Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il ventisettesimo capitolo del primo romanzo su Kyoshi "L'ascesa di Kyoshi".

Sinossi[]

Il dolore del colpo è lancinante, a Kyoshi sembra come la sua schiena si fosse spezzata in due e le sue mani sono intorpidite come se le pelle fosse stata bruciata. La ragazza non può impedire di crollare a terra, lasciando cadere il suo copricapo sul pavimento del ring. Mezza incosciente, sente gridare tante persone, la più forte Rangi, e vede i suoi amici con una espressione di orrore sul viso. Xu Ping An le si avvicina mentre Kyoshi si rende conto che quest’uomo deve aver appena dominato un fulmine, un’arte ritenuta impossibile, e cerca vanamente di rialzarsi in piedi. Un attimo dopo si ricorda della spiegazione dei suoi amici che un Lei Tai finisse solo quando il vincitore lo decide per cui era alla merce del suo avversario.

Sparandole un altro fulmine alla schiena, Xu le grida che sia deluso da lei, ha avuto la sua gratitudine e il suo rispetto, ma lo ha buttato via, per cosa? Dopo averle dato un calcio sulla spalla, la sgrida nuovamente per averle mostrato il suo sguardo pieno di condanna ieri sera, ma lui si ritiene al di sopra di ogni giudizio che può fare quello che vuole e che sia il mondo a dover sopportare le sua discrezioni con sottomissione. Continua a colpirla con scariche elettriche continue, ma nessuna di queste fa male come la prima, Kyoshi lo attribuisce alla sua cotta di maglia sotto il suo vestito. Cerca di fingersi morta per attendere un’apertura, ma le grida disperate di Rangi che implorano Xu di fermarsi la svegliano; sente la sua impotenza e si attribuisce responsabile per questa compassione che ritiene debolezza.

L’Avatar inizia ad arrabbiarsi, decisa a farla pagare al capo del Colletti Gialli per torturare la sua ragazza. Afferra la caviglia del criminale, facendo passare gran parte della sua stessa scarica nel suo corpo, il suo grido di dolore strillante è musica nelle orecchie di Kyoshi. In quel momento i suoi occhi iniziano a brillare e sta contemplando se sbatterlo a terra o torcerlo come una barra di ferro, ma alla fine sceglie usare la forza della natura stessa contro di lui. Si alza afferra Xu al colletto, poi si alza molto in alto sulla punta di un tornado di aria e fuoco portandosi dietro il capo dei Colletti Gialli. Sotto di loro, gli altri daofei vengono spinti dietro e di molti i vestiti prendono fuoco.

Xu si copre gli occhi per non guardare i suoi che brillano di una luce intensa e inizia ad avere problemi di respirazione. La voce di Kyoshi cambia, sembra un’insieme di centinaia delle voci sincronizzati delle sua vite precedenti e avverte Xu Ping An che ci sia sempre qualcuno sopra di lui nel giudizio Per qualche secondo, la ragazza teme di essere diventata una marionetta alla loro volontà collettiva, ma il suo intuito le dice che invece ha il pieno controllo; le voci possono darle indicazioni ed eloquenza, inoltre molti di loro stanno disapprovando quello che sta per fare, ma è la decidere, così li ignora. Decisa ad fargli aprire gli occhi, chiede a Xu cosa farà adesso, sapendo che le sue azioni avessero delle conseguenze. Ma gli occhi del criminale mostrano, a parte il terrore, soltanto la profonda indignazione di una persona che non può accettare che qualcuno sia più forte e potente di lui. Le sputa addosso una fiammata, ma l’Avatar la evita con un cenno della testa. Questo attacco le rivela che Xu sia un dominatore del fuoco e che la sua abilità quindi una sua perfezione, ma in quel momento decide di farla finita. A suo rammarico, deve dare ragione a Lao Ge e Jianzhu che persone miopi come Te e Xu siano solo dei parassiti che odiano le stesse strutture che sfruttano e che non si rendono conto che possono esistere solo grazie alla carità che il mondo gli stia concedendo. Decretando che Xu ha appena esaurita la sua, apre soltanto la mano e lo fa cadere a morte da dozzine di metri di altezza.

Quando Kyoshi tocca di nuovo terra, nota che le fiamme si sono spente e che i daofei si sono sparpagliati; Mok ed alcuni altri trascinano via la salma di Xu sparendo nella risaia. Wai continua a fissarlo con la bocca spalancata, finché non gli ordina di sparire, cosa che il criminale fa dopo un inchino rispettoso. Gli seguono i daofei rimasti, tra cui i pochi sopravvissuti della setta Kang Shen, lasciando i membri della Compagnia dell’Opera Volante da soli. Questi sbucano da un nascondiglio e le chiedono se sia di nuovo lei con espressioni di sorpresa, adulazione e paura. Kyoshi dichiara di essere stata perfettamente conoscente durante l'intera battaglia, quindi sa di aver ucciso Xu Ping An con le sue mani. I suoi amici esitano a venire da lei, il che le dispiace, persino Rangi che si dimostra spaventata dal potere che un Avatar potesse generare. Mentre sente che le ginocchia le stanno cedendo, la sua ragazza le fece notare le sua mani con un tono inorridito. Kyoshi le alza e vede che sono piene di bruciature, gli effetti del fulmine di Xu, ma per ora il dolore non ha ancora raggiunto il suo cervello. Mentre Kirima grida di trasportarla da un guaritore, la sua visone inizia ad offuscarsi e sta per cadere. Lek cerca di sorreggerla il meglio possibile, ma in poco più di due minuti il dolore le fa perdere conoscenza.

Note[]

Continuità[]

  • Xu Ping An provoca accidentalmente lo Stato dell'Avatar in Kyoshi torturando mentalmente la sua ragazza Rangi, il che ricorda come il Generale Fong in "Potenza e vulnerabilità" ha spinto Aang ad entrare nello Stato dell'Avatar minacciando la vita di Katara.
  • La decisione di Kyoshi di ignorare i consigli delle sua vite precedenti e di uccidere il suo avversario ricorda Aang che fa lo lo stesso in "La Cometa di Sozin, quarta parte: Un mondo nuovo". Si differenzia comunque nell'atto finale: mentre Kyoshi uccide Xu Ping An mentre le sua vite volevano risparmiarlo, Aang risparmia Ozai mentre le sua vite volevano ucciderlo.

Rivelazioni[]

  • Nonostante essere entrata nello Stato dell'Avatar solo per la terza volta, Kyoshi dimostra già un alto grado di controllo su di esso, il che normalmente indica di essere un Avatar pienamente realizzato.
  • Kyoshi compie il suo primo assassinio.

Riferimenti[]

  1. Ehasz, Aaron, Ehasz, Elizabeth Welch, Hedrick, Tim, O'Bryan, John (writers) & Volpe, Giancarlo (director). (March 17, 2006). "The Avatar State". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 1. Nickelodeon.
  2. ↑ DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 4: Avatar Aang". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 21. Nickelodeon.
  3. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan (September 16, 2008). "Sozin's Comet Part 4, Avatar Aang" commentary. Avatar: The Last Airbender – The Complete Book Three Collection.
  4. ↑ Ehasz, Aaron (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 2: The Old Masters". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 19. Nickelodeon.
  5. ↑ DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Volpe, Giancarlo (director). (December 1, 2006). "The Guru". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 19. Nickelodeon.
Advertisement