Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

<<<< Articolo principale

Allenare Avatar Korra[]

Tenzin confronta Lin

Tenzin si confronta con Lin per tirar fuori Korra

Nell’anno 170 DG Tenzin era andato al complesso vicino alla Tribù del Sud per allenare Avatar Korra nel suo ultimo elemento, ma dato la situazione instabile a Città della Repubblica, a malincuore dovette spostare l’inizio delle lezioni per un periodo indefinito. La volonterosa Korra quindi propose di seguirlo in città per essere allenata lì, ma Tenzin si rifiutò, affermando che fosse troppo pericoloso. Nonostante quest'ordine, Korra s’imbracò di nascosto su una nave per Città della Repubblica, ma appena arrivata causò dei problemi e venne prontamente arrestata dalla polizia. Il dominatore dell’aria venne informato di questo avvenimento e andò alla stazione di polizia per tirala fuori arrabbiato. Riuscì a convincere Lin Beifong a lasciar cadere le accuse contro il giovane Avatar, affermando che si avrebbe preso lui le responsabilità delle sue azioni e pagò le multe e i danni subiti alla città.

Tenzin arrabbiato

Tenzin arrabbiato con Korra per usare sua madre come scusa

Mentre andavano a prendere Naga, Tenzin rimproverò Korra per aver disobbedito al suo ordine diretto e s’infuriò per la nozione che anche sua madre Katara era stata in favore alla decisione di partire, ignorando la sua opzione che anche l’Avatar era necessario nella città, anche se poi non aveva nulla da obiettare. Senza ascoltare ulteriori affermazioni, ordinò a Korra di tornare subito a casa e insieme andarono in silenzio sull’Isola del’ Tempio dell’Aria. Ma in quella sera Tenzin disse a Korra, che stava già per partire per tornare al polo Sud, che era venuto alla conclusione che forse aveva ragione, questa città aveva bisogno del suo Avatar come non mai e inoltre lei era l'eredità di suo padre. A grande gioia del giovane Avatar la invitò a vivere sull’isola e di iniziare il suo allenamento per il dominio dell’aria.

B1E02 Tenzin Korra 1

Vieta a Korra di seguire il dominio sportivo

La mattina seguente Tenzin e Korra fecero colazione insieme, durante la quale la ragazza invitò il maestro di andare a vedere insieme una partita di dominio sportivo professionale, ma la sola nozione di questo sport fece alterare Tenzin che affermò subito che non fosse altro che una presa in giro delle nobili tradizioni del dominio. Le ordinò di restare assolutamente sull'isola, dato che credeva che Korra aveva bisogno di un ambiente calmo e tranquillo, priva di ogni distrazione, per imparare il dominio dell’aria.

B1E02 TenzinKorra 2

Cerca di consolare la ragazza

Ma già durante la prima lezione Tenzin riconobbe i grandi problemi di Korra in questo settore e capì che la ragione era il fatto che l’aria era l’esatto opposto del suo carattere- esattamente com'era stato per Aang ad imparare il dominio della terra- e le disse di essere paziente. Arrivarono nell’area del tempio dove si trovavano dei cancelli roteanti e le istruisse a passarle senza toccarle usando il flusso delle correnti. La primogenita Jinora le dimostrò come muoversi per passare, mentre Tenzin le spiegò le fondamenta del dominio dell’aria. Ma quando toccò a Korra, dovette osservare il suo fallimento totale e imbarazzante, dove alle fine finì con il sedere per terra.

B1E02 Pema Tenzin

Pema deve calmare il suo marito

La frustrazione sul suo fallimento culminò nel primo litigio serale, quando il maestro dell’aria beccò Korra che stava ascoltando la trasmissione di una gara di dominio sportivo via radio. Senza accettare le sue scuse, il maestro le ordinò di tornare aletto e di seguire gli ordini. Quando il giorno dopo iniziarono con gli esercizi di meditazione, Tenzin le disse di liberare la mente e lo spirito, dato che l’aria era l’elemento della libertà. La risposta secca e sarcastica di Korra invece, che notò seccata che qua sull’isola era tutto tranne libera, lo irritò, chiaro riferimento al litigio della sera prima. La implorò ancora di essere paziente e di prendersi il tempo per permettere di far entrare i suoi insegnamenti nel cuore, ma Korra si era già stufata e lasciò la lezione nonostante le obiezioni di Tenzin.

Tenzin arrabbiato con Korra

Non riesce a crederci...!

Quando Tenzin tentò di farle fare nuovamente l’esercizio dei cancelli roteanti, vide scioccato come, dopo l’ennesimo fallimento, si fece prendere dalla frustrazione e li bruciò in un impeto di furia, disperandosi per la distruzione di un artefatto con duemila anni di storia. I due iniziarono nuovamente a litigare, dove Korra tra l’altro chiamò Tenzin un maestro incapace. Il dominatore rimase di stucco quando l’Avatar si allontanò arrabbiata e non seppe come reagire.

Tenzin tifoso

Tenzin tifa Korra e i Furetti del Fuoco

Quando ore dopo stava cercando Korra per parlare, dovette scoprire che la giovane donna era uscita di nascosto, e tramite la trasmissione radio dedusse che era all'arena di dominio sportivo per gareggiare. Arrabbiato per la sua insubordinazione, la seguì per riportarla indietro, ma quando la sgridò nello stadio, Korra si rifiutò cocciuta, iniziando un'altra lite sull'utilità del dominio dell’aria per l’Avatar. Dopo che Korra era tornata per il terzo round della gara dei Furetti del Fuoco, Tenzin notò però che stava usando i movimenti insegnatole durante l’allenamento per il dominio dell’aria per evitare attacchi nemici. La sua gioia prese il sopravvento e lo fecero persino tifare per un momento per la sua squadra e la loro vittoria, anche se si riprese alcuni secondi dopo, leggermente scioccato per la sua reazione.

B1 E03 Korra Tenzin

Tenzin rimane scioccato dalla rivelazione di Korra

Dopo la gara, Tenzin tornò sull’isola per vedere se riuscivano a riparare i cancelli, poco dopo arrivò Korra e si scusò con lui per essersi arrabbiata ed aver scaricato le sue frustrazioni su di lui. Anche il maestro chiede scusa che, nonostante le stesse sempre dicendo di avere pazienta, era lui che l’aveva persa. Alla fine le fece persino i complimenti per la dimostrazione alla gara di dominio sportivo e ammise che forse era davvero un metodo di allenamento perfetto per una come Korra. Ma l’informazione, che l’Avatar si era unita perennemente ai Furetti del Fuoco e che avrebbe partecipato al campionato fra qualche settimana, lo fece sospirare profondamente.

Quando Korra tornò da lui dopo aver assistito alla “rivelazione” di Amon e gli raccontò come il capo dei Paritari poteva togliere il dominio in modo definitivo, Tenzin si rese conto che la rivoluzione era più pericolosa di quello temuto.

La squadra speciale di Tarrlok[]

Dopo aver realizzato la vera pericolosità di Amon e i suoi Paritari, Tenzin fece parte della riunione d’emergenza del Consiglio della Repubblica Unita che discussero una soluzione a questo problema. Il presidente del Consiglio Tarrlok propose la creazione di una Task Force speciale per attaccare Amon direttamente, ma Tenzin era fortemente contrario a tale idea, affermando che un’azione del genere aumenterebbe ancora la divisione tra dominatori e non-dominatori. Purtroppo Tenzin rimase l’unico membro del Consiglio con questa opzione e dovette arrendersi alla maggioranza.

Tenzin e lo sguardo di Pema

A Pema non piace avere Tarrlok come ospite

Più tardi Tarrlok fece visita all’Isola dell’Aria, interrompendo la preghiera per la cena della famiglia, Tenzin lo fece accomodare nonostante le obiezioni di sua moglie Pema. Il rifiuto di Korra di aggiungersi alla squadra speciale di Tarrlok lo sorprese e interruppe il politico della Tribù dell’Acqua del Nord prima che potesse continuare con i suoi tentativi di convincerla, affermando che Avatar Korra ormai aveva preso la sua decisione. Quando nei giorni successivi la ragazza venne sommersa da regali sempre più costosi, il dominatore dell’aria chiese a Korra se, anche se era felice che abbia rifiutato l’invito di Tarrlok, lo abbia fatto per i motivi giusti e che non era una vergogna avere paura. Al silenzio sospetto di Korra le assicurò che era sempre pronto ad ascoltarla se dovesse sentirne il bisogno.

B1 E04 Korra lacrime

Korra piange nelle sua braccia

Durante il gala di Tarrlok della sala festiva della città, Tenzin dovette badare a Meelo che continuava a combinare guai e allo stesso tempo era in pensiero per la conferenza stampa di Korra, dove la giovane donna annunciò irritata che si sarebbe aggiunta alla squadra speciale di Tarrlok. Dopo la sfida pubblica a Amon, Tenzin volò da Korra per dissuaderla, vanamente. Quando poco dopo la trovò a terra priva di sensi sotto il monumento di Aang, per un attimo temé che Amon le avesse tolto i domini, ma fece un sospiro di sollievo quando la sua preoccupazione si rivelò errata. Korra si buttò nelle sue braccia e finalmente si lasciò andare, piangendo per paura di Amon.

La rivoluzione anti-dominatori[]

Dopo quest’incontro ravvicinato, Tenzin e il Consiglio della Repubblica venne minacciato da Amon di chiudere l’arena del dominio sportivo, altrimenti avrebbero dovuto “affrontare conseguenze serie”. Nonostante la resistenza di Tenzin il Consiglio votò di tenere aperta l’arena dopo l’annuncio di Lin che lei garantiva la sicurezza personalmente. Il dominatore dell’aria le parlò in privato e affermò che stava soltanto facendo il gioco di Tarrlok che la voleva usare come carpo espiratorio in caso di fallimento. La donna rise di questa nozione e constatò che sapeva cosa stava facendo, così Tenzin annunciò di volerla accompagnare per la partita finale.

B1 E06 Korra Tenzin discussione

Korra ha scoperto il suo segreto

Quando Lin lo lasciò da solo, si aggiunse Korra che volle sapere cosa aveva fatto Aang per farsi odiare così tanto da Lin, così Tenzin le spiegò che la colpa era sua. Questo commento indusse in Korra il sospetto che c’era qualcosa tra di loro, magari una relazione amorosa finita male. Questa nozione irriverente fece irrigidire Tenzin che stava già iniziando a spiegarsi, ma si bloccò a metà frase, affermando che non doveva interessarle che era ormai storia vecchia.

Lin e Tenzin seguivano la finale insieme dagli spalti dopo essersi parlati, dove il dominatore dell’aria protestò più volte contro le decisioni dell’arbitro, chiaramente in favore ai Pipistrelli Lupo. Dopo il fischio finale i due vennero colpiti e resi incoscienti da due Paritari con i loro guanti elettrici. Dopo che la situazione era stata chiarita e tutti erano in salvo, Tenzin cercò di consolare la poliziotta che si stava castigando per essere finita nella trappola di Tarrlok, affermando che non era stata l’unica. Successivamente dichiarò che “Città della Repubblica era entrata in guerra”.

Lin Hiroshi Tenzin

Accompagna Sato a fare la sua testimonianza

Più tardi Tenzin assistette Lin nelle ricerche sull'attacco all’arena, aiutando nell'interrogazione di testimoni come Tahno e Hiroshi Sato. Qualche giorno dopo Korra ascoltò per caso come il presidente di Industrie del Futuro rise che le indagini contro la Cavolo Corp. fossero un diversivo perfetto e che “lui” attaccherà presto. Sia Tenzin che Lin erano d’accordo con Korra che questo indicava una connessione tra Sato e Amon, lui aveva sia un movente che i mezzi, così decisero per una seconda interrogazione. Tenzin e Lin lo visitarono alla sua villa, dove il presidente della ditta gli assicurò che le accuse erano infondate e offrì di alla polizia di poter perlustrare le sue fabbriche senza problemi.

Lin Korra Tenzin indizio

Sato è un criminale?

Ma mentre la ricerca non portò i frutti desiderati, Korra ricevette una notizia che qualcuno voleva rivelarli informazioni segrete sotto un ponte. I tre si presentarono all'appuntamento e un lavoratore di Industrie del Futuro rivelò che Hiroshi Sato non solo era un Paritario, ma anche il fornitore principale di armi per loro e che sotto la sua villa si trovava una fabbrica segreta.

Lin, Tenzin, Korra e alcuni ufficiali della polizia investigarono sull’indizio e in effetti trovarono un passaggio segreto che portava a una fabbrica enorme dei Paritari contenente persino carrarmati. Purtroppo dovettero constatare che si era trattata di una trappola tesa da Sato e il gruppo venne attaccato dai Paritari. Tenzin era l’ultimo a cedere e affrontò da solo i carrarmati, ma nonostante una grande battaglia venne sconfitto. Hiroshi ordinò ai suoi uomini di legare i dominatori e di portarli da Amon per strappargli via i domini, ma venne fermato dall’arrivo di Mako e Bolin che iniziavano a portare via lui, Korra e Lin. Ma Sato li stava per catturare prima di riuscirci, ma il tradimento di Asami Sato, che mise fuori gioco sia suo padre che il Tenente, permise al gruppo di scappare, ma dovettero lasciare indietro gli ufficiali di Lin.

Quando la presidentessa della polizia si riprese dall'attacco, annunciò a Tenzin di volersi dimettere dalla sua posizione per colpa dei suoi recenti fallimenti. Il maestro dell’aria volle convincerla a non arrendersi, ma la donna sorrise che non lo faceva perché aveva paura, ma per poter seguire e battere Amon fuori dai vincoli della sua posizione.

Artriti col nuovo capo della polizia[]

B1 E08 Tenzin consola Korra

Consiglia a Korra di meditare per entrare i contatto con Aang

Dopo che i suoi amici si erano stabilizzati al Tempio dell’Aria, Tenzin accompagnò Korra alla centrale della polizia per il giuramento del nuovo capo della polizia, Saikhan. I suoi timori si realizzarono quando durante il suo discorso Saikhan annunciò che per quanto la questione Paritari, il suo diretto superiore era nient’altro che Tarrlok e ovviamente questa cosa gli puzzava.

Dopo la cerimonia i due andarono dal presidente del Consiglio per parlargli, sospettando che era stato lui a aver proposto Saikhan per questo ruolo tenendolo in qualche modo sotto controllo, ma il politico ignorò le sue preoccupazioni. Al ritorno Tenzin parlò con Korra del suo blocco del dominio dell’aria e chiese se forse aveva già potuto entrare in contatto con le sue vite precedenti, così la ragazza gli rivelò di aver avuto una visione di Aang. Commosso, le avvisò di tentare di meditare su quello, dato che credeva che lo spirito di Aang voleva dirle qualcosa.

B1 E08 Tenzin Saikhan

Persino lui si arrabbia ogni tanto

Più tardi Korra contattò Tenzin dal quartier generale della polizia per chiedere aiuto per tirar fuori i suoi amici dalla prigione, dopo che erano stata arrestati per ragioni invalidi. Dopo Saikhan si era rifiutato di lasciargli parlare con loro e in compenso gli disse di rivolgersi a Tarrlok, Tenzin annuì di fare proprio questo la mattina successiva. Ma prima di andarsene, assecondò l’annotazione di Korra che era “il capo della polizia peggiore della storia”.

Alla ricerca di Korra[]

B1 E09 Tarrlok Tenzin Saikhan

Tarrlok gli racconta la sua storia

Il giorno successivo Tenzin venne svegliato da Meelo che si era arrampicato sulla sua faccia per rispondere a sua chiamata per telefono; dopo aver confiscato l’apparecchio da suo figlio, venne a sapere che nel municipio si era verificato un combattimento violento. Quando arrivò sul posto il più presto possibile, gli venne detto che Avatar Korra era stata rapita dai Paritari. Disperato di trovarla, chiamò ogni contatto possibile per ricavarne informazioni sul suo stato, ma venne interrotto da Lin che nel frattempo aveva liberato Mako, Bolin e Asami dalla prigione per aiutarli a trovare Korra.

B1 E09 Tarrlok dominatore sangue

Vittima del dominio del sangue di Tarrlok

Insieme si misero alla ricerca e trovarono un nascondiglio segreto dei Paritari. Confrontando uno del bloccanti del Chi con le accuse, vennero a sapere che erano false, stavolta i Paritari non avevano niente a che fare con questo. Tarrlok aveva mentito sugli eventi al municipio e Tenzin realizzò che era stato lui ad aver rapito Korra.

Il gruppo tornò al municipio, dove Tenzin chiamò al rapporto gli altri membri del Consiglio e Saikhan, accusando Tarrlok di tenere prigioniera Avatar Korra. Ma prima che potevano arrestarlo, il dominatore dell’acqua mostrò al sua vera faccia come dominatore anche del sangue e sottomise tutti i presenti fino a renderli incoscienti. A svegliare Tenzin tempo dopo fu Lin con poca delicatezza e il gruppo ripartì per la sua ricerca usando il bisonte volante Oogi. Trovarono Korra in serata grazie alle chiamate di Naga, che l’aveva portata in groppa fin dalle montagne, e videro che era ferita e stanca. Nonostante questo Lin e Tenzin accorsero e la bombardarono con domande, finché Mako non li spinse da parte, affermando di aveva “bisogno di spazio”.

Città sotto attacco[]

B1 E10 scambio notizie

Korra gli comunica le notizie

Dopo essersi accertati che Korra stava bene, Tenzin, Lin e la squadra Avatar tornò all’isola dell’Aria per cenare con le delizie di Pema. Durante il pasto Tenzin chiese a Korra di raccontare gli avvenimenti vissuti durante la sua cattività e impararono che Tarrlok era il figlio di Yakone, famoso mafioso, e che Amon era “apparso dal nulla” aveva tolto il dominio al presidente del Consiglio. La notizia che Tarrlok ora era un prigioniero di Amon sorprese tutti, cosi Tenzin sospirò che Amon stava diventando audace e che forse voleva porre 'fine ai giochi'.

Prima di avviarsi per assistere alla riunione del Consiglio, Tenzin lasciò a Lin il compito di proteggere la sua famiglia sull’isola. Ma una volta arrivato al municipio, venne dai Paritari, ma riuscì a sconfiggerli, così poté incontrare il servitore del Consiglio che lo informò del rapimento degli altri membri del Consiglio. I due osservarono l’arrivo di alcune navi aeree dei Paritari che iniziavano a bombardare diversi quartieri della città. Il membro del Consiglio si affrettò di raggiungere il quartier generale della polizia per discutere una strategia con il presidente Saikhan. Ma dato che le forze dell’ordine non bastavano per fronteggiare la sfida, Tenzin ordinò che un telegramma urgente venisse mandato alla Forze Unite per chiedere aiuto, ma dovette scappare dal edifico quando venne attaccato con del gas, salvando sé stesso e gli ufficiali presenti creando una bolla d’aria.

B1 E10 nascita Rohan

Da il benvenuto a suo figlio Rohan

Quando il gruppo raggiunse l’aperto, venne attaccato a sorpresa da carrarmati e nonostante gli sforzi uniti vennero ben presto sconfitti. Per fortuna vennero salvato dalla squadra Avatar che li raggiunse appena in tempo, ma la vittoria ebbe breve durata, quando notarono una nave aerea dei paritari prepararsi per attaccare l’Isola dell’Aria.

B1 E10 gruppi divisione

Devono partire subito

Tenzin tornò all’isola in fretta e furia, ma trovò gli invasori essere già sconfitti dai suoi figli e Lin. Corse da sua moglie Pema che aveva appena partorito il suo quarto figlio, Rohan, ma non aveva tempo per godersi il momento tenero, dato che la fuga dalla città era di priorità assoluta per proteggere la stirpe dei dominatori dell’aria. Tenzin avvisò la squadra Avatar di nascondersi fino all’arrivo delle armate delle Forze Unite per tentare un contrattacco. Ma quando Tenzin, sua famiglia e Lin tentarono di scappare su Oogi, due delle navi aeree dei paritari si misero al loro inseguimento. Lin usò i suoi cavi per saltare su una delle navi, riuscendo a farlo precipitare, ma venne catturata durante il tentativo di ripetere l’azione con il secondo. Meelo dichiarò che “quella signora è un eroe”, alla quale Tenzin poté soltanto aggiungersi con sobrietà.

Tenzin e figli catturati da Amon

Amon li usa per la sua campagna anti-dominatori

Ma nonostante il sacrificio di Lin, i Paritari alla fine riuscirono a catturare Tenzin e la sua famiglia per usarle per una presentazione di Amon. Il suo piano era quello di rivelarli durante alla sua cerimonia di vittoria della conquista di Città della Repubblica, e lo fece dopo che Avatar Korra e Mako stavano per andarsene dopo aver fallito a convincere la popolazione che Amon era un bugiardo. A grande shock della ragazza, Tenzin, Jinora, Ikki e Meelo si trovarono sul palcoscenico legati e imbavagliati e Amon annunciò che ora stava per liberare la terra del dominio dell’aria, dato che loro erano i quattro unici dominatori dell’aria rimasti.

Mako attaccò il capo dei paritari, mente Korra liberò Tenzin e i figli che chiese subito cosa ne fosse stata di Pema, Lin e il piccolo Rohan. Il maestro dell’aria le rivelò che sua moglie e il neonato si trovavano in prigione, ma non sapeva nulla di Lin. Mentre Korra liberò i figli, Tenzin si unì a Mako per tenere occupato Amon e i suoi scagnozzi, e quando tutti erano liberi, i dominatori dell’aria scapparono grazie a un diversivo creato da Korra e Mako per andare da Pema e Rohan.

Avatar Korra[]

Dopo la sconfitta di Amon, Tenzin si riunì con sua famiglia, Lin e la squadra Avatar al porto dell’Isola del Tempio dell’Aria. Quando la flotta di sostegno delle Forze Unite arrivò finalmente, gioirono nel vedere che il comandante era Bumi, il fratello maggiore di Tenzin- i bambini furono molto più entusiasti che loro padre.

Tenzin e la sua famiglia accompagnarono Korra nella sua visita a casa sua alla Tribù dell’Acqua del Sud per vedere con ansia se Katara poteva aiutare Korra. Ma l’anziana guaritrice arrivò da loro e dovette annunciare con tristezza che niente stava funzionando e che non riusciva a ridarle i suoi poteri. Tenzin voleva consolare la giovane donna, ma Korra gli passò davanti arrabbiata e delusa e se ne andò su Naga. Mako stava per inseguirla, ma Tenzin lo fermò, dicendo che Korra aveva bisogno di essere da sola per accettare cosa le era successo.

Tenzin finale b1

Fiero della sua allieva

Korra arrivò a un crepaccio sul mare dove crollò a terra piangendo disperata e quando si accorse dell’arrivo di una persona vestito come un Nomade dell’Aria, pensava che fosse Tenzin. Ma in realtà si trattava di Aang, il suo predecessore, che le ridiede i suoi domini. Inoltre acquistò il dominio dell’energia che le permise di ridare i domini alle persone attaccate del potere di Amon. Quando Tenzin vide come Korra dimostrò questo potere su Lin, rimase di stucco e si congratulò con lei chiamandola con reverenza “Avatar Korra".

>>> Libro Spiriti

Advertisement