Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Momo (模模) era stato un lemure alato proveniente dal Tempio dell'Aria del Sud e divenne un amico fidato di Avatar Aang. Inizialmente si credé che era stato uno dei pochissimi esemplari di lemuri volanti che sono sopravvissuti al genocidio dei Nomadi dell'Aria del Sud.

Storia[]

Scoperta[]

L1 E03 lemure nel santuario

Momo nel santuario

Durante la loro visita al Tempio dell’Aria del Sud nell'anno 99, dopo essere entrati nel santuario delle statue degli Avatar, Aang, Sokka e Katara sentirono uno strano rumore provenire dal portone che indicava che qualcuno era entrato. Sospettosi e impauriti dalla possibilità che fosse un dominatore del fuoco, il trio si nascose dietro alle statue e si prepararono al combattimento. Ma quando volevano saltare addosso all'intruso, scoprirono che non era un nemico e neppure un essere umano, ma un lemure volante. Mentre Aang lo guardò incuriosito e decise di adottarlo come animale da compagnia, un Sokka disperato dalla fame vendeva solo il suo pranzo. I due ragazzi iniziarono una caccia al lemure per i corridoi del tempio che alla fine guidò Aang alla salma del monco Gyatso, suo maestro.

L1 E03 Momo Aang

Aang adotta Momo

Dopo aver fatto calmare Aang, in preda alla disperazione, Momo regalò a Sokka una bella porzione di frutta per calmare la sua fame, cosa che addolcì il guerriero del sud. Aang rimase fermo nella sua decisione di tenere il lemure come animale da compagnia e gli diede il nome di “Momo” quando vide come aveva rubato una pesca dalle mani di Sokka. Da quel momento Momo divenne un membro fisso della sua famiglia e accompagnò il Team Avatar sui suoi viaggi per il mondo.

Viaggio verso Nord[]

Momo arrivò a Omashu nascosto nella parrucca di Aang e li accompagnò nella sua discesa per gli scivoli del sistema di posta. Purtroppo vennero arrestati e portati davanti al cospetto di Re Bumi che li fece imprigionare per la notte in una sala lussuosa. Mentre Momo si stava godendo il cibo e voleva solo oziare, Aang cercò di farlo passare per le aperture del sistema di arieggiamento, ma per colpa del suo pasto appena consumato non ci passò.  

L1 E06 Katara dominio della terra

No, non è il lemure al essere un dominatore...

Qualche settimana il Team Avatar creò un piano per far arrestare Katara dai soldati del fuoco per uso del dominio della terra per liberare Haru; attraverso uno schema elaborato di dominio dell’aria e dotti dell’aria di una miniera, la ragazza fece finta di essere una dominatrice della terra. Le guardie inizialmente pensavano che Momo fosse il dominatore della terra, dato che lo vedevano alzare le braccia per leccarsi il pelo sotto le ascelle. dimostrando non essere molto svegli. In preda alla disperazione Sokka li doveva correggere e portare la loro attenzione su Katara.

Durante gli avvenimenti del solstizio d’inverno, il Team Avatar fece credere ai Saggi del Fuoco che l’Avatar fosse entrato nel santuario di Roku, ordinando a Momo di entrare attraverso dei dotti e di strisciare davanti al portone per gettare un’ombra. Più tardi aiutò a sottomettere i saggi per creare un diversivo per Aang per entrare nel santuario. Rubò il capello del capo dei saggi che portò ancora quando Appa li salvò dalla torre che stava crollando.

Piè tardi salvò Katara dai pirati mordendo la corda che la stava tenendo legata, dopo ebbe una breve confrontazione con il pappagallo rettile del capitano dei pirati per il possesso del rotolo del dominio dell’acqua. Dopo un breve inseguimento riuscì a catturarlo avvolgendolo nella bandiera dei pirati.

L1 E13 Momo parte

Katara gli chiede di portare dell'acqua

Qualche tempo dopo Katara e Sokka s’ammalarono e mentre Aang si allontanò alla ricerca di un medico, Momo rimase dai due fratelli per tenerli compagnia. Durante l’attesa, Katara gli chiese di portargli dell’acqua, ma il lemure fallì a capire le sue parole. Di conseguenza gli portò ogni sorta di oggetti, ma tra quelli non c’era l’acqua. Dopo la loro guarigione continuarono il loro viaggio verso Nord.

Durante l’assedio del Nord, Momo decise di non seguire i suoi amici nella battaglia, ma preferì accompagnare Katara e la principessa Yue. Quando Zuko catturò il corpo di Aang quando questo si trovava nel Mondo degli Spiriti e gli altri si misero al suo inseguimento, Momo restò all’oasi. Più tardi saltò addosso all'Ammiraglio Zhao nel ben mezzo del suo discorso distraendolo, ma purtroppo non riuscì ad impedire che il soldato uccida Tui, lo spirito della luna. Dopo il compimento dell’atto eretico, Aang entrò nello Stato dell’Avatar e si unì a La, lo spirito infuriato dell’oceano, per respingere la flotta della Nazione del Fuoco. Come gli altri, anche Momo osservò la scena impressionato. Dopo la fine delle ostilità, Momo e gli altri membri del Team Avatar si scambiarono un abbraccio di gruppo.

Viaggio attraverso il Regno della Terra[]

L2 E03 Tom Tom e Momo

Povero Momo...!

Momo accompagnò Aang e gli altri sul suo viaggio dalla fortezza di Fong a Omashu, dove si allontanò dal gruppo per cercare del cibo. In qualche modo trovò la casa del governatore Ukano dove si trovava suo figlio di due anni Tom-Tom che immediatamente venne preso dalla fascinazione verso questo animale strano e buffo e iniziò a inseguirlo aggrappandosi alla sua lunga coda. Disperato, Momo iniziò a volare, ma finì solo per trascinare via anche il bimbo che alla fine dell’avventura si uni agli abitanti della città che si allontanarono grazie a un piano geniale di Sokka di fingere una epidemia di pentapolipite per ingannare il governatore.

L2 E04 Momo catturato

Dentro nel sacco!

Qualche giorno dopo, il gruppo precipitò mentre stava sorvolando una palude misteriosa, Momo e Appa vennero divisi dai loro amici umani. Mentre cercarono di trovare i loro amici in questa palude terrificante e apparentemente infinita, vennero cacciati da un gruppo di indigeni che li vedevano solo come la loro cena. Il lemure volante cercò di scappare a tutti i costi, ma alla fine venne catturato da Tho e messo in un sacco. Fortunatamente lui e Appa vennero salvati in tempo da Huu e dal Team Avatar.

L2 E09 Toph prende in giro Aang

Pensa solo al mangiare

Momo accompagnò gli altri a Gaoling dove conobbe Toph, li accompagnò durante la fuga da Azula e osservò gli allenamenti di Aang nel dominio della terra con scarso interesse, preferendo andare a caccia di insetti. Durante la ricerca della biblioteca di Wan Shi Tong, il professore Zei dimostrò affascinato da Appa, un bisonte dell’aria, il che spinse Momo a farsi notare anche lui, ma a sua grande delusione il professore lo considerò una scimmietta rumorosa e lo zittì con poca delicatezza. In seguito accompagnò Aang, Sokka, Katara e Zei dentro alla biblioteca dove dovette presto scappare a gambe levate dallo spirito infuriato. Durante la camminata attraverso il deserto Si Wong dopo il rapimento di Appa, Momo venne catturato e portato via da una vespa rapace, ma venne salvato da un Aang inaspettatamente crudele che abbatté l’animale in volo uccidendolo sul colpo, dato che rifiutava di perdere un altro amico dopo Appa.

L2 E15 Momo triste

Gli manca Appa

Il gruppo raggiunse la Baia della Luna Piena dove incontrarono Suki, che li accompagnò attraverso il Passo del Serpente fino a Ba Sing Se. Momo stette sempre vicino a Aang a parte qualche notte dove sentì spesso la mancanza del suo amico Appa; una notte andò anche a cercarlo nella zona, e riuscì a trovare una impronta delle zampe del bisonte dell’aria. Fortunatamente, i due amici vennero riuniti alcuni giorni dopo, ma in seguito Momo restò nella metropoli con Katara mentre Aang e Appa volarono al Tempio dell’Aria dell’Est dal Guru Pathik. Durante una riunione di guerra, dove Katara e i generali del Re Kuei discussero i piani di invasione della Nazione del Fuoco, Momo iniziò a giocherellare sulla mappa, infastidendo il Generale How parecchio. Momo rimase con Toph e Sokka mentre questi cercarono di impedire il colpo di stato architettato da Azula, ma venne catturato insieme a loro, anche se riuscirono a scappare presto. Quando Aang venne quasi ucciso dalla principessa, Momo dovette fuggire da Ba Sing Se insieme agli altri.

Vita civile nella Nazione del Fuoco[]

L3 E04 Katara prova a fare battute

Che noia...

Dopo il risveglio di Aang dal suo coma dopo tre settimane, Momo raggiunse la Nazione del Fuoco insieme al Team Avatar. Quando Aang per caso finì in una scuola, il lemure si nascose sotto la sua uniforme scolastica dove venne notato solo da On Ji. Aiutò nello spegnimento dell’incendio causato dalla caduta di un meteorite, il che fece disperare Sokka che si lamentò che persino lui era più utile per il gruppo che lui. Mentre il suo amico andò ad allentarsi da Piandao, Momo rimase dagli altri e durante l’attesa straziante si annoiò da morire. Poco dopo dovette fuggire insieme agli altri da un assassino misterioso che sparava raggi esplosivi dalla fronte, poi accompagnò Aang fino all’isola di Roku.  

Falco Momo

Momo e Falco litigano

Momo rimase quasi sempre in disparte, finché Sokka non arrivò con un falco messaggero che aveva comprato a Città della Fontana di Fuoco che battezzò Falco. Istintivamente, lui e il lemure iniziarono a litigare facendo così tanto casino che un Appa frustrato non gli calmò con un urlo. Alcuni giorni dopo il gruppo raggiunse il villaggio di Hama, dove Momo rimase nuovamente in disparte, limitandosi a mangiare. Poco prima dell’eclissi, Aang soffrì di agitazione e insonnia, il che gli provocò incubi e allucinazioni, tra cui anche quello in cui Momo iniziò a parlare con lui come un essere umano per poi affrontare Appa in un duello da samurai con le spade tratte.

L3 E13 Katara cinica

Pensa solo a mangiare

Dopo l’invasione fallita, Momo accompagnò Aang al Tempio dell’Aria dell’Ovest dove si divertì con gli altri ad esplorare la struttura abbandonata. Quando Zuko iniziò a dare lezioni nel dominio del fuoco a Aang e non riusciva a genere più una fiamma potente, Momo si limitò a restare da Katara per continuare a mangiare, ignaro dei discorsi fatti. Purtroppo il gruppo dovette scappare qualche giorno dopo quando Azula attaccò il tempio con una flotta di dirigibili, così Momo raggiunse l’isola di Ember dove si stabilizzarono nella villa estiva del Signore del Fuoco.

L3 E19 Aang realizazzione

Ma dove siamo?

Il lemure se la fece passare bene dormicchiando e mangiando mentre Aang si allenava finché, una notte, non notò come il Nomade dell’Aria non si alzò di scatto per camminare verso la spiaggia sonnambulando. Incuriosito, Momo lo inseguì e insieme raggiunsero così una tartaruga leone che li portò via. Dopo essersi svegliato, Aang iniziò a parlare con il lemure per assicurarsi che fosse davvero sveglio e reagì con sollievo quando questo gli ripose con i suoi soliti versi da animali.

L3 E21 Aang vittoria

È finita!

Grazie alla tartaruga leone, i due raggiunsero la costa del Regno della Terra giusto per la comparsa della Cometa di Sozin e alcune ore prima dell’arrivo del Re Fenice Ozai che voleva bruciare al suolo l’intero regno. Prima dell’inizio del combattimento finale, Aang ordinò a Momo di allontanarsi e di cercarsi un posto sicuro. Questo fece come richiesto e tornò solo dopo la sconfitta del nemico atterrando sulla spalla dell’Avatar che aveva appena spento anche l’ultimo incendio.

Promessa 2 Kuei pensieroso

Fa i dispetti a Bosco

Alcuni giorni dopo, Momo era presente alla incoronazione di Zuko come nuovo Signore del Fuoco e viaggiò poi a Ba Sing Se dove incontrarono Re Kuei per discutere i piani di ricostruzione dopo la guerra. Nel frattempo Momo infastidì Bosco, rubandogli più volte il suo capello, ma alla fine l’orso riuscì a riconquistarlo. A fine giornata, il gruppo si riunì al ristorante di Iroh dove Aang fece volare in giro un oggetto affinché Momo lo rincorresse.

Personalità[]

Momo era stato un esemplare tipico della sua specie, ovvero curioso, vivace e a volte irriverente. Era un aiuto prezioso nel gruppo e aiutò molto a alleggerire situazioni tese collaborando con Sokka nelle battute. Una cosa inusuale per membri non della stessa specie animale era la sua amicizia con Appa, il che era forse dovuto allo sfondo culturale e una lingua simile; difatti i due si carpivano e possono comunicare senza problemi. A Momo piaceva molto mangiare, difatti era spesso la prima cosa che gli venne in mente appena vedeva qualcosa di commestibile. Amava ingozzarsi di frutti e di insetti se ne trovava qualcuno, il che schifò molto Aang.

Abilità[]

Essendo un lemure volante, Momo era in grado di volare per brevi distanze usando le sue ali sotto le braccia, inoltre poteva anche brevemente nuotare sott’acqua. Non possedeva grandi abilità offensivi, a parte graffiare o saltare sulle teste, ma era molto agile e molto difficile da catturare. Per via della sua statura piccola, spesso servì come aiutante nello uscire da una trappola o nel recupero di oggetti. Difatti, sa usare le sua mani con estrema precisione.

Momo possedeva anche una certa intelligenza e poteva usare attrezzi per aiutarsi e sapeva quando doveva e poteva aiutare, ma fallì a capire bene il linguaggio umano. Per esempio, quando una Katara malata gli aveva ordinato di portare dell’acqua, capì solo che doveva portare qualcosa, ma non esattamente cosa. In compenso la sua memoria era molto avanzata, quasi al livello di un essere umano. Inoltre era più forte fisicamente di quello che potrebbe indicare la sua statura, riuscendo a portare in volo un bambino che pesava più del doppio di lui oppure tenere brevemente sospesa una persona dal peso di Aang. Il suo olfatto per molto acuto, non solo nella ricerca di cibo, ma anche nella rivelazione di un pericolo.

Trivia e note[]

  • Nel film dal vivo, Momo apparve solo pochissime volte
  • In Giapponese Momo vuol dire "pesca", e difatti Aang ha trovato il nome perfetto quando ha visto come ha rubato una pesca dalle mani di Sokka.
  • Durante la prima fase di sviluppo, Momo doveva essere un cyborg scimmia che era sopravvissuto alla distruzione di una civiltà estinta di mille anni fa e che aveva le freccia caratteristiche di Aang e anche il suo bastone.
  • Inoltre Momo è un nome molto comune per animali domestici, in più "momoga" (モモンガ) è il nome di uno scoiattolo volante del Giappone. Nel titolo della sua avventura a Ba Sing Se, il suo nome venne scritto con 摸摸 che vuol dire "imitare il tocco". Potrebbe anche seguire il modo di addolcire un nome ripetendolo.
  • In "Avatar Extras" venne rivelato che in origine Momo doveva essere la reincarnazione di Gyatso.
  • Inoltre doveva essere in grado di portare il bastone ad Aang, il che era stato uno dei compiti principali del lemuri ai tempi del Nomadi dell'Aria. Quando riusciva a portalo da Aang, doveva suscitare la domanda su chi glielo abbia insegnato.
  • Il co-creatore Bryan Konietzko ha rivelato che Momo è il personaggio che li piace di più a disegnare e che si è lasciato inspirare molto dal suo gatto domestico.
  • Nel commento di "Il Tempio dell'Aria dell'Ovest" venne detto che in origine il gruppo doveva scoprire un intero gruppo di lemuri volanti.
  • Momo è uno dei pochi personaggi con una propria canzone a tema personale.
  • Alcuni personaggi hanno affermato di aver già visto dei lemuri volanti, inoltre il professore Zei ignorò Momo, mentre adulò Aang e Appa come dei fossili viventi. Questo sembra di indicare che Momo non era l'ultimo della sua specie, inoltre scopriamo dopo che un gruppo interno viveva a Città della Repubblica e più tardi al Tempio dell'Aria del Sud.
  • Momo venne mostrato in un immagine commemorativa del Team Avatar da adulti, il che significava che dopo parecchi anni dalla fine della guerra era ancora vivo.
  • Sia Momo che Pabu si abbuffarono nel quinto episodio del primo libro; Momo nella prigione lussuosa di Bumi, Pabu al ristorante di Narook.
Advertisement