Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


La Liberazione di Ba Sing Se fu una delle ultime battaglie della Guerra dei Cent’anni ed era stata eseguita dai membri del Loto Bianco per espellere gli invasori della Nazione del Fuoco dalla capitale del Regno della Terra.

Guidati dal Grande Loto Iroh, una piccola forza del Loto Bianco ha attaccato l’armata del fuoco durante la Cometa di Sozin che potenziava ogni dominatore del fuoco, incluso Iroh stesso, ma anche Jeong Jeong. Nonostante la loro inferiorità numerica, il Loto Bianco disponeva dei dominatori più potenti del mondo e quindi di un vantaggio strategico notevole che ha alla fine portato alla sua vittoria.

Preludio[]

La metropoli di Ba Sing Se era stata l’ultima fortezza rimasta nel Regno della Terra dopo la caduta di Omashu che poteva ancora opporsi alla Nazione del Fuoco. Sin dall’inizio della guerra, Be Sing Se era stata la risorsa principale della resistenza in fatto di viveri, armi e soldati ed era considerata inviolabile grazie alle sua possenti mura che neanche la moderna armata del fuoco riuscì ad espugnare.

L2 E20 Azula minaccia Re Kuei

Azula minaccia Re Kuei

Purtroppo, tre mesi prima della cometa, il Regno della Terra subì una sconfitta dolorosa quando Azula e le sue alleati si erano infiltrate nella capitale travestendosi da Guerriere Kyoshi per avvicinarsi al Re della Terra, ignaro di tutto. Grazie al suo geniale senso della manipolazione, Azula riuscì ad ingannare Long Feng e di impossessarsi del suo Dai Li, la polizia segreta della città assettata di potere che seguiva solo la persona più potente. Non solo, la Principessa era riuscita anche a manipolare suo fratello Zuko facendo forza sulle sue insicurezze e il suo desiderio di tornare in patria finché si unì a lei nella lotta contro il Team Avatar. Insieme sconfissero l’Avatar e detronizzarono il Re Kuei, conquistandosi il controllo su Ba Sing Se tramite un colpo di stato. In pochi giorni, il Dai Li distrusse le mura per permettere all'armata del fuoco a prendere possesso della città e di cementare la sua ormai certa vittoria sul Regno della Terra.

La popolazione del mondo si rese conto che l’unico modo per ripristinare l’equilibrio del mondo era quello di riconsegnare Ba Sing Se al Re della Terra. Dominatori della terra si organizzarono per fare resistenza contro l’occupazione, impedendo alla Nazione del Fuoco di appropriarsi del pieno controllo sulla città. Purtroppo, nonostante tutti gli sforzi, non erano abbastanza numerosi e potenti per schiacciarli via definitivamente prima dell’arrivo della Cometa di Sozin dove il Re Fenice Ozai minacciava di bruciare al suolo l’intero Regno della Terra.

Per salvare la metropoli dalla distruzione, il Loto Bianco, un’organizzazione segreta che trascendeva i confini delle quattro nazioni, iniziò una missione per liberare la città proprio durante il giorno della cometa. Con il suo potere, l’ordine avrebbe dato alle forze della ribellione il vantaggio necessario per sconfiggere l’armata del fuoco.

Battaglia[]

L3 E19 Muro Ba Sing Se

Davanti al muro di Ba Sing Se

Alcuni giorni prima dell’arrivo della cometa, il Grande Loto e ex-Generale Iroh mandò un segnale ad altri membri alti dell’ordine per radunarsi davanti alle mura di Ba Sing Se. Il giorno prima dell’inizio della missione, i membri del Loto Bianco s'imbatterono nel Team Avatar che erano alla ricerca dell’Avatar Aang che era misteriosamente sparito. Dopo che i ragazzi si erano divisi per eseguire missioni individuali con lo scopo di fermare Ozai e finire la guerra, l’ordine del Loto Bianco si preparò per la grande battaglia.

Liberazione ba sing se

Jeong Jeong contro dozzine di carri armarati

All’arrivo della Cometa di Sozin, l’ordine iniziò il suo assedio con Iroh al comando e Piandao, Bumi, Pakku e Jeong Jeong in prima linea. Percependo l’aumento del suo potere, Iroh si concentrò generando una palla di fuoco immensa che abbatté il muro difensivo nemico senza nessun problema. Dopo essersi fatto strada anche nel muro interno, i membri dell’ordine affrontarono i centinaia di di solati del fuoco potenziati dalla cometa. Nonostante questo, non poterono far nulla contro la forza unita del nemico che continuava ad avanzare inesorabilmente. La battaglia si infuriava sempre di più e le strade si riempirono con carri armati distrutti. L’armata del fuoco venne costretta alla ritirata verso il centro della città dove venne divise in piccole frazioni che subito pesanti attacchi anche della resistenza.

Dopo ore di battaglia intensa che si estesa fino alla notte, l’ordine finalmente prese il sopravvento. Giunto davanti al palazzo del Re della Terra, Iroh si prese un momento di contemplazione per poi bruciare la bandiera dalla Nazione del Fuoco che copriva lo stemma del Regno della Terra, simboleggiando la sua liberazione. La mattina seguente, l’armata del fuoco si era ritirata e Ba Sing Se era di nuovo libera dall'occupazione.

Conseguenze[]

Questa battaglia, ma anche quelle precedenti, avevano causato vasti danni alla città che dovevano essere ancora riparati. Questo valeva specialmente per le sue leggendarie mura che ora mostravano diverse brecce. In seguito alla incoronazione di Zuko come nuovo Signore del Fuoco e la sua promessa di impegnarsi nella ricostruzione del mondo, la Nazione del Fuoco mandò fondi utili anche per le riparazioni. Re Kuei tornò sul trono e collaborò con l'Avatar per portare avanti un progetto chiamato "Movimento per la Restaurazione dell'Armonia" che ebbe anche i suoi problemi.

Advertisement