Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è la terza e ultima parte della trilogia della novella grafica "Mondi Contesi" (in originale Turf Wars") della serie animata La Leggenda di Korra. È stata pubblicata in patria il 22 dell'Agosto 2018, mentre in Italia è uscito il 26 Ottobre del 2021 in formato combinato con le altre parti.

Storia[]

Situazione di stallo[]

Base cristalli rampicanti in fiamme

Tokuga attacca i Cristalli Rampicanti

Mentre i membri dei Cristalli Rampicanti mettono in ordine il loro quartier generale messo sotto-sopra dopo la visita di Team Avatar, discutono la mutazione di Tokuga e le elezioni, infastidendo Jargala che sta cercando di giocare a biliardo. Vengono interrotti da un rumore assordante proveniente dall'esterno e la capa ringhia che spera che non sia di nuovo l’Avatar. Guardando fuori dalla finestra, i criminali vengono salutati da una ondata di fiamme che si propagano per tutto l’edificio- gli aggressori sono quelli della triade del Triplo Terrore sotto Tokuga che usando le armi rubati per attaccare. Il capo dichiara il territorio nemico come ora suo e avverte Jargala di andarsene finché sono ancora in tempo. La donna cerca di opporsi, ma uno dei suoi uomini la supplica di ritirarsi, cosa che alla fine fa, ma non senza avvertire Tokuga che non ha ancora finito con lui.

Iroh esasperato

Sarà una missione molto lunga

Al portale spirituale, il Generale Iroh viene avvertito della comparsa di Tenzin e la Nazione dell’Aria che sono arrivati per una protesta pacifica occupando il cratere circostante. Il militare gli ordina di andarsene, ma ammette che anche lui vorrebbe vedere una soluzione pacifica a questo conflitto e suggerisce di tornare alla sua isola per attendere che il presidente venga distratto da un’altra crisi, ma il maestro dell’aria insite che non se ne andranno prima delle Forze Unite.

Lin consola Korra

Lin cerca di consolare Korra

Intanto la polizia sta perlustrando la zona intorno al quartier generale distrutto dei Cristalli Rampicanti, mentre Korra, Mako, Bolin e Lin osservano tutto da un tetto vicino. La donna del sud chiede perché non possono entrare, ma la capa della polizia spiega che Tokuga ha minacciato di radere al suolo l’intero quartiere se provano solo ad avvicinarsi. Sempre più frustrata, Korra vuole sapere se vuol dire che devono starsene seduti a fare nulla, così Lin le mette una mano gentile sulla spalla e le assicura che è a conoscenza della sua relazione stretta con Asami e che farà di tutto per salvarla. Korra la ringrazia, ma ammette che la situazione corrente è diversa del solito, anche se lei e la sua ragazza ne hanno già passate di tutti i colori.

Richiamo dal passato[]

Asami arrabbiata con Keum

Il commento di Keum la fa infuriare

Viene rivelato che Asami si trova incatenata in una delle sale della vecchia Raffineria del Fuoco e della Terra con Wenyong Keum. L’imprenditore cerca di fare small-talk, ma la donna lo ignora e gli ordina di non pretendere che gli interessi qualcosa di lei, dato che era stata la sua avidità ad averli cacciati in questa situazione. Keum giustifica le sue azioni contro la Nazione dell’Aria con la scusa che stava soltanto difendendo la sua proprietà contro invasori, ma Asami ribatte che ha inviato dei criminali per intimidirli. Wenyong risponde che per avere un’attività di successo bisogna anche rischiare collaborazione sgradevoli, come lei avrà sicuramente imparato da suo padre. Questa comparazione fa infuriare la giovane donna che grida che almeno lui si è pentito e ha sacrificato sé stesso per salvare Città della Repubblica, poi vuole sapere cosa è pronto a sacrificare lui.

Asami Keum shock

L'ordine di Tokuga sciocca Asami e Keum

In quel momento entra Tokuga e rivela che Keum non ha più nulla da sacrificare, dato che lui gli ha rubato tutto. Asami gli ordina di lasciarli andare se ormai ha tutto quello che gli serve, ma il criminale risponde che l’Avatar non ha ancora sofferto abbastanza per aver causato questa mutazione. La donna tenta di calmarlo, affermando che Korra ha tentato di fermare quello spirito, ma Tokuga la zittisce notando che sta solo difendendo la sua ragazza. Alla reazione scioccata di Asami spiega che ha osservato il suo ufficio, poi aggiunge che vuole anche qualcosa da lei. Le presenta dei disegni tecnici che Asami riconosce come fatti da suo padre e chiede come ha fatto ad appropriarsene. La spiegazione é che li ha trovati un una delle casseforti di Keum, che a sua volta spiega che Hiroshi glielo aveva dati per persuaderlo di unirsi ai Paritari. Ma quando Wenyong ha capito che voleva assoldare per costruire armi illegali, non voleva più aver nulla a che fare con Industrie del Futuro. Studiando il disegno, Asami riconosce il macchinario descritto come una pompa per la dispersione di gas intesi per i mecha dei Paritari e Tokuga rivela che vuole attaccarli alla sua aeronave per attaccare Città della Repubblica con gas velenoso. Per convincere la donna alla collaborazione, Tokuga inizia a strangolare Keum con il suo braccio-tentacolo e alla fine Asami si arrende.

Resistenza[]

Wenyan manipola Raiko

Raiko si lascia nuovamente manipolare

Raiko legge dalla candidatura di Zhu Li al giornale e teme che ormai abbia perso le elezioni, dato che la gente vuole un volto nuovo. Wenyan risponde impavido che Zhu Li è solo una ex-assistente senza esperienza di governo, ma Raiko risponde che sta aiutando gli sfollati senza chiedere nulla in cambio. Anche stavolta il manager ha la risposta pronta, sta solo approfittando dell’infelicità della gente per trarne vantaggio. Il presidente ora fa notare che Zhu Li è un’eroina, dato che ha aiutato nell'abbattimento del colosso di Kuvira, ma Wenynan la dipinge come una persona spericolata e irresponsabile. Ridendo, annuncia che rimodellerà tutto finché nessuno oserà più votare per quella donna, ma in quel momento entra l’assistente del presidente con la notizia che i dominatori dell’aria hanno occupato il portale. Vedendo questa nuova crisi come un’opportunità di cambiare la storia, Raiko e Wenyan si mettono in viaggio per il portale.

Korra Mako Turf wars

Mako tranquillizza Korra

Tornando in città, Mako e Korra hanno una conversazione abbastanza straziante riguardo il braccio ancora fasciato del dominatore del fuoco, poi Korra suggerisce che avrebbe potuto impedire questa situazione se avesse fermato lo spirito dall'attaccare Tokuga, ricordandosi dell’avvertimento del criminale che le sue azioni hanno sempre conseguenze. Mako risponde che quello è un pazzo che sta cercando di confonderle le idee, poi rivela che ha un’idea di rintracciare Asami senza avvertire il Triplo Terrore, ma Lin non lo deve sapere. Alla fine ammette che sta avendo delle difficoltà nel gestire il fatto che lei e Asami ora stanno insieme, dato che è duro accettare che i suoi ex si sono messi assieme, ma la assicura che pensa che le due donne siano perfette l’una per l’altra.

Raiko ordine attacco Iroh

Raiko ordina di mandare dominatori dell'acqua

Raiko arriva al portale e ordina ai dominatori dell’aria di lasciare la zona o userà la forza. Ribadisce che questo terreno appartiene a Wenyong Keum, ma Tenzin risponde che ne sta facendo uso cattivo. Iroh ripete il suo consiglio di tornare sull'Isola del Tempio dell’Aria, ma il maestro dell’aria si rifiuta ancora, così il presidente ordina ai dominatori dell’acqua delle Forze Unite di attaccarli con getti d’acqua. Ma vedendo che neanche così i nomadi dell’aria danno segno di volersi andare, il Generale consiglia Raiko di richiamare i dominatori dell’acqua. Il non-dominatore inizialmente si rifiuta, ma ci ripensa quando Iroh fa notare che non stanno contrattaccando per nulla. Poco dopo irrompono Zhu Li, Varrick, una crew di cameramen e un ammasso di persone per unirsi ai dominatori dell’aria nella loro protesta pacifica. La donna spera di poter persuadere Raiko ad aprirsi al dialogo e dichiara che il portale sia un simbolo di pace e armonia, tenuto in ostaggio da uomini di affari o politici.

Contrattacco[]

Korra segue Jargala

Korra si deve fidare di Jargala

Mentre iniziano le proteste, Korra, Mako e Bolin s’incontrano con Jargala in un edificio in rovina. Dopo che il dominatore del fuoco le ha spiegato il patto per affrontare il nemico comune, Korra le chiede se ci sono dei tunnel sotterranei o passaggi sotto le strade per muoversi senza lasciare tracce. Jargala risponde che ce ne sono, ma pone la domanda sul perché dovrebbe rivelare questi segreti all’Avatar e degli sbirri. Mako risponde che sa dove si sta nascondendo Tokuga e che sarebbe un’opportunità per riavere i suoi territori rubati, ma Jargala rimane scettica, vogliono aiutarla a vendicarsi? Alla fine decide di accettare i patti, quando Korra rivela che vuole solo liberare un’amica.

Korra irrompe nella fabbrica

Korra passa subito all'attacco

La capa dei Cristalli Rampicanti li guida attraverso passaggi sotterranei che afferma essere vecchi come la città, fino a raggiungere la vecchia Raffineria del Fuoco Terreno. Mako spiega il suo ragionamento che questi edifici sono gli unici abbastanza grandi da contenere le aeronavi rubati, e di fatti ha avuto ragione. Arrivano giusto nel momento in cui Asami sta finendo i suoi lavori alla pompa del gas e partono subito all'attacco, sopraffacendo i membri del Triplo Terrore e costringendo Tokuga alla fuga con una delle aeronavi, ma questo si porta dietro Asami e Keum. Jargala rimane indietro per riconquistarsi il territorio della sua gang, permettendo a Korra, Mako e Bolin a mettersi all'inseguimento del criminale. La donna del sud ragiona che vuole tornare al portale, dato che è lì che ha avuto inizio tutto.

Asami Keum piano fuga

Asami ha un piano di fuga

Intanto, sull'aeronave, Asami e Keum notano l’ammasso di gente riunita intorno al portale e iniziano a preoccuparsi. La donna gli sussurra che loro a terra non corrono rischi, ma loro due invece si quando Tokuga decide di aprire le pompe, dato che non ha pensato che quel criminale li portasse con sé. Realizzando l’implicazione, Keum chiede spaventato cosa abbia fatto, attirando l’attenzione di Zhen e di altre guardie. Asami riesce a calmarli per poi spiegare all’imprenditore che esiste un modo per scappare, ma si deve fidare di lei. Wonynong annuisce e Asami gli ordina di aspettare il suo segnale per prendere le due maschere antigas appese accanto.

Korra su Oogi

Korra si presta Oogi

La folla nota l’aeronave in avvicinamento e Tokuga dichiara attraverso gli altoparlanti che lui è il futuro capo di Città della Repubblica. Annuncia di prendere il posto di Raiko e dell’Avatar, dato che entrambi hanno deluso la città e che il portale sia un segno di distruzione, non di speranza, inoltre che porterà questa metropoli alla rinascita fino a diventare la potenza più grande del mondo e che Raiko e l’Avatar risponderanno a lui. Prosegue con la minaccia di spargere il suo gas velenoso su tutti gli presenti, se il presidente si rifiutasse di ristorare le sue truppe, e che ha come ostaggi Asami Sato e Wenyong Keum per proteggerlo da ogni attacco sulla sua aeronave. Raiko, che non vuole ripetere lo stesso errore che ha fatto con Kuvira, ordina al Generale Iroh di chiamare degli aerei per abbattere Tokuga, mentre lui si arrenderà per guadagnare tempo, ignorando le due persone tenute in ostaggio. In quel momento Korra, Mako e Bolin raggiungono anche loro il portale; quando Iroh li avverte dei piani di Raiko, Korra si prende in prestito Oogi per volare su verso l’aeronave.

Korra salva Asami

Korra salva Asami dal gas

In quel momento Asami aziona le pompe manualmente che lei ha sabotato e usa il caos creato per sconfiggere i criminali a bordo, mentre Keum si prende le maschere antigas.  Ma si scopre che Tokuga ora è immune al gas tossico grazie alla sua natura di mezzo spirito e sopraffà Asami per strapparle via la maschera. Korra irrompe nella cabina dell’aeronave e salva Asami, ma Tokuga sfracella i vetri delle finestre per permettere al gas di uscire all'aperto e verso il basso. Mentre Korra si batte con il criminale, Asami cerca di guidare il velivolo attraverso il portale, supponendo che anche gli spiriti saranno immuni dal gas come Tokuga. Il capo della triade riesce bloccare il chi di Korra, ma prima che riesce a finirla, Asami esegue una manovra brusca con lo sterzo gridando di non toccare la sua ragazza e lo fa sbalzare fuori da una delle finestre frantumante. Tokuga riesce a tenersi aggrappato con il suo braccio a tentacolo, ma appare Wenyong che lo taglia con un’accetta, dichiarando che Imprese Keum appartiene solo a lui. Tokuga cade nel vuoto e finisce fuori dalla vista di tutti.

Varrick mover

Varrick ha ripreso tutto

Intanto Raiko e Wenyan fuggono con una macchina, mentre Zhu Li coordina l’evacuazione dei civili mentre Varrick la sta riprendendo. Quando pensano che tutti siano stati portati in salvo, Zhu Li nota una bambina di nome Sachi con una gamba ferita e come il gas tossico rischia di raggiungerla, immediatamente corre a salvarla. Tenzin e gli altri dominatori dell’aria fermano il gas e Sachi può tornare dai suoi genitori. Varrick abbraccia sua moglie fiero e felice, dichiarando che non smetterà mai di sorprenderlo. I suoi cameramen lo rassicurano di aver ripreso tutto, incluso la fuga da codardo di Raiko, così Varrick esulta che hanno materiale per un bel docu-movente.

Risoluzione e cambiamenti[]

Keum scuse

Keum promette di cambiare

Intanto nel modo degli spiriti, Bolin raggiunge l’aeronave precipitata, mentre Korra, Asami e Keum emergono dalle macerie. Korra ammette che Asami ha avuto ragione: finché sono insieme, possono superare ogni cosa, poi si abbracciano brevemente. Ma attimi dopo si devono confrontare con alcuni spiriti oscuri arrabbiati, tra cui anche lo spirito anguilla-drago, e l’Avatar tenta di calmarli, suggerendo che collaborando potranno trovare la pace. Lo spirito irato risponde che non ci sarà mai la pace finché uomini come Keum hanno intenzione di rovinare il loro mondo. Rattristata, Korra inizia a pensare che gli spiriti hanno ragione e che il portale di Città della Repubblica non avrebbe mai dovuto esistere, ma Asami ribadisce che il portale è troppo importante per essere chiuso. Wonyong si aggiunge a questa conclusione e offre di rinunciare al suo diritto di proprietà del terreno intorno al portale. Quando lo spirito gli chiede la ragione, l’imprenditore afferma che deve la sua vita a Korra e Asami e che non vuole causare altre ostilità per la sua città, ma aiutare l’Avatar a portare la pace. Sentendo queste parole, gli spiriti acconsentono al portale di rimanere aperto, ma lo spirito drago-anguilla avverte Korra che si rivedranno molto presto se la situazione non dovrebbe migliorare.

Tokuga nascosto

Tokuga si sta solo nascondendo...

Alla dipartita degli spiriti, Korra tira un profondo sospiro di sollievo e ringrazia Keum per l’aiuto nel calmare la situazione, mentre Asami si scusa per averlo giudicato male. Keum suggerisce di collaborare in futuro, ma la presidentessa di Industrie del Futuro lo avverte di non allargarsi troppo, ma che di penserà.  I tre vengono raggiunti da Mako che rivela che Tokuga è sparito, ma non è tornato indietro attraverso il portale. Korra crede che quel criminale starà buon per un po', a che tornerà in futuro; difatti si vede Tokuga che si nasconde tra le foglie di una foresta del mondo degli spiriti.

Bolin lascia la polizia

Bolin dichiara di essere "libero"

Passano tre settimane e le elezioni si sono tenute, i sostentitori di Zhu Li stanno attendendo i risultati nella sala da ballo del Hotel dei Quattro Elementi. Alla festa, Bolin si avvicina a suo fratello e lo informa che ha lasciato la polizia, ora che la situazione con le triadi è sotto controllo. Mako gli chiede la ragione, dato che ha amato essere un poliziotto, ma il ragazzo rivela che si, gli piaceva, non vuole sentirsi legato troppo.

Tonraq Korra abbraccio

Superati i artriti in famiglia

Intanto Tonraq trova sua figlia e le chiede come va tra lei e Asami, ricevendo la risposta pungente che pensava che non volesse parlare della vita privata. Realizzando che sta parlando della loro discussione dell’ultima volta, il capotribù cerca di spiegarsi, ma sua figlia lo rassicura che non deve preoccuparsi e che ha accettato che la sua tribù ha le sue usanze. Tonraq la dà ragione che sono a volte emotivamente soffocanti, ma aggiunge che non vuole che decidono come parlare con sua figlia. Alla fine la rassicura che loro due avranno sempre il loro pieno supporto per poi abbracciare sua figlia felice. Korra poi si avvicina a Asami e le chiede se possono parlare, ma la donna d’affari risponde che stanno per annunciare i risultati.

Zhu Li presidente

Zhi Li da il discorso inaugurativo

Shiro Shinobi annuncia la vittoria schiacciante di Zhu Li Moon con sessantotto per cento dei voti. Dopo aver ricevuto le congratulazioni private dietro le quinte, la nuova presidentessa da il suo primo discorso ufficiale davanti alla gente, dove li ringrazia per il loro sostegno e li incita di non lasciare che le loro differenze generino conflitti, promette inoltre che continuerà a lavorare per aiutare gli sfollati a trovare casa. Rivela anche che Wonyong Keum ha donato il terreno intorno al portale degli spiriti alla città e che lei lo donerà alla Nazione dell’Aria. Chiude il suo discorso di inspirazione con le parole che Avatar Aang ha sentito quando ha incontrato l’ultima tartaruga leone: “…l’oscurità prospera nel nulla, ma cede sempre alla luce purificatrice…”. Intanto Raiko osserva il cielo notturno con aria seria e distaccata.

Korra Asami dichiarazione d'amore

Korra si dichiara finalmente

Mentre Zhu Li sta finendo il suo discorso, Korra prende la mano di Asami e la guida fuori dalla sala da ballo su un balcone esterno con vista sul portale. Quando le viene chiesto cosa fanno qua fuori, Korra arrossisce e ammette che non riesce più a trattenere dentro i suoi sentimenti e dopo un momento di esitazione finalmente dichiara il suo amore per Asami. Questa sorride felice e risponde che per lei è uguale e la coppia si abbraccia teneramente mentre osservano il portale degli spiriti.

Personaggi apparsi[]

Korra

Asami

Mako

Bolin

Lin

Zhu Li

Varrick

Raiko

Wenyong Keum

Wenyan

Generale Iroh

Tenzin

Ikki, Jinora e Meelo

Tonraq

Tokuga

Jargala

Spirito Anguilla-drago

Trivia e note[]

  • Scopriamo l'origine del nome dei Cristalli Rampicanti ("Creeping Crystals"), la Jennamite, e usando una della sua proprietà principiali per descrivere la loro pericolosità. Abbiamo già visto questo minare in "Il Re di Omashu" quando Bumi ha voluto sfidare Aang ad affrontare le sua prove.
  • Il barista di Jargala somiglia molto al creatore Brian Konietzsko.
  • Mako si riferisce all'episodio "Visioni dal passato", quando Korra era stata rapita da Tarrlok.
  • Ritroviamo le vecchie Raffinerie della Terra e del Fuoco ("Earthen Fire Raffinery") che sono comparse nel fumetti "La frattura" e "Squilibrio", appartenenti al tempo della fondazione di Città della Repubblica.
  • Hiroshi Sato ha tentato di convincere Keum ad unirsi ai Paritari e di costruire pompe per gas sonnifero.
  • Asami si riferisce al sacrifico di suo padre in "Il giorno del colosso".
  • Asami nota che Korra ancora non sa guidare bene.
  • Korra usa una tecnica simile a quella che Zaheer ha usato su di lei per soffocarla, ma stavolta per tenere lontano il gas velenoso.
  • Si scopre che Tokuga, ma anche gli spiriti, sono immuni al gas velenoso.
  • Anche il secondo presidente della Repubblica Unita è un non-dominatore
  • la citazione completa di Aang è: "La vera mente può affrontare tutte le bugie e le illusioni senza perdersi. Il vero cuore può assaggiare il veleno dell'odio senza rimanerne ferito. Dalla notte dei tempi, l'oscurità prospera nel nulla, ma cede sempre alla luce purificatrice." Sono le stesse parole che la tartaruga leone ha detto a Aang in "Dentro l'inferno" quando gli ha dato il dominio dell'energia.
Advertisement