Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


L'Oasi Spirituale di Agna Qel'a è il centro spirituale della Tribù dell'Acqua del Nord, situato dietro al palazzo reale nel ghiaccio. È stato creato dagli spiriti ancestrali della luna e dell'oceano e, nonostante sia circondato dal ghiaccio eterno, è caldo, verde e invitante. Si dice che sia il luogo più calmo e spirituale dell'intero polo Nord.

Storia[]

L1 E19 pesci Koi

Tui e La

All'inizio dei tempi, prima dell’era degli umani, gli spiriti ancestrali della luna e dell’oceano- Tui e La- decisore di trasferirsi dal Mondo degli Spiriti a quello mortale, rinunciando alla loro forma spirituale. Assunsero la forma di due pesci Koi e si crearono la loro oasi al Polo Nord con il loro stagno in cui nuotano da allora nel loro cerchio infinito di tirare e spingere. Questa oasi continuò a sprigionare energia spirituale che permise una verde vegetazione e un clima caldo nonostante l’ambiente glaciale che divenne il centro spirituale della Tribù dell’Acqua del Nord che si insediò molti millenni dopo.

Migliaia di anni dopo, Avatar Kuruk voleva sposare la sua fidanzata Ummi, una donna proveniente dalla Tribù dell’Acqua del Sud, proprio lì davanti all'Oasi. Purtroppo, quello che sembrava essere finalmente un barlume di speranza nella vita tetra dell’uomo del Nord, si trasformò in tragedia la notte prima del matrimonio: Ummi, che voleva attraversare il ponticello sopra il laghetto, venne rapita da Koh, il Ladro di Volti, e trascinata via nel Mondo degli Spiriti, per punire Kuruk per aver ignorato i suoi doveri da Avatar. Questo si mise al suo inseguimento, ma non riuscì a raggiungere né la sua amata né il rapinatore, il quale rubò il volto della donna. Per il resto della sua breve vita, Kuruk viaggiò ogni anno nel Mondo degli Spiriti, sempre all'anniversario dell’evento, per cercarla, ma invano. Mentre era già stato noto che il laghetto nascondeva in profondità un passaggio per il Mondo degli Spiriti, questa tragedia allarmò i cittadini comuni di Agna Quel’a che da allora preferirono starsene alla larga.

In un momento non definito durante la Guerra dei Cent’Anni, il mascalzone Rafa venne aggredito da Koh e gli venne rubato il volto, il che significa che era tornato nel mondo materiale attraverso l’oasi.

L1 E20 Yue e genitori

Arnook e sua moglie all'oasi

Verso la fine della guerra, il capotribù Arnook e sua moglie portarono all'oasi la loro figlia neonata Yue che era molto malata e sembrava dover morire in fasce. In un tentativo disperato di salvarla, la posero nell'acqua del laghetto e pregarono gli spiriti della luna e dell’oceano. Questi accettarono la loro richiesta e la salvarono dandogli una piccola parte della loro energia vitale, il che fece diventare bianchi i capelli dell’infante che iniziò a piangere per la prima volta.

L1 E19 Katara difende Aang

Katara difende Aang da Zuko

Sedici anni dopo, quando la Nazione del Fuoco stava attaccando la Tribù dell’Acqua del Nord con tutta la sua flotta e la situazione sembrava drammatica, Yue portò Avatar Aang e Katara l’oasi con la promossa che da lì Noma dell’Aria poteva raggiungere il Mondo degli Spiriti meditando per trovare gli spiriti della luna e dell’oceano per chiedere il loro aiuto. Aang ci riuscì, ma dovette lasciare indietro il suo corpo indifeso, cosa che Zuko, che si era intrufolato di nascosto, usava a suo favore per catturarlo. Katara cercò di fermarlo e riuscì a fermarlo grazie alla potenza della luna piena, ma venne sconfitta quando il sole appena sorto diede nuovo potere al dominatore del fuoco. Il principe si prese l’Aang incosciente e se lo portò dietro attraversando la gelida tundra dietro alla capitale.

L1 E20 Zhao cattura Tui

Zhao minaccia Tui

L’Avatar tornò nel suo corpo alcune ore dopo e si trovò legato accanto a un Zuko indebolito in una bufera di neve, ma fortunatamente i suoi amici lo trovarono in tempo e riportarono indietro entrambi. Una volta tornati all'oasi, Aang rivelo che i due pesci nel laghetto erano di fatti la forma mortale dei due spiriti, ma prima di poter chiedere il loro aiuto vennero sorpresi da Zhao, Iroh e alcuni dei suoi uomini che si erano fatti strada arrivando fino all’oasi. L’Ammiraglio spiegò il suo piano diabolico di cancellare il dominio dell’acqua dal mondo per invadere la Tribù dell’Acqua del Nord uccidendo Tui, lo spirito della luna. Quando catturò il pesce Koi bianco, la luna piena in cielo si tinse di un rosso di sangue.

L1 E20 Aang unione con La

Aang fuso con La

Sentendo questa eresia, Iroh lo avvertì di non continuare con questo piano, dato che i danni sarebbero irreparabili- non solo per le Tribù dell’Acqua, ma anche per il mondo intero, e lo avvertì che gli restituirà ogni danno inflitto agli spiriti decuplicato. Inizialmente, Zhao sembrava ripensarci e rilasciò il pesce nell'acqua, ma dopo un secondo rilasciò una potente fiammata che lo uccise. Attimi dopo la luna sparì dal cielo e tutti i dominatori dell’acqua persero i loro poteri. Sembrava che Agna Quel’a era destinata a perire, ma Aang non si arrese: entrò nello Stato dell’Avatar e saltò nel laghetto dove si fuse con La e si trasformò in un essere gigante blu che iniziò a distruggere le navi nemiche.

L1 E20 sacrificio Yue

Yue si sacrifica per lo spirito della luna

Nel frattempo Iroh identificò Yue come qualcuno che possedeva un frammento della energia vitale di Tui in sé e suggerì che era lei che poteva resuscitare lo spirito sacrificando la sua vita. Sokka, che si era innamorato della principessa, la implorò a non farlo, ma Yue rispose tra le lacrime che era il suo dovere. Lo spirito venne riportato in vita, il che fece tornare in cielo la luna e ridiede il dominio della gente della tribù, ora che i due pesci potevano nuovamente danzare all'infinito. In un ultimo saluto, Sokka e Yue si baciarono, poi la ragazza svanì per assumersi il suo ruolo come il novo spirito nella luna. Spinto dalla sete di vendetta, La intanto aveva rapito Zhao e, per punirlo per il suo crimine, lo aveva trascinato nel Mondo degli Spiriti, lo gettò nella Nebbia delle Anime Perdute dove spese l’eternità.

L2 E20 Katara salva Aang

Katara riporta in vita Aang

Qualche giorno dopo Pakku consegnò a Katara una fiala contenente un po' dell’acqua dell’oasi spiegano che possedeva abilità speciali.  La ragazza lo tenne chiuso per tutto il tragitto per il Regno della Terra e lo usò per riportare in vita Aang che era stato colpito a morte dal fulmine di Azula.

Descrizione[]

Fisica[]

L’Oasi Spirituale è un luogo secluso sotto la cascata dietro al palazzo reale di Agna Quel’a ed è accessibile solo attraverso una porta bassa e normalmente chiusa. Un visitatore nota subito la temperatura gradevole che fa pensare ai tropici piuttosto all'Artide, con un prato verde e alberi pieni di frutti insoliti per il Polo Nord che vengono circondati da uno stagno d’acqua tiepida. Sopra il laghetto sono stati costruiti due ponticelli che collegano l’isola con la terra ferma e che finiscono davanti a un cancello spirituale. Gli abitanti della tribù credono che sia l’energia vitale di Tui e La a sprigionare tutta questa energia spirituale e lo reputano il centro spirituale dell’intero Polo Nord; per ringraziare gli spiriti per la loro protezione spesso portano cibo e altri oggetti ad ogni luna piena.

Nel laghetto davanti all'oasi nuotano due pesci Koi, uno bianco con una macchia in testa nera e uno nero con una macchia bianca, che sono l’incarnazione mortale degli spiriti della luna e dell’oceano. Questi due pesci si nuotano introno in una danza eterna che simboleggia le maree, l’eterno spingere e tirare.

Spirituale[]

Prima dell’apertura del portale degli spiriti al Polo Nord, l’oasi era il punto con l’energia spirituale più alta di tutta la nazione. Spiriti potenti e ancestrali come quello della luna e dell’oceano, vecchi come il mondo stesso, vivono qua. L’Avatar può entrare da qua nel Mondo degli Spiriti meditando, dato che si crede che in fondo allo stagno si cela un passaggio segreto. Ma questo vale anche per l’inverso, dato che spiriti possono usare questo passaggio per arrivare nel Mondo Materiale come lo fece Koh quando rapì Ummi o quando aggredì Rafa.

Trivia[]

  • Secondo i commenti DVD per l’episodio “L’assedio del Nord, prima parte” l’oasi è un luogo dove i due mondi si soprappongono. Questo spiegherebbe come mai Koh è riuscito a mettere brevemente piede nel nostro mondo.
  • L’Acqua dell’oasi è carica di energia vitale, dato che è riuscito a salvare sia Yue che soffriva di una malattia congenita che Aang che era praticamente morto.  
  • A persone che dimostrano il loro profondo rispetto per l’oasi bevono tè fatto con ingredienti presi dall'isola per poter meditare meglio.
  • Durante l’era di Wan, nella foresta degli spiriti esisteva un luogo con proprietà guaritrici simili.
  • Questo luogo somiglia a un giardino cinese secluso con uno stagno, sculture, alberi, fiori, un cancello della luna e ponti curve.
Advertisement