Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il settimo episodio del Quarto Libro di La Leggenda di Korra, Bilancio, e il quarantaseiesimo in tutto.

<<<episodio precedente

Ripasso e sinossi[]

Kuvira ha sconfitto l’Avatar e ha il controllo completo sull’Impero della Terra. Fortunatamente Opal e i figli di Tenzin riescono a salvare Korra e a fuggire, dopo tre anni, l’Avatar riesce a tornare a Città della Repubblica. Nel frattempo Varrick e Bolin sfuggono da Baatar Jr. e si danno alla macchia, riusciranno ad avvisare in tempo Korra della nuova super-arma a energia spirituale di Kuvira?

Finalmente Korra torna a Città della Repubblica, ma la gioia del suo ritorno viene oscurato dalla situazione nell'Impero della Terra. Nel frattempo Varrick e Bolin cercano di raggiungere il confine, ma s'imbattono in un gruppo di fuggitivi che in un primo momento gli sembrano ostili. Ma per passare un posto di blocco devono collaborare e alla fine ci riescono. La riunione di Korra con Mako e Asami non va liscio come previsto e finisce quasi in un litigio, che però fortunatamente viene interrotto dal rapimento del principe Wu da parte di agenti di Kuvira. I tre amici riescono a trovarlo e di impedire che venga portato fuori paese per poi nasconderlo nella villa di Asami. Intanto Kuvira porta avanti lo sviluppo della sua nuova super-arma...

Storia[]

Naga ritrova finalmente la sua amata padrona

Sull'isola del Tempio dell’Aria, Pabu e Naga si passano il tempo giocando e sonicchiando al sole, quando la cagna polare percepisce la voce della sua padrona Korra, che si sta avvicinando dal cielo. Mentre Pepper atterra nel giardino, Korra salta giù impaziente e va incontro alla sua amica che la saluta tutta felice.

Korra si sente male per aver fallito

I tre figli di Tenzin chiamano i loro genitori per avvertirli del successo della missione, nel frattempo Bumi e Bum-Ju salutano la donna dispersa per così tanti mesi.  Meelo chiede se ora si è meritato i tatuaggi da maestro, ma Tenzin si rifiuta categoricamente e si affretta piuttosto ad abbracciare Korra. Purtroppo deve tornare subito al dunque e chiede cose è successo a Zaofu; Opal racconta che Kuvira ha preso la città e ha catturata la sua famiglia, mentre Korra si scusa abbattuta per non essere stata abbastanza forte per impedirlo. Il suo mentore la calma che nessuno si aspettava che sconfiggesse Kuvira da sola, Bumi invece chiede di Bolin e viene a sapere che non si sa dove sia finito.

Un duo fantastico in fuga...

Il dominatore della lava in questione sta portando Varrick in spalle sulla via per una foresta per raggiungere il confine, dopo una discussione si stufa e lo lascia cadere per terra snervato. Quando l’ex imprenditore vuole rimanere a terra, conflitto dai sensi di colpa per aver inventato questa tecnologia maledetta, Bolin gli fa un sermone impressionante che riesce ad incitarlo a seguirlo per rimediare al suo errore avvertendo i loro amici a Città della Repubblica. Varrick nota che Bolin è un oratore nato- non per nulla lo ha fatto diventare uno star dei moventi. Offre persino a Bolin di portarlo in spalle per un po', ma non riesce a fare più di un passo prima di finire in una trappola…

I complimento fanno arrossire Korra

Asami sta leggendo una rivista nel foyer di un ristorante, quando viene interrotta da una voce famigliare, è Korra che- indossando nuovamente un vestito di colore blu- si avvicina a lei e le due donne si salutano calorosamente, facendosi i complimenti a vicenda (Korra arrossisce persino visibilmente).

Mako si sente tagliato fuori

Dopo alcune battute raggiungono Mako che li sta già aspettando, ma l’attesa riunione viene disturbata dalla presenza di Wu che inizia subito a flirtare con l’Avatar. Quando il principe chiede a Korra di entrare nello Stato dell’Avatar, Asami nota che allora riesce a entraci nuovamente, aveva avuto il timore che non ci sarebbe più riuscito. Questa frase sorprende Mako e capisce che Korra aveva scritto solo a Asami, non a lui o a Bolin e questa cosa lo irrita parecchio. Sentendosi in colpa, Korra cerca di spiegarsi che non sapeva cosa scrivere, il dominatore del fuoco sbuffa che un “ciao” sarebbe bastato.

Asami si arrabbia con Korra

La donna del Sud incita i suoi amici a raccontale delle novità, così Asami rivela che sta vedendo nuovamente suo padre in prigione, a cosa Korra reagisce con scetticismo e avverte la sua amica di non lasciarsi manipolare di nuovo. Questa frase fa arrabbiare Asami che sgrida Korra per permettersi di dire queste cosa quando era stata via per tre lunghi anni. Il litigio sta per partire per davvero quando Wu li interrompe, annunciando di dover andare in bagno e invitando a Mako di accompagnarlo per fare da guardia. Ma questo è ancora imbronciato e si rifiuta, per cui il principe è costretto ad andare da solo.

Una volta che va in bagno da solo...

Il nobile entra nel bagno lussurioso, dove un damerino lo aspetta per una spruzzata di Cologne, ma questa si rivela un narcotico e il damerino un agente dell’Impero della Terra. Uno spruzzo basta e Wu perde conoscenza.

Nelle mani di fuggitivi non amici di Kuvira...

Bolin e Varrick cercano di liberarsi delle corde della trappola, quando arrivano coloro che l’hanno allestita, un gruppo di persone apparentemente in fuga. Bolin sorride e chiede di essere liberato, ma una donna sbuffa che non aiuteranno dei soldatini dell’Impero della Terra, facendo arrabbiare Varrick che rivela di essere stato un diretto subordinato di Kuvira. Bolin si innervosisce e cerca di far capire che sono traditori in fuga, ma un uomo del gruppo, un dominatore del fuoco, sembra avere cattive intenzioni.

Hanno rapito Wu!

Mako si meraviglia che Wu salti un pasto e va finalmente a controllare, Korra e Asami lo seguono incuriositi. Percependo qualcosa di losco, Korra segue alcuni impiegati del servizio di lavanderia, dove tra i sacchi scopre Wu mezzo intontito. Nello stesso istante gli impiegati si rivelano nemici e la attaccano immediatamente per poi fuggire con un camion. Korra li rincorre finché Asami e Mako non la raggiungono con la macchina, poi si mettono alle calcagna del camion in fuga.

Korra mostra una nuova abilità

Gli agenti di Kuvira cercano di fuggire ostruendogli il passaggio con il dominio della terra, ma Asami conosce le strade meglio di Mako e trova una scorciatoia per intercettarli da una strada più alta. Korra salta giù dalla macchina e atterra sul tetto del camion, ma quando lo apre con il dominio del metallo, Wu non c'é. Dopo averlo frenato, Mako interroga il guidatore che ride che ormai è nelle mani della Grande Unificatrice, provando la causa di questa azione. Asami suppone che devono aver cambiato macchina quando li avevano persi di vista; mentre la polizia arresta l’agente, il gruppo si chiede dove possa essere finito il principe. Mako è arrabbiato con sé stesso per aver fallito il suo compito da guardia del corpo, ma si blocca quando vede Korra appoggiare una mano su una liana degli spiriti. La donna usa la sua nuova abilità e localizza Wu in una macchina davanti alla stazione dei treni e avverte i suoi amici che si mettono subito in viaggio.

Le due fazioni capiscono che devono collaborare

Bolin e Varrick sono diventati prigionieri di questo gruppo che si rivelano essere composti da dominatori del fuoco e dell’acqua fuggiti da un campo di rieducazione; Bolin è esterrefatto dall'apprendere che Kuvira ora sta addirittura "ripulendo" l’impero di chiunque non sia di origine del Regno della Terra, attirandosi le beffe dei fuggitivi per non sapere una cosa del genere nonostante facesse parte del "cerchio interno". I fuggitivi spiegano che loro due gli aiuteranno a superare un blocco dei soldati dell’Impero, poi decideranno cosa fare con loro due. Questa affermazione poco incoraggiante spinge i due ex-soldati ad agire, Bolin si libera e crea una barriera con la lava per spiegare finalmente che anche loro sono ricercati e il piano del posto di blocco andrà in fumo. Il dominatore del fuoco di nome Baraz finalmente capisce che devono collaborare, Bolin si aggiunge a questa idea.

Mako non crede che ci sia qualcuno peggio di Lin

Mako, Korra e Asami sono in viaggio per la stazione, durante il quale la donna del sud spiega che ha imparato a connettersi con l’energia delle persone tramite le liane, una cosa insegnatale da Toph Beifong. Quando gli chiedono come sia la madre di Lin, Korra sorride che è una versione più scorbutica e scontrosa di sua figlia- una cosa che Mako non riesce proprio a credere che fosse possibile. Il trio infine arriva alla stazione, ma ora devono trovare il treno su cui si trova Wu.

Varrick convince la guardia a farli passare

Varrick, Bolin e i fuggitivi raggiungono il posto di blocco, il dominatore della lava cerca di convincere l’ufficiale responsabile che hanno catturato dei fuggitivi e li devono portare in una struttura si sicurezza, ma sbaglia sui particolari, facendolo insospettire. Alla domando sull’ordine di trasferimento Varrick ne ha abbastanza e sommerge l’uomo con un racconto esagerato sulle peripezie vissute per spiegare l’assenza dei loro documenti e riesce ad impaurirlo abbastanza con la minaccia di fare rapporto a Kuvira in persona per spingerlo ad aprire il portone. Ma mentre passano, un soldato li riconosce come traditori ricercati e fa scattare l’allarme.

Bolin salva tutti con la lava

Il gruppo viene circondato da tutte le parti e inizia una battaglia feroce contro gli soldati armati fino ai denti. I dominatori combattono valorosamente, ma le armature corazzate sono troppo potenti e resistono persino al fuoco di Baraz o alla lava di Bolin.  Nella mischia Varrick scappa via e s’infila della sala comandi del blocco, dove trova una batteria e dei macchinari necessari per costruire qualcosa di utile: un’antenna per un impulso elettro-magnetico. Lo finisce appena in tempo prima che Bolin e gli altri vengono sopraffatti da nemico, un istante dopo l’accensione le armature corazzate cadono a terra inutili come paralizzati. Varrick incita Bolin a filarsela, ma questo vede che gli altri combattono ancora contro i soldati comuni e che sembra che stanno per venir sconfitti. Uomo altruista che è, Bolin va in loro aiuta a spinge indietro gli avversari con il dominio della lava, salvando tutti.

Mako trova Wu

Mako, Korra e Asami perquisiscono tutta la stazione, ma il tempo stringe, così l’Avatar prova a localizzare Wu toccando solo la terra e lo individua su un treno in partenza per Ba Sing Se. Riescono a saltare su all’ultimo momento e iniziano a perquisire il mezzo di trasporto, Mako e Korra litigano ad alta voce, attirandosi l’attenzione di alcune persone. Quando trovano il principe nel vagone dei bagagli vengono raggiunti da agenti di Kuvira che li attaccano subito, spingendo Korra ad aprire il tetto con il dominio del metallo per fuggire.

Una lotta sul tetto di un treno in corso

La fuga si propaga sul tetto del treno in corso, gli uomini di Kuvira li inseguono testardi finché non riescono a metterli nell'angolo sul tetto di un vagone. Per evitare di venir schiacciati dal metallo del tetto, Korra decide di afferrare tutti e di saltare giù usando il dominio dell’aria per attenuare l’atterraggio poco delicato ai piedi di un ponte.

Wu escluso dall'abbraccio di gruppo

Dopo essersi ripresi, Wu ringrazia Mako e gli promette un bell'aumento di stipendio, ma questo nota che il merito del suo salvataggio era unicamente di Avatar Korra. Il principe cerca di utilizzare questa occasione per estorcerle una cena insieme, ma Korra rifiuta categoricamente. Piuttosto si prende un momento per scusarsi con i suoi amici per questa riunione non andata liscia, ma Mako e Asami non nutrono sentimenti avversi, anzi, era come nei bei vecchi tempi. Era bello riavere Korra di nuovo con loro e il trio si abbraccia calorosamente- escludendo Wu di proposito.

Nonna Yin ama già il principe

Rimane solo la questione di dove sistemare il principe, non più tornare all'albergo, ma Mako ha già un’idea perfetta: la villa di Asami, dove da tre anni sta vivendo la sua famiglia. Ad aprire la porta è nonna Yin che, appena visto il principe davanti ai suoi occhi, perde conoscenza per l’entusiasmo. Wu sorride già che si sentirà molto al suo agio qua, ma ora ha disperatamente bisogno di un bagno!

Baraz ringrazia nuovamente Bolin

Bolin, Varrick e il gruppo di fuggitivi raggiungono l’oceano, Baraz accetta le scuse di Bolin per i torti subiti da parte di Kuvira e lo ringrazia. Sembra che sia giunto il momento di salutarsi, finché la donna dominatrice dell’acqua di nome Ahnah non gli propone di andare con loro verso nord. Dato lo stato quanto miserabile della barca in vista, Varrick inizialmente si rifiuta, ma un cenno di Bolin gli fa cambiare idea e il gruppo s’imbarca.

Cosa vuole Kuvira dalla liane della palude...?

Nello stesso istante, Baatar Jr trova una nuova fonte di liane degli spiriti molto potenti e Kuvira ordina di raccoglierne tutte finché non rimarrà più nessuna. Si trovano nientemeno nella palude che Korra aveva visitato qualche giorno fa.

>>> episodio successivo

Personaggi apparsi[]

Korra

Naga

Mako

Asami Sato

Bolin

Varrick

Wu

Baraz e Ahnah

Kuvira

Baatar Jr

Opal

Bumi

Bum-Ju

Tenzin

Pema

Jinora

Ikki

Meelo

Nonna Yin

Trivia e note[]

  • Sul volantino di Bolin e Varrick si legge "懸賞緝拿 前下士愽林 土帝國叛徒", ovvero "Mandato di cattura per i ex-corporali Bolin/ Varrick, traditori dell'Impero della Terra". Il nome di Varrick si scrive 法力克.
  • Mako viene a sapere che in questi tre anni di assenza Korra ha scritto soltanto a Asami e che le aveva chiesto di non rivelarlo a loro, come abbiamo visto in "Korra é sola".
  • Asami rivela che sta tornando ad avvinarsi a suo padre e di visitarlo in prigione, come visto in "Nemici alle porte".
  • Varrick racconta che Zhu Li, dopo la fuga dal carcere di Città della Repubblica resa possibile dall'attacco di Unavaatu, lo aveva portato in spalla per venti chilometri a giorno ("Luce nell'oscurità").
  • Varrick nota che Bolin è un intrattenitore naturale, la ragione per la quale lo aveva fatto diventare una star dei moventi in "Pacificatori". Ha comunque ancora problemi a mentire.
  • Korra racconta di aver imparato a connettersi con persone e oggetti tramite le liane spirituali da Toph Beifong
  • Asami ha aiutato a ricostruire gran parte delle strade di Città della Repubblica
  • Ha una nuova macchina di colore blu, un colore insolito per lei.
  • Yin e la sua famiglia hanno continuato ad abitare nella villa Sato da tre anni.
  • Korra é capace di localizzare persone vicine percependo la loro energia.
  • Kuvira ha iniziato a ripulire l'Impero della Terra da persone estranee o di discendenza estranea, imprigionando tutti i dominatori dell'acqua e del fuoco.
  • Sentiamo Bumi parlare per l'ultima volta.
  • Quando Varrick grida che ha lottato contro sei pipistrelli lupo, mostra la mano chiusa con il pollice e il mignolo estesi, il gesto cinese per il numero sei.
  • Il macchinario che Varrick scompone per creare la sua emettente EMP, è lo stessa che abbiamo visto sulla copertina del giornale che stava leggendo Asami. Nella versione iniziale Asami doveva leggere un giornale con una storia su Ginger.
  • Il modo in cui Korra arrossisce al complimento di Asami é un indizio a cosa vedremo in futuro con queste due.
Advertisement