aeronave per discutere le opzioni. Il Re della Terra respinse il suggerimento di Mako di cancellare le elezioni, dato che potrebbe suggerire che elezioni non erano libere e giuste se tentava di forzare la sua autorità sulla scelta dei candidati. Invece assecondò con entusiasmo l’idea di Korra di convincere Toph Beifong a candidarsi per impedire la vittoria di Guan.

Wu rifiutò una scorta di guardie reali per andare alla Palude Nebbiosa, dato che preferiva saperli a guardia di Kuvira e si fidava della protezione dell’Avatar. Una volta raggiunta la palude, Wu dovette andare in bagno, ma ebbe una visione di sua zia Hou-Ting che lo derise per i suoi fallimenti e facendogli notare che stabilità era più importante che la stupida democrazia. Lui e Korra trovarono Toph nella sua caverna, ma la leggendaria dominatrice si rifiutò di partecipare alle elezioni, ma Korra usò la sua visione per convincerla di uscire dal suo buco.

Wu e Korra tornarono a Gaoling e osservarono come Toph firmò i documenti per la partecipazione. Ma al loro ritorno all’aeronave s’imbatterono in Kuvira che li raccontò dell’attacco di Guan e il lavaggio del cervello a Mako, Bolin e Asami. Korra non le volle credere, ma Toph confermò la veracità delle parole della ex-dittatrice che ricordarono Wu dei racconti sulle tattiche del Dai Li sotto Long Feng. Toph gli fece i complimenti per aver studiato anche gli aspetti poco onorevoli del passato della monarchia. Il Re volle tornare a Gaoling per cancellare le elezioni prima che Guan potesse vincere, ma Korra e Kuvira lo convinsero di tornare a Zaofu per evitare di essere catturati.

Rispondendo alla chiamata di Kuvira, Suyin arrivò per aiutarli, ma vennero attaccati dall'armata di Guan. Nonostante che Korra era riuscita a catturare Asami e di portala con lei, Wu venne catturato dal nemico e portato al cospetto di Guan e della dottoressa Sheng che gli fecero il lavaggio del cervello.

Un Wu senza volere arrivò al municipio e chiese di parlare con il sindaco Rhee e rivelò di voler accelerare i piani e di tenere le elezioni lo stesso giorno. Rhee reagì scombussolato e fece notare che i votanti non potevano arrivare in tempo, ma Wu rispose con una voce monotona che i votanti erano già presenti davanti all'edificio. Il Re annunciò che per il bene del regno il movimento di democratizzazione non poteva aspettare oltre e ordinò al sindaco di apire subito le urne. Rhee chiese alcuni giorni per preparare tutto, ma Wu reagì con una rabbia insolita come osava disobbedire al suo Re, spaventando il politico fino a farlo arrendere. Come risultato diretto dell’ordine di Wu, Guan vinse la elezione senza problemi.

Dopo che Kuvira era riuscita a costringere Guan alla resa, Wu venne portato nella tenda della dottoressa Sheng con Mako e Bolin, dove Korra lesse i comandi per liberarli dal lavaggio del cervello. Dopo essersi svegliato, Wu abbracciò Mako felice, gioendo che il suo cervello era tornato.

Wu tornò al municipio con Rhee, Kuvira e Korra per accogliere i cittadini che dovevano essere ancora liberati dal lavaggio del cervello. Il sindaco si rivolse al Re per chiedergli se, dopo tutto quello che era successo, dovevano continuare con il programma stabilito originariamente. Wu diede poi un discorso formale e si prese la piena responsabilità per questa situazione, dato che aveva insistito a fare pressione sugli stati nonostante tutte le obiezioni. Affermò di aver cambiato strategia e di permettere a ogni stato di seguire i propri tempi verso la democrazia, seguendo i desideri dei suoi cittadini. Notò inoltre che anche per la Repubblica Unita ci erano voluti decenni prima della sua prima elezione democratica, sperare che Il Regno della Terra diventasse una democrazia in pochi giorni era utopico. Ripeté la sua convinzione di trasformare il regno in un governo che rappresentasse chiunque, ma fino a quello momento lui dichiarò di voler servire come il loro Re forte e compassionevole che si meritava.

Personalità[]

Abituato fin da piccolo di vedere esaudito ogni suo desiderio, Wu inizialmente non mostra tanto interesse per i sentimenti delle persone intorno. Ama stare intorno alla gente, specialmente i suoi fan, ma anche con persone vicine si dimostra gentile solo finché ha qualcosa da ricavarne. È un ragazzo viziato e abbastanza ingenuo che crede che il mondo ruoti intorno a lui, anche se cerca di dimostrarsi simpatico e premuroso. Ama chiacchierare, più delle volte parla di sé stesso e del suo stato e i vari privilegi di essere nobile.

Inizialmente il suo motore principale di influenzare gli affari mondiali era solamente quello di attrarre donne, ma col passare del tempo impara a vedere che l'atto stesso di fare del bene è una ricompensa abbastanza grande. Dato che ama l'attenzione, spesso reagisce in modo esagerato per generare simpatia e adulazione, oppure solo per esser coccolato. Ma non è sordo alle critiche sensate, è ben conscio delle sue debolezze e non si vergogna di mostrarle. Collaborando con Mako e dopo esser scampato più volte alla cattura, Wu ha iniziato a dimostrarsi più maturo e calmo, dimostrando di essere cresciuto in queste settimane. Dopo la sue decisione di abolire la monarchia, Wu divenne più decisivo e diretto, anche se ogni tanto mostra ancora il suo lato timido e insicuro.

Inizialmente Wu si comportava coma un piagnucolone indifeso che senza l'aiuto dei suoi servi e della sua guardia del corpo non poteva fare nulla, nemmeno andare da solo in bagno, ma in seguito ha dimostrato di poter essere anche calmo e serio in caso di necessità, come visto quando ha calmato i cittadini di Città della Repubblica attraverso la comunicazione radio. Inoltre non é caduto nel panico quando ha saputo che lui e un gruppo di persone era rimasta intrappolata alla stazione dei treni e ha trovato un piano ingegnoso per salvarli. Sembra che abbia superato gran parte delle sua paura, rimanendo calmo e pacato anche quando tre soldati armati minacciavano di catturarlo ed era pronto a sacrificarsi.

Abilità[]

Nonostante i suoi modi di fare strambi e la sua iniziale nervosità, Wu si é dimostrato un relatore molto abile, capace di calmare un'intera massa di persone e di inspirarla. Inoltre è molto creativo e sa trovare piani alternativi al momento, come quando ha pensato di andare allo zoo per prendere due talpe-tasso per scavare un tunnel che portava al sicuro i cittadini intrappolati oppure quando ha ordinato alle due creature di attaccare i soldati dell'Impero della Terra che minacciavano di arrestarlo.

Purtroppo per lui, almeno per ora, ha assolutamente nessun talento per fare colpo sulle donne nonostante ci provi di continuo.

Trivia[]

  • Wu è allergico alle punture da api
  • È stato il secondo monarca che ha rinunciato alla sua posizione di spontanea volontà, il primo era stato Signore del Fuoco Zuko
  • Nonostante era stata incornato Re della Terra, le persone intorno a lui, incluso se stesso, spesso continuano a usare il titolo di "principe".
  • Ha intenzione di proseguire una carriera da cantante.
Advertisement