Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è la terza e ultima parte della trilogia che compone il quinto fumetto di La Leggenda di Aang "Nord e Sud". Venne rilasciato in patria nell'anno 2016, mentre in Italia nel 2022 in versione libreria, ovvero un volume unico che raccoglie tutte e tre le parti.

Storia[]

Paura di guardare al futuro[]

Nord Sud 3 Toph Penga Ho Tun Tipo Dark

Non sembrano tanto convinti

Al cantiere della fabbrica sono comparsi tre nuovi aiuti, i tre studenti del dominio del metallo di Toph, ovvero Penga, Ho Tun e Tipo Dark e stanno spalando la neve intorno. Purtroppo la neve accumulata fa cadere delle travi di metallo che quasi seppelliscono i tre ragazzi che riescono a scappare all'ultimo grazie all'aiuto della loro maestra che ferma le travi dal cadergli in testa. Leggermente spaventata,Toph che prima chiede se stanno bene, poi gli ordina di non lagnarsi e di continuare a lavorare, ignorando le proteste dei suoi allievi che non amano mettere a repentaglio la loro vita. Gli ricorda anche che sono studenti del dominio del metallo e che non importa se non hanno mai usato il loro potere in questo modo per costruire una fabbrica, si devono darsi da fare comunque. Penga le fa notare che farlo senza nessun aiuto da parte di un dominatore dell’acqua è comunque follia, ma Toph deve ammettere esasperata che l’unica dominatrice dell’acqua del sud non è interessata ad aiutarli e non possono assumere nessuno dal Nord- la politica è stupida, ma fa parte degli affari. 

Nord Sud 3 protestanti

Parecchio controvento...!

Ho Tun indica però Malina che sta parlando con Sokka, ma la sua maestra lo ferma dicendo che lei è un’eccezione, ma deve mantenersi un profilo basso. La donna del Nord è ansiosa e vorrebbe partire, ma il suo consulente la ricorda che lei è l’unica che conosce i progetti e Hakoda è riuscito a convincere la maggior parte del Sud ad accettare che stanno lavorando in loro favore. Purtroppo l’altra parte è davanti alla recensione e sta protestando con aria minacciosa e infuriata e ordina agli stranieri di andarsene. Malina spera che Sokka abbia ragione che anche loro in futuro, vedendo il progetto finale, cambieranno idea.

Nord Sud 3 Aang dimostrazione

Aang fa vedere cosa è capace con l'acqua

Pakku intanto continua a convincere Siku e Sura ad iniziare a seguire le sue lezioni del dominio dell’acqua, ma le due bambine si dimostrano sempre più cocciute e si rifiutano di collaborare. Il maestro li incita ad imitare le sue forme, ma le bambine si voltano e ribadiscono che è inutile, tanto loro due non sono dominatori dell’acqua. Pakku fa un profondo respiro e annuncia che, anche se in queste tre settimane non lo hanno neanche provato ad ascoltarlo, forse ascolteranno i loro ospiti. Questi si rivelano come Avatar Aang e Katara che danno una dimostrazione del loro dominio dell’acqua che inizia finalmente ad emozionare Siku e Sura che ammettono, che, se avessero saputo che Katara era amica dell’Avatar, sarebbero stati più gentili con lei. Preso dalla speranza di aver finalmente trovato un accesso, la giovane donna si inginocchia davanti a loro e gli chiede se sono pronti ad ammettere anche che sono dominatrici dell’acqua. Le due bambine annuiscono timidamente, ma si fanno subito promettere di non dirlo a nessuno perché loro madre le ha fatto giurare di non dirlo mai in giro perché altrimenti i “mostri della Nazione del Fuoco” li porteranno via. Dopo aver raccontato che Pakku era riuscito a convincere la loro madre di andare a studiare da lui, tornano di nuovo al loro modo di fare acidi e annunciano che non le importa se è amica dell’Avatar, non si lasciano obbligare a fare quello che non vogliono.

Nord Sud 3 Hakoda visita Pakku

Sei già in piedi, papà?

Dopo che le bambine se ne sono ritirate in un angolo a tenere il broncio, Katara si chiede triste se non sono troppo piccole per un cambiamento così radicale e forse dovrebbero insistere un po' di meno. In quel momento entra Hakoda, ancora indebolito e appoggiato a una canna, e racconta sorridendo che insegnare è spesso difficile, si ricorda ancora quanta pazienza ci è voluta per insegnare a Sokka la tecnica del lancio del boomerang; Pakku aggiunge che anche lui ha avuto le sue esperienze con allievi pigri e svogliati guardando un Aang un po imbarazzato con la coda degli occhi. Katara vuole sapere cosa ci faccia qua suo padre nonostante stia ancora male, ma il premier dichiara che voleva fare solo la sua passeggiata mattutina e vedere come stava andando la lezione.

Nord Sud 3 Hakoda invita Katara e Aang

Un incontro molto importante

I tre lasciando Pakku da solo e proseguono la camminata, dove Hakoda ringrazia nuovamente sua figlia per averlo salvato con la sua abilità di guaritrice e nota che, dopo aver visto da vicino come il Team Avatar ha collaborato per sconfiggere Gilak e i suoi uomini, si è convinto ancora di più che la sua tribù dovrebbe collaborare con le altre nazioni per progredire. Infondo ci è voluto la collaborazione di membri di tutte le quattro nazioni per salvare il mondo, per cui era logico che ci vorrà lo stesso per ricostruirlo. Nuovamente scocciata, Katara risponde che Aang e Toph sono amici suoi, ma di Malina non si fida come non si fida del Nord in generale, temendo che davvero vogliano rendere il Sud una mera imitazione loro. Aang e Hakoda le danno ragione, ma il premier ribadisce che lo hanno visto pochi minuti alla scuola di dominio: uno del Nord, una del Sud e un Nomade dell’Aria che stavano provando a recuperare una tradizione ormai perduta. Infine informa di due ragazzi che questa sera avrà luogo una conferenza internazionale e che ha invitato Signore del Fuoco Zuko e Re della Terra Kuei, lui vorrebbe che anche loro siano presenti.

Riunione al vertice[]

Nord Sud 3 Arrivo Zuko e Kuei

Arrivano gli altri governanti del mondo

Quella sera, al tramonto, atterrano due aeronavi che trasportano i governatori della Nazione del Fuoco e del Regno della Terra, ma vengono già attesi da una folla di protestanti. Re Kuei, in compagnia del suo migliore amico Bosco, si meraviglia subito del freddo polare inatteso e chiede se la folla sta protestando contro il freddo, ma Zuko lo corregge, evidentemente stanno protestando contro di loro. Ad accoglierli è Sokka che saluta Zuko con un abbraccio caloroso, il quale esprime i suoi dubbi su sé era una buona idea venire qua, dato che è ben consocio del dolore che la sua nazione ha causato al sud e non vorrebbe peggiorare le cose, ma il suo amico lo incita ad ignorare i protestanti. Questi lo insultano pesantemente come traditore quando gli passano davanti, ma Sokka afferma che è sicuro che anche loro capiranno quando vedranno cosa stanno creando.

Nord Sud 3 Gilak si libera

Gilak più deciso che mai

In prigione, Gilak chiede alla guardia davanti alla cella se era vero che Hakoda ha invitato il Signore del Fuoco e il Re della Terra per una conferenza, cosa che il soldato conferma. Il vecchio guerriero gli chiede poi anche se anche lui ha sentito il suo discorso in piazza e alla risposta affermativa continua a insistere sul perché riesca ancora a continuare a servire quel traditore dopo tutto quello che è successo. La guardia respinge questa accusa e afferma che secondo lui Gilak si sta sbagliando e dichiara che condivide la visione di Hakoda per il futuro.  Alla domanda se per lui è più importante la tribù o questo “futuro”, la guardia risponde che crede che si possono avere entrambe le cose, ma in quel momento Gilak tira fuori dalla tasca dal chiave della cella e la parte, notando con un sogghigno malefico che questa era stata la risposta sbagliata.  Dopo aver colpito la guardia e resola incosciente, il vecchio guerriero ringrazia Lirin, la donna che gli aveva procurato la chiave, e libera poi anche Thod.

Nord Sud 3 KUei Katara

Occhio a cosa sta dicendo, Re Kuei!

All'ufficio del premier, Hakoda discute il progetto di modernizzazione del Sud agli altri governatori e annuncia di voler intensificare i rapporti con loro. Facendo notare la situazione finanziare precarie della Tribù del Sud, Hakoda poi chiede ai due monarchi se sono disposti ad aiutarli, cosa che Zuko accetta subito, ma Kuei esita. Il Re della Terra afferma che anche il suo regno sta soffrendo molto dopo al fine della guerra e non è sicuro se possono promettere aiuti finanziari a breve tempo.  Propone di tentare di convincere il suo consiglio che il Sud abbia fatto dei progressi tangibili verso la civiltà, ma questo commento suscita nuovamente l’indignazione di Katara. Imbarazzato per questo malinteso, Kuei si corregge dicendo che vorrebbe solo aiutargli a raggiunge una forma di civiltà più alta di quella che hanno già.

Nord Sud 3 Gilak rapisce Hakoda

Gilak vuole detronizzare Hakoda

La ragazza del Sud sta per fare un confronto tra l’anello Esterno di Ba Sing Se e il Sud, ma in quel momento un boomerang colpisce una delle guardie e la manda a terra: sono apparsi Gilak con mezza dozzina dei suoi uomini. Hakoda nota allibito che anche Kirin è tra di loro, ma la donna non si sente in colpa e accusa che lui è troppo accecato di vedere il pericolo proveniente da questi stranieri. Sicuro di sé, Gilak ordina l’attacco, ma Aang e Zuko li respingono con facilità. Anche Toph, Katara e Sokka si uniscono alla rissa e riescono a sconfiggere le guardie usando le rispettive a armi. Hakoda ordina ai suoi uomini di proteggere i suoi ospiti, ma questi notano impressionati che si stanno difendendo bene anche senza il loro aiuto, così il premier ordina di proteggere Malina e il Re della Terra, ma in quel momento irrompono altri seguaci di Gilak che gli bloccano ogni via di uscita. Thod e i suoi studenti bloccano il Chi dei soldati e li rendono inermi, così Hakoda si mette tra gli aggressori e Malina e Kuei, dichiarando che per arrivare da loro dovrà prima superare lui. Gilak li informa sogghignando che non è venuto per loro, ma per lui, il vero nemico in questa situazione e intende detronizzarlo come premier perché lo ritiene troppo debole e un traditore del suo popolo. Usando a favore il fatto che Hakoda è ancora in convalescenza, Gilak lo atterra con pochi colpi e se lo carica in spalla, poi ordina a tutti la ritirata. Katara e Aang lo inseguono e riescono a recuperare il premier e lo costringono a fuggire a mani vuote. Ma quando tornano al palazzo, Zuko si rende conto per primo che hanno però preso Re Kuei al suo posto.

Al Ponte del Non Ritorno[]

Nord Sud 3 Hakoda legge lettera

Gilak vuole uno scambio

Malina si prende cura di Hakoda e gli chiede di concedersi un po' di riposo, ma ne lui ne Bosco sembrano poterselo permettere finché non trovano il Re della Terra. Il resto del Team Avatar torna a teste basse, ammettendo che non sono riusciti a trovare nulla, dato che le impronte rilasciate dai fuggitivi portano a un labirinto di gallerie immenso. Prima di poter decidere se continuare o riprovare la mattina seguente, appare un falco messaggero che gli porta una lettera di Gilak: è pronto a uno scambio di prigionieri, Kuei contro Hakoda, e lo scambio avrà luogo al “ponte del non ritorno”. Katara spiega ai suoi amici stranieri che si tratta di un ponte sopra un baratro profondissimo che è l’unica via d’accesso per un terreno così pericoloso che niente e nessuno riesce e sopravvivere a lungo in esso. Chiunque che si marca di un crimine imperdonabile, venne costretto a passarlo, il che equivale a un esilio per sempre e una condanna di morte.

Nord Sud 3 Sokka piano

No preoccupatevi, c'è Sokka!

Sokka propone un piano di azione dove i seguaci di Gilak e il Team Avatar rimarranno ognuno sul proprio lato del ponte, Thod e i suoi studenti lo attraverseranno e a loro verrà dato il permesso di bloccare il Chi dei dominatori- questo punto sciocca Toph, ma Zuko deve ammettere che ha senso per pacificare i nemici.  Hakoda attraverserà il ponte mentre Kuei viene mandato avanti, ma devono stare molto attenti altrimenti taglieranno le funi del ponte. Immaginandosi la testardaggine di questo Gilak, Zuko gli fa notare con un tono neutro che taglierà sicuramente le funi, è impossibile che rinuncia a questa opportunità di sbarazzarsi di ben due dei suoi nemici in un colpo solo. Alla reazione scioccata di Aang e Katara che definiscono questa idea cattiva e malvagia, il Signore del Fuoco gli fa notare che anche lui una volta era stato malvagio e sa come ragiona gente del genere. Aang e Hakoda aggiungono che non possono rischiare la morte del Re della Terra, altrimenti il suo regno rischia una nuova guerra, ma intuiscono correttamente che Sokka abbia già un piano di riserva per questo caso.

Nord Sud 3 Arrivo Gilak ponte

È giunto il momento

Il Team Avatar arriva al ponte in anticipo e si preparano per il loro piano. Dopo aver salutato il suo ragazzo, Katara si lamenta con Sokka di questo ritorno in patria che era diverso come se l’era immaginata, sicuramente non così brutale e pericoloso. Aveva sempre pensato che, dopo la fine della guerra, il Polo Sud sarebbe tornato come doveva essere, così come le loro vite, ma la situazione con Gilak, Malina e Maliq e i protestanti sono troppo lontani da questo ideale. Suo fratello afferma che capisce cosa intende, ma le fa anche notare che in realtà nessuno delle persone ancora in vita, nemmeno Nonna Kanna, si ricordano come era stata la vita qua prima della guerra. Forse il polo Sud che lei si stava immaginando, il “come doveva essere” non è mai esistito. Vengono interrotti dall'arrivo di Gilak e dei suoi uomini dall'altra parte del baratro.

Nord Sud 3 Gilak taglia fune

Gilak è davvero cosi malvagio

Come previsto, i tre bloccanti del Chi attraversano il ponte e fanno il loro lavoro rendendo inermi Aang, Katara, Toph e Zuko insultando gli stranieri pesantemente e deridendoli con gusto. Anche Sokka viene bloccato perché lo considerano pericoloso, il che lusinga il guerriero leggermente. Hakoda inizia ad attraversare il ponte mentre Kuei viene spinto con la violenza. Come previsto da Zuko, nel momento in cui i due governanti hanno raggiunto la metà del ponte, Gilak tira fuori la sua spada e con un sorriso spietato inizia a tagliare la fune. Inaspettatamente viene fermato da Malina e i tre studenti di Toph che insieme sconfiggono i soldati dell’ribelle, il che è il segnale per il Team Avatar di entrare in azione. Come se niente fosse, i ragazzi si alzano e passano all’azione, sorprendendo Thod e i suoi discepoli prendendo la loro rivincita sugli insulti di prima. Con fierezza Sokka solleva la sua giacca e rivela sotto un’armatura di metallo progettata da lui e realizzata dai dominatori del metallo.

Nord Sud 3 Ponte si spezza

Il caso peggiore !

Malina ordina a Gilak di arrendersi, ma questo si rifiuta di obbedire a gente che considera feccia. Oramai vicino alla pazzia, si prende una torcia e corre sul ponte dove Hakoda e Kuei sono ancora fermi e inizia a mettere a fuoco le funi. Da donna del Nord cerca di fermalo, ma è Zuko che sale sul ponte e spegne il fuoco grazie al suo dominio. Purtroppo il danno è già stato fatto e le funi si spezzano facendo cadere le cinque persone nel vuoto.

Nord Sud 3 Aang tiene Hakoda, Malina e Gilak

Aang deve tenere il peso di tre persone

Fortunatamente tutti riescono ad appigliarsi al resto del ponte di legno e Zuko usa la propulsione di fuoco per portare in salvo almeno Re Kuei. Toph rinforza il terreno che tiene ancora i resti del ponte e Katara crea una scala di ghiaccio per permettere a Aang di scendere dalle persone ancora giù nella gola, ma in quel momento il ponte si spezza.

Nord Sud 3 Morte Gilak

Gilak trova la sua disfatta finale

Giusto in tempo, il dominatore dell’aria apre il suo aliante per prendere la mano di Hakoda che a sua volta tiene quella di Malina, alla quale si è aggrappato Gilak. L’Avatar fatica molto a tenere su il peso di tre persone e li incita a non muoversi tanto, altrimenti perderà la sua presa. Ormai accecato dalla furia, Gilak attacca Malina con la sua spada gridando che era pronto a morire per portarseli con sé all'altro mondo. Con questa azione però costringe la donna a lasciare la presa e un attimo dopo il guerriero si rende conto di cosa sta per cadere e precipita nel baratro per scomparire nell’oscurità.

Nord Sud 3 Malina ringrazia Katara

Sembra che il ghiaccio tra di loro si é sciolto

Malina e Hakoda lo seguono con lo sguardo esterrefatti, mentre questi movimenti iniziano ad esaurire la forza di Aang a cui inizia a scivolare la presa su Hakoda. Malina afferma che in tre sono troppo per lui e se vanno avanti così moriranno tutti e tre. Dichiarando il suo amore per il premier del sud, la donna del Nord lascia la presa per salvarlo, il che spinge una Katara commossa da questo estremo gesto ad entrare in azione con il suo dominio dell’acqua per salvare la donna all'ultimo momento. A missione compiuta, le due si guardano finalmente come se fossero amiche.

In memoria del sacrifico di Kya[]

Nord Sud 3 Sokka Katara tomba Kya

Sokka e Katara visitano la tomba di loro madre

La mattina seguente, Katara e Sokka fanno visita alla tomba di loro madre appena fuori dalla città e la giovane donna ammette che la casa che ha sempre sperato di ritrovare era impossibile da avere, dato che la sua mamma non c’è. Racconta a Kya che ha salvato una donna di nome Malina e dichiara con un sorriso che forse le sarebbe piaciuta di conoscerla. Suppone che il coraggio che dimostrato in quel momento deriva da quello che gli è stato tramandato da sua madre, come tutte le volta in cui ha dovuto superarsi per salvare gli altri. Riconsiderando gli eventi degli ultimi giorni, Katara ammette che deve smetterla di sperare in quello che “doveva essere”, dato che sua mamma è sempre stata con lei.

Nord Sud 3 Siku Sura dominio

Finalmente, la nuova generazione dei dominatori dell'acqua del Sud

In quel momento arrivano Aang con Siku e Sura e Katara racconta alle due bambine di come sua madre Kya si era sacrificata per salvare lei, l’ultima dominatrice dell’acqua; non ha salvato solo lei, sua figlia, ma ha anche permesso la sopravvivenza della tradizione del dominio dell’acqua del sud. Afferma che quello forse era stato anche il motivo perché la madre delle due bambine li ha mandate da Pakku, forse anche lei vorrebbe che diventino parte della tradizione che Kya ha aiutato a salvare. Commessi da questa storia, Siku e Sura finalmente decidono di mostrare il loro dominio dell’acqua creando una forma intrecciata di ghiaccio sopra la tomba.

Nord Sud 3 banchetto finale

Non c'è cultura alta che festeggiare insieme

Più tardi, Kanna e Pakku accolgono Hakoda, Malina, Kuei, Bosco nel loro salotto mentre Aang, Zuko, Katara e Toph sono in cucina a cucinare. Questo fatto innervosisce la prioritaria della casa che si lamenta del fatto che qualcun’altro sta usando la sua cucina, ma suo marito la calma dicendo che è solo per stavolta. Kuei dice a Bosco che questo calore e l’attenzione ricevuti da questa persone è la più alta forma di civiltà che ci sia. Poco dopo appaiono i membri del Team Avatar con ognuno in mano un piatto speciale della propria patria- tofu al vapore per Aang, spezzatino alle alghe del Nord, tartanatra stufata per Toph e noddles del fuoco per Zuko. Il gruppo se li gusta in questa cena tra amici festeggiando la diversità e l’unione allo stesso tempo.  

Personaggi apparsi[]

Trivia e note[]

  • Sapendo che questo era l'ultima collaborazione tra Guruhiru, Gene Luen Yang e i creatori di Avatar, hanno voluto inserire tutti i membri del Team Avatar, dopo Toph ora è comparso anche Zuko- e Re Kei. Si sono divertiti specialmente con le scene con Bosco.
  • Katara si ricorda degli episodi di punta della serie animata come "l'assedio del Nord", "Il Regno della Terra é sconfitto" e "La Cometa di Sozin, parte tre".
  • Riferendosi al fatto che l'impegno di Katara ha superato il talento di Aang, Pakku si ricorda di alcuni eventi visto al polo Nord, dove Aang ha preferito dormicchiare anziché allenarsi.
  • Per la tomba di Kya, Yang e Guruhiru hanno fatto ricerche sulla cultura di sepoltura degli Inuit
  • Katara non è più l'unica dominatrice dell'acqua del Sud.
  • Evidentemente Maliq é tornato al Nord da solo, dato che non compare più.
  • Zuko dimostra di aver imparato la tecnica di poter volere grazie al suo dominio del fuoco
  • A chi interessa, esiste davvero un libro di cucina per poter imitare i piatti visti nell'universo di Avatar! (finora solo in inglese)
  • Usare un'armatura contro i bloccanti del Chi diventa uso comune per la polizia di Città della Repubblica.
  • È probabile che il terreno pericoloso che giace oltre il ponte del non ritorno sia la tempesta eterna che si vede poi in "Le luci del Sud".
  • Sul progetto che Malina mostra a Zuko e Kuei si vede il porto che vedremo in La Leggenda di Korra.
  • Negli schizzi originali, Kuei doveva esprimersi in un modo molto più aggressivo e arrogante sulla cultura del Sud, ma DiMartino ha fatto notare a Yang che il carattere di Kuei non è così.
  • Yang ha chiamato Sokka come il "A-Team" del mondo di Avatar- solo che lui riunisce tutti e cinque i membri in un unica persona.
  • Fa notare inoltre che, anche se una certa dose di nostalgia é buona, è importante non lasciarsi accecare da essa, spesso quelle giornate idealizzate non sono mai esistite nel modo in cui ce li ricordiamo. Le parole di Sokka a Katara sono una perla di saggezza.
  • Yang da pienamente ragione a Tipo Dark quando dice che "poesia ed essere spaventati a morte non collaborano". Difatti l'arrivo della data di scadenza l'ha fatto sempre tremare.
  • Per la prima volta Toph usa il suo metallo delle stelle in modo offensivo.
  • Evidentemente anche la tribù del Sud usa falchi messaggeri della Nazione del Fuoco... che ironia...
  • Ritornano gli insulti tipici come mangia-brace per cittadini della Nazione del Fuoco, già sentito più volte, mentre "Re del fango" é una novità.
Advertisement