Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


E' uno spirito ibrido (in originale Dragon Eel-spirit) che dopo l'apertura dei portali degli spiriti si era insediato nella Foresta degli Spiriti di Città della Repubblica. Non si fida degli esseri umani e non vuole essere coinvolto nei loro litigi, e ogni tanto si dimostra addirittura aggressivo nei loro confronti.

Storia[]

Rifiuto di aiutare l'Avatar[]

Lo spirito rifiuta la richiesta dell'Avatar

Quando il potere di Kuvira iniziò a minacciare anche gli spiriti che avevano preso casa a Città della Repubblica, lo spirito Anguilla-Drago si ritirò all’Albero del Tempo nel Mondo degli Spiriti. Era lì che ricevette visita da parte dell'Avatar Korra che chiese aiuto agli spiriti per difendere la città, ma lo spirito reagì con freddezza e dichiarò che gli spiriti non s’intrometteranno nei conflitti umani. Korra ribatté dicendo che lui e gli altri spiriti si erano messi dalla parte di Unalaq nella sua campagna per l’oscurità, ma lo spirito la corresse affermando che l’ex capotribù del Nord aveva abusato del potere di Vaatu durante la Convergenza Armonica e aveva costretto gli spiriti a combattere per lui. Nonostante i giuramenti dell’umana che non voleva costringere nessuno a fare qualcosa, lo spirito concluse che alla fine volesse la stessa cosa che voleva Kuvira: usare gli spiriti come armi in questa guerra tra umani. Ripetendo che gli spiriti non si intrometteranno, sparì e gli altri spiriti seguirono il suo esempio.

Lo spirito tornò alla foresta degli spiriti dopo la sconfitta di Kuvira e la creazione di un terzo Portale degli Spiriti nel cuore di Città della Repubblica. Più tardi lo si vide volare intorno ad esso mentre Korra e Asami s’incamminarono per la loro vacanza nel Mondo degli Spiriti.

Alla difesa del Mondo degli Spiriti[]

Avverte Korra di ritenerla responsabile del portale

Spaventa Keum

Lo spirito continuava sempre il suo volo anche quando alcuni giorni dopo le due donne tornarono nel Mondo Materiale, osservando una discussione accesa tra i dominatori dell’aria e l’imprenditore Wonyong Keum. Si tenne ancora a una certa distanza, ma quando Keum annunciò con voce decisa che il terreno intorno al portale apparteneva a lui e quindi poteva farne ciò che voleva, lo spirito gli si avvicinò infuriato e lo accusò di essere solo “un altro umano che si rifiuta di rispettare quello che è sacro”. Dopo aver chiarito che possedere questo territorio non gli dava il diritto di saccheggiare e depredare il Mondo degli Spiriti, lo spirito Anguilla-Drago si rivolse all'Avatar Korra e la spinse a chiudere il portale, dato che non avrebbe mai dovuto esserci e rischiava di rendere il suo mondo vulnerabile. L'umana gli chiese la ragione per il suo inaspettato interesse nei conflitti umani, ricordandosi del loro precedente incontro e il suo rifiuto di intromettersi nel conflitto con Kuvira. Lo spirito rispose che la ragione era questo portale nel cuore di una metropoli e che non aveva altra scelta per poter proteggere i suoi simili. Quando Korra si rifiutò di esaudire la sua richiesta, affermando che la nuova energia spirituale abbia un effetto armonico sui cittadini di Città della Repubblica, lo spirito le concesse il beneficio del dubbio e si ritirò, ma non senza avvertirla che sarà lei la responsabile della protezione del portale.  

Attraversa Tokuga di netto

Lo Spirito Anguilla-Drago tornò durante l’attacco della triade del Triplo Terrore ai dominatori dell’aria che stavano difendendo il portale. Emergendo dal portale a capo di diversi spiriti, quasi tutti ormai diventati oscuri, lo spirito gli ordinò di proteggere il portale, spingendo gli altri spiriti ad attaccare i criminali. Vennero fermati da Korra che li implorò di cessare l’attacco, ma lui si rifiutò e le ripeté che era sua la responsabilità di proteggere questa zona e aveva fallito. La furia dello spirito aumentò quando Korra fece notare che le sue azioni peggioravano solo il conflitto, ma lo spirito rispose che erano stati gli umani ad aver iniziato questa battaglia e che uno di loro doveva pagarne le conseguenze. Diventando uno spirito oscuro, lo spirito Anguilla-Drago si buttò infuriato su Tokuga, capo della Triade del Triplo Terrore. Inizialmente Korra lo inseguì per fermarlo, ma lo lasciò fare quando dovette correre in aiuto di Asami, permettendo quindi che lo spirito attaccasse il criminale indisturbato. Gli passò attraverso e lo fece accasciare a terra per lo shock, e con una voce tetra lo informò che lo riteneva responsabile di aver disturbato il portale e che d’ora in poi doveva vivere con le conseguenze delle sue azioni. Con un secondo attacco, lo spirito attraversò Tokuga un’altra volta, stavolta deformando il suo corpo. Soddisfatto della sua vendetta, lo spirito Anguilla-Drago tornò nel suo mondo, ordinando agli altri spiriti di seguirlo.

Per fortuna accetta il compromesso!

Quando alcuni giorni dopo Korra e Asami guidarono l’aeronave di Tokuga attraverso il portale per evitare che i cittadini venissero feriti dal gas tossico, lo spirito Anguilla-Drago apparve davanti agli umani infuriato per la loro irruzione indesiderata. Si confrontò nuovamente con l’Avatar e gli chiese se non era ancora soddisfatta dei problemi che stava causando al suo mondo e ripeté che, finché quel portale resterà aperto, umani e spiriti saranno sempre in conflitto. Alla risposta di Korra che insieme potranno trovare la pace, lo spirito si rivolse ancora una volta a Wonyong Keum e chiese come poteva esserci la pace finché gente come lui aveva intenzione di rovinare il Mondo degli Spiriti. La sua furia stava per convincere Korra di aver ragione, finché, inaspettatamente, sentì Keum che proponeva di rinunciare al suo diritto sul terreno intorno al portale. Scettico, gli chiese spiegazioni sul perché dovrebbe farlo, ricevendo come spiegazione che l’uomo si era pentito di aver causato tante ostilità e che vorrebbe supportare l’Avatar per portare la pace. Dopo qualche momento di considerazione, lo spirito accettò questa motivazione e tornò normale, affermando che, se questo fosse vero, abbandonerà i suoi intenti bellicosi e lascerà tutto nelle mani del futuro. Ma prima di andarsene ricordò a Korra che la terrà d’occhio e se le cose non dovessero migliorare, si rivedranno presto.

Trivia[]

  • Lo spirito è stato creato da Angela Song Mueller ed è uno dei preferiti di Bryan Konietzko
  • È il primo spirito dopo secoli ad aver posseduto un essere umano, ma soltanto per pochi secondi
  • Dimostra come uno spirito può diventare oscuro solamente per colpa della rabbia
Advertisement