Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questi signore di mezza età era stato il proprietario del suo negozio di conchiglie in un villaggio sul lungomare della Nazione del Fuoco. Nonostante sia stato un uomo d’affari, si dimostrava molto incoerente con il modo in cui trattava i suoi clienti; dichiarava donne spesso “collazionatori falsi” e li trattava con misoginia e disprezzo mentre lusingava gli uomini a compare la sua merce con tattiche losche.

Storia[]

Sokka Suki conghiglie

Due clienti

Qualche tempo dopo la fine della Guerra dei Cent’anni, Mister Conchiglia ricevette la visita nel suo negozio di Sokka e Suki, dove il primo si dimostrava subito entusiasta nel collezionare conchiglie. Lusingò il guerriero del Sud e gli propose un “affare” dove gli offriva due conchiglie da collezioni a trenta ban insieme anziché quindici ciascuna, ma la sua tattica venne subito a galla. Suki invece venne completamente ignorata da lui come se non esistesse.

Pochi minuti dopo, il suo assistente Jojan gli fece notare che era entrata un’altra cliente, ma Mister Conchiglia la dichiarò subito una falsa collazionatrice spiegando che, essendo donna, era impossibile che sappia apprezzare le conchiglie. Aggiunse al suo assistente non tanto convinto che “ragazze vengano solo trascinate qui dai loro ragazzi e entrano solo per far finta di essere fighe come loro”. Il suo atteggiamento cambiò radicalmente in confronto a prima e avvertì la ragazza appena arrivata di stare attenta a come maneggiava le sua preziose conchiglie usando un tono molto arrogante. Voleva già spiegarle cosa stava tenendo in mano, ma la ragazza lo precedette identificando la conchiglia correttamente, dimostrando che, in effetti, ne sapesse forse anche più di lui sull'argomento. Quando la ragazza chiese il prezzo per la conchiglia, Mister Conchiglia iniziò a ridacchiare e le disse con molta presunzione che il prezzo fosse troppo alto per lei per potersela permettere comunque.

Osservando con soddisfazione come la cliente mise a posto la conchiglia con l’aria triste, arrivò Suki che chiese se ci fosse un problema. Ancora una volta, il proprietario del negozio mostrò il suo lato abrasivo ordinando alla ragazza di farsene gli affari suoi e quando Suki gli consigliò di trattate i suoi clienti con più rispetto, istruì Jojan a scortarla fuori dal suo locale perché nella sua “Casa delle Conchiglie non tollerava le lingue lunghe”. Mister Conchiglia iniziò ad arrabattarsi anche con Sokka quando questo non si accennò a richiamare la sua ragazza e gli ordinò di andarsene anche lui immediatamente, accusandolo di non aver insegnato a lei le buone maniere.

Si prese uno bello spavento quando la Guerriera Kyoshi scaraventò Jojan per terra utilizzando le art marziali ma rispose con rabbia gridando che, se Sokka non volesse metterla in riga, lo farò lui con il suo dominio del fuoco. Passò all'attacco, ma Suki lo sconfisse in pochi secondi bloccandogli il chi e gettandolo a terra. Dopo che gli intrusi se ne erano andati, Mister Conchiglia si accorse a suo grande orrore che le sue fiamme avevano appiccato il fuoco alle sue amate conchiglie e ordinava a Jojan di andare immediatamente a prendere i secchi.

Trivia e note[]

  • Sokka nota con sarcasmo come sia strano che conchiglie prendano fuoco, proponendo la teoria che lo smalto che aveva messo fosse infiammabile. Questo implica che, o Mister Conchiglia li aveva abbelliti per farli sembrare più belle, oppure che alcune erano addirittura false.
  • Nel Wiki originale inglese, questo personaggio si chiama “San”; in combinazione con il suo soprannome diventa poi “Seashell San”. “San” può essere interpretato sia come un nome che come un titolo onorifico come “Signore, mister”.
Advertisement