Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è un villaggio di media grandezza che si trova sulla costa sud-ovest del Regno della Terra vicina alla Isola della Coda di Balena. Era famosa per la festa della Giornata dell’Avatar che, prima della sua riforma nell’anno 100 DG, discreditava e insultava l’Avatar Kyoshi e le sue incarnazioni seguenti, ovvero Roku e Aang, per l’apparente assassinio di Chin il Grande.

Storia[]

Incontro con Kyoshi[]

Il villaggio di Chin è stato battezzato in onore al signore della guerra Chin, detto Il Grande da loro, ma più conosciuto come “Il Conquistatore” nel resto del regno. Nel posto in cui venne costruito questo villaggio, ebbe luogo l’unico e fatale incontro tra lui e l’Avatar Kyoshi quando Chin voleva portare a termine la sua conquista invadendo anche la penisola di Yokoya, a parte Ba Sing Se l'unica zona del regno ancora non sotto il suo controllo brutale.

Kyoshi vs Chin

Chin contro Kyoshi

I due si affrontarono, ma la donna, al posto di combattere, usò il suo pieno potere per separare la penisola della terra ferma, il che portò alla creazione di quello che sarà la Isola di Kyoshi. Chin morì per colpa della sua cocciutaggine che gli impedì di indietreggiare di qualche passo e cadde a morte nell’oceano dalla scogliera ancora instabile. I suoi adulatori però non vollero accettare questa verità imbarazzante e attribuirono questa morte a Kyoshi e la chiamarono una sporca assassina. Questa credenza fasulla venne poi tramandate da generazione in generazione e portò alla celebrazione della Gionata dell’Avatar per ricordare il loro eroe e la sua morte per mano dell’Avatar infame.

Nel luogo in cui era avvenuto lo scontro e la penisola fu tranciata, venne eretto un monumento e un piccolo tempio in onore di Chin. Col passare degli anni crearono una festa annuale il giorno della “tragedia” dove divenne uso condannare l’Avatar e celebrare i successi di Chin che diventò poi la “Giornata dell’Avatar”.

Incontro con Aang[]

L2 E05 Aang accetta giudizio

Aang deve rispondere dei crimini di Kyoshi?

Nella primavera dell’anno 100 DG, circa trecentosettant’anni dopo questi avvenimenti, Aang, Sokka e Katara passarono per caso in questo villaggio, incuriositi da questa “Giornata dell’Avatar”. Inizialmente credevano che le tre statue con i vestigi di Kyoshi, Roku e Aang, trascinati sulla piazza su enormi carri, fossero un segno di venerazione dell’Avatar, ma si resero presto conto che era tutt’altro: tra il tifo pesante e aggressivo della folla, un uomo appiccò il fuoco alle tre statue di cartapesta che iniziarono subito a bruciare. Vedendo la reazione scioccata di Aang, Katara intervenne a spense i fuochi, poi Aang si rivelò come l’Avatar e accettò di affrontare un tribunale per provare l’innocenza del suo predecessore. Ma non aveva preso in considerazione l'infame sindaco Tong che rifiutò i soldi della Tribù dell’Acqua (prima li avevano accettati senza problemi) per pagare, così Aang venne arrestato e buttato nella prigione fino al giorno della udienza dove, in verità, la sentenza era già stata decisa a prescindere.

L2 E05 ricerca prove

Sokka e Katara cercano le prove

Mentre il Nomade dell’Aria divenne amico degli altri prigionieri, Sokka e Katara iniziarono ad investigare sulla scena del crimine di questo apparente assassinio, esaminando la statue e il tempio che la gente del posto aveva eretto in onore di Chin. Dopo aver sentito il racconto di Tong sulla storia di questa statua e di come Kyoshi fosse emersa dal tempio colpendo Chin alle spalle, i due fratelli del sud realizzarono che non poteva essere vero, dato che tempio e statue, erette dopo la morte di Chin, erano stati fatti dalla stessa pietra. Volando all’Isola di Kyoshi, appresero inoltre che Kyoshi aveva dei piedi molto grandi, troppo grandi per le impronta ancora visibili davanti al tempio, quindi anche questa “prova” era nulla.

Purtroppo, l’udienza del giorno dopo era un fiasco totale, dato che Tong si rifiutò semplicemente di riconoscere le prove portate “troppo tardi”, cosi Sokka e Katara provarono a far mettere a Aang i vestiti di Kyoshi per canalizzarle il suo spirito nel loro amico. Il loro piano funzionò e Kyoshi si manifestò attraverso il corpo del suo successore e ammise di aver causato inavvertitamente la morte di Chin, dato che era caduto in mare per via del collasso della nuova costiera ancora instabile, creata dalla sua azione.

L2 E05 ruota punizione

La ruota della punizione

Questi particolari a Tong non importavano, dichiarò Aang colpevole dell’assassino compiuto da Kyoshi e gli fece girare la “Ruota della Punizione” che finì sulla sentenza “essere bollito nell’olio”. Fortunatamente per il ragazzo, in questo istante attaccarono i Rinoceronti Selvaggi, una squadra d’assalto speciale del Signore del Fuoco, per conquistare la zona. Kahchi distrusse la statua di Chin, spaventando Tong cosi tanto da cambiare la sentenza in “servizi sociali” e ordinò ad Aang di sbarazzarsi di questi furfanti. Questo accettò e, insieme ai suoi amici, sconfisse i Rinoceronti Selvaggi, scacciandoli dal villaggio.

Grazie a questa azione eroica, il villaggio cambiò atteggiamento in confronto dell’Avatar e decisero di modificare anche il festival, celebrando la giornata in cui Aang ha salvato il villaggio. Venne anche creato un nuovo cibo festivo per ricordare come Aang NON venne bollito nell’olio quel giorno: impasto non fritto in forma umanoide, appunto crudo.

Anni di anarchia[]

In seguito alla morte della Regina della Terra per mano di Zaheer nell’anno 171 DG, scoppiò l’anarchia e iniziò una frammentazione del regno che coinvolse anche il villaggio che si trovava ancora nel suo territorio. In un momento non precisato tra il 171 il 174 DG, la zona venne integrata nell’Impero della Terra di Kuvira rimanendo sotto il suo controllo fino alla sua sconfitta dopo il fallimento dell’invasione della Repubblica Unita. In seguito, sarà molto probabile che si unirà alle prime elezioni democratiche del suo stato di appartenenza che eleggerà un governatore scelto dal popolo.

Cultura[]

Sistema giuridico[]

Prima dell’arrivo del Team Avatar, il sistema giuridico di questo villaggio era molto particolare, anzi, se si può dire, ingiusto. Agli accusati non venne concesso né una udienza neutrale né vennero accettate prove trovate in seguito, venne portato davanti a una riunione pubblica di cittadini dove si decideva solo la punizione. Agli accusati non fu concesso un avvocato e gli venne impedito di richiamare testimoni a suo favore. Il giudice era il sindaco del villaggio che era l’unione personale dell'intero apparato giudiziario, ovvero poteva decidere come voleva. A parlare furono solo lui e l’accusato che raccontavano l’avvento dal proprio punto di vista, ma se il sindaco era convinto che era colpevole, poteva fare quello che voleva, era e rimase colpevole. Nel caso (molto probabile) di una dichiarazione di colpevolezza, la punizione vennero decise attraverso la “Ruota delle Punizioni” che incluse pene che andarono al semplice servizio sociale a diversi metodi di esecuzione, tra cui anche essere bollito nell’olio. Il pubblico era solito a fare il tifo per un determinato metodo di punizione come se fosse un gioco.

Festival dell’Avatar[]

L2 E05 statue bruciano

Le statue che bruciano

Questa era la festa più grande della zona che attirava anche gente da lontano, quel giorno spesso tutti i negozi erano chiusi. Si celebra ogni anno all’anniversario della morte di Chin il Grande per ricordare la sua morte “ingiusta” per mano del “vile” Avatar. Il festival include baracchini vari e una parata folcloristica con alianti di carta e cibi celebrativi. Il culmine era la presentazione delle effigi di cartapesta di Kyoshi, Roku e Aang alti quasi dieci metri che vennero portati in piazza per essere messi a fuoco.

Dopo l'attacco dei Rinoceronti Selvaggi, questa festa venne riorganizzata fino a diventare una celebrazione in onore di Avatar Aang che aveva salvato il villaggio. Dietro le quinte, l’Avatar venne così esonerato dalla punizione, come se la verità fosse finalmente venuta a galla.  

Dopo l'attacco dei Rinoceronti Selvaggi, questa festa venne riorganizzata fino a diventare una celebrazione in onore di Avatar Aang che aveva salvato il villaggio. Dietro le quinte, l’Avatar venne così esonerato dalla punizione, come se la verità fosse finalmente venuta a galla.  

Trivia[]

  • Il pasto originale della festa era impasto fritto di varie forme, ma ora, per celebrare il fatto che Aang non aveva fatto la stessa fine, hanno inventato un nuovo cibo: impasto non fritto a forma di Aang. Non tutti hanno preso questa idea come buona, come evidenziato dalle espressioni scettiche di Aang, Katara e Sokka.
  • Le statue dei tre Avatar che vengono messi a fuoco sono simili alle effigi di Ravan, Kumphkarna e Meghnad durante il festival Indù Vijayadashami che celebra la vittoria del bene sul male.
Advertisement