Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questa è la seconda parte della trilogia che compone il fumetto "Le Rovine dell'Impero", appartenente alla storia di la Leggenda di Korra. Venne rilasciato in patria nell'anno 2019, mentre raggiunse l'Italia nell'autunno del 2022 in formato libreria.

<<<parte uno

Storia[]

Una cattiva sorpresa[]

Rovine 2 Korra Asami saluto

è solo una piccola separazione

Fuori della sua aeronave, Asami rivela di aver contatta Suyin via radio per annunciarle che porteranno Kuvira da lei per tenerla in custodia fin dopo le elezioni, notando che la matriarca non sembrava per nulla contenta. Korra la capisce, ma non hanno tempo per tornare a Città della Repubblica in tempo, per cui è necessario. Dietro di lei Wu sta cercando più volte di salire sulla gigantesca Naga per avviarsi insieme all’Avatar alla ricerca di Toph, finendo di guardare dalla parte sbagliata. Mentre Korra e Asami si salutano con un bacio, uno dei soldati di Wu chiede al Re se davvero non voleva una scorta, ma questo si rifiuta, ragionando che lui era al sicuro con l’Avatar mentre qua servono più guardie possibili per Kuvira- inoltre è armato di spray anti-zanzare a volontà. Quando i due partono, nessuno dei presenti si è reso conto che vengono spiati da due soldati di Guan che annunciano attraverso una radio che è ora.

Rovine 2 Attacco a sorpresa

Cosa succede?!

Dopo essere saliti tutti sull'aeronave, Asami ordina al capitano di partire, poi passa davanti alla prigioniera ancora confinata nella sua cella monoposto. Questa le chiede con cinismo che non la farà uscire da qua, cosa che la presidentessa di Industrie del Futuro conferma con acidità e la informa che lo faranno forse dopo l’arrivo a Zaofu. Kuvira commenta queste informazioni con un ghigno frustrato che farà un grande passo da una cella di platino all'altra, quando il capitano informa Asami che non possono partire per un problema ai motori. Queste informazioni sorprendono l’ingegnera che nota che all'andata tutto funzionava bene, ma ad un tratto una Kuvira con un’aria agitata le offre una sua idea, ma prima chiede di essere rilasciata ora.

Rovine 2 Guan arriva

Guan li ha nelle sua grinfie

Mentre Mako vuole sapere perché dovrebbero farlo, dalle finestre irrompe una buona dozzina di soldati dell’Impero della Terra spaccandole e Kuvira grida solo che era questa la ragione per il guasto. Mako attacca un soldato con delle palle di fuoco mentre Bolin, per carenza del suo elemento, si prende una sedia per atterrare un altro. Kuvira grida a Asami di liberarla mentre questa combatte contro un altro soldato, ma questa si rifiuta categoricamente nonostante stia evidentemente faticando a tenere i nemici a bada. Infine succede che la dominatrice del metallo ha temuto: i soldati sparano dei cavi che catturano Asami, poi fanno al stessa cosa con Mako e Bolin. Alcuni minuti dopo il trio è sconfitto e attende seduto a terra, dove Asami è ancora convinta che tutto questo era stato uno schema furbo da parte di Kuvira e si congratula con lei sarcasticamente, ma questa riafferma che non centra nulla. In quel momento si aprono le porte dell’ascensore dell’aeronave che rivale il vero artefice di questo attacco: Guan.

Giochi con la mente[]

Rovine 2 Korra Wu Naga alla palude

Ritorno alla palude...

Intanto Wu e Korra hanno raggiunto su Naga la Palude Nebbiosa e la donna informa il nobile subito che questo posto è molto strano, per cui Wu propone di trovare Toph subito e di tornare a Gaoling il più presto possibile. Quando Korra rivela che prima deve sapere dov'è, il ragazzo protesta che pensava che sapesse dove vivesse. Mentre lei scende da Naga, spiega che vive come un’eremita nella foresta, inoltre qua non ci sono cartelli da seguire, poi si avvicina a una radice e prova a connettersi con l’energia di Toph. Mentre la donna è occupata, Wu scende da Naga e si allontana alcuni metri per andare in bagno canticchiando di continuo per alleviare l’ansia.

Rovine 2 Wu vede Hou Ting

Cosa sta succedendo?

Dopo aver fatto i suoi bisogni dietro a un albero, un Wu sollevato vuole tornare da Korra, ma scopre che sia lei che Naga sono inspiegabilmente spariti. Cadendo nel panico inizia ad urlare, poi gli sembra di sentire una voce nella sua testa che gli sussurra che si è perso, che è solo un Re debole e solo un disonore per il trono. Quando Wu alza lo sguardo si trova faccia a faccia con la sua defunta zia Hou-Ting che lo castiga per rovinato il regno che gli aveva affidato. Tremando dalla paura, il giovane sovrano cerca di giustificarsi che vuole solo cambiare le cose e renderlo migliore, ma lo spettro lo sgrida che le persone non vogliono cambiamento, vogliono stabilità, non il progresso. Wu risponde che crede che le persone debbano avere la libertà di scegliersi il loro sovrano, ma Hou-Ting gli ordina di smettere di illudersi, lui sta insistendo con questa democrazia solo perché è troppo spaventato di governare da solo. Sempre più arrabbiata, la regina deceduta inizia a tuonare che lui aveva già consegnato il trono a Kuvira e ora è pronto a farlo di nuovo persino dopo aver riconquistato la corona. Tremante come una foglia, Wu si copre gli occhi e si ripete piagnucolando di continuo che non è vero, finché non senza sulla sua spalla la mano di Korra che lo rassicura che va tutto bene. Dopo un momento di disorientamento, il monarca rivela di aver visto Hou-Ting, così Korra si scusa per non averlo avvertito in anticipo della abitudine della plaude di fare brutti scherzi con la mente delle persone. Mentre aiuta Wu a salire in sella a Naga, lo incita a parlarne con lei durante la cavalcata, il ragazzo invece dichiara che non andrà mai più in bagno nella palude.

Rovine 2 Mako Asami Bolin prigoneiri

Guan li vuole manipolare a suo favore

Guan intanto sta parlando con Kuvira, ancora rinchiusa nella cella portatile, e la deride per averla finalmente beccata lontana dalla sua nuova migliore amica, l’Avatar, poi le chiede se è pronta a tornare a servire l’Impero della Terra. Kuvira però si rifiuta dichiarando con orgoglio che non era al servizio di nessuno- né dell’Avatar, né al suo. Ma Guan non perde il suo sorrisetto strafottente e apre il sipario dietro di lui che rivela Asami, Mako e Bolin legati e imbavagliati alle stesse sedie che prima hanno usto per il lavaggio del cervello. Agitata, Kuvira ordina Sheng e Guan di lasciarli andare subito, ma il comandante, al posto di assecondarla, le presenta solo la dottoressa, ricordandola che aveva collaborato con il suo ex-fidanzato.

Rovine 2 Sheng Dai Li

Sheng vede il Dai Li come esempio

La dominatrice del metallo si guarda intorno freneticamente e chiede cosa sia quella roba, e Guan le spiega che questo era il modo con il quale l’Impero della Terra riconquisterà il potere e lo manterrà. Sheng le spiega che dopo che Baatar Jr era diventato la sua mano destra, lei aveva continuato a cercare metodi più efficaci per rieducare i prigionieri che vennero mandati qua al campo. Li ha trovati dei racconti del Dai Li che avevano mantenuto l’ordine segreto a Ba Sing Se per secoli con le loro tecniche di indottrinamento. Arrabbiata e disgustata, Kuvira la corregge che intende lavaggio del cervello, cose che la dottoressa conferma con un tono neutro. Lei ha unito queste vecchie tecniche con la tecnologia moderna per renderli più affidabili e più efficaci- e anche permanenti.

Rovine 2 Bolin Mako Asami lavaggio cervello

Guan lo fa davvero!

Sheng biasima Kuvira per essersi arresa prima che potesse condividere questa scoperta con lei, ma la ex-dittatrice afferma che lo avesse fatto, l’avrebbe fermata, dato che non aveva mai autorizzata questi esperimenti così disumani. Con lo sguardo deluso, Sheng le consiglia di non fare l’ingenua, lei ha sempre voluto risultati dai suoi seguaci senza preoccuparsi mai come vennero ottenuti. Questa frase colpisce Kuvira che cerca di negarlo, poi dichiara che voleva che le persone che avevano intrapreso una brutta strada venissero motivati dalla sua forza e leadership, non da una macchina. Sogghignando, Guan le promette che cambierà idea quando vedrà cosa lui e Sheng avevano creato durante la sua assenza.

Asami fissa Kuvira con uno sguardo pieno d’odio, ma questa cerca di convincerla che non voleva nulla di tutto ciò, poi urla a Guan di non farlo. Questo invece non ci pensa nemmeno a fare un passo indietro e ordina alla dottoressa di iniziare la procedura. Questa preme un bottone che attiva il macchinario e pochi secondi dopo i tre soggetti si contorcono dal dolore e rilasciando un grido soffocato che spaventa Kuvira.

Decisioni da prendere[]

Rovine 2 Korra becca Toph

Ah-ha! Eccoti!

Intanto Korra ha trovato la caverna di Toph, ma questa non risponde neanche dopo alcune chiamate. Wu pensa che si sia trasferita, ma la donna ribadisce che l’aveva vista attraverso le piante e accende un fuoco nella mano per entrare nella grotta. Il ragazzo attende all'entrata dove nel muro si intravede un volto umano che ad un tratto apre gli occhi, spaventando Wu che fa un salto dallo spavento. Vittoriosa, Korra annuncia con un sorriso che l’aveva trovata e difatti dal muro compare Toph che aveva usato il dominio della terra per nascondersi. La donna anziana si lamenta di questi “poteri da Avatar” mentre Wu è solo felice di non aver di nuovo allucinazioni. Korra le presenta Wu, il quale s’inchina rispettosamente, ma la signora si gira solo e lo avverte che non era mai stata un fan della monarchia. Mentre accende il fuoco sotto una scodella, chiede a Korra cosa siano venuti a fare qua e non crede alla sua scusa che era venuta solo a salutare una vecchia amica per cui le conviene a sputare il rospo. L’Avatar quindi si siede accanto alla donna cieca e le chiede se sa della resa di Kuvira a Città della Repubblica. Mentre Toph ammette di averlo saputo e lo chiama una liberazione, Wu aggiunge con un tono serio che non tutti si sono arresi.

Rovine 2 Kuvira si libera

Kuvira non si arrende così facilmente

Al campo di Guan il processo è finito e Sheng gli elenca gli ordini da seguire: obbedire agli ordini del Comandante Guan e di non vedere più l’Avatar come una loro amica, ma come il nemico. Mako, Asami e Bolin ripetono ogni frase alla lettera con uno sguardo vuoto e privo di emozioni che indica che il lavaggio del cervello ha avuto successo. I tre si alzano e si tolgono gli elmi, poi Guan ordina a Mako di prendere Kuvira e di mettere sulla sedia. Asami si avvicina per aprire la cella di platino mentre il dominatore del fuoco prepara le manette; la non-dominatrice la deride notando che finalmente il suo desiderio si sta per avverare, verrà liberata. Lei e Bolin la tengono ferma mentre Mako ai avvicina con le manette, ma un attimo prima che si chiudano, Kuvira strappa via le braccia e scalcia per liberarsi dalla presa dei due schiavi di Guan. Guan la attacca immediatamente usando lastre di metallo, ma la ex-dittatrice li respinge dichiarando che si era arresa all’Avatar, ma non si arrenderà mai a lui. Usa la parete di metallo per imprigionare il Comandante, poi scansa una palla di fuoco lanciata da Mako. Imprigiona anche lui mentre si scusa e gli promette che più tardi la ringrazierà.

Rovine 2 Kuvira sollevata

Fuga riuscita...

La donna corre attraverso il campo dove viene scoperta subito dagli altri soldati e la attaccano immediatamente, ma Kuvira scansa ogni attacco con grande agilità e il suo dominio. Guan intanto si è liberato e esce dalla tenda fumante dalla rabbia, fissando un soldato che gli annuncia che l’hanno persa. Il commendante grida che non può essere scappata lontano e ordina tutti di perlustrare la zona. I soldati si disperdono nella foresta vicina usando delle jeep, non notando una macchina che si stacca dagli altri e segue una strada diversa per parcheggiare in un punto deserto. Il soldato al volante si toglie l’elmo per rivelare di essere Kuvira che tira un profondo sospiro di sollievo.

Rovine 2 Wu sospiro

Forse la zia ha ragione...

Di ritorno della caverna, Korra chiede a Toph cosa ne pensa di candidarsi facendo notare “Governatrice Beifong” suona davvero bene. La donna cieca rimugina sul fatto che questo Guan sia davvero un bel tipetto e che le piacerebbe metterlo al suo posto. La donna del sud sta già per esultare per questa supposta risposta positiva, ma viene delusa subito, la risposta è “no”. Toph racconta che Aang, Katara e Sokka ci sguazzavano in questa apolitica, ma lei ha sempre visto il governo come un enorme letamaio che rende chiunque ci si avventura dentro sudicio. Korra si alza e obietta che è proprio questo il motivo perché sarebbe perfetta come candidata, lei non si mette le mani in bocca ed è praticamente incorruttibile. Oramai leggermente frustrata, Toph le ricorda che sta vivendo qua perché odia le persone e non vuole essere al loro servizio. Anche lei ormai alla fine della sua idea, Korra prova a convincerla dicendo che potrebbe fare la differenza per la sua città natale, ma Toph le risponde chiara e tonda che detestava vivere lì. Wu sta per arrendersi e con un sospiro di resa nota che forse la zia ha avuto ragione.

Rovine 2 Wu abbraccia Toph

Missione riuscita!

Questa frase fa venire l’inspirazione a Korra che lo allontana per alcuni attimi per sussurrargli qualcosa nell'orecchio. Con un sorriso furbo dichiara che ha solo detto a Wu di ignorare la visione della palude che ha avuto venendo qua, il che finalmente scuote la donna cieca. Esasperata, biasima Korra per avergli dato un consiglio tanto terribile e afferra il giovane Re alla mano per trascinarlo al fuoco e farsi raccontargli tutto. Wu racconta quindi della visione di sua zia e le sue obiezioni sulla democratizzazione del Regno della Terra. Korra lo incita a continuare, così rivela che Hou-Ting ha detto che le persone non vogliono cambiamenti, ma preferiscono la sicurezza e la stabilità piuttosto uscire dalla loro zona di comfort. Per dare il colpo di grazia, Korra fa notare alla sua maestra che una volta le aveva detto che la palude insegna quello che si ha bisogno di imparare se si è solo disposti da ascoltarla. Annoiata dall'essere stata incastrata dalla sua stessa saggezza, Toph deve ammetterlo di averlo fatto e fa cadere le spalle sconfitta, brontolando che odia aver ragione. Annuncia cosi che si candiderà come governatrice, il che spinge Wu ad abbracciarla entusiasta, così Korra spiega sorridendo che gli piacciono gli abbracci.

Nessuno vuol essere davvero da solo[]

Rovine 2 Suyin accoglie Kuvira

Un ricordo melancolico

Ormai è scesa la notte e Kuvira osserva il campo con un binocolo dal suo nascondiglio. Abbassando il binocolo, fissa la radio della jeep, poi si siede a terra con la schiena contro una roccia e inizia a ricordarsi di un altro episodio della sua infanzia. All'età di otto anni, Kuvira era seduta dietro su un carro trainato da un cavallo-struzzo che si avvicinava alle porte di Zaofu. Suo padre le ricordò che avevano provato di tutto per educarla, ma lei si rifiutava sempre di ascoltare. La sgridò per non aver ne disciplina ne rimorsi per quello che aveva fatto, ma qua a Zaofu c’era una maestra dominatrice del metallo che aveva accettato di accoglierla e forse riuscirà ad incularle un po' di buon senso. Dopo averla ricordato che era per il suo bene, la bambina venne lasciata da sola davanti alle porte della città di metallo finché non uscì una versione più giovane di Suyin che si presentò con un tono amichevole. Esitante, la bambina le prese la mano, mentre la Kuvira adulta spera che ci sarà qua per lei anche stavolta.

Rovine 2 Suyin Kuvira telefono

Suyin non riesce a crederle

Pochi minuti dopo Suyin, seduta davanti alla sua scrivania a Zaofu, riceve la chiamata di Kuvira e le chiede cosa stia succedendo. Le ricorda che sa che Asami aveva detto che l’avrebbe portata qua, perciò sa che qualcosa è andato storto. Kuvira rivela di trovarsi ancora a Gaoling, ma Su le taglia la parola con un tono arrabbiato e accusatorio chiedendola cosa abbia fatto a Asami e gli altri. La giovane donna cerca di spiegarsi e racconta la storia di Guan e del lavaggio del cervello, ma ovviamente questa cosa sembra troppo incredibile per essere vera. Ormai vicina alla frustrazione, Kuvira la implora di crederle e spiega che attualmente è da sola, dato che Korra e Wu sono via per trovare Toph. Sa che Suyin ha ogni ragione per odiarla, ma non ha nessun’altro a cui rivolgersi e finisce la trasmissione con un imploro straziante di aiuto.

Rovine 2 ritorno a Gaoling

Che atmosfera strana...

All'arrivo di Korra, Toph e Wu alla capitale, trovano la piazza piena di sostenitori di Guan che sembrano inspiegabilmente entusiasti e innumerevoli. La donna del Sud spera di non essere arrivata in ritorno mentre alcuni soldati dell’Impero della Terra la vedono e decidono di avvertire il loro comandante.

Nel municipio, il sindaco Rhee legge i paragrafi del documento di iscrizione a voce alta, ma Toph lo interrompe e chiede solo dove firmare. Rhee le indica dove e Korra guida la sua mano, e pochi attimi dopo la donna cieca è ufficialmente una candidata alle elezioni cosa che la spinga a gioire in modo sarcastico. Toph chiede come sono le sue possibilità, così il sindaco spiega che, se lo avesse chiesto ieri sarebbe stata una vittoria facile, ma ora in una sola notte è comparsa un‘onda di supporto inspiegabile per Guan.

Rovine 2 Korra arrabbiata

Korra sospetta subito il peggio

Mentre il gruppo passa per le strade per tornare all'aeronave, vedono corrergli incontro Pabu da solo, il che insospettisce Korra subito. Pochi attimi dopo vede arrivare una jeep dell’impero e nota che hanno un problema, ma quando sta per opporsi a questo soldato sconosciuto, questo si rivela come Kuvira che incita agli altri di venire con lei. Presa da uno scatto d’ira Korra diventa ostile e la circonda con un anello statico di fiamme che le blocca ogni via di fuga, poi esige spiegazioni immediate sul fatto che era qua da sola.  Kuvira scende dalla jeep e alza le mani in segno di pace, poi inizia a implorarla di venire subito con lei prima che vengano scoperti, poi prova a spiegare quello che era successo. L’Avatar infuriato però non la lascia parlare e la minaccia di dar fede alla sua promessa di eliminarla se avesse fatto del male ai suoi amici.

La dominatrice del metallo la supplica di crederle che non ha fatto nulla, così Korra le ordina di rivelare dove si trovano e perché sta indossando questa uniforme. Finalmente Kuvira può raccontare quello che è accaduto, ma l’Avatar non le crede una sola parola. La ex-dittatrice ripete che non sta mentendo e chiede a Toph di confermarlo, cosa che la donna cieca fa, a grande sorpresa di Korra che spegne le sue fiamme incredula. Wu chiede come possa esserne così sicura, ricevendo la spiegazione che Toph sente la verità.

Rovine 2 Wu ricorda Long Feng

Un passato oscuro...

La vecchia dominatrice ripensa all'apparenza di questi sostenitori sulla piazza e conferma che le è sembrato strano come ripetevano sempre la stessa frase senza nessuna emozione e fa una comparazione con Long Feng. Mentre Korra non sa chi sia questo tipo, Wu spiega che era stato il consigliere del suo bis-bisnonno Re Kuei che lo ha manipolato per ottenere il controllo assoluto su Ba Sing Se. Long Feng ha fatto fare il lavaggio del cervello a chiunque vedeva come una minaccia. Toph gli fa i complimenti per conoscere anche questi aspetti della storia, ma deve essere grato a non averla vissuta. Sempre più preoccupata, Korra chiede se allora è successo anche a Mako, Bolin e Asami e Kuvira conferma che non sono più loro stessi, ma schiavi di Guan. 

Rovine 2 Mako Asami Bolin manipolati

Amici convertiti in nemici

Mako, Asami e Bolin si trovano dietro a un muro vicino all'aeronave di Industrie del Futuro e indossano uniforme dell’Impero della Terra come gli altri soldati. Guan tiene d’occhio il velivolo e chiede conferma se volevano davvero incontrare l’Avatar questo pomeriggio, cosa che Bolin conferma. In quel momento suona la sua radio e un soldato gli fa rapporto che Korra è passata in città e che stava tornando al dirigibile, ma era stata intercettata da Kuvira. Sorridendo, chiede dove si trovino ora.

Rovine 2 Wu idea

Annullliamo le elezioni!

Intento Wu dichiara esasperato che questa situazione è un disastro e che Guan saboterà l’elezione e farà il lavaggio del cervello a tutto il regno. Preso dalla disperazione si butta a terra e si dà la colpa per tutto quanto, ma Kuvira cerca di consolarlo affermano che nessuno poteva immaginarsi che questo sarebbe accaduto. Improvvisamente Wu si alza e dichiara di aver avuto l’idea per sistemare le cose, ovvero annullando le elezioni, cosa che Toph asseconda subito. Mentre Korra è scettica, Kuvira gli dà ragione sul fatto che Guan non può vincere delle elezioni che non ci sono. Il giovane Re vuole tornare al municipio per sistema le cose con il sindaco, ma Kuvira lo ferma con l’avvertimento che nessuno di loro uscirà da Gaoling con il cervello intatto se si spande la voce su questa tattica. Korra chiede cosa vorrebbero fare allora visto che in loro amici sono in pericolo, ma la ex-dittatrice alza solo lo sguardo in cielo e annuncia che hanno bisogno di rinforzi. Indicando un’aeronave in arrivo spiega che ha contattato Suyin che ha accettato di prenderli.

Combattere contro gli amici[]

Rovine 2 Kuvira saluta Suyin

Sinceramente felice che abbia accolto la sua richiesta

A bordo di questo dirigibile, Opal chiede a sua madre perché non ha solo mandato alcuni dei suoi soldati a prendere Kuvira, ma la donna spiega che è importante che ci vada lei di persona. Con lo sguardo pungente la ragazza vuole sapere come è possibile che, dopo tutto il dolore che ha provocato alla loro famiglia, possa avere ancora un debole per Kuvira, ma Suyin le lancia uno sguardo feroce e l’avverte che questo non è il momento. Il dirigibile atterra davanti al gruppo e dietro al portone d’entrata compaiono Suyin, Wei, Wing e Opal. Kuvira saluta la sua matrigna con un sorriso caloroso, ma Toph li interrompe con l’avvertimento che sente che Guan e i suoi scagnozzi devono averli trovati e nota che sarebbe meglio svignarsela. Il gruppo sale quindi sull'aeronave dove Toph viene salutata da sua madre e i suoi nipoti e persino la signora scorbutica deve ammettere che sarebbe stata più felice che si sarebbero rivisti sotto circostanze migliori. Kuvira passa accanto a Suyin senza che questa la saluti, ma poi la matriarca di Zaofu nota che Korra sta esitando a salire. La donna del Sud annuncia che rimarrà per prendere i suoi amici e torna a terra nonostante le proteste di Kuvira che le ricorda che hanno subito il lavaggio del cervello, ma con la tecnologia di Zaofu forse potranno annullarlo. Intanto Guan sta arrivando con la sua armata, così le due donne decidono di collaborare per riportare indietro i suoi amici.  A loro si aggiungono Suyin e i suoi figli mentre a Wu viene consigliato di rimanere al sicuro, dato che qua le cose si stanno mettendo male.

Rovine 2 Mako Asami Bolin attaccano

Non è possibile...!

Guan parcheggia la sua jeep davanti al gruppo e ricorda ai suoi nuovi schiavi Mako, Boline Asami che l’Avatar è la loro nemica e vuole che glielo portano. I ragazzi manipolati accettano l’ordine e preparano le loro armi: un pugnale di fuoco, un guanto elettrico e uno shuriken di lava. Una volta pronti, scendono dalla jeep a si avvicinano a Korra e gli altri mentre Guan annuncia sogghignando che qua ci sarà da divertirsi.

Rovine 2 Korra contro Mako Asami Bolin

Una battaglia impossibile

L’Avatar e gli altri provano a farli ragionare chiamandoli e incitandosi a resistere, ma evidentemente non ha nessun effetto. Korra nota che devono pensare a difendersi, mentre Toph annuncia che li farà fuori senza problema, ma sua nipote la ricorda che non vogliono fargli del male. La donna del Sud spiega quindi il suo piano: lei e Opal li spingeranno verso i dominatori del metallo che li cattureranno con dei cavi e li trascineranno sul dirigibile mentre Toph e Kuvira faranno da guardia nel caso Guan provasse qualcosa di losco. Mako, Bolin e Asami si buttano sui nemici mentre i dominatori dell’aria li circondano con correnti d’aria per intrappolarli, poi Wei, Wing e Su lanciano i loro cavi e riescono a catturarli.

Rovine 2 Wu catturato

Wu in pericolo!

Intuendo il loro piano, Guan spezza i cavi annunciando che loro non andranno da nessuna parte, poi ordina al resto della sua truppa di attaccare. Suyin, Toph e Kuvira però colpiscono il terreno in sincronia creando una marea di colonne di terra che scaraventa o i soldati nell’aria. Opal intanto deve affrontare Bolin che la attacca senza pietà con dei macigni, riuscendo a colpirla al secondo tiro e rendendola incosciente. Wei e Wing vedono i problemi della loro sorella, per cui non si rendono contro che fatto che alcuni soldati sono entrati nell’aeronave- uno di loro è il capitano dell’aeronave di Asami- e stanno avanzando per catturarlo.

Rovine 2 Asami attacca Korra

Un incubo...

Di nuovo a terra, Asami si butta su Korra con una furia incredibile, spingendola ad evitare ogni colpo per il rotto della cuffia. Una dei queste manovra di evasione fa inciampare la non-dominatrice, così Korra fa uso di questo vantaggio e blocca le gambe della sua ragazza con il dominio della terra.  Le chiede ripetutamente perdono mentre continua a bloccarle anche il guanto elettrico ignorando i suoi ordini di lasciarla andare subito. Con la donna sistemata per ora, Korra cerca Mako e Bolin, ma si allarma quando vede cosa stanno facendo.

Rovine 2 Korra respinge soldati

Purtroppo si devono ritirare

I dominatori della terra si devono nascondere dietro a un muro di terra per difendersi dalla fiammata combinata tra una dozzina di mecha e quello di Mako mentre Wei e Wing portano la Opal ancora svenuta sull'aeronave. Mako ordina a suo fratello e gli altri dominatori della terra di abbattere questo muro, il che permette alle fiamme di passare. Kuvira si butta di lato per scansarsi mentre Su trascina a terra sua madre un attimo prima dell’arrivo del fuoco. Korra si lancia davanti a loro per difenderli con uno scudo d’aria per permettere agli altri di salire sul dirigibile. Mentre guida Toph, Suyin ordina a Kuvira di prendere Asami, poi incita Korra a seguirli, anche se questa non vuole abbandonare Bolin e Mako, inoltre ha visto che i soldati hanno preso Wu. Con lo sguardo triste la matriarca di Zaofu la rassicura che torneranno per loro. Korra rimane indietro finché tutti sono a bordo e i motori funzionano al massimo per poi salire per ultima.

Guan osserva l’aeronave che si sta allontanando leggermente alterato, ma si calma quando i suoi uomini gli portano Re Wu, il che fa di questa giornata non una totale sconfitta.

Rovine 2 Korra imprigiona Asami

Fa finta di non essere colpita da queste parole

A bordo del dirigibile, Korra è costretta a rinchiudere la sua ragazza manipolata nella cella di platino destinata a Kuvira e le chiede nuovamente perdono. Guardandola negli occhi, afferma che le dispiace per quello che Guan le aveva fatto, ma Asami la fissa con uno sguardo pieno d’odio e nota sbuffando che non deve far finta di interessarsi a lei, dato che lei è la sua nemica. Questa frase sciocca Korra e risponde con il volto triste che non sa quello che sta dicendo, quelle sono le parole di Guan, non le sue.

Nella stanza accanto, Wing chiede a sua madre se vuole che blocchino anche Kuvira, ma questa gli chiede di lasciarla stare. Non la ritiene a rischio di fuga, anche se i suoi figli non condividono questa opinione. Intanto Toph è seduta su una panca accanto e accarezza sua nipote che è sdraiata sulle sue ginocchia ancora mezza intontita. Korra li raggiunge e chiede a Kuvira se davvero pensa che ci sia un modo per contrastare questo lavaggio del cervello. La dominatrice del metallo alza lo sguardo pensierosa e afferma di aver dato una bella occhiatina al macchinario della dottoressa Sheng, è sicura che potrà trovare un modo per invertirlo, ma avrà il bisogno dell’aiuto del suo ex-fidanzato Baatar Jr. 

Rovine 2 Wu lavaggio cervello

Il Re della Terra nelle mani di Guan

Nello stesso istante, Wu sta per subire lo stesso trattamento degli altri: Mako e Bolin gli mettono l’elmo del lavaggio del cervello e lo legano alla sedia della procedura, ignorando le grida soffocate del giovane Re. I due assumono una posizione di attesa mentre Guan ordina a Sheng di iniziare la procedura.

>>> parte tre

Personaggi apparsi[]

Korra

Kuvira

Asami

Mako

Bolin

Naga e Pabu

Wu

Suyin

Toph

Opal

Wei e Wing

Guan

Sheng

Rhee

Trivia e note[]

  • Piccola gaffa: nel fumetto Wu afferma che Kuei era stato il suo bis-bis nonno, mentre nella linea temporale ufficiale era già stato confermato che era il suo bisnonno.
  • Qua si vede l'unico bacio vero tra Korra e Asami in questo fumetto, la prossima volta che si vedono sono nemiche.
  • Per la prima volta in decenni Long Feng viene menzionato, sembra che il suo schema era stato insegnato agli eredi al trono come avvertimento.
  • Hou-Ting esprime i timori di Wu, anche se con la sua solita aggressività e arroganza.
  • Il fatto che Toph abbia detto a Korra di ascoltare quello che ti dice la palude deriva da "La chiamata"
  • Toph odia gli abbracci, aveva concesso a Korra il permesso di abbracciarla sopo dopo che questa si era tolta i resti del veleno; il fatto che non abbia mandato Wu al tappeto come punizione è un segno che o non gli sta antipatico o che ha perso la la voglia dopo essere stata sconfitta da sé stessa.
  • Finora si é creduto che Mako non potesse più dominare il fuoco con il braccio sinistro, ma qua si vede che invece è tornato a poterlo fare. Si vedono comunque le cicatrici che ha riportato in "l'ultimo scontro".
  • Sheng continua a fare la parte della dottoressa pazza e crudele dei campi di concentramento
  • Ironicamente, Asami finisce nella stessa cella che prima era stata occupata da Kuvira e dalla quale non voleva farla uscire.
  • Per la prima volta Asami e Mako indossano vestiti verdi, mentre per Bolin é normale
Advertisement