Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questa era stata una signora anziana della Nazione del Fuoco che abitava in un villaggio insieme a sua nipote Ming-Ming.

Storia[]

Durante una sera dell’estate dell’anno 100 DG, sua nipote si fissò con l’idea che sua nonna fosse sparita e, dopo aver sentito la storia ingannevole di Sokka riguardo un mostro nei paraggi che doveva essere un “feroce” bisonte volante, credeva fermamente doveva essere stata quella bestia ad averla rapita. In realtà, la signora stava tra la folla intorno allo straniero a pochi passi da sua nipote e cercò immediatamente di chiarire il malinteso, ma Ming-Ming non la sentiva.

La ragazza era così desolata per il presunto rapimento di sua nonna che accettò i servizi di Sokka che si era presentato come “stermina-mostri” e si offrì di salvare sua nonna in cambio di una ricompensa. Alcuni membri del villaggio, tra cui anche Ming-Ming e sua nonna, accompagnarono il guerriero nella foresta per assistere allo sterminio del mostro, ma ancora una volta la ragazza fallì a vedere sua nonna tra di loro nonostante le sua ripetute proteste.

Dopo che Appa era intervenuto nello scontro con il mostro che in realtà si era rivelato un pericoloso orso-armadillo, Ming-Ming esultò dalla gioia e ritrovò sua nonna, credendo che il bisonte volante l’abbia salvata. La signora, ormai stanca di questa situazione, smise di protestare e si arrese alla realtà con un sospiro profondo.  

Advertisement