Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

Qua si parla dell'evento, per l'episodio consultare la pagina "La Rivelazione".


Questo era stato un evento organizzato da Amon per attirare più sostenitori per il suo movimento della rivoluzione dei Paritari e dimostrare al pubblico la sua abilità di poter rimuovere il dominio di una persona in modo permanente. In preparazione a questa dimostrazione vennero rapiti diversi membri della triade del Triplo Terrore e anche un Bolin che ci era finito per puro caso. Mako e Korra si erano intrufolati per salvare loro amico e divennero testimoni della dimostrazione di Amon, il quale li permise di fuggire per aiutarlo a spargere la notizia in tutta la città.

Preparazione[]

Incitato dall'arrivo prematuro dell’Avatar a Città della Repubblica, Amon decise di accelerare i tempi e di radunare più sostenitori possibili. A tal proposito organizzò una manifestazione in uno dei magazzini abbandonati del quartiere povero della città e fece distribuire alcuni manifesti a persone interessate per mano di persone fidate come il Manifestante; se si univano almeno quattro manifesti, si poteva creare una mappa sulla quale era visibile la posizione del luogo d’incontro.

B1 E03 Bolin Shin catturati

Bolin e Shin catturati

Per raccogliere vittime adatte per la dimostrazione del potere di Amon, questo scelse membri della peggiore organizzazione di dominatori criminali della città, ovvero della triade del Triplo Terrore, famosi e temuti per terrorizzare i non-dominatori. Mandò una squadra di bloccanti del Chi al loro quartier generale dove catturarono tra l’altro il capo della triade, Zolt il Fulmine o Shin l’Ombroso, ma per caso anche Bolin che si trovava lì solo perché voleva guadagnare un po' di soldi per i Furetti di Fuoco.

Casualmente arrivarono in scena poco dopo Mako e Korra che erano già alla ricerca del dominatore della terra e videro come i Paritari li stavano caricando nel loro camion. I due dominatori si misero al loro inseguimento su Naga dandogli la caccia per le stare della città, finché alcuni agenti saltarono giù dalle lor moto per affrontarli, riuscendo a bloccarli il Chi. Prima che potessero ferirli maggiormente, il cane polare li scacciò via grazie alla sua mole e li salvò. Tuttavia, questo intermezzo era stato abbastanza da permettere la fuga dei criminali.

La dimostrazione[]

Dopo aver “interrogato” il manifestante nel parco, Korra e Mako riuscirono a decifrare la mappa sul retro dei manifesti e si travestirono per entrare di nascosto.

B1 E03 Amon sul palco

Amon sul podio

I due si finsero dei non-dominatori interessati alla filosofia di Amon e presero posto tra la folla. Dai loro posto videro come Amon comparve sul palco e raccontò la sua storia dove dei dominatori del fuoco avrebbero ucciso la sua povera famiglia che visse in campagna e gli avrebbero ustionato la faccia, per cui era costretto a portare questa sua maschera caratteristica. Inoltre, dichiarò che gli spiriti avessero parlato con lui e gli avessero dato un potere misterioso che gli permetteva di togliere il dominio a una persona, dato che l’Avatar aveva fallito a portare pace ed equilibrio nel mondo.

B1 E03 Zolt a terra

Zolt perde il suo dominio

Dopo queste parole accolte dal pubblico con grande applauso e tifo, Amon presentò sul palco i suoi “ospiti”: Zolt, Shin e Bolin. Ordinò al suo assistente di rilasciare il primo per dargli una possibilità di lottare per il possesso del suo dominio, cosa che Zolt accettò con grande sicurezza di sé. Il sorrisetto del dominatore del fuoco e del fulmine si spense dopo pochi secondi quando Amon lo sconfisse in pochi attimi e gli tolse il dominio davanti agli occhi del pubblico entusiasta. Dopo aver trasformato Zolt in un non-dominatore, invitò sul palco un Shin in panico e terrorizzato.

Vedendo che Bolin sarebbe stato il terzo, Mako e Korra si allontanarono per creare un diversivo per salvare il loro amico. Vedendo le pipe di vapore emergere dal muro, Korra voleva creare un muro di nebbia che coprire il palco per nasconder Mako mentre prendeva suo fratello. La ragazza del sud entrò nel retro del magazzino per spezzare alcuni tubi, ma venne beccata dal guardiano della porta che si buttava su di lei per fermarla. Korra lo sconfisse con facilità e, casualmente, la loro rissa distrusse alcuni tubi che erano necessari per la creazione del muro di nebbia.

B1 E03 Tenente Bolin mako

Il Tenete batte Mako e Bolin

Pochi attimi prima che Amon potesse rimuovere il dominio a Bolin, la nebbia coprì l'intero palco e spinse gli spettatori a scappare in panico. Mako coste verso suo fratello e lo trascinò via per tentare la fuga, ma vennero intercettatati dal Tenente che li sconfisse grazie alle sua armi elettrificate. Venne battuto da Korra che comparve abbattendo un muro e portò in salva in due fratelli per poi fuggire.

Amon usci poco dopo e vide come il trio di dominatori stava scappando per le strade notturne della città, ma non dimostrò alcuna intenzione di inseguirgli. Quando il Tenente volle sapere se voleva che si mettessero al loro inseguimento, l’uomo mascherato lo fermò, affermando che l’Avatar sarebbe il portavoce perfetto per portare il suo messaggio a tutti i dominatori della città.

Conseguenze[]

Come anticipato da Amon, la notizia della rivelazione si sparse come un fuoco e la popolazione generale si rese conto della serietà e della pericolosità di questo movimento. I Paritari divennero una seria minaccia che non poteva più essere ignorata dal governo e preso alla leggera; Tarrlok chiese la fondazione di una squadra speciale dedicata solamente all'estirpazione di questa minaccia con severità ed efficacia. Mentre all'inizio sembrava aver un impatto decente, questa politica creò solamente ancora più sfiducia e odio tra dominatori e non-dominatori, giocando nelle mani di Amon.

La visione di come Amon aveva tolto il dominio a una persona inseguì Korra anche nei sogni fino a diventare terribili incubi, il che l'avrebbe poi spinta ad unirsi alla squadra di Tarrlok e di sfidare Amon per calmare la sua ansia.

Trivia[]

In origine, i creatori volevano inserire una ragazza che copiava la reazione del tipo con al schiuma davanti alla bocca dell’isola di Kyoshi, ma alla fine decisero di tagliarla, dato che avrebbe danneggiato l’atmosfera tetra e seria della scena. Il personaggio in questione è presente, ma non si comporta in un modo particolare.  

Advertisement