Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Un portale Spirituale, o Portale degli Spiriti, è un passaggio che connette il Mondo Materiale con il Mondo degli Spiriti. Ne esistono tre, tra cui due sono antichi vecchi migliaia di anni: uno rispettivamente al Polo Nord e al Polo Sud, creati in tempi remoto a Raava e Vaatu, e un terzo, creato di recente da Avatar Korra e una scarica immensa di energia spirituale nel centro di Città della Repubblica.

Descrizione[]

Un portale spirituale appare in due stati, aperto o chiuso. Da chiuso sembra una sfera luminosa con un diametro di circa due metri che brilla nel colore designato del portale, da aperto da questa sfera esce un raggio di luce imponente che s’innalza in cielo per alcuni chilometri per poi diffondersi nell'atmosfera.  

Eska desna 06 portale

Unalaq cerca di sfondarlo pur non essendo l'Avatar

Per crearlo, serve una immensa quantità di energia spirituale che può derivare da un essere potente come Raava e Vaatu, oppure da una semplice collisione di energia spirituale immagazzinata in liane spirituali. Una volta creato, soltanto l’Avatar può aprirlo o chiuderlo semplicemente toccandolo, per altre persone é impossibile e addirittura pericoloso. Lo può fare sia dall'entrata dal Mondo Materiale che da quello Spirituale, sia nel suo corpo fisico che quello proiettato. L’apertura del primo portale dev’essere eseguito durante il solstizio d’invero o d’estate, quando la barriera tra i due mondi è più debole; una volta attivato il primo, il secondo invece può essere aperto in ogni momento per via dell’energia spirituale scaturito dal primo portale.

Il portale funge da passaggio tra i due mondi che permette agli esseri umani di raggiungere il Mondo Spirituale senza dover meditare e di entraci con il loro corpo fisico, il che gli permette di conservare il loro dominio se ne sono in possesso. Le persone possono interagire con il Mondo Spirituale e portare con sé anche oggetti. Ovviamente lo stesso vale anche per l’opposto, ovvero che spiriti possono entrare nel Mondo Materiale e, se vogliono restare, di abitarci senza dover sacrificare la loro immortalità.

B2 E12 Convergenza Armonica

L'arco durante la Convergenza Armonica

I Portali Spirituali (almeno quelli originali ai dei poli) reagiscono alla Convergenza Armonica, ricevendo una così grande quantità di energia cosmica da ampliarsi fino a incrociarsi formando un arco di luce- ovviamente questo vale solo se sono aperti. Il flusso di energia fortifica i portali fino alla fine del fenomeno che dura circa un’ora e può essere usato dagli spiriti in molteplici modi: possono liberarsi da una prigione spirituale come lo fece Vaatu, di fondersi in modo permanente con un umano come lo fecero Raava una volta con Wan e la seconda volta con Korra. Gli effetti di questa energia si notano anche nel Mondo Materiale con una luce strana che ingloba l’intero pianeta che permette agli spiriti li presenti o a persone capaci della proiezione astrale di aumentare i loro poteri, riuscendo per esempio a teletrasporti ovunque in pochi secondi.

Portale del Nord[]

Portale Nord

Il portale del Nord

Il portale al Polo Nord è uno di due portali originali che in tempi remoti furono il risultato del passaggio di Raava e Vaatu nel Mondo Reale perforando la barriera tra i due mondi. Brilla di un colore rosso chiaro ed è posizionato nel cuore di una foresta antica direttamente al polo Nord. Nonostante l’ambiente ghiacciale della tundra artica coperta da neve e ghiaccio, questa foresta usufruisce dell’energia spirituale sopita persino nello stato chiuso del portale, rimanendo verde. Questo portale esce nel Mondo Spiritale e porta a una pianura rocciosa in diretta vicinanza del portale del Sud e l’Albero del Tempo.

Durante la Convergenza Armonica di oltre diecimila anni fa, Vaatu si presentò davanti a Raava attraverso questo portale, il quale fu poi il primo che Avatar Wan chiuse poi per separare i due mondo. Avatar Korra venne costretta a riaprilo da Unalaq nell'anno 171 DG poco prima della prossima Convergenza Armonica dopo che lui ci ha provato più volta a sfondarlo a mano, invano. Lei lo visitò quasi tre anni dopo, ancora in convalescenza e in giro per il mondo in incognito, per raggiungere il Mondo degli Spiriti e meditare nell'Albero del Tempo.

Portale del Sud[]

B2 E12 portale fortezza

Il portale del Sud

Per il Portale del Sud vale la stesse origine, ma a differenza di suo fratello al Nord brilla in una luce azzurra. Anche questo è situato in una foresta spirituale al Polo Sud ed è stato chiuso per ultimo da Avatar Wan quando questo separò i due mondi. Questo portale porta alla stessa pianura rocciosa nel Mondo degli Spiriti, in diretta vicinanza del portale del Nord e l‘Albero del Tempo. Il decadimento spirituale del Polo Sud ha indebolito la foresta e l’energia spirituale che col passare dei secoli ha iniziato a venir sopraffatto dal ghiaccio della tundra circostante. Il portale dormiente si trovò sotto uno strato spesso di ghiaccio che era impervio al domino del fuoco di Korra mentre spiriti oscuri attesero in agguato.

Questo portale fu il primo che Avatar Korra aprì durante il solstizio d’inverno dell’anno 171 DG su sollecitazione di suo zio Unalaq che le disse che in questo modo avrebbe dissipato la Tempesta Eterna e permesso il ritorno delle Luci del Sud. Dopo averlo aperto, questo prese possesso del portale erigendo una barriera contro i ribelli della Tribù dell’Acqua del Sud per difenderlo con le sue forze armate e impedire che Korra si avvicinasse per impedire la liberazione di Vaatu richiudendolo.

Portale di Città della Repubblica[]

B4 E13 Portale degli Spiriti

Il nuovo portale

Questo portale è accessorio, nel senso che è stato creato artificialmente e casualmente attraverso una scarica incontrollata di energia dal del cannone di Kuvira che si era impigliato tra le liane spirituali di Città della Repubblica e ha iniziato ad assorbire la lor energia in modo incontrollato fino a sovraccaricarsi. Kuvira stava per venir disintegrata dal suo raggio di energia, ma venne salvata da Korra che deviò la scarica con il dominio dell’energia e inavvertitamente creò questo nuovo portale perforando la barriera tra i due mondi.  A differenza degli altri due portali non porta alla stessa pianura roccia, ma a un prato fiorito circondato da iceberg. Il suo colore è di un giallo-verde accesso ed è localizzato in centro al un cratere creato dalla esplosione che si è riempito di liane spirituali. Korra e Asami lo usarono poco dopo per la loro vacanza nel Mondo degli Spiriti.

Korra spirito anguilla drago

Non tutti gli spiriti sono contenti

Il fatto che questo spirito non solo non era stato creato da degli spiriti, ma per di più nel ben mezzo di una metropoli piena di gente e alla luce di tutti, diede parecchio fastidio agli spiriti. Mentre accettarono l’apertura degli altri portali perché si trovavano in posti quasi irraggiungibili per persone comune, ma il facile accesso di questo li fece temere che il loro mondo stava per venir invaso e abusato dagli umani. Il loro timore era giustificato, dato che dopo poche settimane un imprenditore di nome Wonyong Keum, il proprietario del suolo su sui si stava erigendo il portale, voleva fare guadagni trasformando il Mondo degli Spiriti in una attrazione turistica. Il portaparola degli spiriti del portale, lo spirito Drago-Anguilla, ordinò a Korra di chiudere questo portale e quando questa si rifiutò, la incaricò della sua protezione. Keum e la triade del Triplo Terrore però le fecero la vita difficile e quando negli occhi dello spirito l’Avatar aveva fallito in questa missione, dichiarò guerra contro gli umani.

Varrick mover

Al centro dell'attenzione

Dopo una battaglia violenta tra la triade, il Team Avatar e gli spiriti diventati oscuri per via della rabbia, questi distrussero il prato fiorito a cui portale il portale rendendolo una landa desolata ricoperta di spine che attaccarono ogni umano che osava metterci piede, come avvertimento a stargli lontano. Come razione a questo conflitto, il Presidente Raiko reagì a tono erigendo una barriera intorno al portale protetto dall'armata della Repubblica Unita, gettando ancora più benzina sul fuoco. Gli spiriti si calmarono solo quando Keum si offrì di rinunciare alla sua proprietà e ai suoi progetti per il portale per creare un santuario introno ad esso per limitare l’accesso controllato dalla Nazione dell’Aria. La Presidentessa Zhu Li Moon, che vinse le elezioni contro Raiko, si affrettò a rimuovere la barriera e firmò subito  il passaggio di proprietà.

Trivia[]

  • L'energia immensa necessaria per creare un portale distorce il terreno intorno, sia nel mondo materiale che in quello spirituale.
  • Finché i portali erano stati solo due, fare un viaggio nel Mondo degli Spiriti era comunque molto difficile per il mero fato che i due portali si trovavano ai due poli, due luoghi cosi ostili e pericolosi che nemmeno i membri delle Tribù dell'Acqua si avvicinarono solo se era davvero necessario, altrimenti preferivano lasciare in pace gli spiriti. Per questo il portale a Città della Repubblica é così discusso e vulnerabile a conflitti.
  • Durante la Convergenza Armonica, entrambi i portali originali brillano di una luce gialla.
  • I loro colori normali invece sono derivati da Raava e Vaatu (azzurro e rosso), inoltre si trovano nei opposti del globo per enfatizzare il concetto di opposti.
  • Invece quello a Città della Repubblica ha un colore verde perché ha usato l'energia delle liane spirituali.
  • Nel concetto originale, i creatori volevano introdurre non due, ma quattro portali, ma hanno cambiato idea per ragioni di narrativa. I due portali aggiuntivi si sarebbero trovati vicino ai Templi dell'Aria.
Advertisement