Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è l'ottavo capitolo del primo romanzo su Kyoshi "L'ascesa di Kyoshi".

Sinossi[]

Kyoshi si risveglia nell'infermeria della tenuta dell’Avatar con Jianzhu seduto accanto a lei, il che la rende nervosa. Quando il maestro le da da bere un sorso d’acqua e nota che ha già sospettato che gli stessi nascondendo qualcosa, per poco non soffocò sul sorso. Il Saggio della Terra inizia a raccontare del giorno in cui aveva detto che faticava a dominare oggetti piccoli, ma gli ha nascosto che era vero in contrario, ovvero che sapesse spostare le montagne. Al Polo Sud ha persino mosso il fondo marino distante oltre duecento passi attraverso l’acqua, una cosa impossibile persino per lui. Kyoshi giura di non aver saputo di poterlo fare, ha agito senza pensare solo per salvare Yun.

Jianzhu cambia discorso iniziando una conversazione apparentemente causale sullo stato attuale del Regno della Terra, specificamente riguardo la estrema diversità all’interno del gigantesco territorio. Aggiunge che nel Regno della Terra, i daofei hanno acquisto un potere enorme che ha creato a una società parallela con codici e leggi a parte, tutto grazie al fatto che l’autorità di Ba Sing Se non arrivi fino ai confini del regno e che il potere del Re della Terra va e viene. Chiede alla ragazza cosa pensasse che stia tenendo insieme il regno in questo momento; Kyoshi conosce la risposta, ma scuote ugualmente la testa. Senza sembrare arrogante o vanitoso, Jianzhu spiega che sia lui quello che impedisce che la sua sgangherata nazione si sgretoli, un compito che gli è accaduto in mancanza dell’Avatar. E dato che non possiede nessuna legittimazione dovuta al sangue nobile, se l’era creata attraverso legami di lealtà personale. Aggiunge anche che il suo raggio d’azione si estenda oltre il Regno della Terra arrivando fino alle Tribù dell’Acqua e la Nazione del Fuoco, conosce ogni maestro del dominio degno di nota e i suoi allievi più promettenti e ognuno riprenderebbe alla sua chiamata.

Quando Jianzhu dichiara che lei non sia mai uscita da Yokoya, Kyoshi si deve mordere la lingua per non correggerlo, dato che questo l’avrebbe costretta a parlare dei suoi genitori. Notando la sua angoscia, il maestro le spiega stringendo gli occhi che, “senza la lealtà personale, tutto crollerebbe” mentre fa un movimento improvviso che la fa sussultare dallo spavento per poi chiederle se avesse qualcosa da dirgli. Kyoshi lotta con sé stessa se dirlo o meno, ma alla fine decide di tacere per dare il tempo a Kelsang e a Yun di provare che sia il ragazzo ad essere l’Avatar e non lei. Chiede perdono al maestro spiegando che fosse semplicemente ignara dei propri limiti e che si era lasciata prendere dal panico, il che l’ha spinta a scaglionarsi contro il nemico con tutta la forza nel corpo.

A questa riposta, Jianzhu sorride e si alza notando che aveva combattuto contro cosi tanti daofei come Tagaka che ha scoperto che siano solo un sintomo del problema vero: troppo persone pensano di poter sfidare l’autorità dell’Avatar quando intuiscono che stesse mancando di legittimità. Fissandola dall'alto in basso, dichiara di essere contento di avere al suo fianco un altro dominatore della terra potente, ma allo stesso tempo ammette di essere solo uno sostituto, dato che la responsabilità di mantenere il Regno della Terra stabile e in equilibrio con le altre nazioni spetti solo all’Avatar. Questa frase crea su Kyoshi una pressione immensa e immediatamente cerca di scaricarlo su qualcun altro, spostando la discussione su Kuruk. Jianzhu condivide la sua visione che avrebbe dovuto essere stato lui ad occuparsi dei daofei, ma ritiene comunque che la responsabilità della sua morte prematura fosse sua, cosi come la mancanza di non essere stato capace di insegnargli la saggezza. Prima di congedarsi, rivela alla ragazza che la stanza di Yun fosse in fondo al corridoio, di fronte a quella di Kelsang, se volesse andare a trovarli.

Kyoshi attende fino ad essere sola per andare da Yun che si trova accanto a una vasca di rame con il braccio destro immerso nell'acqua calda. Rangi invece fissa un punto lontano appoggiata dietro di lui a un davanzale. Il ragazzo racconta di aver continuato a dire ai guaritori di non avere i geloni, ma la sua mano ha una spetto pallido e necrotico, conseguenza del contatto con la pietra dell’inchiostro che aveva usato come guanto. Kyoshi vorrebbe andare dai suoi amici e abbracciarli, ma si ferma quando nota i loro sguardi sospesi nel nulla e spenti, e si limita a chiederli come stanno e se Kelsang fosse ferito gravemente. Yun la fa cenno di abbassare la voce, dato che il monaco sta dormendo, poi rivela di aver perso molte guardie quando gli uomini di Tagaka hanno fatto cadere una valanga su di loro. Continua raccontando che Rangi e Hei-Ran erano riusciti a liberare lui e di catturare la signora dei pirati che verrà portata al lago Laogai. Dato che quasi tutte le navi della Quinta Nazione erano state distrutte, questo segna la sua fine e non rappresenterà più una minaccia per il Regno della Terra. Quando Kyoshi vuole sapere dei ostaggi, Yun spiega che Hei-Ran ha tirato qualche filo affinché la Marina del Fuoco organizzi una missione di salvataggio.

Kyoshi rimane confuso dal tono neutrale senza emozioni del racconto del suo amico davanti a questa lista di successi, cosi cerca di alzare il suo spirito lodando il suo impegno e come l’Avatar Yun abbia salvato centinaia di persone che verrà ricordato negli anali della storia. In quel momento Rangi si sveglia dal suo stato passivo e con un grido le ordina di smetterla subito e di far finta con questa sceneggiata, rivelando di sapere cosa lei e Kelsang stavano tenendo nascosto. La dominatrice del fuoco, arrabbiata, le mette la punta del suo indice sul petto ordinandole di confessare perché lo aveva tenuto nascosto da loro. Scioccata e come imbambolata, Kyoshi riamane zitta e lascia che il dito bruci i suoi vestiti fino a raggiungere la pelle per poi iniziare a piangere in attesa di uno schiaffo da parte della sua amica. Il colpo non arriva, dato che Rangi indietreggia quando si rende conto di cosa stava facendo e si volta di scatto per andarsene. Anche Yun si alza e si avvicina a lei, ma alla fine rimane zitto e passa accanto a Kyoshi senza dire nulla.

Come ultima tappa, la ragazza entra nella stanza di Kelsang dove trova il monaco ferito seduto sul letto che la sta già aspettando. Con una voce flebile le chiede perdono per averlo detto a loro, ma dopo quello che lei ha mostrato su quell'iceberg, non era più Yun la persona più probabile ad essere l’Avatar. Rivela che lei abbia dormito per tre giorni e che lui avesse pensato che il suo spirito avesse lasciato il corpo, non poteva più fingere. Questa parola fa scattare Kyoshi che si sente come tutti stesso pensando che gli ultimi anni fossero stati una bugia, una finzione. Con una rabbia improvvisa, accusa Kelsang di aver avuto solo motivi egoistici per essersi fatto avanti senza dirle nulla solo perché ha più controllo su di lei che su Yun e a vede come una seconda possibilità. Il Nomade dell’Aria distoglie lo sguardo dicendo che “Il tempo in cui ognuno di noi poteva avere ciò che voleva è finito da molti anni”.

Note[]

Continuità[]

  • Jianzhu nota che gli abitanti di Yokoya portino abiti più di colore blu che verde, come lo fanno ancora secoli dopo come visto "Le guerriere di Kyoshi".
  • La critiche di Jianzhu che il governo di Ba Sing Se non è molto efficace in periferia perché il potere del Monarca della Terra "va e viene" viene confermato dalla cospirazione di Long Feng e il fatto che il Regno della Terra occidentale fosse stato conquistato dalla Nazione del Fuoco con facilità dato che la capitale lo ha quasi abbandonato.
  • Yun rivela che Tagaka verrà portata al lago Laogai, lo stesso posto in cui il Dai Li ha la sua base nell'anno 100 DG.
  • Kyoshi continua a disprezzare Kuruk sempre di più.

Rivelazioni[]

  • Jianzhu dichiara di essere la colla che tiene insieme il Regno della Terra e di avere contatti in tutte le nazioni.
  • Jianzhu si ritiene responsabile della morte di Kuruk

Riferimenti[]

  1. Malis, Nick (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (March 4, 2005). "The Warriors of Kyoshi". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 4. Nickelodeon.
  2. ↑ O'Bryan, John (writer) & MacMullan, Lauren (director). (April 28, 2006). "Avatar Day". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 5. Nickelodeon.
  3. ↑ Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (September 22, 2006). "City of Walls and Secrets". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 14. Nickelodeon.
  4. ↑ Ehasz, Elizabeth Welch (writer) & Spaulding, Ethan (director). (October 26, 2007). "The Avatar and the Fire Lord". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 6. Nickelodeon.
  5. ↑ Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (November 6, 2006). "Lake Laogai". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 17. Nickelodeon.
Advertisement