Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Il manifestante è un uomo, di cui non conosciamo il nome, che è un seguace ardente di Amon e della filosofia dei Paritari che fa pubblicità per loro nel parco cittadino. Si confronta più volte con l'Avatar Korra e la odia apertamente.

È un personaggio abbastanza particolare e snervante: ama essere al centro dell'attenzione e lotta con tutte le sua forze per la causa in cui crede, senza ascoltare obiezioni.


Storia[]

Gioventù[]

Questa persona nacque a Città della Repubblica e già da giovane scoprì la sua voglia di essere al centro dell'attenzione. La sua passione era quella di sfidare le autorità, inclusi i suoi genitori che erano adulatori dell'Avatar Aang pur essendo dei non-dominatori. Quando col passare del tempo il movimento anti-dominatori riprese sempre più carica, si sentì attirato da esso, e dopo aver finito gli studi all'università decise di dedicargli tutte le sue energie e risorse.

Incontro con l'Avatar Korra[]

Nel 170 DG era abituato a comparire nel parco cittadino facendo pubblicità ad Amon e ai suoi Paritari, condividendo merce di propaganda e gridando agli spettatori le sue imprese con il suo megafono.

Manifestante parco

Con gran voce loda Amon

Stava seguendo il suo solito protocollo quando vide avvicinarsi una giovane donna da una tribù dell'acqua che sfidò i suoi punti di vista. La sua sfrontatezza lo fece caricare ancora di più e, dopo aver capito che si trattava di una dominatrice, usò ogni sua parola contro di lei, facendola passare dalla parte del torto. La reazione impaziente e ardente della ragazza giocò in suo favore: era soddisfatto della reazione suscitata dal pubblico che iniziò ad attaccare la dominatrice, che non sapeva essere nientemeno che l'Avatar Korra. Quando la ragazza non riuscì a rispondere adeguatamente perché non era a conoscenza dei problemi a Città della Repubblica, l'uomo intensificò la sua messinscena e dipinse un'immagine negativa di lei. Quando Korra se ne andò stupefatta e disgustata, la prese come una grande vittoria.

B1 E03 Korra manifestante

Korra minaccia il manifestante

Incontrò l'Avatar Korra qualche giorno dopo, quando lei e Mako stavano cercando indizi per rintracciare Bolin che era stato rapito dai Paritari. Confrontato con le accuse, ovviamente non aveva nessuna intenzione di aiutare i due dominatori e rimase cocciuto. La rabbia di Korra si scatenò contro il suo tavolino che fece volare in giro i volantini per "la rivelazione". Spaventato, iniziò a raccoglierli, ma la ragazza lo intralciò di nuovo, tirandolo su per il collo della veste e ripetendo la domanda con molta più determinazione. Ma invece di arrendersi, il manifestante chiamò la polizia e accusò l'Avatar di averlo attaccato senza motivo, facendo scappare i due dominatori.

Sconfitta di Amon[]

Manifestante fine

Il manifestante scioccato nel vedere Amon dominare l'acqua

Qualche settimana più tardi, il manifestante si presentò alla manifestazione di vittoria di Amon come il fedele seguace che era. Dopo essere scappato dall'arena, divenne testimone di come il capo dei Paritari venne scaraventato in acqua da Korra, finendo nel mare del porto. Vedendo la sua maschera galleggiare, capii che si trattava veramente di Amon e gridò allo scandalo. Accusò Korra di essere il nemico che ha attaccato Amon a tradimento, cercando subito di indirizzare la rabbia della gente verso di lei. Ma si rimangiò le sue parole quando dal mare uscì un turbine d'acqua con in cima Amon, che stava usando il dominio dell'acqua senza più preoccuparsi di essere visto dai suoi seguaci.

Dopo questo, l'uomo sparì dal pubblico e non si seppe più nulla di lui.

Advertisement