Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è un predatore pericolosissimo che vive nelle dune infinite del deserto Si Wong, nel Regno della Terra. Può "nuotare" nella sabbia come nell'acqua alla ricerca di prede e attacca di sorpresa.

Storia[]

n esemplare di questa specie elusiva stava “nuotando” nella sabbia del quarto quadrante del deserto Si Wong quando si accorse di una sorta di commozione in superficie e andò a nuotare intorno alla sorgente di questo trambusto. Si trattava di un’aeronave del Regno della Terra che era precipitata nel deserto dopo che l’Avatar Korra e Asami Sato si erano liberate dalla loro prigionia e, inavvertitamente, la donna del sud aveva causato danni così ingenti che il velivolo precipitò. Lo squalo della sabbia fece dei giri di perlustrazione intorno agli umani rimanendo per ora nascosto sotto la sabbia.

B3 E10 squalo deserto aeronave

Guastafeste...!

I suoi movimenti però vennero notati per prima da Asami che avvertì Korra e i soldati dell’aeronave che però in un primo momento la accusarono di avere delle allucinazioni, in un secondo momento pensavano che si trattasse di uno spirito. Fortunatamente, presero la situazione abbastanza sul serio da collaborare per riparare il dirigibile sotto la guida dell'ingegnera che completarono dopo alcune ore di lavoro sotto il sole cuocente. Giusto pochi secondo dopo il riavvio dei motori e le prima grida di gioia degli umani, lo squalo si fece vedere quando attaccò il velivolo sospeso in aria mordendolo con le sue fauci immense e spezzandolo in due. Dopo aver capito che aveva azzannato soltanto un mucchio di metallo, si ritirò nel suo regno per tentare un nuovo agguato agli umani ora avvertiti della sua presenza.

Squalo sabbia bocca

Li stava quasi per beccare!

L’animale fece un altro tentativo poco dopo quando Asami aveva appena finito la costruzione di un veliero della sabbia con i resti del dirigibile che poteva ancora usare. Ormai inferocito, lo squalo tentò più volte di divorare gli umani, ma questi scapparono con il loro mezzo di trasporto improvvisato e grazie al dominio dell’aria di Korra. Dopo il secondo tentativo andato a vuoto, l’animale sparì sotto la sabbia per alcuni secondi per prendere la rincorsa e scaraventare il velivolo nell'aria dove era sicuro di poterlo azzannare senza problemi. Il suo piano stava quasi per funzionare, ma Korra riempì le sua fauci con una palla di fuoco incandescente che lo costrinse ad abbandonare l’attacco all'ultimo. Questo gli bastò come lezione e li dovette lasciare fuggire.  

Anatomia[]

Uno squalo della sabbia è una creatura mostruosa che è molto più grande di un dirigibile del Regno della Terra. È un pesce gigante di colore marrone sulla schiena e crema sul ventre, lunga la spina dorsale mostra una pinna che viene sorretta da chiglie appuntite. Ha due pinne ventrali anteriori possenti mentre quelli posteriori sono più piccoli, entrambe le paia vengono usate per stabilizzare il movimento dell’animale nella sabbia.

La sua arma principale é la sua bocca gigante che si apre per quasi metà della sua lunghezza corporea e raggiunge una larghezza di quasi venti metri. Al suo interno si vedono otto righe di denti: due per ogni mascella e altre quattro per le guance, anch'esse ornate da denti affilati. Questi denti sono incastrati tra muscoli di colori appariscenti delle guance che permettono all'animale di aprire e chiudere la bocca come un armadio anche di lato. Come particolarità, uno squalo della sabbia ha tre righe di branche su ogni lato del collo, che per una vita sulla terra ferma non sono necessari.

Comportamento[]

Lo squalo della sabbia è un predatore solitario che si muove costantemente nel mare di sabbia in cerca di prede. A parte la sua pinna dorsale, rimane nascosto dalla vista delle sue vittime che spesso notano solo un movimento delle dune. Quando trova una potenziale preda, si nasconde in profondità per poi saltare fuori all'improvviso e scaraventarla in aria dove, normalmente, é incapace di difendersi e finisce direttamente tra le sue immense fauci. L’animale riesce a “nuotare” nella sabbia con una velocità sorprendente, superando un veliero della sabbia spinto dal dominio dell’aria.  

Connessione[]

Lo squalo della sabbia somiglia ad animali appartenenti al genere dei lamniformi, conosciuti anche squali toro, cagnaccio, volpe o mako. La sua bocca invece è molto simile a quello del genere Neoclinus blanchardi (in inglese “sarcastic fringehead”), un pesce d’acqua salata dell'oceano pacifico, appartenente alla famiglia dei chaenopsidae che é famosa per una bocca con mascelle estendibili di colori molto appariscenti.  

Trivia[]

  • In origine, lo squalo della sabbia doveva somigliare a uno squalo martello.  
Advertisement