Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Tienhaishi era stata una della più grandi e prosperose città del mondo, fondata millenni fa da nomadi indipendenti che si affidavano alla protezione dello spirito Lady Tienhai. Centinaia di anni dopo, la città cadde sotto il governo del Regno della Terra, ma si mantenne la sua monarchia indipendente con un proprio Re. La città-stato venne abbandonata circa cinquecento anni prima della guerra in seguito a un accordo tra Avatar Yangchen e il Generale Vecchio Ferro che minacciava di estirparla per punire gli umani del presunto assassinio di Lady Tienhai.

Storia[]

Tienhai città

Lady Tienhai protegge la città

Tienhaishi venne fondata pochi secoli dopo la fine dell’era di Raava quando i primi nomadi umani raggiunsero la costa del mare Ce Mo che in futuro sarà nominata Baia di Yue. Lo spirito guardiano della costa, Lady Tienhai, iniziò ad interessarsi di questa tribù di umani e le permise di restare, inoltre la protesse da pericoli esterni, incluso altri spiriti come dal suo amico Generale Vecchio Ferro che non capiva come potevano interessarle queste creature. Nel corso dei millenni, il villaggio si espanse fino a diventare una prestigiosa metropoli con una sua monarchia indipendente che divenne famosa per la sua scienza e le sue innovazioni.

Nell’era di Yangchen, Tienhaishi era diventata parte del Regno della Terra di Ba Sing Se, ma aveva conservato la sua indipendenza ed era la città più grandiosa del mondo di quei tempi. Sempre più affascinata dello spirito di innovazione e della curiosità umana, Lady Tienhai assunse forma umana per un giorno all’anno per camminare per le strade della città ed ammirare le sue meraviglie.

Frattura 3 Tienhai marito

Un matrimonio felice

Purtroppo, questo cambiò quando lo spiriti, in forma umana, si innamorò del giovane principe ereditato di Tienhaishi e decise di rimanere al suo fianco sposandolo e infine morendo da umana- non da spirito. Questo fece infuriare il Generale Vecchio Ferro, uno spirito potente che viveva nelle vicinanze della città e che aveva sempre disprezzato gli umani. Convinto che gli umani avessero “ucciso” Tienhai, decise di distruggere la città e di eliminare i suoi abitanti per “vendicarla”. Uno dei veggenti di Tienhaishi però aveva visto questo nelle loro visioni e avvertì il Re- il vedovo di Lady Tienhai- che in seguito chiese aiuto all’Avatar Yangchen. Quando lo spirito irato raggiunse la costa, la giovane Nomade dell’Aria cercò di farlo ragionare, ma invano, la sua furia era troppo radicata. I due iniziarono una battaglia grandiosa che però non trovò un vincitore, così Yangchen propose un compromesso: Tienhaishi sarà abbandonata e non verrà mai può costruito qualcosa di umano in questa sede, in compenso permetterà ai suoi abitanti di fuggire indenni. Lo spirito accettò, così la grandiosa città di Tienhaishi trovò la sua improvvisa fine, nel corso degli anni le sua rovine vennero sepolte dalla natura.

Frattura 2 Vecchio Ferro attacca

Arriva lo spirito ostile!

Dopo l’evacuazione, Yangchen rimase al fianco degli sfollati e cercò di trovare un posto dove potevano vivere, ma quasi nessuno dei governatori era disposta ad accoglierli. Quando malattie e povertà iniziarono a divampare tra di loro, la Nomade dell’Aria iniziò ad usare ogni tattica politica a suo favore per raggiungere il suo scopo. In un caso mentì a due nobili in competizione di quanto l’altro voleva assumere gli abili artigianali di Tienhaishi, in un altro caso spaventò il marito superstizioso di un governatore affinché iniziò a minacciarla di lasciarla se non si mostrava premurosa e cordiale. Nel corso degli anni, gli abitanti di Tienhaishi vennero assorbiti in diverse comunità, come nelle zone arabili, a Ba Sing Se oppure nelle città shang dove finirono per essere abusati dalle famiglie corrotte di mercanti al potere.

Eredità[]

Nei secoli successivi, le rovine della città vennero sepolte dalle montagne e la natura si riappropriò della zona. A parte qualche casa isolata e la statua di Tienhaishi eretta da Yangchen in segno di commemorazione, rimase tutto intoccato. Durante la Guerra dei Cent’anni, la Nazione del Fuoco si appropriò della zona, ma non vide molta utilità in essa e la lasciò deserta. Questo cambiò dopo al fine del conflitto, quando gli accordi tra il Regno della Terra e la Nazione del Fuoco permisero la costruzione di imprese multinazionali, si iniziò ad esplorare il terreno per eventuali riserve di metallo o cristalli. La Raffineria della Terra e del Fuoco mise su piede proprio dove una volta si era eretta Tienhaishi per estrarre i cristalli, fondando un piccolo villaggio per i lavoratori che in pochi mesi si espanse fino a diventare una città di nome Città dei Gru-Pesci. Altri decenni dopo, questa si evolse ulteriormente fino a diventare Città della Repubblica, la capitale della Repubblica Unita.

Governo e cultura[]

Tienhaishi era stata una monarchia indipendente anche se, in teoria come Omashu, doveva rispondere al Re della Terra. La sua corte si fidava spesso dei veggenti, una pratica ripudiata dal resto del regno perché ritenuta troppo superstiziosa.

La città si vantava di uno spirito di innovazione senza pari che cercava sempre di migliorare, creando innumerevoli opere di arte, di edilizia e di letteratura. L’ultimo Re di Tienhaishi, il marito della forma umana di Lady Tienhai, era stato uno studioso molto intelligente e innovativo, un esempio per i suoi sudditi.

Tienhaishi si affacciava sulla costa con centinaia di case con tetti verdi e ornamenti dorati che salivano per la montagna. Nel suo periodo di massima espansione, le sue strade erano sempre colme di mercanti da tutto il mondo ed era stata piena di vita. Al centro si eresse il palazzo del Re, alto molti piani, con una sala del trono con un angolo adiacente dove i veggenti potevano esercitare la loro arte in presenza del Re.

Trivia[]

  • “Tienhaishi” vuol dire semplicemente “Città di Tienhai” in cinese.
  • A Città della Repubblica, la scogliera dove si trovava la statua di Lady Tienhai, si chiamata tutt’ora “Scogliera di Tienhai”.
  • È interessante che Tienhaishi era considerata il centro della innovazione del Regno della Terra come Città della Repubblica ora lo è ora per il mondo.  
Advertisement