Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Republic City Hustle è una miniserie di tre episodi brevi che fungono da prequel del cartone di La leggenda di Korra, posti tre anni prima dell'inizio della storia principale, cioè nel 167 DG. I protagonisti sono Mako e Bolin e si racconta la loro vita in strada dopo la morte dei loro genitori San e Naoki, da come sono entrati in combutta con il crimine fino a quando sono diventati dominatori sportivi.

Lo stile di disegno è molto diverso da quello usuale, ma la storia è stata creata dagli autori ed è quindi ufficiale. E' stato rilasciato online tra il 9 e 23 Agosto del 2013. Non è stato doppiato all'estero, ma il titolo si potrebbe tradurre in "Il trambusto/la spinta di Città della Repubblica".

Storia[]

Episodio 1[]

Mako osserva una donna anziana uscire da un negozio di merce varia e tra le sue due sacche degli acquisti intravede il suo portafoglio. Dà un segnale a Bolin accanto a lui e prosegue a rubare il portafoglio. Qualche attimo dopo Bolin emerga dal suo nascondiglio e annuncia di voler fermare il ladro e insegue suo fratello in un vicolo. Dato che qui sono fuori dalla vista della signora, i due iniziano a gridare e far finta di combattere, usando anche i loro domini per aumentare la credibilità che Bolin stia davvero cercando eroicamente di fermare il ladruncolo.

Dopo alcuni minuti un Bolin apparentemente ferito e stanco, torna dalla signora e le consegna il portafoglio conquistato con “tanta fatica”, la quale lo ringrazia con soli due Yuan. Disgustato da tale avarizia, il ragazzo chiede di più, notando che ha rischiato la sua vita per lei, o almeno lo vuole far credere. Ma anziché aspettare una sua risposta, Bolin ruba un grande pezzo di pane dal suo sacco e scappa via sotto gli insulti della signora. Poco dopo si riunisce con suo fratello e in un vicolo isolato si dividono il pane; il ragazzino sorride perché è molto meglio di quello che hanno mangiato il giorno prima. Mako precisa seccato che ieri non hanno mangiato nulla.

I due bambini ritornano al quartier generale della Triade del Triplo Terrore, dove incontrano il famoso dominatore sportivo Toza, capitano dei Cinghiali Furiosi della Caverna Nera e idolo di Bolin, che sta stringendo un affare con Shin l’Ombroso. Il criminale offre diecimila Yuan per convincere Toza a perdere la partita di quella sera di proposito e quando il dominatore sportivo si dimostra disgustato dalle proprie azioni, Shin lo chiama un ingrato.

La notizia che Toza perderà il suo prossimo incontro rende Bolin triste, ma Mako lo riporta alla realtà dicendo che nessuno era rimasto a piangere sulla morte dei loro genitori e che hanno dovuto imparare ad arrangiarsi da soli, bisogna “spingere o vieni spinto”. Shin aveva sentito i due ragazzini parlare e li avverte che devono ancora raccogliere abbastanza soldi per l’affare, o verranno sbattuti nuovamente in strada. Mako rassicura Bolin che riusciranno a completare questo incarico e i due fratelli se ne vanno. Con un sorriso sinistro Shin nota che vedere Mako e Bolin gli dà speranza per il futuro.

Episodio 2[]

Mako e Bolin si fermano davanti a un negozio di animali domestici per raccogliere i soldi di una scommessa dal proprietario, quando un furetto di fuoco scappa fuori dal negozio e si rifugia sulla testa di Bolin. Il signor Feng, proprietario del negozio, acciuffa l’animaletto per la coda e ringrazia il ragazzino per averlo aiutato a riprendere il furetto di fuoco, che a quanto pare aveva capito che era destinato a diventare cibo per la sua pitocondra. Il piccolo dominatore della terra si offre di comprarlo, ma suo fratello lo ferma subito e nota che hanno appena i soldi per loro due e non si possono permettere di perdere neanche 5 Yuan.

Un momento dopo Bolin trova nelle vicinanze Toza che sta firmando autografi. Il dominatore sportivo però lo riconosce come uno dei bambini che lavorano per la triade e la sua espressione si indurisce. Bolin si avvicina a lui e cerca di convincerlo a non dover seguire l’ordine di Shin e perdere l’incontro, ma l’uomo crede che ormai non è più a un livello competitivo come lo era una volta e nota che è al verde, poi ordina al ragazzino di lasciarlo in pace. Mako nota troppo tardi cosa voleva fare suo fratello e lo segue spaventato per castigarlo per aver tentato di mettere in dubbio gli ordini di Shin l’Ombroso. Bolin risponde con uguale ferocia e si rifiuta di obbedire per poi voltarsi deluso e frustrato.

Quella notte Bolin irrompe nel negozio di animali domestici e ritrova quel furetto di fuoco, che era già stato posto nella gabbia del pitocondra, ma era ancora vivo. Mentre il ragazzino cerca di allontanarsi dalla gabbia, il serpente salta fuori e inizia a strangolare il giovane dominatore della terra. Bolin cerca disperatamente di toglierselo di dosso, ma la sua presa è troppo forte per il bambino e inizia a perdere conoscenza. Per fortuna Mako lo aveva seguito e tira il pitocondra per la coda, allontanandolo da suo fratello, e lo piazza nuovamente nella gabbia.

Bolin cerca di addolcire Mako

Una volta calmata la situazione, il dominatore del fuoco rimprovera Bolin di commettere ultimamente un sacco di azioni pericolose, cosa che questo non nega ma insiste di portarsi il furetto di fuoco con sé ad ogni costo. Finalmente Mako si arrende, ma avverte Bolin che sarà solo lui a occuparsi di procurare da mangiare al suo nuovo amichetto. Mentre i due fratelli escono dal negozio, Bolin annuncia che ha deciso di chiamare il furetto di fuoco “Pabu” e spiega anche la sua ragione: gli era balzato in mente mentre quel serpente lo stava strangolando”. In pratica il nome è un prodotto del suo cervello privato dell’ossigeno.

Episodio 3[]

Shin e Zolt non sono contenti

Quella sera, all'arena di dominio sportivo, Shiro Shinobi commenta la figura barbina di Toza sul ring. Tra il pubblico troviamo anche Shin l’Ombroso e Zolt il Fulmine, che stanno seguendo la partita insieme a Mako e Bolin. Shin si vanta dei soldi che tutti loro prenderanno quando Toza deciderà di lasciarsi cadere in acqua come promesso. Difatti la sua squadra stava per perdere e aveva già perso il dominatore del fuoco e quello dell’acqua, ma inaspettatamente Toza si riprende e riesce a buttare fuori tutti e tre i membri della squadra avversaria, vincendo l’incontro per KO. Felice di questa svolta, Bolin si lascia fuggire che aveva convinto lui Toza a non perdere di proposito, ma Shin lo sente e insegue i due fratelli che sono scappati subito dopo.

Toza salva i fratelli

Mako e Bolin si rifugiano in una stanza e barricano la porta, ma Shin la sfonda facilmente con i suoi scagnozzi e attacca i due fratelli a suon di domini. I due bambini si battono valorosamente, ma il criminale pian piano prende il sopravvento. Ma prima di poterli sopraffare, Toza s’immischia lanciando macigni sui suoi uomini e porta la battaglia a una situazione di stallo. Prima che questa si potesse risolvere, Zolt entra nella stanza e rimprovera Shin per aver attaccato due bambini con tanta ferocia, poi mette in dubbio l’onore di Toza per aver infranto gli accordi. Il dominatore sportivo risponde ridando i soldi al capo della triade e spiegando che ha avuto bisogno di qualcuno che gli ricordasse l’uomo onorevole che era stato.

Prima di andarsene, Shin ordina ai due bambini di accompagnarlo al quartier generale, dato che aveva bisogno di fare quattro chiacchiere con loro. Ma Toza li ferma e, dato che aveva potuto osservare il loro talento, gli offre una casa nell’arena e di allenarli nel dominio sportivo. Shin tenta più volte di convincere Mako a non accettare quell'offerta, chiamandola “folle”, ma questo gli ricorda che deve pensare al futuro suo e di suo fratello, quindi vivere nell’arena è la scelta migliore.

Mako e Bolin felici

Dopo che i due membri della triade se ne sono andati, Bolin propone di celebrare questa svolta inaspettata nella loro vita, ma Mako lo avverte che sarebbe meglio conservare i pochi soldi che hanno. Ma il ragazzino lo informa sorridente che ha scommesso tutti i loro averi sulla vittoria dei Cinghiali Furiosi, dato che aveva avuto una buona sensazione. Dopo aver sentito questo, il Toza normalmente così antipatico li prende per le spalle e li abbraccia con gioia.

Personaggi apparsi[]

Mako

Bolin

Toza

Pabu

Zolt il Fulmine

Shin l'Ombroso

Shiro Shinobi

Trivia e note[]

  • Il titolo potrebbe essere un riferimento a "Kung Fu Hustle" (in italiano "Kung Fusion")
  • Gli avvenimenti visti qui vengono accennati in "La rivelazione" e "Una voce nella notte"
  • Vediamo come Pabu diventa amico di Bolin
  • Si scopre che Toza era stato un dominatore sportivo della prima generazione
  • Ogni episodio aveva anche un titolo alternativo, il primo "Hustle or get hustled" ("Spingi o vieni spinto"), il secondo "A new friend" ("Un nuovo amico") e il terzo "The smart play" (il gioco furbo")
  • Venne rilasciato solo su blu-ray nel Quarto libro: Bilancio
Advertisement