Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Uno shirshu è un animale molto grande che si trova nel Regno della Terra del Sud dove vive sottoterra. È cieco, ma possiede un senso dell’olfatto sensibilissimo e secerna dalla bocca un veleno che paralizza le sue vittime, entrambe le abilità lo rendono un partner perfetto per cacciatori di taglie. Tuttavia, è molto raro.

Storia[]

Già prima dell’era di Kyoshi, shirshu erano stati usati da Monarchi della Terra per cacciare ed eliminare nemici politici, ma intorno all'era di Kuruk non venne più avvistato nel suo habitat naturale e dato per estinto, diventando una sorta di leggenda metropolitana.

Nei primi anni dell’era di Kyoshi, il direttore del dipartimento di zoologia dell’Università di Ba Sing Se, il professor Shaw, riusci a procurarsi una collezione di questi animali rari che aveva trovato durante una spedizione. Poco dopo, nell’anno 296 AG, mandò una coppia a Hei-Ran e Jianzhu dopo che il Saggio della Terra era riuscito a convincere la sua alleata a mandare una lettera dove dichiarava che voleva portarli alla Nazione del Fuoco come parte di un tour di alleanza tra le due nazioni. In realtà, lei e Jianzhu avevano in mente di usarlo per rintracciare le fuggitive Kyoshi e Rangi.

Poco dopo aver avvertito l'odore di Rangi, uno dei shirshu di Shaw s’incamminò verso Hujiang nelle montagne Taihua dove causò grande panico e danni prima di venir ucciso da un gruppo di daofei del posto. L’altro esemplare localizzò Rangi nel villaggio di Zigan dove vennero creati dei dardi avvelenati con la sua saliva che vennero poi usati per paralizzare Kyoshi e rapire Rangi. Il veleno uccise il loro amico Lek che venne colpito per sbaglio e morì per una reazione allergica che causò uno shock anafilattico.

L1 E15 June Shirshu

Nyla trova il clandestino

Alcuni mesi dopo, mentre stava aggiornando Rangi riguardo i suoi sforzi di trovare il loro amico diventato nemico, Yun, Kyoshi si lamentò del fatto che non avevano uno shirshu.

Durante la Guerra dei Cent’anni, un cacciatore di taglie famoso ricevette uno shirshu come pagamento da un collezionista di animali rari che regalò poi a sua figlia June. Questa lo battezzò Nyla e divenne la sua compagna inseparabile e asso nella manica nelle sue missioni.

L1 E15 June raggiunge Katara

June trova Katara

Nei primi mesi dell’anno 100 DG, Nyla rintracciò un passeggero clandestino sulla nave di Zuko e Iroh sul quale pendeva una taglia. Impressionato da tale abilità, i due nobili la assoldarono per trovare anche Aang e riuscirono a raggiungere il Team Avatar usando l’odore di Katara. Dopo aver catturato lei e Sokka, Nyla li guidò a un’abbazia dove si scontrò con Appa e gli altri, ma venne sconfitta dai due fratelli del Sud che usarono i profumi prodotti dalle suore per accecarla. Confuso e sorpreso da quest’onda di profumi inebrianti, lo shirshu entrò nel panico e colpì June e Zuko con la sua lingua prima di scappare via nella foresta.

L3 E19 June Nyla

Si vergogna di aver fallito a trovare Aang

Mezz’anno più tardi, il Team Avatar chiese a June e Nyla di cercare Aang che era sparito poco prima della Cometa di Sozin. Quando lo shirshu fallì a trovare una sua traccia, Zuko gli fece cercare invece suo zio Iroh. Grazie a un suo sandalo, trovò la sua traccia e portò il gruppo fino a Ba Sing Se.

Dopo la fine della guerra, Zuko la assoldò nuovamente per trovare sua madre Ursa, sua madre dispersa da anni. Purtroppo, le ricerche non diedero frutti.

Anatomia[]

Lo shirshu é un animale abbastanza grande da poter usato come animale di soma per tre persone. Ha una pelliccia di varie tinte di color marrone, più scuso supra e più chiaro nella zona addominale. Ha quattro zampe muscolose che terminano in artigli affilati.

L1 E15 June erborista

Può portare più di tre persone

Non ha occhi, per cui si affida esclusivamente al suo senso dell’olfatto sensibilissimo. Possiede un moccio allungato e muscoloso che termina in tenti tentacolini di color rosa intorno alle narici che usa per rintracciare gli odori. In pratica, il suo anso gli permette di “vedere” e di orientarsi con grande maestria. È capace di avvertire un odore particolare a una distanza di centinaia di chilometri, il che lo rende uno segugio perfetto.

A parte i suoi artigli affilati che sua per scavare, possiede un’altra arma segreta e pericolosa, ovvero la sua bocca. Circondata da denti affilati ha un lingua lunghissima che sua come una frusta con una punta più spessa con papille triangolari. La sua saliva contiene un veleno paralizzante potentissimo e con al sua lingua lunga più di cinque metri, colpisce le sue vittime. Dipendentemente dalla stazza della vittima, il suo veleno la paralizza completamente o la stordisce solo, il periodo di efficacia varia da alcuni minuti ad alcune ore. Normalmente, il veleno paralizza solo i muscoli volontari ma lascia la vittima cosciente, ma incapace di muoversi.

Comportamento e abilità[]

Shirshu addomesticati vengono usati come segugi, possono trovare un odore particolare a centinaia di chilometri di distanza, paralizzare la vittima da una distanza di sicurezza, sono velocissimi corridori che possono coprire grandi distanze senza stancarsi. Inoltre sono bravi a scavare che gli permette di disabilitare trappole fatte col dominio della terra. Il suo veleno é molto pregiato e ricercato per fabbricare dardi avvelenati per la cattura di persone senza ucciderli. Tuttavia, dato che le tossine del veleno circolano anche nella carne dello shirshu anche dopo la sua morte , non è consumabile.

Nonostante la sua stazza, lo shirshu é molto agile e capace di difendersi anche contro molteplici avversari. I suoi artigli e le sue fauci sono armi per il combattimento ravvicinato, anche se normalmente il nemico non riesce neanche ad avvicinarsi prima di venir colpir dalla sua lunga lingua. Il suo punto di forza è anche il suo punto debole, ovvero il suo naso sensibilissimo: un colpo ben assestato al suo naso è molto doloroso mentre odori troppo forti lo “accecano”, portando alla ritirata oppure persino ad un attacco di panico.

Nyla, uno shirshu addomesticato, possedeva un carattere determinato, obbediente e socievole. Era molto attaccato alla sua padrona che rispettava anche quando ogni tanto la sgridava e tentò di leccarla in segno di affetto. Si dimostrava persino amichevole con Appa che aveva affrontato in combattimento alcuni mesi prima; i due animali iniziarono a ringhiare per poi calmarsi, Nyla permise al bisonte volante persino di leccargli la faccia.

Quando June glielo ordinava, Nyla poteva diventare molto feroce e rispose immediatamente ai comandi della sua padrona. Quando fallì a trovare la traccia di Aang, si accovacciò imbarazzato e cercò di chiedere umilmente perdono.

Connessione con animali reali[]

Lo shirshu é una chimera tra un formichiere gigante, un lupo e una talpa dal naso a stella, il che lo rende l’unico animale composto tra tre specie a parte l’alce -leone dalle denti a sciabola. Come la talpa, lo sua per identificare una preda anche se é cieca, anche se, ovviamente, quella dello shirshu é molto più sensibile. Come tante specie di talpe, anche lo shirshu è velenoso per le sue vittime.

Trivia[]

  • Nelle due occasioni in cui dovevano trovare un Avatar sono stati invece mandati a trovare la loro compagna, ovvero Rangi e Katara.
  • Il suo veleno era stato usato per i dardi avvelenati che i mercanti del deserto hanno usato per tranquillizzare Appa, ma hanno dovuto usare molti dardi, dato che uno non bastava contro un bisonte volante.
  • Il Loto Rosso ha usato dardi avvelenati per rapire Korra a Zaofu, il che vuol dire che esistono ancora degli esemplari.
  • In “Conclusioni”, Jianzhu nota che shirshu possono solo trovare di persone vive e non di persone decedute, ma in “La Cometa di Sozin, parte due” June dichiara che Nyla potrebbe trovare Aang anche se fosse morto.
  • Le tossine del veleno shirshu possono causare reazioni allergiche.  
Advertisement