Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Il Polo Sud è il ponto più meridionale del mondo ed è il centro spirituale della Tribù dell'Acqua del Sud. Localizzato nel centro della massa di terra, é marcato da una foresta spirituale che cela un portale spirituale che è stato riaperto dall'Avatar Korra nell'anno 171 DG.

Storia[]

B2 E08 Wan saluta Aye aye

Wan chiude il portale

Il giorno della Convergenza Armonica 9829 anni prima della Guerra dei Cent’Anni, Wan e Mula raggiunsero il Polo Sud insieme a una Raava gravemente indebolita per usare il portale per raggiungere il Mondo degli Spiriti per battersi con Vaatu. La violenta battaglia finì a loro favore, permettendo diecimila anni di prosperità e luce per la terra, ma Wan, il primo Avatar, decise di chiudere i due portali per separare i due mondi per sempre, affinché nessun essere umano potesse mai liberare lo spirito del caos. Dopo aver chiuso il portale del Nord, Wan controllò l’esodio degli spiriti attraverso il portale del Sud e, dopo aver salutato il suo amico spirito Aye Aye, chiuse il portale.

Per oltre novemila anni, il Polo Sud rimase un luogo lontano da ogni insediamento umano e venne in gran parte lasciato da solo, anche se venne tuttavia venerato come luogo sacro per gli spiriti. Nonostante il clima gelido dell’antartico, l’energia residua del portale chiuso permise la crescita di una rigogliosa foresta intorno ad esso e gli spiriti rimasti sulla terra amavano danzare nel cielo introno al polo. I rituali delle Tribù dell’Acqua in onore degli spiriti mantenevano un equilibrio tra le energie.

B2 E02 foresta ghiacciata

La foresta ghiacciata

Questo cambiò con la Guerra dei Cent’anni dove la Tribù dell’Acqua del Sud venne quasi portata al collasso, il che portò la fine per gran parte dei rituali. Nonostante gli sforzi della Tribù del Nord nella ricostruzione economica della loro tribù sorella dopo la fine della guerra, questa visse un decadimento spirituale notevole nei decenni seguenti che portò a uno squilibrio spirituale. Questo causò la nascita di sempre più spiriti oscuri che fecero infuriare una tempesta di neve incessante che venne chiamata “Eterna” e la mancata danza degli spiriti fece sparite le luci del Sud. Inoltre il portale dormiente e la foresta intorno vennero imprigionati nel ghiaccio.

B2 E02 portale del Sud

Il portale nuovamente aperto

Nell'anno 171 DG, una piccola spedizione si avventurò verso il Polo Sud, composta da Unalaq, Tonraq, Mako, Bolin, Korra, Eska e Desna, in seguito a un attacco di uno spirito oscuro al Festival degli Spiriti dei Ghiacciai il giorno prima. L’obiettivo era di calmare la furia sempre più grande degli spiriti riaprendo il portale per far tornare la luci del Sud e riportare l’equilibrio spirituale. Avatar Korra si avventurò nella foresta ghiacciata, ma venne subito attaccata da dozzine di spiriti oscuri che volevano impedirle di aprire il portale, ma alla fine riuscì a prevelare. Una volta aperto, la Tempesta Eterna si dissolse e gli spiriti tornarono a danzare nei cieli.

In seguito alla invasione del Sud da parte delle truppe di Unalaq del Nord, questo decise di erigere una barricata armata intorno al portale per proteggerlo dai ribelli del Sud e per impedire che Korra lo potesse richiudere.

B2 E12 portale fortezza

La fortezza introno al portale

Qualche settimana dopo, il giorno prima della nuova Convergenza Armonica, il Team Avatar con Tenzin, Kya e Bumi cercarono di entrare nel Mondo degli Spiriti attraverso il portale del Sud. Mako, Bolin e Asami funsero da distrazione recando più distruzione possibile al campo armato mentre Korra, Bumi, Kya e Tenzin dovevano intrufolarsi nel portale su Oogi. Purtroppo questo piano fallì e, nonostante i danni ingenti causati, tutti tranne Bumi vennero abbattuti e catturati. Il Comandante militare in pensione li liberò grazie a un mecha andato in tilt per via degli spiriti oscuri nelle vicinanze, distruggendo quello che restava dell’accampamento, permettendo la via libera a al portale.

Nel tentativo disperato di impedire che Unalaq si fonda con Vaatu, Korra lo scaraventò fuori dal Mondo degli Spiriti attraverso il portale del Sud e chiese a Mako e Bolin di tenerlo lontano. I due fratelli lo seguirono nel Mondo materiale per difendere l’accesso al portale, ma vennero sopraffatti dalla collaborazione tra Unalaq, Eska e Desna, non potendo impedire che il Capotribù del Nord tornasse nel Mondo degli Spiriti. Mako e Bolin si ripresero alcuni secondi dopo e corsero per inseguirlo, Eska e Desna alle loro calcagna.

B2 E13 Unalaq strappa Raava

Vaatu estaree Raava

Dopo aver fallito di impedire la fusione tra Vaatu e Unalaq nell’Avatar Oscuro, la battaglia violenta tra lui e Avatar Korra li portò anche nel Mondo Materiale, passando per il portale del Sud. Unalaq sconfisse Korra nelle pianure ghiacciate intorno al polo Sud e rimosse Raava dal corpo della ragazza con la forza per poi distruggerla. Mako e Bolin arrivarono in aiuto della loro amica sconfitta, ma vennero sconfitti facilmente dell’Avatar Oscuro. Dopo aversi liberato di questi umani fastidiosi, questo crebbe fino a diventare una entità mostruosa rossa e nera e toccò le luci del Sud per trasportarsi via dal Polo Sud. Korra, Mako e Bolin, resi incoscienti dalla battaglia, vennero trovati da Bumi, Kya e Tenzin che li riportarono nel Mondo degli Spiriti per guarirli e formulare un piano.

Korra Asami ritorno portale

Korar e Asami tornano a città della Repubblica

Tre anni dopo, Korra e Asami tornarono dalla loro vacanza nel Mondo degli Spiriti uscendo dal portale del Sud per rivelare a Tonraq e Senna che erano una coppia. Purtroppo questa rivelazione non finì nel modo desiderato per la donna del Sud e le due ragazze tornarono poche ore dopo per raggiungere il portale che conduceva poi a Città della Repubblica.

Descrizione[]

Immersa nella infinita tundra ostile del Sud, si trova inaspettatamente una foresta che marcava il Polo Sud, il quale può crescere solo grazie all'energia residua del portale chiuso. In passato, gli spiriti erano in equilibrio e amavano danzare nella flebile luce del portale socchiuso, creando le aurore del Sud, dette anche luci del Sud.  

B2 E02 Korra spiriti portale

Korra affronta gli spiriti oscuri

I danni sostenuti durante le cento anni di guerra crearono un forte squilibrio spirituale e provocò la conversione di sempre più spiriti alla oscurità, che in conseguenza scatenò una violenta e incessante tempesta che circondò il Polo Sud, rendendo ancora più pericoloso avvicinarsi. Perdendo sempre più energia, il clima glaciale del Polo iniziò a prendere il sopravvento e la foresta spirituale iniziò a ghiacciarsi fino a diventare un complesso di caverne di ghiaccio infestate da radici e tronchi. In questa foresta ghiacciata abitavano piccoli spiriti oscuri simili a piccoli draghi che attaccavano ogni umano che osava avvicinarsi, anche l’Avatar.

In seguito alla riapertura del portale, le luci del Sud tornarono a risplendere nel cielo antartico e la formazione di ghiaccio iniziò a retrocedere. Durante l’occupazione di Unalaq venne costruita una fortezza con alte mura e torri di guardia per impedire l’accesso a chiunque.  Gli spiriti, in un primo momento tornati normali, erano diventati nuovamente oscuri e seguivano il volere di Unalaq di abbattere chiunque si avvicinasse al portale. Dopo la fine della guerra, gran parte della fortezza venne rimossa e rimase solo qualche residuo per fungere la rifugio per i viaggiatori.

Advertisement