Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Ru è la figlia di Liling e sorella di Yaling, ma a differenza di loro é nata come non-dominatrice. Inizialmente ha aiutato sua madre nel movimento dei dominatori suprematisti, ma alla fine ha capito quanto orribile erano e li ha traditi.

Storia[]

Gioventù[]

Ru e sua sorella nacquero a Ba Sing Se dopo che loro madre era venuta lì come fuggitiva da una provincia nell’Nord-Ovest del Regno della Terra. Vissero lì alcuni anni in relativa pace, finché, per via del colpo di stato attuato da Azula nell'anno 100 DG, la capitale del Regno della Terra non cadde nelle mani della Nazione del Fuoco. La famiglia dovette fuggire in fretta e furia, riuscendo a portarsi dietro solo quello che hanno avuto addosso. Questa esperienza fu molto traumatica per tutte e Liling si giurò che non perdessero mai più casa loro in questo modo.

Dopo la fine della Guerra dei Cent’Anni, le due ragazzine accompagnarono loro madre alla sua patria originale e trovarono questa zona ora cambiata molto: si era trasformata nella città industriale in rapida crescita chiamata Città del Gru-Pesce. Liling fondò una sua impresa con una fabbrica che si espanse presto e divenne una con più successo, il che le permise di accumulare una certa ricchezza. La madre di Ru però inizio a sentirsi sempre più minacciata della espansione di imprese guidate da non-dominatori resa possibile grazie a macchine sempre più sofisticate che iniziavano a sostituire i dominatori nella catena di montaggio. Convinte che questo andava contro “l’ordine naturale”, Liling iniziò a spargere teorie di cospirazione tra i dominatori con lo scopo di spingere quelle imprese nel fallimento.

Cospirazione contro i non-dominatori[]

Squilibrio 1 Ru Yaling banditi

Ru gli fa una proposta da non perdere

Dopo l’arrivo del Team Avatar in città, la donna diede alle sue figlie l’ordine di arruolare dei dominatori del fuoco senza lavoro e famosi per causare sempre litigi in giro per un lavoretto a parte. Dopo che Yaling aveva abbattuto la porta del loro nascondiglio, Ru li salutò fingendosi amichevole e propose al gruppo di banditi un lavoretto profittevole e aggiunse che, se si davano da fare, potrebbero unirsi al loro movimento che avvantaggerà i dominatori e le loro famiglie in tutto il mondo. Il capo dei dominatori del fuoco si rifiutò e gli ordinò di andarsene immediatamente, ma Ru provò ancora di insistere chiamando l’accordo un vantaggio anche per lui e i suoi colleghi. Il dominatore del fuoco gli gridò di levare i tacchi, così la ragazza, con un sorrisetto, annunciò che aveva ancora un altro metodo per convincerli, il che era il segnale per Yaling di darci dentro con il suo dominio della terra. La ragazza sconfisse il gruppo di dominatori in pochi minuti e il capo dei criminali, vista la situazione, si sentì costretto ad accettare, a grande gioia di Ru.

Le sorelle diressero il sabotaggio delle macchine della Raffineria della Terra e del Fuoco che causò una esplosione maggiore che distrusse gran parte dell’edificio. Rimasero nelle vicinanze per osservare i tentativi di spegnimento dell’incendio da parte del Team Avatar e la fuga dei criminali assoldati. Quando il capo di dominatori del fuoco venne catturato dall’Avatar sulla scogliera di Lady Tienhai, Yaling la fece crollare con lo scopo di farlo cadere a morte per tappargli la bocca per sempre. A Ru non piaceva l’idea di doverlo uccidere dato che non avrebbe comunque detto nulla, ma sua sorella insistette che gli ordini di loro madre erano stati chiari di non lasciare tracce. La loro discussione venne interrotta quando videro come Aang passò vicino a loro volando con il suo aliante dopo aver salvato l’uomo.

Squilibrio 1 Ru Yaling

Fedeli a loro madre

Al loro ritorno da Liling, le due ragazze fecero rapporto che Aang aveva catturato il capo dei dominatori assoldati e Yaling incolpò sua sorella per non averla aiutata. Ru si difese notando che l’interferenza di Aang era stata una cosa imprevedibile e non colpa sua. Loro madre li zittì notando che si, era spiacevole che sia finita così, ma avevano cose più importanti a cui pensare. Le due ragazze chiesero perdono per il litigio e annuirono quando questa le ricordò che stavano facendo tutto per il bene della famiglia e dei dominatori della città.

Squilibrio 2 Ru critica Yaling

Cosa stai facendo, Yaling?

Ru e Yaling erano presente il giorno dopo quando il Team Avatar venne a casa loro per convincere imprenditori dominatori di aiutare i loro colleghi non-dominatori colpiti da questi atti di sabotaggio. Liling li chiamò a sé, ma Toph riconobbe i loro passi come gli stessi che aveva percepito subito dopo l’attentato alla fabbrica di suo padre. Dopo che Yaling era riuscita a convincere Toph ad insegnarle il dominio del metallo, Ru le chiese se era furbo frequentare un’amica dell’Avatar. Questa rispose che era sicura che quella si unirà alla loro causa perché era una dominatrice come lei, ma Ru rimase scettica di questa idea. Con una certa arroganza, Yaling dichiarò che non le interessava cosa pensava lei e le chiese di non raccontare nulla di questo alla mamma.

Primi dubbi[]

Squilibrio 2 Ru scioccata

inizia ad avere dubbi

Ru accompagnò sua madre e sua sorella all'incontro segreto dei dominatori suprematisti nelle antiche miniere sotto la città dove Liling rivelò ai presenti la proposta di Lao Beifong di vietare il dominio in pubblico. Durante il discorso cove la dominatrice dichiarò che i dominatori erano più forti, più preziosi e più destinati al governo dei non-dominatori a prescindere, Ru apparve visivamente sconcertata, a differenza di sua sorella. Quando questa guidò Toph verso il podio, la non-dominatrice reagì con shock mentre Yaling la calmò dicendo che stava dalla loro parte. Ma la dominatrice del metallo non esitò a rivelare la sua posizione opposta a questo movimento di supremazia e tentò di arrestare Liling.

Squilibrio 2 Suki blocca Yaling

Yaling subisce il blocco del Chi

Durante la susseguente battaglia tra il Team Avatar e i seguaci di Liling, Yaling venne scaraventata via dopo uno scontro con Toph e atterrò davanti a una Ru preoccupata. Le due sorelle si ritrovarono al cospetto di Suki e Sokka, il quale le chiese come poteva essere d’accordo con quello che stava dicendo sua madre, dato che stava prendendo di mira non-dominatori come lei. Questa domanda la scosse, ma prima che potesse rispondere, Yaling tentò di attaccare, ma le venne presto bloccato il Chi. Vedendo che stava perdendo, Liling creò un tunnel per la fuga delle sue figlie e i suoi seguaci mentre lei rimarrà indietro per fermare i nemici. Ru e Yaling protestarono, ma Liling rispose che dovevano fuggire per portare avanti la loro causa anche sei lei dovesse venire arrestata.

Squilibrio 2 Ru commento di Yaling

Anche sua sorella la considera inferiore

Ru sorresse sua sorella durante la camminata per le strade verso casa, ma questa cadde in ginocchio disperata e traumatizzata per aver subito il blocco del Chi.  Ru la rassicurò che era solo temporaneo e che passerà, ma Yaling era troppo preoccupata che non sarà così, temendo di “diventare come lei”, ovvero una non-dominatrice. Questo commento pungente fece arrabbiare Ru che si alzò di scatto dicendo che dovevano tornare a casa presto per trovare un piano per salvare loro madre.

Squilibrio 3 Yaling Ru piano

L'ennesima discussione

Yaling guarì dal blocco del Chi per la mattina seguente e espresse il suo desiderio di salvare Liling il più presto possibile. Ru la informò che la stavano tenendo dentro alla raffineria della Terra e del Fuoco e che era protetta dalle guardie di Lao e dal Team Avatar. Propose di intrufolarsi questa notte, ma Yaling si rifiutò di ricorrere a tattiche del genere e propose invece di creare un diversivo per allontanare il Team Avatar e irrompere nella fabbrica con la forza.  Alla dichiarazione che salverà la mamma a qualunque costo, Ru annuì senza tanta emozione.

Squilibrio 3 Ru Liling discussione

Inizia a vedere la vera natura di sua madre

Mentre Yaling guido la missione di salvataggio, Ru rimase a casa e preparò i bagagli credendo che l’unica cosa da fare ora era fuggire il più presto possibile. All’arrivo di Yaling e Liling, le salutò con gioia, ma sua madre si rifiutò di lasciare la città in balia dei non-dominatori, ma Ru volle sapere se non era meglio ricominciare da capo in un’altra città. La donna la zittì e le fece ricordare come avevano dovuto lasciare Ba Sing Se dopo che era caduta nelle mani della Nazione del Fuoco. La ragazza dovette ripetere le solite frasi che era stata colpa del Re della Terra perché era un non-dominatore, a grande soddisfazione di sua madre. Ma con una rabbia insolita Ru aggiunse che invece era stata colpa della Nazione del Fuoco che aveva invaso il Regno della Terra, ma Liling spiegò che Ozai stava solo facendo quello che ogni leader dominatore forte doveva fare: usare una debolezza a suo vantaggio. Sempre più arrabbiata, Ru volle sapere da sua madre se era allora quello che vedeva in lei, solo la debolezza per non essere una dominatrice. Sua madre la calmò dicendo che doveva accettare la verità, ovvero che dominatori erano più forti dei non-dominatori per natura. Dopo aver rivelato che voleva portare un gruppo di dominatori alla fabbrica per scacciare via l’Avatar, lasciò sua figlia da sola e in balia delle sue emozioni, devastata per l’ultima frase di sua madre.

Una decisione difficile[]

Squilibrio 3 Ru decisione

Finalmente prende la sua decisione

Pervasa da dubbi sempre più forti, Ru s’intrufolò nella Raffineria della Terra e del Fuoco per trovare una riposta. Osservò in segreto l’allenamento di Suki che stava insegnando alle guardie di Lao il blocco del Chi, finché non venne scovata da Sokka. Inizialmente tentò di fuggire, ma il guerriero del sud la rassicurò che se voleva, poteva anche solo parlare, dimostrando nessuna ostilità. Dopo essersi calmata, la ragazza iniziò a spiegare che stava continuamente pensando a quello che gli avevano detto nella miniera, ovvero come faceva a starle bene quello che sua madre stava facendo. Voltandosi dichiarò con decisione che non gli stava per nulla bene, ma erano e rimarranno sempre sua madre e sua sorella, per cui non sapeva cosa fare. Sokka le raccontò che conosceva un amico che era stato nella sua stessa situazione ma che si era ribellato a suo padre ed aveva aiutato a portare termine alla guerra. Concluse con l’avvertimento che anche lei aveva ora la possibilità di fare la cosa giusta e sarebbe meglio se non la sprecasse. Dopo alcuni secondi di contemplazione Ru rivelò il piano di sua madre di attaccare la fabbrica il giorno seguente per cacciarlo via e gli consigliò di andarsene finché potevano. Quando Suki e Sokka le dissero che non se ne andranno, ora che possono prepararsi, Ru si fece promettere di almeno non fare troppo male ai suoi famigliari e chiese alla Guerriera Kyoshi di insegnarle il blocco del Chi.

Squilibrio 3 Ru contro Liling

Ru sfida sua madre

L’attacco avvenne come annunciato il giorno dopo, ma Liling ebbe presto il sospetto che qualcuno doveva aver avvertito il Team Avatar perché sembravano troppo prepararti. Avvicinandosi a sua madre, Ru le rivelò che era stata lei ad aver spifferato il piano a loro, suscitando shock e sorpresa in lei. Grazie al coraggio di poterle finalmente buttare in faccia tutte le sue emozioni, Ru ammise che l’aveva seguita solo perché, per quanto erano orribile, credeva che stava solo cercando di proteggerli, ma ora aveva capito che invece lo stava facendo solo per sé stessa.  Aveva anche realizzato che i non-dominatori non erano il nemico, dato che anche loro stavano solo cercando di vivere le loro vite in pace, poi dichiarò le cose che sua madre aveva fatto come orribili. Infine le ordinò di ritirare l’attacco, cosa che Liling ovviamente si rifiutò categoricamente di fare, così Ru la attaccò con le aspre abilità del blocco del Chi che aveva ottenuto in una notte, ma venne facilmente buttata a terra. Quest’azione scatenò una furia smisurata in sua madre che la chiamò una bambina ingrata e annunciò che la seppellirà- creò una falda nel terreno che stava rischiando di ingoiare sua figlia.

Squilibrio 3 Liling affonda Ru

Quanta freddezza!

Mentre stava sempre di più affondando, Ru implorò sua madre di fermarsi, ma questa non la ascoltò e venne fermata solo dall'intervento di Aang che la scaraventò via. Le chiese se stava bene, cosa che questa confermò con il cuore ancora in gola. Davanti a loro comparve una Liling assettata di sangue che annunciò che la sua causa la sopravviverà e che nemmeno l’Avatar potrà fermare l’imminente guerra tra dominatori e non-dominatori, il che spinse Aang ad entrare nello Stato dell’Avatar. Si stava preparando per toglierle il dominio; mentre Katara cercò di fermarlo, ma Ru invece lo stava incitando di proseguire, credendo che era l’unico modo per fargliela capire.

Squilibrio 3 Liling insulta Ru

Non si lascia più intimorire

Alla fine il Nomade dell’Aria decise di non farlo, dichiarando che sarebbe stata una soluzione troppo facile, ma promise a Liling che avrebbe combattuto contro il veleno sta aveva iniettato in questa città, dichiarandola come uguale all'immondizia in spiaggia. Lui e Katara si allontanarono, lasciando madre e figlia da sole. Ancora scossa dalla rabbia chiamò Ru una figlia ingrata e miserabile, ma questa non si fece intimorire per nulla e ricambiò cocciuta che potrebbe anche essere vero, ma lei era una madre orribile.

Dopo la fine delle ostilità, Ru si prese una coperta e si mise a sedersi da parte osservando sula sorella e sua madre imprigionate in una cella di metallo. Suki la notò e le chiese come si sentiva, ricevendo la riposta cupa che dovrebbe trovarsi insieme a loro in quella gabbia. La Guerriera Kyoshi la rassicurò che non era così, dato che le aveva affrontato quando era il momento. Ru espresse il suo pentimento per non averlo fatto prima, ma Suki le disse che forse aveva ragione, ma ora doveva solo pensare al suo futuro e cosa farsene.

Personalità[]

Ru era inizialmente completamente devota a sua madre ignorando il semplice fatto che, essendo una non-dominatrice, era difatti un bersaglio del suo odio. Aveva assorbito la sua filosofia di supremazia fino al punto da non vedere che stava lavorando contro i suoi simili, accettando il fatto che stavano commettendo crimini franchi e causando danni e potenzialmente vittime. Ma col progredire delle loro azioni, Ru si sentì sempre più a disagio e iniziò a dubitarne, ma era stata la domanda di Sokka che le stava davvero andando bene lavorare contro i suo simili ad averla finalmente scossa. Finalmente poteva vedere l'arroganza nascosta in ogni azione di sua madre e sua sorella e si sentì sempre più come una serva. Questa sensazione sfidò il suo orgoglio personale finché decise di chiedere consiglio al nemico che si rivelò molto più amichevole della sua stessa famiglia. Una volta sicura del suo cammino, Ru mostrò un coraggio notevole sfidando apertamente sua madre rischiando di venir uccisa, e si distanziò da Liling e Yaling. Nonostante la sua azione eroica venne pervasa da sensi di colpa per non essersi ribellata prima e dimostrava insicurezza su come continuare la sua vita ora che era praticamente da sola.

Trivia[]

  • I vestiti di Ru e Yaling riflettano già la loro personalità e il loro ruolo principale: mentre Yaling era una combattente, Ru portava vestiti belli dimostrando che lei preferiva trattare anziché combattere.
  • Dopo Zuko e Asami, Ru é la terza persona che ha subito un attacco potenzialmente letale da parte di un parente.
  • Non si sa chi delle due sorelle sia la più grande, potrebbero essere anche gemelle fraterne. Inoltre non si parla mai di loro padre.
Advertisement