Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il quinto episodio del secondo libro di La leggenda di Aang: Terra e il venticinquesimo in tutto

<<< episodi precedente

Sinossi[]

Aang, Sokka e Katara vengono attaccati da un gruppo di soldati del fuoco e sono costretti alla fuga, e Sokka deve lasciare indietro il suo amato boomerang. Durante i rifornimenti apprendono che un villaggio vicino celebra la "Giornata dell'Avatar", ma non in senso positivo: il villaggio odia l'Avatar e brucia persino dei suoi pupazzi, dato che trecentosettanta anni prima l'Avatar Kyoshi aveva ucciso Chin il Conquistatore, una figura di grande stima. L'Avatar Aang cerca di dimostrare che lui - o meglio Kyoshi - è innocente e manda Sokka e Katara a investigare, ma anche con nuove prove schiaccianti la sentenza sembra ormai certa. Come ultima spiaggia Katara traveste Aang da Kyoshi e inavvertitamente il ragazzo si fa impossessare dalla sua vita precedete che in effetti confessa di essere stata (indirettamente) responsabile per la morte di questo Chin. L'Avatar viene condannato, ma prima che la sentenza potesse essere eseguita, i soldati di prima attaccano il villaggio e il sindaco cambia la sentenza per ordinare ad Aang di scacciarli. Dopo aver fatto questo, Aang viene rilasciato e si celebra una nuova Giornata dell'Avatar in suo onore. Nello stesso tempo Zuko, stufo di dover vivere come un criminale, si mette la maschera dello spirito blu per rubare ai ricchi, finché Iroh, preoccupato per suo nipote, non gli consiglia di ricordarsi della sua forza interiore. Alla fine Zuko decide di separarsi da suo zio per trovare la sua strada da solo.

Storia[]

L2 E05 circondati

Che svegliata brutta!

Il gruppo ha fatto campeggio e Sokka sia dormendo profondamente con la bocca aperta così tanto che un ragno ci ha costruito la sua rete dentro. Quando Momo vuole prenderlo per colazione e gli infila il suo braccio nella bocca, sveglia e spaventa l’umano che gli grida cosa stava facendo. Le sue grida svegliano anche Aang e Katara, appena in tempo per vedere che sono stati circondati da una squadra di soldati del fuoco in groppa a dei rinoceronti di battaglia. I soldati attaccano all'istante e costringono i tre ragazzi a una fuga brusca, però così rischiano di dover lasciar indietro alcuni beni preziosi: Katara le su pergamene sul dominio dell’acqua, Aang il suo bastone e Sokka il suo amato boomerang. Fortunatamente, i due dominatori riescono a ricuperare i priori tesori grazie ai loro domini e partire in fretta e furia, ma Sokka vede con orrore che il suo boomerang è ancora lì a terra. Disperato e arrabbiato vuole sapere se davvero hanno avuto solo il tempo per le pergamene e il bastone, ma non per il suo boomerang, a cui Katara annuisce con un sorriso.

L2 E05 Sokka abbattuto

Sokka desolato per il suo boomerang

Dopo essersi calmati, i tre fanno rifornimento, dove Sokka si lamenta del fatto che gli sembra di aver perso una parte della sua identità. Aang e Katara si sentono in colpa per la tristezza del ragazzo, ma non è che ci possono fare molto. Quando Katara paga il cibo, il venditore, che fortunatamente accetta i suoi soldi della Tribù dell’Acqua, gli rivela che ci sarà un festival in paese chiamato “Giornata dell’Avatar” che ovviamente incuriosisce i tre ragazzi.

L2 E05 statue bruciano

Non sono fan degli Avatar...

Raggiungono un villaggio grande che in effetti è decorato per un festival a sulla strada fanno passare delle statue gigantesche di legno degli ultimi Avatar: Kyoshi, Roku e persino di Aang. Mentre le tre statue vengono portate in piazza, Aang deve ammettere che ricevere un po' di riconoscimento non è niente male. Ma la loro gioia svanisce quando notano un uomo con una torcia che corre verso le statue e le mette a fuoco dimostrando una certa rabbia. Mentre le statue di Kyoshi e Roku vanno in fiamme, la gente intorno inizia a gridare frasi denigranti contro l’Avatar, il che sciocca ovviamente i tre ragazzi. 

L2 E05 zuko spirito blu ritorno

Bottino ricco

In un villaggio ignoto del Regno della Terra, un venditore porta a casa della merce, ma davanti a lui appare lo spirito blu che, senza dire una parola, parte all'attacco e gli ruba i barili pieno di viveri e scompare nel nulla. Zuko torna nella foresta e nasconde la maschera prima di presentarsi davanti a suo zio che ha fatto accampamento sotto una roccia. Quando gli presenta il bottino, Iroh chiede da dove provenga, ma suo nipote non risponde a questa domanda. Nonostante sia sospettoso, il signore ha troppa fame per rifiutarsi di mangiare e ammette che è delizioso.

L2 E05 Aang accetta giudizio

Aang accetta di provare la sua innocenza

Ormai le due statue di Kyoshi e Roku stanno per essere consumate delle fiamme e il sindaco da l’ordine di appiccare il fuoco alla statua di Aang. Katara non riesce più a stare ferma e spegne le fiamme con il suo dominio, suscitando le proteste degli spettatori. Alla grida arrabbiate, Aang si rivela come Avatar, il che spaventa la gente così tanto che pensano che sia venuto per ucciderli. Il ragazzo cerca di calmarli, ma il sindaco gli ordina di andarsene, dato che qua non è il benvenuto. Quando Aang e Katara vogliono sapere la ragione per questo odio, affermando che non né giustificato, l’uomo spiega che era per una cosa che lui aveva fatto nella sua vita precedente: Avatar Kyoshi aveva ucciso un certo Chin il Grande, un loro venerato governatore del passato. Aang e Katara non lo accettano, non è possibile che Aang- o un altro Avatar- abbia commesso tale reato, ma la popolazione del villaggio non si dimostra pronta ad ascoltarli, il loro disprezzo per l’Avatar è troppo radicato. Aang si offre di dimostrare la sua innocenza presentandosi davanti a un tribunale, cosa che il sindaco accetta solo se segue tutte le loro regole e tradizioni, incluso pagare una cauzione. Il ragazzo accetta, ma deve constatare che ad un tratto non accettano più monete della Tribù dell’Acqua e per cui finisce in galera.

L2 E05 Sokka detective

Un lavoro per Detective Sokka!

Vedendolo in prigione, Sokka gli consiglia di svignarsela, ma Aang afferma che non può scappare ora, non senza provare di non essere un assassino. Per cui chiede ai suoi amici di aiutarlo a provare la sua innocenza, anche se il crimine ha avuto luogo ben trecento anni fa. Lodando Sokka in modo esagerato per la sua capacità da detective, spinge il ragazzo ad accettare l’incarico di investigare su questo fatto. Ma prima di partire, Sokka si procura un nuovo cappello da autorità con incluso una lente a ingrandimento- che fa ridere sua sorella.

L2 E05 spirito blu rapina

Lo spirito blu alla carica

Un uomo ricco sta viaggiando sulla sua carrozza e si gode il suo tesoro di monete d’oro, ma ad un tratto sente dei rumori strani e la carrozza si ferma. La sua paura si conferma quando inavvertitamente dal soffitto della cabina appare lo spirito blu con le spade brandite in modo minaccioso, il che spinge il riccone a consegnargli la cassa con i soldi. Quando questo riapre gli occhi, che aveva chiuso per la paura, non c’è più traccia del ladro.

L2 E05 ricerca prove

La scena del delitto

Sokka e Katara visitano la scena del delitto, un tempio a pochi metri da una scogliera ripida che si abbatte sul mare. Il sindaco gli mostra anche l’impronta associata al piede di Kyoshi che, al tramonto di un giorno esattamente trecentosettanta anni fa, aveva colpito Chin il Grande davanti a questo tempio e lo aveva ucciso. Il seguito a quel giorno tragico venne eretta una statua in onore del grande leader per immortalarlo, a pochi metri dal tempio. Sokka non si lascia pregare e inizia ad investigare, controllando specialmente la roccia del tempio e della statua. Il ragazzo si accorge che il tempio e la statua sono stati costruiti dalla stessa roccia allo stesso tempo, per cui la storia non può essere vera. Ma il detective dà ragione a Katara, questo da solo non prova nulla, devono andare sull'Isola di Kyoshi.

L2 E05 Sokka triste

Sperava di rivedere Suki

Sokka e Katara arrivano sull’Isola di Kyoshi con Appa e vengono accolti con gioia, ma quando la gente si accorge che Aang non è con loro, l’entusiasmo svanisce presto. I due fratelli spiegano il loro problema a Oyaji, che rimane stupito dal sentire che il villaggio di Chin accusa Kyoshi ad aver ucciso Chin il Grande. Per aiutargli a ripulire il suo nome, gli invita a visitare il suo santuario. Sulla strada passano accanto al doji delle Guerriere Kyoshi, così Sokka vuole sapere di Suki, ma viene a sapere che lei e alcune guerriere sono partite a combattere nella guerra in seguito al loro primo arrivo alcuni mesi fa che li ha inspirati. Sokka nasconde la delusione dietro a dei complimenti.

L2 E05 Katara stivali Kyoshi

Kyoshi era stata una gigantessa!

Arrivati al santuario, Oyaji racconta di Kyoshi e deve ricordare i due ragazzi più volta a non toccare gli artefatti come il suo vestito e i suoi ventagli di metallo. Katara nota i suoi stivali e si accorge che sono enormi, il sindaco spiega sorridendo che Kyoshi ha avuto i piedi più grandi di ogni Avatar. Ricordandosi della impronta sulla terra ferma che si dice sia stata le sua, la ragazza capisce che è troppo piccola per essere di Kyoshi, ma si attenua dal dirlo apertamente per permettere al grande detective Sokka di avere l’onore. Dopo che questo ha presentato la sua brillante teoria che l’Avatar non era neanche presente al delitto, Katara sbuffa solo frustrata.

L2 E05 Sokka dipinto alibi

Il dipinto è l'alibi perfetto

Aang intanto inizia a fare amicizia con gli altri detenuti della prigione che si dimostrano molto amichevoli nonostante l’aspetto terrificante. Oyaji continua con il suo tour e presenta ai due ragazzi un dipinto enorme chiamato “La nascita di Kyoshi”, creato all'alba del giorno in cui quest’isola venne creata. Quando il sindaco menziona la data, ovvero esattamente oggi trecentosettanta anni fa, Sokka non può crederci, questa data coincide esattamente con il presunto assassinio di Chin. Osservando meglio il dipinto, capisce inoltre che la cerimonia mostrata è avvenuta al tramonto, non all'alba, quindi Kyoshi non può essere stata presente in due posti diversi nello stesso momento.

L2 E05 Tong Aang

Tong si fa beffe di Aang

I due tornano al villaggio di Chin e presentano le nuove prove davanti al giudice, il sindaco del villaggio Tong. Purtroppo l’uomo non accetta nuove prove, dato che, per legge locale, è LUI che decide cosa accettare come prova e chi dice la verità. Si allontana ridendo come un pazzo, lasciando indietro i tre ragazzi esterrefatti e frustrati da questa arroganza. 

L2 E05 Katara Sokka disperati

"È spacciato."

La mattina seguente infine inizia l’udienza pubblica, dove il sindaco presenta la sua storia lodando Chin il Grande e accusando l’Avatar di essere un lurido assassino. Mentre si allontana sicuro della sua vittoria, a Aang è permesso di parlare. Sokka gli ricorda le prove, ma il ragazzo si dimostra troppo agitato e combina un casino dopo l’altro inceppandosi in continuazione, alla fine la sua testimonianza di non essere colpevole non è per nulla convincente.

L2 E05 Iroh Zuko

Iroh cerca di incoraggiare suo nipote

Iroh e Zuko passano la notte in una caverna, il signore si accorge di tutte le ricchezze e cibi presenti, ovviamente si chiede da dove provengano i soldi per tutto questo. Il ragazzo, come risposta, gli chiede se gli piace la sua nuova teiera d’oro, ma suo zio afferma che il tè ha più gusto se servito da una teiera di porcellana o alluminio. Sedendosi accanto a suo nipote, Iroh spiega che, anche se ultimamente hanno avuto grandi difficoltà, anche nella povertà esiste un onore. Questa parola spinge Zuko a ribadire che senza Avatar per lui non esiste onore, ma Iroh contraccambia che ha dei dubbi se la sua cattura davvero risolverebbe tutti i suoi problemi, almeno non ora. Temendo di non avere una speranza, Zuko si alza, ma Iroh cerca di fermarlo, facendogli notare che si arrende alla disperazione, potrebbe diventare preda dei suoi istinti più infimi. Speranza è qualcosa che uno si dà da solo, quello è il significato di forza interiore.

L2 E05 Avatar Kyoshi

L'imponente Avatar Kyoshi!

Ormai l’udienza sta giungendo alla fine, ma Katara dichiara di voler presentare un testimone. Tong rifiuta di accertalo, non tollera ulteriore infangamento di questo tribunale. La ragazza però non si lascia detrarre e presenta alla corte Avatar Kyoshi, ovvero Aang con i suoi vestiti. Il sindaco si sente umiliato da questa pagliacciata e sta per dichiarare Aang colpevole, ma in quel momento Aang viene avvolto da un tornando si sabbia e al suo posto appare nientemeno che Avatar Kyoshi in persona! Come prima cosa ammette di aver ucciso Chin, ma non lo chiama “Il Grande”, ma "Il Conquistatore”.

L2 E05 Chin morte

In pratica è caduto da solo

Kyoshi racconta che Chin era stato un tiranno terribile che stava espandendo il suo regno in tutte le quattro direzioni e alla fine arrivò qua, all'inizio della penisola dove era nata lei. Le ordinò di arrendersi, ma Kyoshi lo avvertì che non sarebbe finita senza un combattimento, ma Chin non si ritirò neanche dopo l’ultimo avvertimento dell’Avatar che gli spazzò via i vestiti con un soffio di vento lasciandolo solo in mutande. Vedendo che il conquistatore sorprendentemente piccolo non dava cenno di volersi ritirare, Kyoshi decise di separare la sua patria dalla terra ferma usando il suo potere da Avatar. Mentre tra i due contendenti si aprì una voragine piena di lava che spinse via quello che diventava l’Isola di Kyoshi, Chin rimase li cocciuto ad osservarla come si allontanava sempre di più, mentre la sua armata venne scaraventata via dall'uragano creato. Non si accorse di essere rimasto su una scogliera pendente con sotto di lui solo l’oceano che alla fine cedette e lo fece precipitare a morte. Kyoshi termina il suo racconto con la nozione che aveva creato l’isola di Kyoshi per garantire la sicurezza della sua gente da tutti gli invasori, poi scompare.

L2 E05 Aang condannato (2)

Non era questo che speravano...

Quando Aang riprende i sensi, chiede a Katara cosa era successo e la ragazza gli rivela reclutante che in qualche modo ha appena confessato il crimine. Difatti Tong dichiara Aang dunque colpevole del reato di cui é accusato e ordina che venga portata “la ruota” per decretare la punizione. Temendo il peggio, persino Momo può solo voltare via lo sguardo.

L2 E05 Iroh accetta scelta

Triste, Iroh accetta la scelta di suo nipote

Zuko si presenta davanti a suo zio dopo una lunga pausa per pensare e annuncia che ha preso una decisione, ma la sua decisione non riempie di gioia suo zio: è giunto alla conclusione che non ha più nulla da guadagnare viaggiando insieme a lui, deve trovare la propria strada. Iroh china la testa triste, ma non può impedire al giovane ragazzo di partire, dato che in qualche modo capisce il suo ragionamento. Prima che se ne vada, Iroh lo chiama per consegnargli il loro cavallo-struzzo che Zuko monta. Un ultimo sguardo indietro e il principe parte per il suo viaggio solitario.

L2 E05 ruota punizione

La ruote della (s)fortuna...

Tong annuncia che l’accusato dovrà ora spingere la ruota della punizione per decretare la sua punizione. Aang esita, ma tiene fede alla sua promessa di affrontare la giustizia, per cui si avvia a girare la ruota che offre opzioni a partire dall'essere gettato in pasto agli squali ad essere bollito nell’olio fino a semplici servizi sociali- cosa che ovviamente preferirebbero Katara e Sokka. Purtroppo la ruota si ferma su “essere bollito nell'olio” che entusiasma ovviamente il pubblico.

L2 E05 Tong implora Aang

Ad un tratto l'Avatar è un eroe?

Ma prima che la punizione potesse essere messa in atto, il villaggio viene attaccato dalla stessa truppa di soldati del fuoco di prima, i Rinoceronti Selvaggi, che sono venuti per conquistare questo villaggio per il Signore del Fuoco. Il comandante esige di parlare con il capo per detronizzarlo, ma Tong fugge come un vigliaccio e implora l’aiuto di Aang. Questo però non muove un dito e risponde che vorrebbe, ma non doveva essere bollito nell'olio? Tremante dalla paura, il sindaco mette la mano sulla ruota della punizione e altera il verdetto su “servizio sociale”, e il suo servizio sarà quello di sconfiggere questi rinoceronti.

L2 E05 Aang attacco

Aang parte all'attacco

Aang, Sokka e Katara non se lo lasciano ripetere, il dominatore dell’aria usa i ventagli di Kyoshi per spazzare via il primo soldato e fissa il comandante che al posto di affrontarlo ordina ai suoi uomini di attaccare invece il villaggio. Questi iniziano subito a recare distruzione, ma i tre ragazzi riescono a fermarli e a respingerli. Sokka ritrova persino il suo amato boomerang quando la tasca di uno dei soldati viene fatta saltare in aria e perde il suo contenuto. Alla fine rimangono solo Aang e il comandante che si incontrano in un vicolo stretto in duello. I due dominatori sembrano essere pari, finché Aang non sbaraglia la sua fiamma e lo scaraventa contro il portone di una casa, sconfiggendolo.

L2 E05 felice giorno avatar

Molto... appetitoso...

Giunge la sera e il villaggio celebra la vittoria con fuochi d’artificio, inoltre Tong annuncia che d’ora in poi la Giornata dell’Avatar celebrerà il giorno in cui Avatar Aang ha salvato il villaggio dall'invasione dei Rinoceronti Furiosi. Sokka studia la nuova specialità culinaria del festival: impasto a forma di Aang non fritto- quindi crudo- per ricordare come Avatar Aang non era stato bollito nell'olio. Degustando questa nuova specialità con evidente disprezzo, Katara augura a tutti una felice giornata dell’Avatar.

>>> episodio successivo

Personaggi apparsi[]

Aang

Sokka

Katara

Appa

Momo

Zuko

Iroh

Tong

Mongke (capitano dei Rinoceronti Selvaggi)

Kyoshi

Oyaji

Chin il Conquistatore

Trivia e note[]

  • Su una lanterna del festival si legge 酒 (jiù), alcol, indicando una taverna
  • Sotto la statua di Chin si legge 秦帝, (quìn dí), Imperatore
  • Sul dipinto della nascita di Kyoshi si legge 降卋神通虛子今日拓創虛子島 愿吾民文化永絕於卋界暴政, (Jiàng shì shéntōng xū zi jīnrì tà chuàng xū zi dǎo yuàn wú mín wénhuà yǒng jué yú shì jiè bàozhèng,) ovvero "Quella giornata l'Avatar Kyoshi divise e creò l'isola di Kyoshi, nella speranza che la cultura dei nostri cittadini sarà per sempre isolata dalla tirannia del mondo".
  • Questa è la terza volta in cui una sua vita precedente s'impossessa di Aang dopo Roku in "Solstizio d'inverno Parte 2" e "Il maestro del dominio del fuoco"
  • Zuko usa il cavallo-struzzo che ha rubato a Song in "La grotta dei due amanti"
  • Per la prima volta nel secondo libro Zuko menziona il suo scopo di catturare l'Avatar, non ci ha rinunciato
  • Il cappello e la pipa di Sokka in modalità detective sono un chiaro riferimento a Sherlock Holmes
  • Il cappello di Sokka somiglia a quello dei magistrati cinesi, nella letteratura spesso famosi per essere eccezionali detective
  • Suki ha lasciato l'isola, la ritroveremo più tardi
  • Il modo in cui Aang si libera dai suoi ceppi con una facilità disarmante ricorda Ikki quando tira fuori le sue braccia dalle corde dei soldati dell'Avamposto in "La chiamata"
  • Kyoshi ha separato la sua isola dal continente, usando il dominio della lava
  • Kyoshi non ha ucciso Chin attivamente, ma ha creato i requisiti per la sua morte. Più tardi, quando Aang le ricorda questo particolare, la donna risponde che non ha importanza, dato che avrebbe fatto di tutto per fermarlo
  • Dato che tutti aspettano la comparsa di Toph, questo episodio spesso viene chiamato "filler"
  • Nella versione inglese, l'ufficiale giudiziario chiama Aang "it", perché non sa se riferirsi a Kyoshi o a Aang
  • Uno dei prigionieri insieme ad Aang gli consiglia che essere l'Avatar gli dà dei vantaggi con le donne; Roku gli dà un consiglio molto simile nel flashback del suo matrimonio in "L'Avatar e il Signore del Fuoco"
  • Piccolo errore: quando la "Ruota della punizione" appare, accanto a "essere bollito nell'olio" c'è il simbolo di un letto di chiodi, ma quando Tong cambia la sentenza, ad un tratto al suo posto c'é "Servizio sociale"
  • Questo è l'unico episodio dove qualcuno usa del fuoco per creare distruzione che non è un dominatore del fuoco
  • Inavvertitamente Sokka prevede alcuni avvenimenti futuri quando spiega le sue emozioni dopo aver perso il suo boomerang: è come se Katara perdesse i suoi cerchi dei capelli e Aang le sue frecce. Nel terzo libro lui perderà sia il boomerang che la sua spada, Katara si dovrà separare dalla sua acconciatura tipica per nascondersi nella nazione del Fuoco e Aang si dovrà far crescere i capelli per nascondere i tatuaggi
Advertisement