Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo era il termine con il quale venne descritto la missione della Tribù dell’Acqua del Nord di aiutare i loro fratelli del Sud a riprendersi dai danni subiti durante la Guerra dei Cent’anni. Ebbe inizio subito dopo l’assedio del Nord, nell'inverno dell’anno 99- 100 DG, dopodiché Pakku guidò un piccolo contingente di dominatori e guaritrici per una missione al Polo Sud. Dopo la fine della guerra, questo progetto si evolse fino a portare a un’urbanizzazione completa della Tribù dell’Acqua del Sud sotto la guida di Maliq e Malina che collaborarono con Hakoda, il premier del sud recentemente eletto. Tuttavia, ha dovuto affrontare una severa resistenza da parte della frazione tradizionalista degli abitanti.

Storia[]

Preludio[]

Tribù del Sud attacco

Baia del Lupo sotto attacco

Intorno all'anno 40 DG, il Signore del Fuoco Sozin ordinò una serie di razzia alla Tribù dell’Acqua del Sud per cancellare ogni minaccia militare proveniente dal Polo Sud. Nel frattempo il Nord si era ritirato dal conflitto rifugiandosi dietro alle mura di difesa della capitale Agna Qel’a, lasciando il Sud in balia di loro stessi e delle continue aggressioni da parte del nemico.

Nel corso dei prossimi 54 anni, queste razzie derubarono il Sud della sua popolazione di dominatori dell’acqua e gran parte dei suoi guerrieri, indebolendo la Tribù del Sud costantemente fino a portarla sull'orlo del collasso. Nell'anno 97 DG, gran parte dei vari capitribù e i suoi guerrieri lasciarono la loro patria per unirsi al Regno della Terra nella guerra contro la Nazione del Fuoco sotto la guida di Hakoda, il che lasciò i villaggi sparsi senza un sorto di governo. Inoltre, l’isolamento dei piccoli villaggi portò avanti ulteriormente il degrado della società culturale e politica della Tribù dell’Acqua del Sud.

Urbanizzazione[]

Nord Sud 1 Malina e Maliq

Malina e Maliq

Poco dopo aver respinto l’assedio del Nord, il capotribù Arnook mandò il maestro Pakku a mettersi in viaggio per il Polo Sud insieme a un gruppo di dominatori dell’acqua del Nord, guerrieri e guaritrici per aiutare il Sud a riprendersi dalla sua situazione disastrosa e diedero i primi aiuti. Mezz’anno dopo, in seguito alla incoronazione di Zuko come nuovo Signore dal Fuoco e la fine ufficiale della guerra, Hakoda tornò dalla sua gente insieme agli altri prigionieri di guerra e venne eletto il primo Premier del Sud dai Consiglio degli Anziani. Iniziò a coordinare gli sforzi del Nord in modo organizzato e costruttivo collaborando con gli architetti del Nord Maliq e Malina che avevano in mente una vasta serie di progetti per il Sud. Inizialmente, Hakoda era scettico in confronto di questi progetti che avrebbero portato ad immensi cambiamenti urbanistici e sociali, ma alla fine capì il loro ragionamento e decise di collaborare.

Nord Sud 2 fabbrica

Una raffineria al polo sud

Durante i suoi sforzi di ricostruzione, i due fratelli del Nord scoprirono una vasta riserva di petrolio sotto il ghiaccio del Polo Sud e proposero un piano per estrarlo per incentivare l’economia del Sud e elevarlo sul palcoscenico mondalo a partner di parigrado. Maliq aveva la visione di un futuro con macchina che funzionavano a benzina che avrebbe permesso ai non-dominatori come lui di poter rivaleggiare con i dominatori. Per poter costruire una raffineria di petrolio direttamente sul posto, i due fratelli strinsero un patto con Industrie della Terra e del Fuoco che mandarono il materiale di costruzione e i primi macchinari. L'azienda mandò poi Toph Beifong come sua rappresentante, anche se la ragazza insistette che era un “partner esecutivo”.

All'insaputa di tutti però, Malina e Maliq inseguivano un piano segreto di consegnare il controllo sul petrolio alla Tribù del Nord perché credevano che il Sud non fosse capace di gestire una risorsa di tale importanza. Col passare del tempo al Polo Sud e imparando a conoscere i suoi abitanti, Malina finì per cambiare idea e chiese a suo fratello di ripensarci; davanti a lei, Maliq accettò, ma in realtà continuava a portare avanti il piano senza dirla nulla.

Nord Sud 1 Malina progetto palazzo

Un palazzo?!

Per realizzare i loro progetti su carta, Maliq e Malina assunsero alcuni lavoratori di costruzione dominatori, inclusi Noa, Kam e Soonjei. Grazie a loro, il piccolo villaggio di Baia del Lupo venne demolito e in circa un anno e mezzo al suo posto nacque una città di ghiaccio con dozzine di edifici inspirati fortemente dall'architettura di Agna Qel’a. Non erano soltanto case per abitazioni, ma furono costruiti anche veri ufficiali e servizi vari, come il ristorante dei “Due Pesci del Nord” o la trasformazione del negozietto di carne di foca essiccata di Ashuna in un'azienda con una distribuzione più vasta. Inoltre, Malina e Maliq fecero costruire anche un municipio per il governo di Baia del Lupo che conteneva anche l’ufficio temporaneo del Premier mentre la costruzione di un vero e proprio palazzo era ancora in fase di progettazione. Più o meno in quel periodo Pakku fondò la sua scuola del dominio dell’acqua e andò alla ricerca di dominatori del Sud da prendere come allievi.  

Resistenza[]

Nord Sud 1 Sokka Katara Gilak

Gilak si oppone al progetto

Nonostante il beneficio oggettivo che questo progetto aveva portato al Sud, riscontrò parecchia resistenza nella popolazione civile che non vedeva di buon occhio questo intervento massiccio straniero nella loro cultura. Questo era specialmente vero per il Nord, dato che tanti non avevano dimenticato di come la Tribù del Nord li aveva letteralmente abbandonati a loro stessi durante la guerra, permettendo quindi la loro situazione precaria che avevano vissuto negli ultimo cinquant’anni. I membri della resistenza più radicali, i auto-proclamati “tradizionalisti”, videro gli sforzi di ricostruzione di Malina e Maliq solo come un mezzo per trasformare il Sud in una “ triste imitazione del Nord”. Questo gruppo venne guidato da Gilak, un guerriero del Sud veterano che aveva lottato nella guerra al fianco di Hakoda ed iniziò ad organizzarsi sempre meglio. Sempre più cittadini si unirono a lui e si ritrovarono nella loro base segreta che si trovava sotto il relitto della nave del fuoco, un luogo lugubre ed evitato da tutti. Il loro scopo era quello di eliminare ogni presenza straniera del Sud ed erano pronti a una guerra civile. Questi incontri servivano anche all’educazione della nuova generazione nei riti e nella leggende del Sud da parte di Thod, la mano destra di Gilak, per impedire che vengano cancellate dalla loro memoria.

Nord Sud 1 Sokka Katara contro tutti

Sokka e Katara devono farsi strada con la forza

Due anni dopo l’inizio del progetto, due ragazzi vennero mandati alla missione di rubare una valigia da Maliq che conteneva dei documenti segreti che avrebbero dovuto smascherare il suo schema infame. Per puro caso, alla cena al ristorante “Due Pesci” erano presenti anche Sokka e Katara che erano tornati a casa loro per la prima volta dalla loro partenza. I due fratelli inseguirono i due ladri fino al nascondiglio segreto dove Gilak li beccò e cercò di convincerli ad unirsi alla sua causa, dato che l’opinione dei due eroi della guerra avrebbe sicuramente portato altri seguaci. Vedendo che invece non abboccarono, iniziò a passare alla maniere forti e prese in ostaggio Sokka, ma Katara lo sconfisse facilmente permettendo a loro di fuggire, ma senza la valigia.

Gilak studiò il suo contenuto e scopri i piani segreti del nord di appropriarsi del petrolio che invece spettava al Sud, il che gli fece temere che il Nord avesse in mente di trasformare il Sud in una sorta di colonia. Ben conscio che Hakoda e le sua autorità sarebbero venuti presto, lui e il suo gruppo abbondarono la loro base, ma non senza lasciare indietro un messaggio per il premier che gli promise di mostrargli la verità molto presto.

Attacco dei tradizionalisti[]

Nord Sud 2 Gilak Thod arrivo

Gilak e Thod irrompono

La sera dopo il furto, Malina e Maliq ospitarono una festa in onore della loro collaborazione con Industrie della Terra e del Fuoco. Intuendo che Gilak avrebbe voluto usare questa occasione per un attacco, Hakoda e le sua guardie aumentarono la sicurezza intorno a Baia del Lupo, ma il capo dei tradizionalisti li aveva anticipato: usando una trivella per farsi strada attraverso il ghiaccio, lui e i suoi uomini raggiunsero la piazza della festa e infiltrarono la città senza essere visti.

Nord Sud 2 Maliq discorso

Maliq si sta tradendo

Dopo essere emersi dal sottosuolo interrompendo le celebrazioni, Gilak presentò la valigia rubata e accusò pubblicamente Malina e Maliq di voler sottomettere il Sud e rivelarono a tutti i presenti i loro piani di rubare il petrolio. Malina confessò immediatamente, ma aggiunse anche che che avessero abbandonato questi piani di consegnare il petrolio al Nord. Tuttavia, suo fratello la contradisse rivelando di aver sempre continuato a lavorare a questo piano dietro alle sua spalle. Nel tentativo ormai disperato di giustificarsi, Maliq dichiarò che il petrolio e il futuro equo per tutti fosse troppo importante per poterlo affidare alla gente del Sud; insultò i presenti chiamandoli troppo ancorati nel passato che avessero ancora bisogno della guida di una “vera civiltà”.

Nord Sud 2 Malina implora Gilak

Gilak minaccia Malina e Maliq

Dopo aver zittito suo fratello, Malina chiese perdono alla gente del Sud per la sofferenza che lei e i suoi uomini avevano causato e dichiarò che avrebbero abbondato il progetto di ricostruzione immediatamente. Per Gilak questo non bastava e ordinò ai suoi uomini di attaccare gli stranieri, dando inizio a una battaglia tra i ribelli, la ciurma di costruzione di Malina e Maliq e il Team Avatar. Mentre Aang, Sokka, Katara e Toph riuscirono a sconfiggere gran parte dei tradizionalisti, i due fratelli del Nord tentarono di fuggire dalla città, ma vennero ineseguiti dagli uomini di Gilak. I due studenti di Thod, esperti nel blocco del Chi e i ladri del giorno precedenti, li resero inermi per permettere al guerriero veterano di raggiungerli davanti alle mura di Baia del Lupo. Lui voleva giustiziarli per dare un avvertimento alle potenze straniere di pensarci due volte prima di calpestare il Sud.

Nord Sud 2 Gilak accoltella Hakoda

Gilak accoltella Hakoda

Un attimo prima di compere il gesto, Gilak venne fermato da Hakoda che gli confessò di aver sempre saputo dei piani segreti di Malina e Maliq. Scioccato e incredulo, il guerriero veterano volle sapere come allora avesse potuto difendere Malina nonostante tutto, ricevendo la spiegazione che la donna del Nord avesse cambiato opinione dopo aver conosciuto la gente del Sud. Gilak chiamò questo una strategia del Nord per ottenere la sua fiducia, ma Hakoda ribadì che sapeva che persone potessero cambiare, usando come esempio il Signore del Fuoco Zuko che da nemico mortale si era trasformato in alleato prezioso. Tuttavia, niente poté dissuadere Gilak della sua convinzione e dichiarò Hakoda come un traditore del Sud e lo attaccò con furia. Quando il Premier tentò un’ultima volta di farlo ragionare, il suo compagno d’armi di un tempo lo accoltellò a tradimento lasciandolo a terra sul ghiaccio. In quel momento sopraggiunsero Katara e Aang che catturarono i ribelli, dopodiché la ragazza usò il suo dominio per guarire suo padre.   

Perseveranza del progetto[]

Nord Sud 3 protestanti

Non sono i ben venuti

Malina, Maliq e i loro uomini vennero rilasciati dalla prigione la notte stessa con la promessa di lasciare il Sud con la prima nave del mattino; la sentenza venne alterata in seguito per Malina dato la sua conoscenza dei piani di costruzione era così insostituibile da permetterle di restare, anche se sotto stretta osservazione. Ora che mancavano però i dominatori per la costruzione edile, Toph fece chiamare i suoi studenti del dominio del metallo Penga, Ho Tun e Tipo Dark che aiutarono nella costruzione della raffineria di petrolio. Nonostante tutti gli impegni di voler adattare il loro dominio alle circostanze non ottimali, il lavoro si rivelò estremamente difficile per via della neve in costante aumento che, senza un dominatore dell’acqua, era ostica da spalare. Dominatori del Nord non erano ben visti e l’unica dominatrice dell’acqua del Sud abbastanza abile- Katara- era contraria alla costruzione della raffineria, inoltre si era creata una folla arrabbiata davanti ai cancelli che, dopo gli avvenimenti della sera precedente, stava protestando contro la presenza di ogni straniero.

Nord Sud 3 Arrivo Zuko e Kuei

Arrivano persino Zuko e Kuei

Allo stesso tempo, Hakoda cercò di stringere un patto con il Signore del Fuoco Zuko e il Re della Terra Kuei per ricevere aiuti stranieri per poter finanziare lo sviluppo in corso. Zuko era particolarmente entusiasta di poter aiutare per rimediare ai danni che la sua nazione aveva arrecato al Sud durante il secolo di guerra mentre Re Kuei era più tentennante e faticava a vedere la Tribù dell’Acqua del Sud come una potenziale nazione di parigrado.

Nord Sud 3 Gilak rapisce Hakoda

L'obiettivo di Gilak è Hakoda

La conferenza venne purtroppo interrotta violentemente da Gilak e i suoi uomini che erano stati liberati da Lirin, una guardia di Hakoda che l’aveva tradito. Dopo una breve schermaglia, Gilak sconfisse un Hakoda ancora indebolito e tentò di rapirlo, ma venne fermato da Aang e Katara; tuttavia, nel caos generale, i tradizionalisti riuscirono a rapire invece il Re della Terra.

Nord Sud 3 Morte Gilak

Gilak cade a morte

Gilak e i suoi uomini usarono Re Kuei come ostaggio per costringere Hakoda a scarificarsi al suo posto e gli mandarono una lettera di riscatto dove gli ordinarono di presentarsi al Ponte del Non Ritorno e doveva accettare di lasciarsi bloccare il Chi da Thod e i suoi studenti. In realtà, questo piano aveva il fine ultimo di uccidere entrambi di politici con una singola mossa, non curanti delle conseguenze di tale atto meschino. Il piano di Gilak venne sventato grazie al Team Avatar- sopratutto a Sokka- e grazie alla collaborazione con Malina e gli studenti di Toph, i membri dei tradizionalisti vennero catturati. Rimasto da solo, Gilak salí sul ponte pericolante per tagliare le corde mentre Kuei e Hakoda lo stava attraversando per morire con loro. Malina e Zuko cercarono di fermarlo invano e quando le corde si ruppero, tutti e cinque rimasero appigliati ai resti del ponte mentre sotto di loro si apriva un orrido apparentemente infinito. Zuko salvò Kuei mentre Aang teno di prendere al volo gli altri, ma quando Gilak tentò ancora una volta di uccidere Malina e Hakoda, perse la presa e cadde a morte.

Dopo la morte del suo capo, la resistenza militante contro il Progetto della Ricostruzione del Sud sparì, anche se il sentimento di diffidenza contro il Nord ormai si era insediato nelle menti della gente. Il progetto venne portato avanti nonostante questi sentimenti che non erano del tutto mal posti; alcuni anni dopo un gruppo di persone appartenenti al Nord venne accusato di aver cercato di sabotare il progetto per provare che, senza il loro sostegno, il Sud fosse incapace di gestire il petrolio con saggezza e competenza. Sokka decise di affidare a un gruppo di avventurieri il compito di portare alla luce il piano del Nord per impedire a questo gruppo di persone di mettere a repentaglio il progetto ulteriormente (Avatar Legends RPG: core book)  

Conseguenze[]

Tribù acqua Sud capitale

Baia del Lupo settant'anni anni dopo

Nonostante che il progetto avesse aiutato la Tribù dell’Acqua del Sud immensamente nel suo processo di ricostruzione, la condizioni di vita ed economiche dell’intero Polo Sud rimasero per decenni molto difficili e spinsero parecchie persone a cercare lavoro altrove. Dopo alcuni anni, Agna Qel’a ristabilì il suo governo sul Sud e mandò ancora più risorse e dominatori per permettere alla sua tribù sorella di tornare a prosperare.

Il seme della diffidenza di Gilak continuò a germogliare e alcuni abitanti del Sud temerono ancora che l’influenza del Nord potesse portare a una perdita di identità culturale. Una frazione di giovani della Tribù del Sud si impegnò a ricuperare le leggende e la cultura dei loro antenati, credendo che non potevano sparire e che dovevano essere integrate nel futuro della propria tribù. Mi misero in viaggio per scoprire storie e oggetti creduti persi durante la guerra per archiviarli per le generazioni future. (Avatar Legends RPG: core book)

Il Sud, ormai tornato ad essere una civiltà sana e stabile, rimase sotto il governo a volte restringente del Nord e iniziò a proporre pensieri di autonomia e anche di indipendenza. Questi pensieri furono parte delle cause che, nell’anno 171 DG, portarono allo scoppio di una guerra civile tra le Tribù dell’Acqua che terminò con l’indipendenza del Sud.

Advertisement