Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo era stata una campagna per la rimozione delle colonie della Nazione del Fuoco nel Regno della Terra dopo la fine della Guerra dei Cent’anni e ricreare lo stato armonico prima del conflitto. Era stato proposto al Re della Terra Kuei dall’Avatar Aang dopo la sua cerimonia di re-incoronazione e ricevuto dal popolo con grande entusiasmo. Il movimento però portò a un grande conflitto tra Re Kuei e il nuovo Signore del Fuoco Zuko per la colonia di Yu Dao che finì quasi in una nuova guerra, ma venne meditato da Aang.

Storia[]

Preludio[]

Sozin armata

Sozin inizia la guerra

Già decenni prima dell’inizio della guerra, il Signore del Fuoco Sozin aveva iniziato ad occupare illegalmente alcuni territori del Regno della Terra e aveva trasferito alcuni cittadini a vivere in queste colonie, tra cui anche Yu Dao. Quando l’Avatar Roku seppe di questo sviluppo preoccupante, lo criticò per questo e gli chiese con decisione di fermarsi, scatenando l’ira del suo amico di un tempo. Sozin lo attaccò, ma l’Avatar lo sconfisse e ripeté il suo ordine di sciogliere questi insediamenti illegali.

Ma nonostante questo ordine, il Signore del Fuoco si rifiutò e continuò a sostenerli, aiutandoli a prosperare. Subito dopo la morte di Roku, Sozin iniziò la guerra e amplificò l'occupazione dei territori, ora senza l’ostacolo dell’Avatar. Sempre più colonie vennero fondate, specialmente nel Regno della Terra Occidentale, e tale pratica continuò fino a suo nipote, il Signore del Fuoco Ozai.

Tentativo di riparazione[]

Promessa 1 Kori sfida Zuko

Kori si ribella a Zuko

Immediatamente dopo la fine della guerra e l'incoronazione di Zuko a nuovo Signore del Fuoco, lui, il Re della Terra Kuei e Avatar Aang si riunirono per discutere la loro strategia per riportare pace e armonia nel mondo dilaniato da cento anni di guerra. Zuko giurò di rimuovere tutte le sue colonie dal Regno della Terra a tutti i costi mentre Aang si offrì di controllare che tutto si svolga in modo pacifico. Quando Kuei chiese come si potrebbe chiamare questo movimento, Sokka propose con entusiasmo il termine “Movimento per la Restaurazione dell’Armonia”.

Il processo iniziò con le colonie più recenti che non davano problemi, anzi, i suoi abitanti erano spesso felici di poter tornare finalmente in patria. Un anno dopo però, era il turno delle colonie più vecchie, tra cui anche Yu Dao, ma venne alla luce un problema finora non considerato: in questi decenni si erano formate molte famiglie bi-nazionali e le colonie erano l’unica patria che molti colonialisti avevano mai conosciuto. Loro si rifiutarono di seguire l’ordine di tornare alla Nazione del Fuoco per non dover lasciare indietro ciò che loro e i suoi antenati avevano costruito a fatica o spezzare le famiglie. A Yu Dao, le tensioni salirono presto alle stelle, spingendo la figlia del governatore Morishita, Kori, a tentare di assassinare il Signore del Fuoco nel sonno. Quando Zuko la fermò e le ordinò di spiegarsi, la ragazza non dimostrò nessuna paura e dichiarò di provenire dalle colonie che il Movimento per la Restaurazione dell’Armonia stava distruggendo e che Yu Dao non si arrenderà mai. Scioccato, ma anche incuriosito da tale aggressività e dedizione, Zuko decise di visitare la colonia e di portare avanti il movimento personalmente.

Cambio di rotta sul Movimento per la Restaurazione dell’Armonia[]

Promessa Zuko a Yu Dao

Zuko chiede spegazioni

Morishita e sua moglie lo invitarono a vedere con i suoi occhi la vita quotidiana nella colonia che voleva distruggere, così Zuko vide con i suoi occhi come le due culture si erano intrecciate in modo irrisolvibile collaborando ormai da più di cento anni e creando una vita molto migliore. Cittadini della Nazione del Fuoco e del Regno della Terra non solo collaborarono in modo impeccabile per lavorare il metallo e portare ricchezza a Yu Dao, ma quasi tutte le famiglie erano di origine miste con membri da entrambe le nazioni. Questo portò Zuko a ritirarsi dal Movimento per la Restaurazione dell’Armonia, credendo che il sistema attuale in voga nelle colonie fosse migliore dello scioglimento totale. Ordinò di barricare la città e dichiarò che nessuno poteva uscire o entrare senza il suo permesso.

Promessa Katara separa Zuko e Aang

Katara deve dividere Zuko e Aang

Alcuni giorni dopo, arrivarono a Yu Dao anche Aang e Katara, avvertiti dal tale sviluppo, che vennero attaccati immediatamente da alcuni soldati del fuoco finché Zuko non intervenne a prese in ostaggio Katara nella speranza di farli arrendere. Dopo una breve ma intensa discussione, il Signore del Fuoco propose ad Aang di fare un giro per Yu Dao per mostrargli la ragione per il suo cambiamento di opinione in confronto al Movimento per la Restaurazione dell’Armonia, ma il Nomade dell’Aria si dimostrò cocciuto e dichiarò che voleva portare avanti il movimento a tutti i costi. Su suggerimento di Katara, molto più aperta a un dialogo, i due ragazzi accettarono l’idea di andare dal Re della Terra per cercare di trovare una soluzione pacifica.

Promessa 1 Ghigno Fiuta Api Lanciolungo proteste

I rpotestanti fuori dalle mura

Quando Aang e Katara volevano partire per Ba Sing Se, incontrarono davanti alle mura di Yu Dao i protestanti in favore al Movimento per la Restaurazione dell’Armonia, capitanati dai Combattenti per la Libertà di Fiuta Api. Dopo averle spiegato la situazione, la ragazza era poco entusiasta dall’idea di ritardare lo scioglimento delle colonie e diede un ultimato all’Avatar: doveva completare le trattative con il Re della Terra entro tre giorni, oppure loro attaccheranno Yu Dao.

Una nuova guerra?[]

Promessa 2 Re Kuei decisione

Re Kuei non vuole sembrare debole

Dopo un giorno di volo, Aang e Katara vistarono Re Kuei nel suo palazzo per presentargli le novità e trovare una soluzione al problema. Purtroppo, il Re della Terra si dimostrò inusualmente determinato a non mostrarsi debole e di rimediare al suo governo debole degli anni scorsi, così rifiutò ogni trattativa con il Signore del Fuoco. Ordinò al Generale How di mandare le sue truppe a Yu Dao per scacciare via gli occupanti illegali e riconquistare la città con la forza. La mobilizzazione dell’armata venne subito rivelata dalle spie di Zuko che, credendo che era davvero l'eredità di odio di suo padre, mandò anche la sua armata a Yu Dao, seppur a malavoglia. Il Movimento per la Restaurazione dell’Armonia stava per portare a una nuova guerra?

Promessa 3 Zuko ordine di attacco

Zuko ordina l'attacco

Preoccupati e scioccati da tale sviluppo, Aang e Katara si affrettarono a tornare a Yu Dao per avvertire la resistenza contro il movimento del pericolo incombente, ma non riuscirono a convincergli ad andarsene. Inoltre, i tre giorni erano passati, Fiuta Api rimase fedele alla sua promessa e procedette all'attacco distraendo Aang con un ariete mentre una trivella si fece strada tra le mura di difesa. I Combattenti per la Libertà iniziarono la battaglia affrontando li membri della Resistenza di Yu Dao finché Fiuta Api scoprì la relazione amorosa tra Ghigno e Kori, il che la fece esitare. La situazione sembrava calmarsi finché un protestante impaziente provocò la continuazione della battaglia. Pochi minuti dopo arrivarono davanti a Yu Dao l’esercito del generale How che ordinò ai colonialisti di lasciare immediatamente la città, altrimenti verranno arrestati come nemici del regno. Poco dopo arrivò in scena anche Zuko con i suoi soldati, così How chiese ad Aang di uccidere il Signore del Fuoco per rendere impotente l’armata del fuoco, ma questo si rifiutò.

Promessa Aang Roku meditazione

Aang parla con Roku

Nel frattempo, Sokka, Toph e Suki si erano infiltrarti tra i carrarmati di Zuko e li avevano sabotati, il che gli tolse il vantaggio militare contro il numero più grande di soldati della terra. Assumendo che la perdita dei carri armati aveva reso innocuo l’armata nemica, How ordinò l'attacco per riconquistare Yu Dao, ma i soldati di Zuko reagirono con aggressività e lottarono per difendere la città. Le due armate si scontrarono con violenza, ma nessuna delle due riusciva a guadagnare un vantaggio veloce sull'altra. Questa violenza improvvisa scatenò lo Stato dell’Avatar di Aang che iniziò a sgridare Zuko e di incolparlo di tutto questo finché Katara non lo calmò e lo convinse di andare con lei a meditare in un posto lontano e calmo per pensare a mente lucida. Arrivati, la ragazza spiegò al Nomade dell’Aria che anche lei aveva cambiato opinione in confronto al Movimento per la Restaurazione dell’Armonia dopo aver visto la famiglia di Kori che la aveva fatto immaginare il suo futuro con lui in una famiglia mista tra Tribù dell’Acqua e Nomadi dell’Aria. Katara lo lasciò poi da solo a parlare con Roku mentre lei andava ad aiutare a placare la violenza della battaglia.

Promessa 3 Katara offerta per Kuei

In realtà ha paura

Suki e Toph stavano affrontando i soldati dominatori del fuoco che sembravano di avere la meglio, finché non vennero salvate dagli studenti del dominio del metallo di Toph, mentre il fanclub di Aang aiutò Sokka a tener lontani i Combattenti per la Libertà da Yu Dao. Nel frattempo, anche Katara era tornata e usò il suo dominio per farsi strada tra i soldati della terra fino a raggiungere la mongolfiera con il Re della Terra che si era rifugiato in un angolo, terrorizzato da quello che stava succedendo sotto di lui. Lo convinse a scendere a terra per vedere con i suoi occhi la città e le vite delle persone che la sua decisione stava per influenzare in modo permanente.

Promessa 3 Aang salva Zuko

Aang salva Zuko

Pochi minuti dopo, tornò anche Aang in pieno Stato dell’Avatar che creò un baratro intorno a Yu Dao che separò la città dal terreno circostante, terminando la battaglia. Credendo che Aang volesse alla fine ucciderlo, Zuko si tolse l’elmo e attese il colpo finale, ma in realtà Aang voleva solo separare le due armate per portare fine alle ostilità. Il baratro che si apriva sotto i suoi piedi colse Zuko impreparato e perse l’equilibrio cadendo nel chiasmo, apparentemente a morte. All'ultimo, Aang lo prese per un braccio e lo salvò riportandolo in superficie e davanti al cospetto del Re della Terra.

Promessa 3 quattro nazioni

Guardate contro chi state combattendo

Dopo essere uscito dallo Stato dell’Avatar, Aang spiegò al Re della Terra che non stava combattendo solo contro la Nazione del Fuoco, ma anche contro la sua stessa gente, la Tribù dell’Acqua e i Nomadi dell’Aria. Continuò spiegando che ormai il mondo era cambiato così tanto che la separazione della quattro nazioni come nel passato non era più fattibile. Queste parole fecero realizzare a Kuei che aveva ragione e annunciò di voler vedere Yu Dao con i suoi stessi occhi prima di perdere una decisione. Nello stesso momento, Zuko realizzò che alla fine la sua decisione era stata quella giusta e non l'eredità dell’odio di suo padre, il che lo fece perdere conoscenza per lo stress accumulato. Dopo aver finito il suo tour per Yu Dao, Re Kuei parlò nuovamente con Aang e accettò la proposta di tornare a negoziare con il Signore del Fuoco quando questo si fosse ripreso, dato che aveva capito che questa città non apparteneva a nessuna delle due nazioni.

Risoluzione[]

Frattura Kori annuncia governo Yu Dao

Il nuovo governo di Yu Dao

Anche se la causa originale del Movimento per la Restaurazione dell’Armonia era fallita, aveva portato indirettamente a una coesistenza più armonica e integrale tra le quattro nazioni. Dopo settimane di trattative, le colonie ricevettero un governo autonomo di una coalizione con rappresentanti della Nazione del Fuoco e del Regno della Terra. Yu Dao fu il prototipo di un governo multietnico che venne esportato alle altre colonie che, più tardi, diverranno la base della Repubblica delle Nazioni Unite, una nazione nata per accogliere persone da tutto il mondo, indipendentemente dalla nazione d’origine. La capitale venne chiamata Città della Repubblica, costruita dalle risorse della Nazione del Fuoco e del Regno della Terra.

Sul piano internazionale, Re della Terra Kuei e Signore del Fuoco Zuko firmarono il Patto di Yu Dao per aiutare a cementare le trattative di pace tra le due nazioni. In aggiunta, Zuko accettò di pagare riparazioni di guerra per aiutare la ricostruzione del Regno della Terra che venne accolto dagli alcuni suoi cittadini con disprezzo e odio.

Indirettamente, questo movimento aveva portato alla creazione degli Accoliti dell’Aria che si erano formati dal fanclub di Aang di Ba Sing Se e Yu Dao e che si erano giurati di aiutare a preservare i costumi e la cultura dei Nomadi dell’Aria affinché non venisse cancellata dalla storia.

Advertisement