Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il secondo episodio del Libro Due: Spiriti di La Leggenda di Korra, e il quattordicesimo in totale. Debuttò insieme a "Spirito ribelle" come special televisivo.

Ripasso e sinossi[]

"Gli spiriti maligni hanno attaccato la Tribù dell’Acqua Meridionale! Anche Korra è stata attaccata, e solo il capo Unalaq è riuscito a salvarla. Korra ha quindi deciso di sceglierlo come maestro spirituale. Tenzin e la sua famiglia sono partiti per una vacanza al Tempio dell’Aria del Sud. Korra rimarrà nella Tribù dell’Acqua, riuscirà a riportare l’equilibrio tra umani e spiriti?"

Korra, Mako e Bolin accompagnano Unalaq, Eska e Desna a una spedizione al Polo Sud, alla quale si aggiunge anche Tonraq, affinché l'Avatar aprisse un antico Portale degli Spiriti. Con questo, il capotribù promette il ritorno dell'equilibrio degli spiriti e la salvezza della tribù meridionale e della Terra. Durante il viaggio Korra viene a sapere della verità sul passato di suo padre che era stato esiliato per un crimine contro la Foresta degli Spiriti al Nord. Nel frattempo Tenzin e la sua famiglia si godono la vacanza al tempio dell'Aria del Sud, finché Jinora non avverte una strana sensazione riguardo la statua di un certo Avatar ignoto. La spedizione raggiunge il Polo Sud e Korra si avventura da sola nella Foresta Ghiacciata e dopo alcune difficoltà riesce ad aprire il portale. Ma quando ritornano alla Tribù dell'Acqua Meridionale, vedono che le truppe del Nord stanno occupando il porto...

Storia[]

B2 E02 Unalaq Korra missione

Unalaq spiega a Korra la sua missione

Il sole sorge sopra la Tribù dell’Acqua Meridionale, e appare un altro spiritello oscuro che osserva il paese ignorato da tutti. Korra e Naga raggiungono la casa che ospita Unalaq, che la stava già aspettando, anche se le due erano miracolosamente in anticipo. Vedendo l'evidente eccitazione della ragazza, il capotribù la calma, spiegandole che non vuole insegnarle a combattere contro gli spiriti, ma ad aiutarla nel suo addestramento spirituale. Inoltre le presenta il suo piano: vuole portarla al luogo spirituale più trascurato e remoto della terra, il Polo Sud. Chiarisce i dubbi di Korra, affermando che la Tribù Meridionale si è condannata con le sue mani e le cose vanno sistemate, e il suo destino dipende soltanto da lei; la prospettiva di questo viaggio pericoloso la entusiasma parecchio!

B2 E02 benvenuti Tenzin Pema

Abate Shung saluta Tenzin e Pema

Nel frattempo, Tenzin e la sua famiglia hanno raggiunto il Tempio dell’Aria del Sud, che è sotto la custodia dell’abate Shung e dei suoi allievi, che li salutano con grande reverenza. Il monaco regala a Tenzin un rasoio antico dei vecchi Nomadi dell’Aria, mentre sommergono Pema sotto una montagna di fiori. Alla menzione della nuova generazione di dominatori dell’aria, accanto a loro Ikki e Jinora litigano per un libro regalato acciuffato dalla sorella minore, nonostante l’obiezione di Jinora che non gli piaccia neanche leggere. Inoltre dietro i monaci stupiti sbuca Meelo che ha catturato un lemure e lo battezza Poki, ma che scappa appena può, e il bambino lo insegue di corsa.

B2 E02 Bumi Kya

Kya e Bumi si sentono bistrattati

Totalmente ignorati dai monaci dell’aria, scendono anche Kya e Bumi da Oogi; un serviente li prende per i servi di Tenzin e Pema. Arrabbiato, l’ex-comandante chiarisce subito che sono i suoi fratelli, suscitando incredulità e stupore il fatto che l'Avatar Aang abbia avuto altri figli. Ma la sua reverenza scompare quando chiariscono seccati che loro due non sono dominatori dell’aria.

B1 E02 Unalaq Tonraq discussione

Korra osserva l'ennesima discussione tra i fratelli

Mako aiuta Korra nei preparativi per la spedizione al Polo Sud, e stanno aspettando Bolin. Intanto arriva Tonraq sulla sua motoslitta e chiarisce che vuole venire con loro, con gran disappunto di suo fratello, che lo definisce come un arrogante e una distrazione per Korra, visto che erano state persone come lui ad aver distrutto l’equilibrio nel Mondo degli Spiriti, esattamente come è successo anni prima. Korra chiede spiegazioni, ma suo padre cambia argomento, avvertendoli della Tempesta Eterna che da decenni devasta la zona intorno al Polo Sud, per cui deve venire anche lui per proteggerli.

B2 E02 Bolin

L'arrivo pomposo di Bolin salva la situazione

I due fratelli si fissano con aria di sfida, ma per fortuna l’arrivo impetuoso di Bolin impedisce un’escalation. Il ragazzo è alla guida di una motoslitta di Varrick che mostra con entusiasmo, inoltre presenta il suo giubbotto invernale con marca Varrick e tanti extra nascosti. Le facce strane e leggermente seccate dei suoi amici gli sussurrano che abbia interrotto una conversazione importante e si zittisce di colpo. Korra sospira dicendo che la conversazione era già finita e che suo padre può venire con loro, ma senza intralciare l’addestramento.  

B2 E02 Bolin Eska Desna moto

Avvilito, Bolin deve portare con sé entrambi

Eska si avvicina a Bolin e gli chiede se la motoslitta ha capacità per altri due passeggeri, cosa che sorprende il ragazzo... chi voleva portare con loro? I suoi dubbi si rivelano stupidi, ovviamente era suo fratello Desna; a suo gran dispiacere il dominatore della terra così si ritrova con entrambi i gemelli accanto a lui. Ovviamente Mako sul suo cammello polare non finisce di prenderlo in giro.

B2 E02 Korra Unalaq

Unalaq spiega l'importanza del solstizio d'inverno

Durante il viaggio Korra chiede a suo zio cosa dovrà fare al Polo Sud, e lui le spiega che dovrà aprire un antico Portale degli Spiriti che connette il loro mondo con quello degli spiriti, che è rimasto chiuso da moltissimo tempo. Inoltre le spiega che non esistono “spiriti maligni”, tutti contengono sia luce e oscurità, e solo quando manca l’equilibrio l’oscurità prende il sopravvento. Aprire il portale servirà proprio a correggere questo, se fatto in tempo. Korra chiede cosa vuol dire con quello, e Unalaq spiega che l’Avatar può farlo solo durante il solstizio d’inverno quando i due mondi sono più vicini, e questo avverrà domani. 

B2 E02 spirito

Il gruppo viene perseguitato dagli spiriti oscuri

Il gruppo raggiunge il perimetro della Tempesta Eterna: in lontananza si vedono già le nubi nere e i fulmini della tempesta, dietro di loro si avvicina un’ombra che si tramuta in uno spirito oscuro. Naga lo avverte e inizia a ringhiare, avvertendo la sua padrona della sua presenza. Il gruppo si avvia per trovare un posto sicuro per la notte e lo trovano in una piccola caverna. Korra chiede come mai vengono perseguitati da questi spiriti, ma Bolin chiede di non parlarne dato che ha paura dei fantasmi.

B2 E02 Tonraq racconto

Tonraq confessa le sue colpe

Unalaq chiarisce subito che non sono fantasmi ma storie vere e accusa nuovamente suo fratello di essere stato la causa della rabbia degli spiriti. Per istigarlo a confessare chiede a Korra se non si è mai chiesta come suo padre sia finito al Sud e perché non ha mai visitato la sua terra natia al Nord. Tonraq cerca di zittirlo, ma ormai Korra vuole sapere la verità e non gli lascia tregua. Con un sospiro profondo, racconta che era stato esiliato, perché ha quasi distrutto la sua tribù.

B2 e02 Tonraq Foresta

L'azione di Tonraq ha distrutto la Foresta degli Spiriti

Vent'anni fa, Tonraq era stato un Generale della Tribù del Nord e come figlio del capotribù era incaricato della protezione del popolo. Un giorno la Capitale del Nord venne attaccata da dei briganti che fortunatamente riuscì a scacciare via. Li inseguirono fino a un'antica foresta, creduta la patria degli spiriti, e i barbari si erano nascosti lì pensando che non osavano attaccarli in quel luogo sacro. La truppa di Tonraq però iniziò un attacco massiccio e riuscì a catturarli, ma al costo di una vasta distruzione della foresta.

B2 E02 distruzione capitale nord

Gli spiriti distruggono la capitale

All'inizio non se ne era reso conto, ma con questo gesto aveva scatenato gli spiriti oscuri che in seguito attaccarono la Capitale del Nord per vendetta. Stavano distruggendo tutto, e lui cercava vanamente di combatterli, finché Unalaq non riuscì a purificarli con la sua tecnica della guarigione spirituale, salvando le persone, ma il danno era già stato fatto. Essendo stato lui la causa della distruzione, suo padre lo bandì dalla tribù con disonore, così partì per il Sud per iniziare una nuova vita.

Korra vuole sapere perché lo aveva tenuto nascosto a lei, e suo padre spiega che voleva proteggerla dal disonore. La ragazza sbuffa dicendo che è stanca di sentirsi dire cosa abbia fatto per proteggerla e gli volta le spalle imbronciata.

B2 E02 Jinora statua Aang

Jinora ammira la statua dell'Avatar Aang

Al Tempio dell’Aria, Tenzin mostra a Jinora la Sala delle Statue degli Avatar, ma si meraviglia preoccupato su dove si siano cacciati Ikki e Meelo. Riceve subito risposta, visto che i due stanno disputando una gara di scooter aereo con gran fracasso, ma il bambino si lascia andare e si schianta contro una delle statue distruggendola. Jinora osserva la statua di suo nonno, l'Avatar Aang, quando ad un tratto avverte una strana sensazione.

B2 E02 Tonraq Korra

Tonraq cerca di fermare sua figlia

La carovana di Korra continua il viaggio, Tonraq cerca nuovamente di fermare sua figlia, affermando che non deve commettere il suo stesso errore di penetrare in un luogo sacro come il Polo Sud, e i due mondi dovrebbero restare chiusi. Korra ribatte che essere il ponte tra i due mondi è il suo compito da Avatar e che finalmente può utilizzare questo suo potere. Alle ripetute critiche di suo fratello, Unalaq spiega che a casa sua in cielo danzano le luci del nord, segno della felicità degli spiriti, ma che da parecchio tempo al Sud mancano. Dopo la devastazione della Guerra dei Cent’Anni, il Nord ha aiutato il Sud nella ricostruzione fisica, ma non in quella spirituale.

B1 E02 Korra spirito oscuro

Korra non riesce a calmare lo spirito

Mako annuncia l’arrivo della Tempesta Eterna, una visione davvero paurosa e terribile. Il vento inizia a diventare bufera e dietro di loro sentono le grida degli spiriti, devono quindi sbrigarsi. In quel momento inizia un attacco massiccio di piccoli spiriti oscuri che sembrano prendere specialmente di mira le provviste e il motore della motoslitta di Bolin. Korra e Tonraq combattono contro gli spiriti, mente il ragazzo perde il controllo del suo veicolo e scatta via nella neve. L’Avatar tenta di imitare maldestramente la tecnica di Unalaq, ma non ha effetto e viene sbalzata a terra, ma suo zio la salva. La motoslitta si schianta contro una parete di ghiaccio, Eska e Desna salvano Bolin.

B2 E02 Korra manda via Tonraq

Stufa dei litigi, Korra manda via suo padre

Il gruppo valuta i danni e non hanno più provviste; Tonraq consiglia di ritornare subito indietro. Unalaq è contrario, il solstizio è stanotte, non hanno tempo. Anche Korra ribatte le obiezioni del padre e propone una variante radicale che non tollera lamentele: se ci tiene tanto, sarà Tonraq da solo a tornare indietro, non loro. Non vedendo altra scelta, suo padre accetta sconfitto.

Mako saluta il padre di Korra, promettendogli che proteggerà lui sua figlia, e con questo Tonraq parte con la sua motoslitta. La ragazza li incita a ripartire, visto che il tempo stringe. Durante il viaggio Korra vuole sapere da Mako di cosa stava parlando con suo padre, il ragazzo la calma dicendo che era solo preoccupato per lei, nient’altro, ma lei nuovamente si sente infastidita da questo.

B2 E02 foresta ghiacciata

La loro meta: la Foresta degli Spiriti del Sud

Finalmente raggiungono la loro destinazione: una pianura con alberi apparentemente morti e congelati, esattamente com'era finita la Foresta Spirituale del Nord. Korra chiede cosa debba fare, Unalaq spiega che deve raggiungere il centro della foresta per trovare il portale, e deve farlo da sola. La ragazza è insicura, finora la sua relazione con gli spiriti era stata tutt’altro che positiva, e i suoi amici vogliono accompagnarla, ma Unalaq li ferma, perché è una missione solitaria per l’Avatar. Inoltre esprime la sua fiducia in lei, cosa a cui Korra non è abituata, come nota con un sorriso triste. Suo zio la consola, ricordandole che in lei vivono gli Avatar passati, deve farsi guidare dalla loro luce nell'oscurità.

B2 E02 Korra spiriti portale

Korra tenta di combattere gli spiriti oscuri

Korra penetra nella foresta ghiacciata e dopo alcuni minuti viene già attaccata da alcuni spiriti oscuri. Riesce a respingere il primo attacco con i suoi domini, imprigionandoli dietro una lastra di ghiaccio, ma continuano a inseguirla. Durante la fuga raggiunge un lago ghiacciato, sul cui fondo brilla una luce bianca: il Portale degli Spiriti sigillato.

B2 E02 Korra stato avatar

Disperata, Korra allunga la mano per toccare il portale

Nello stesso momento Jinora si sveglia dal suo sonno e penetra mezza in trance nella Stanza degli Avatar, fermandosi davanti a una statua vecchissima di un Avatar ignoto. Korra tenta di sciogliere il ghiaccio sotto i suoi piedi o almeno di spezzarlo per raggiungere il portale, ma senza risultato. In quel momento intorno a lei sbucano centinaia di spiriti oscuri che si uniscono in un essere unico sopra la sua testa, e Korra inizia ad entrare nel panico. Cerca di aprire il portale con la forza bruta, ma lo spirito fuso la avvolge e cerca di trascinarla via dal portale con la forza. I tentacoli oscuri stringono sempre di più, finché Korra non entra nello Stato Avatar e riesce a liberare un braccio. Usando tutta la sua forza rimasta lo estende, finché non tocca la superficie del ghiaccio con un dito.

B2 E02 portale del Sud

Il Portale degli Spiriti del Sud aperto

Questo tocco fugace scatena una luce azzurra che sbalza via lei e gli spiriti oscuri che la tenevano, la luce si in alza nel cielo come una colonna alta molti chilometri, spazzando via le nuvole e generando un’aurora boreale, la Danza degli Spiriti! Nello stesso momento la statua dell’Avatar ignoto davanti a Jinora si illumina. Mako, Bolin e Unalaq lo vedono da fuori, è uno spettacolo bellissimo, il sorriso del dominatore dell’Acqua però sembra leggermente sinistro. Anche Tonraq, che è sulla via per tornare a casa, lo vede e gioisce nel vedere che sua figlia ci è riuscita.

B2 E02 Mako Korra

Mako e Korra si riconciliano

Korra ritorna dai suoi amici, Bolin accorre felice e la abbraccia, ma viene fermato da una lastra di ghiaccio di Eska, che chiede perché stia ingaggiando un contatto fisico con un’altra donna. Korra sorride del fatto che suo zio aveva avuto ragione, l’uomo si congratula per aver fatto il primo passo per riportare l'equilibrio al Sud, e nel mondo. Mako si congratula con lei con un abbraccio caloroso, la ragazza si scusa per essere stata così intrattabile, essere l’Avatar è dura. Il ragazzo ride dicendo che lo è anche essere il ragazzo dell’Avatar.

Il gruppo ritorna alla Tribù dell’Acqua Meridionale, ma al loro arrivo devono osservare costernati che l’armata del Nord si è posizionata nel porto con navi da guerra e truppe a terra. Preoccupata, Korra chiede spiegazioni, e suo zio afferma che aprire il Portale degli Spiriti era solo la prima parte della missione per ricondurre il Sud sulla retta via, così che in futuro le due tribù saranno nuovamente unite.

B2 E02 porto occupato

Brutta sorpresa: il porto della Tribù dell'acqua del Sud è occupato dalle truppe del Nord... cosa significa?

Personaggi apparsi[]

Korra

Mako

Bolin

Tonraq

Unalaq

Eska

Desna

Tenzin

Pema

Jinora

Ikki

Meelo

Trivia e note[]

  • Si fa luce sulla storia di Tonraq che in realtà è l'erede al trono delle Tribù dell'Acqua
  • Per via di questo, Korra sarebbe di origine nobile, il primo Avatar noto ad esserlo
  • Loro due potrebbero essere imparentati con Arnook e Yue, il capotribù e sua figlia nell'era di Aang
  • Bolin odia le storie sui fantasmi
  • Jinora afferma che a Ikki non piace leggere
  • I monaci del tempio dell'Aria ignorano il fatto che Aang abbia avuto altri figli; non si sa se per ignoranza vera oppure per scelta, dato che non essendo dominatori dell'aria per loro non sono interessanti
  • La scena di Korra nella Foresta Ghiacciata è molto simile a quella di Aang, quando è in cerca di Koh nel mondo spirituale in "L'assedio del Nord Parte 2" .
  • La scena in cui Meelo rincorre il suo lemure in fuga è simile a quando Aang trova Momo in "Il Ciclo degli Avatar"
  • L'arrivo delle truppe del Nord è simile all'arrivo della flotta del Fuoco in "Il maestro del dominio dell'acqua" (Libro 1 Capitolo 17)
  • Per la prima volta dal suo debutto, Asami non compare in un episodio
  • Il concetto che durante il solstizio i due mondi si soprappongono viene introdotto in "Solsitizio d'inverno Parte 1"
Advertisement