Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Senna è una donna natia della Tribù dell'Acqua Meridionale, moglie di Tonraq e madre dell'Avatar Korra.

Storia[]

140 (circa) - 170 DG[]

Qualche tempo dopo essere stato esiliato dalla sua Tribù dell'Acqua del Nord, Tonraq incontrò Senna e se ne innamorò. I due si sposarono e si aspettavano una vita tranquilla senza tante sorprese. La loro relazione venne premiata nel 153 con la nascita della loro unica figlia Korra.

Orgogliosi, Senna e Tonraq salutano il Loto Bianco

Dopo che fu chiaro che la bambina fosse il nuovo Avatar, nel 157 Senna chiese la presenza del Loto Bianco che mandò tre emissari alla Tribù dell'Acqua del Sud per investigare sulla veridicità dell'affermazione. Quando il rappresentante del Loto Bianco dichiarò che avevano già visto tanti falsi allarmi, la donna sorrise dicendo che la loro ricerca per il nuovo Avatar era conclusa. Alla loro espressione scettica, Senna chiamò Korra e la bambina sorprese i membri del Loto Bianco buttando giù il muro e dichiarando di essere l'Avatar, dimostrandolo subito usando ben tre elementi davanti a loro.

Senna aiuta Katara ad alzarsi dopo essere stata atterrata da Korra

Qualche tempo dopo Senna assistette a una delle lezioni per il dominio dell'acqua di Katara e corse in aiuto dell'anziana dominatrice dopo che Korra in un impeto di euforia l'aveva travolta con un cumulo di neve. La aiutò a rialzarsi e si scusò per sua figlia, affermando che la bambina ancora non conosce bene la sua forza. Quando la famiglia si ritirò in casa per una bufera in avvicinamento, Senna si chiese se gli ululati che sentiva appartenessero a dei cani polari, cosa che Tonraq confermò preoccupato. La piccola famiglia si mise a letto, aspettando la fine della bufera.

Ma quando la mattina seguente trovarono il letto di Korra vuoto, si misero subito alla sua ricerca. Perlustrarono la tundra ghiacciata e dopo un po' Senna trovò un cumulo di neve che a lei sembrava di origine artificiale, e chiamò suo marito. Tonraq lo aprì con il suo dominio e dentro i parenti trovarono la piccola Korra che stava dormendo accanto a un cucciolo di cane polare. Sollevata, Senna si chiese come la bambina poteva essere sopravvissuta a una notte all'aperto, in mezzo a una bufera di neve e da sola, ma Korra le spiegò che non era stata da sola, c'era stata anche Naga con lei. Gliela presentò con grande gioia e orgoglio e chiese se potevano tenerla. La donna non sapeva che dire e reindirizzò la domanda a Tonraq che la fece tornare a lei. Alla fine fu Katara a convincerla a farle tenere Naga, affermando che ogni Avatar aveva al suo fianco un compagno spirituale e molto probabilmente Korra aveva appena trovato il suo. E forse era anche la cosa migliore per una bambina con così tanta energia da vendere.

170 DG (Libro Uno)[]

Dopo aver deciso di partire, Senna e Tonraq salutano la loro figlia

Tredici anni dopo Korra conquistò il titolo di maestra del dominio del fuoco e stava per partire alla volta di Città della Repubblica per raggiungere Tenzin, così Senna dovette salutare sua figlia per un futuro incerto come Avatar. La abbracciò fortemente, ribadendo che la amava, prima di lasciarla andare.

Alcuni mesi dopo Korra tornò a casa con i suoi amici e una brutta notizia: le erano stati rubati tre dei quattro domini da Amon e ora sperava nelle capacità curative di Katara. Era molto triste nel vedere sua figlia, normalmente così energica e positiva, diventare presto depressa e arrabbiata dopo la cattiva notizia che neanche Katara poteva aiutarla. Fortunatamente, dopo che Korra scappò da casa, si connesse con lo spirito di Aang che le aveva ripristinato i suoi poteri mancanti, così Senna poté poi assistere con tanto orgoglio a come l'Avatar Korra ridiede il dominio a Lin, dimostrando di aver raggiunto lo Stato dell'Avatar.

171 DG (Libri Due e Tre)[]

Senna calma gli animi bollenti dopo l'arrivo di Unalaq

Sei mesi dopo Korra tornò dalla sua tribù per festeggiare il Festival degli Spiriti dei Ghiacciai, e Senna la aspettò al porto e la salutò gioiosa. Quando Tonraq reagì con ostilità all'arrivo di suo fratello Unalaq, capotribù del Nord, Senna la calmò dicendo che non durerà molto. Più tardi si unì al banchetto in onore di Unalaq.

Senna cerca di far ragionare sua figlia

Quando le tensioni fra Korra e suo padre si intensificarono, Senna prese sua figlia da parte per scoprire cosa la stava turbando. La ragazza affermò che era arrabbiata con lui per le sue decisioni segrete, così Senna tristemente le spiegò il ragionamento dietro queste decisioni. Pose enfasi sul sentimento di aver voluto tenere la famiglia unita e che, tenendola chiusa nel complesso vicino alla loro tribù, erano stati in grado di offrirle almeno un'infanzia parzialmente normale. Quando Korra si arrabbiò con lei, Senna affermò che non era realistico pensare di poter risolvere i problemi fra le due tribù dell'acqua, che andavano avanti da decenni, in pochi giorni. Inoltre espresse la sua paura che Korra rischiava di rimanere coinvolta nel ben mezzo di questo conflitto pronto a scoppiare, ma la giovane donna la ignorò e se ne andò.

la piccola famiglia si abbraccia

Korra tornò il giorno dopo per scusarsi, Senna affermò che aveva sempre temuto il momento in cui il mondo avrebbe avuto bisogno di lei e lei non più di esso, ma Korra lo negò e la abbracciò, dicendo che avrà sempre bisogno dei suoi genitori. I tre si abbracciarono felici, ma il momento tenero venne bruscamente interrotto dall'arrivo di Unalaq e dei suoi uomini che annunciò che Tonraq e Senna stavano per essere arrestati per essere parte di una cospirazione per tramare la sua morte. La donna venne portata via in manette e sua figlia dovette assistere impotente.

Senna e Korra sentono la sentenza di Tonraq

Durante l'udienza Senna ascoltò le dichiarazioni del giudice Hotah e le testimonianze di Korra e Unalaq riguardo gli eventi intorno al tentato rapimento del capotribù del Nord. Dopo la conferenza il giudice dichiarò che Senna venisse assolta, e la donna corse da sua figlia per abbracciarla sollevata, ma la sua gioia sparì quando Hotah annunciò che Tonraq e gli altri ribelli vennero condannati a morte. Unalaq poi cambiò la sentenza in prigione a vita.

Korra consola sua madre

Più tardi Senna e Korra visitarono Tonraq in prigione e lo abbracciarono tristi. L'Avatar voleva tentare di farlo scappare, ma l'uomo la fermò, temendo che un'azione del genere potrebbe far scattare una guerra civile. Una volta tornata a casa sua, Senna crollò a terra piangendo e sua figlia la consolò. Vedere sua madre così disperata spinse Korra a confrontarsi nuovamente con Hotah e con la minaccia di farlo divorare da Naga lo fece confessare: era stata tutta solo una strategia di Unalaq per far tacere Senna e portare Korra dalla sua parte, e tutto con il vantaggio di liberarsi di suo fratello.

Senna racconta tutto a Korra

Quando settimane dopo Korra tornò al Sud con i suoi amici, Senna accolse sua figlia con un caloroso abbraccio, esprimendo la sua gioia per il suo ritorno. Quando la giovane donna volle sapere di suo padre, la informò in lacrime che Unalaq aveva estirpato i ribelli del Sud e catturato Tonraq. Accompagnò il gruppo da Katara che si stava prendendo cura dei tanti feriti, tra cui anche Jinora.

La coppia gioisce nel sentire che Korra stava bene

Senna rimase lì anche dopo che suo marito venne liberato, e a lei si aggiunse Asami. Era presente anche quando lo spirito di Jinora tornò nel suo corpo e abbracciò suo marito con lacrime di gioa alla notizia che Korra stava bene e aveva salvato il mondo. Ma alcune settimane dopo, Korra venne rapita e avvelenata da Zaheer, la sua condizione era molto seria. Senna viaggiò a Città della Repubblica raggiungendo suo marito per consolare ed assistere a sua figlia ancora confinata su una sedia a rotelle per le gravi ferite subite. La abbracciò prima di entrare nel Tempio dell'Aria per poi assistere alla cerimonia in onore di Jinora.

Senna implora Korra di lasciarsi aiutare

Il giorno dopo insieme a Tonraq, Naga e Kya attese sulla nave diretta per la patria, e Korra salutò i suoi amici. Nelle tre settimane seguenti dovette assistere a come la gioiosa Korra si era ridotta a un'ombra di sé stessa: non dormiva e non mangiava ed era perseguitata da terribili incubi ricorrenti. Una notte la trovò da sola in terrazza e le chiese se anche stavolta non era riuscita a dormire, inginocchiandosi accanto a lei preoccupata. Nonostante non voleva farle troppo pressione, non poté più resistere nel vederla così depressa e la spinse a consultare finalmente la maestra Katara. Quando Korra finalmente annuì, Senna espresse la sua fiducia in lei di riuscire a migliorare, dopodiché la abbracciò dicendo che la amava sempre, qualunque cosa fosse accaduta.

173 DG[]

Korra annuncia di voler tonare dai suoi amici

Dopo due anni di riabilitazione di Korra, Senna notò che sua figlia stava soltanto giocando con il suo pasto e chiese se c'era qualcosa che non andava. Alla risposta tentennante che Korra stava pensando di far ritorno a Città della Repubblica, Senna reagì dubbiosa, sapendo bene che non si era ancora ripresa abbastanza. Ma dato che Korra insisteva ed era la cosa migliore da fare ora, non si oppose ulteriormente.

Qualche giorno dopo salutò Korra che partiva sulla sua zattera verso Città della Repubblica.

174 DG (Libro Quattro)[]

Dopo la sconfitta dell'armata di Kuvira, Senna venne invitata alle nozze di Varrick e Zhu Li Moon sull'Isola dell'Aria. Durante la festa era seduta accanto a suo marito e vicino alla coppia presidenziale Raiko e Buttercup.

Senna e Tonraq sono felci della notizia che Korra sta insieme ad Asami

Più tardi la coppia tornò alla Tribù dell'Acqua del Sud dove ricevettero visite da Asami e Korra che erano tornate dalle loro vacanze nel mondo spirituale. Sorpresa ma anche felice di questa visita inaspettata, Senna abbracciò le due donne e chiese loro delle vacanze: Asami raccontò che hanno dovuto interrompere il viaggio e le propose di continuare il racconto a cena.

Felice di avere una nuova presidentessa

Durante il pasto ripeté la sua domanda sugli eventi delle vacanze, ma ben presto notò la nervosità di sua figlia. Dopo averla assicurata che poteva parlare con lei di qualunque cosa, fu felice di sapere che Korra aveva iniziato una relazione romantica con Asami e le abbracciò di nuovo. Ma l'atmosfera gioiosa degradò all'affermazione di Tonraq di mantenere la relazione privata, alla quale Senna aggiunse subito che la ragione era che ci sarebbero state delle persone non così aperte di mente come loro. Korra e Asami non condividevano questo punto di vista e se ne andarono arrabbiate con grande delusione di Senna che avrebbe preferito parlare ancora con sua figlia.

Tre settimane dopo Senna assistette al primo discorso di Zhu Li Moon come nuova presidentessa della Repubblica delle Nazioni Unite.

Personalità e abilità[]

Senna è una persona molto calma e premurosa, ama l'armonia. Essendo la madre dell'Avatar, ha imparato a mostrare grande pazienza con la bambina energica che sua figlia era stata, e aiuta Korra in ogni modo possibile, anche nei momenti più bui. Inoltre possiede una mente razionale e leale che deve usare spesso per calmare gli animi bollenti di marito e figlia.

Anche se non viene mostrato né nel cartone né nel fumetto, Senna è stata confermata dai creatori come una dominatrice dell'acqua.

Advertisement