Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Fumetto corto che ha luogo all'interno delle vicende viste nel terzo libro di La leggenda di Aang: Fuoco. Fu pubblicato per la prima volta da Nickelodeon Magazine nel 2009 e riproposto nel volume di raccolta “The Lost Adventures” della Dark Horse Comics. Raggiunse l'Italia nell'antologia “Le avventure perdute” nel febbraio del 2024, pubblicato dalla Tunuè Comics.

Trama[]

Durante la loro permanenza sull'Isola di Ember, Azula, Zuko, Mai e Ty Lee vengono portati da Lo e Li alla famosa sala giochi dell’isola. Il principe e Mai partono con un semplice gioco di tiro al bersaglio, ma si annoiano presto perché troppo facile per lui. Ty Lee li viene a prendere su ordine di Azula che li sta aspettando accanto a un nuovo gioco molto più entusiasmante di nome “Street Bender”. Spiega a suo fratello come funziona, ovvero come due giocatori si scontrano usando piccoli pupazzi che controllano attraverso un meccanismo nascosto nella tavola. Azula sfida Zuko a una partita, ma rivela anche che si è esercitata in questo gioco per una settimana intera stracciando i suoi avversari e si sente ovviamente in grande vantaggio. In un primo momento, il principe rifiuta, ma cede quando Azula spiega che il gioco è a tema Avatar e ci sono i pupazzi persino di loro due, inoltre lo provoca offrendo di usare come pupazzo quello di Aang.

Arrabbiato, Zuko mette una moneta d’argento nella macchina e sceglie un pupazzo che gli somiglia e si prepara. Un commento cinico di Mai sul fatto di essersi scelto proprio quel pupazzo distrae il principe per quel momento da dare ad Azula un’apertura per un colpo critico. Scocciato, Zuko protesta dicendo che per primo non era pronto e per secondo non sapesse neanche come si giocasse a questo gioco. Finalmente, Azula si degna di spiegargli i dettagli su come maneggiare i pupazzi usando le levette e i bottoni per attaccare, inoltre chiarisce che ogni colpo toglie una barretta di vita al suo personaggio e si vince quando si distruggono tutte le tre barre di vita dell’avversario. Di conseguenza, Zuko ha ancora due vite rimaste.

Il gioco ricomincia e, grazie alla sua ferocia sopita, Zuko riesce a colpire il pupazzo di Azula portandosi alla pari con lei. Questo irrita la principessa che lo prende come un colpo all'orgoglio e parte subito al contrattacco furioso con un “super attacco” potenziato dal suo dominio del fuoco che colpisce il pupazzo avversario. Ancora una volta, Zuko reagisce con rabbia al fatto che sua sorella si sia casualmente “dimenticata” di spiegargli che si poteva usare questo “super attacco” usando il dominio sulle levette. Con un sorriso beffardo, la ragazza annuncia la sua vittoria imminente, provocando Zuko sempre di più fino ad usare il suo dominio del fuoco alla piena potenza sul gioco, distruggendolo completamente. Mentre il principe nota che il gioco ora gli stia piacendo, il gruppo si allontana prima di essere beccati dal proprietario della sala giochi; Mai e Ty Lee sono d’accordo che dovrebbero mettere un avvertimento sul quel gioco, specialmente uno che dica “vietato agli Zuko”.

Personaggi apparsi[]

  • Zuko
  • Azula
  • Mai
  • Ty Lee
  • Li e Lo

Trivia e note[]

  • Questo fumetto ha luogo durante la vacanza dei ragazzi vista in “La spiaggia”. Qui si scopre che erano lì almeno da una settimana
  • Il nome del gioco (“Street bender”) è un riferimento al videogioco reale “Street Fighter”
  • Il pupazzo di Zuko somiglia a lui come lo era nel Primo libro: Acqua
  • Azula nota alla fine come Zuko non sappia perdere, ma era lei prima ad aver barato ed usato ogni vantaggio su di lui quando sentiva che avrebbe potuto perdere
Advertisement