Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Tulok era stato un pirata e maestro del dominio dell’acqua che fu a capo della Quinta Nazione, una flotta di pirati di etniche miste, nel tardo quarto secolo AG.

Storia[]

La sua famiglia era in parte di discendenza della Tribù dell’Acqua del Sud ed era stato a capo della Quinta Nazione per generazioni. Dato che la flotta dei pirati era molto grande, il suo comando venne diviso tra lui e i suoi fratelli che tutti rispondevano a loro padre. A metà del secolo, Tulok ebbe una figlia, Tagaka, che divenne poi il suo primo ufficiale e luogotenente.

Dopo la morte prematura dell’Avatar Kuruk nell'anno 312 AG, un Tulok già vecchio e malato rupe il contratto che suo nonno aveva stretto con l’Avatar Yangchen dove la Quinta Nazione aveva accettato di lasciare in pace del coste del Regno della Terra del Sud. Quando i suoi seguaci tornarono a saccheggiare quelle coste, Tulok ricevette una visita da parte dell’ex- compagno di quadra di Kuruk, Jianzhu, che gli chiese di rispettare quegli accordi. Il pirata gli rise in faccia e sputò muco e sangue sul vecchio contratto.

Poco dopo, il padre di Tulok guidò una parte della flotta della Quinta Nazione ad una spedizione verso ovest, uscendo dal loro solito territorio nel mare orientale. Il mondo doveva averli considerati una minaccia tale che, appena passato la punta meridionale del Regno della Terra, hanno incontrato il maestro del dominio dell’aria Kelsang che evocò una tempesta per costringerli a tornare indietro. Quella tempesta divenne un vero e proprio tifone che ha affondato quasi tutta la flotta e ha ucciso gran parte delle famiglia di Tulok, incluso tutti i suoi fratelli. In seguito a questa catastrofe, lui divenne il leader indiscusso della Quinta Nazione ma rimase terrorizzato da Kelsang sin da allora. Temendo che quel dominatore dell’aria che battezzò il “Tifone Vivente” continuasse a far pattuglia sopra la sua testa osservandolo dal Tempio dell’Aria del Sud, il pirata non osò più uscire dal mare orientale.

Dopo la sua morte, il comando sulla Quinta Nazione passò a sua figlia Tagaka.

Riferimenti[]

  1. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter Seven, "The Iceberg". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
  2. Yee, F. C. (author), DiMartino, Michael Dante (author). (July 16, 2019). Chapter One, "The Test". The Rise of Kyoshi. Amulet Books.
Advertisement