Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il diciottesimo episodio del terzo libro di La leggenda di Aang: Fuoco, e il primo del finale in quattro parti che venne trasmesso tutto insieme come special televisivo.

Sinossi[]

Zuko rimane sconvolto dalla scoperta che Aang non si sente ancora pronto per affrontare il Signore del Fuoco e che intende aspettare fin dopo la cometa di Sozin per combatterlo con calma. Il Principe reagisce scioccato da questo e gli fa notare che la cometa arriverà fra soli tre giorni, poi rivela di sapere il piano di suo padre di usare la potenza della cometa per bruciare al suolo l'intero Regno della Terra. Aang capisce che non ha altra scelta che affrontarlo quindi prima, ma non riesce a mettersi nella condizione mentale giusta per pensare di ucciderlo. Quella notte l'Avatar si sveglia in trance a cammina verso una strana isola che è comparsa dal nulla, sparendo senza lasciare tracce. Nello stesso momento Ozai inizia i preparativi per il colpo finale contro il Regno della Terra e si auto-proclama "Re Fenice" e nomina Azula come successore come Signora del Fuoco.

Storia[]

L3 E18 Aang sputa fuoco

Aang continua a fare progressi

Aang continua il suo allenamento nel dominio del fuoco sotto gli occhi attenti e severi del suo maestro Zuko che gli ordina di dimostrare più ferocità. Il Nomade dell’Aria fatica a eseguire l’ordine al primo colpo, ma il secondo soddisfa Zuko abbastanza. Nel frattempo Katara ha preparato del succo di melone fresco e Aang vuole subito andare a prenderne uno, ma il suo maestro lo ferma facendogli notare che la lezione non è ancora finita. Sentendo le critiche di Suki e Sokka che potevano anche fare una pausa lascia andare il suo allievo ma non nasconde la sua opinione che tutti quanti sono diventati dei fannulloni.

L3 E18 Aang ammira lavoro di Toph

Wow, che dettaglio!

Il gruppo si avventura sulla spiaggia dove Sokka si butta subito in mare, Katara usa il suo dominio per fare surf e Aang crea una scultura di sabbia di Appa ben riuscita. Toph rivela di aver migliorato il suo dominio della sabbia e freme dalla voglia di farglielo vedere, così con un gesto unico crea una versione in miniatura dell’Anello Superiore di Ba Sing Se in perfetto dettaglio, incluso una statuetta di Re Kuei e il suo orso Bosco. Sokka intanto si è dato da fare creando una scultura deforme e indecifrabile, ma il guerriero del sud annuncia con fierezza che dovrebbe essere Suki, ma i due dominatori della terra non riescono a trattenere la loro risata. Fortunatamente la Guerriera Kyoshi non se la prende e definisce la sua rappresentazione “carina”.

L3 E18 Zuko attacca Aang

Zuko attacca Aang con molta violenza

La scena viene interrotta bruscamente da un Zuko inaspettatamente aggressivo che distrugge le sculture con un colpo di fuoco mentre attacca Aang incessantemente per insegnargli ad essere più attento. Il dominatore del fuoco insegue quello dell’aria fino alla loro villa dove si scontrano sul tetto per poi continuare la caccia dentro casa. Quando Zuko finalmente riesce a spingerlo nell'angolo e metterlo alle strette, Aang si infuria e lo scaraventa via con un violento colpo d’aria.

L3 E18 Aang vuole aspettare

Aang non si sente ancora pronto

Quando finalmente sopraggiunge la calma, Katara vuole sapere da Zuko cosa diavolo gli era venuto in mente, ma questo gli ribatte la domanda contro: come possono stare così tranquilli quando la cometa di Sozin arriverà fra soli tre giorni?! Dopo un momento di silenzio, Aang e gli altri gli rivelano di sapere del piano dell'Avatar di aspettare fin dopo la cometa perché non si sente ancora pronto, il che sciocca il principe che non ne era stato messo al corrente di questo. Katara aggiunge che dopo l’invasione di Ba Sing Se la Nazione del Fuoco ha già vinto la guerra, per cui la situazione non potrà mai diventare peggio di così. Su questo Zuko purtroppo la deve correggere: diventerà molto peggio di quello che si possono immaginare.

L3 E18 Ozai annuncia piano

Ozai annuncia il suo piano terribile e pazzo

Il principe gli racconta di quella conferenza di guerra avvenuta prima dell’eclissi e dove sembrava che suo padre lo avesse finalmente accetto come figlio. I Generali discussero delle ribellioni ancora in atto dopo al caduta della capitale del Regno della Terra e che dopo l’eclissi dovrebbero incentivare i loro attacchi per debellare anche questi focolai di ribellione. Il Signore del Fuoco chiese il parere di suo figlio che ha vissuto tra i cittadini comuni del Regno della Terra e Zuko gli rispose che questi sono molto fieri e cocciuti, continueranno a resistere finché hanno speranza. Azula, seduta dall’altra parte di Ozai, aggiunse con malizia che dovrebbero bruciare al suolo sia la loro speranza che tutto il regno, e questo suggerimento entusiasmò il monarca moltissimo. Con voce sicura e minacciosa spiegò che userà la potenza della Cometa di Sozin per cancellare il Regno della Terra dal mondo permanentemente come suo nonno lo fece con i Nomadi dell'Aria. Dalle loro aeronavi faranno cadere una tempesta di fuoco che raderà al suolo tutto e dalle ceneri rinascerà un terreno nuovo che sarà tutta Nazione del Fuoco.

L3 E18 Abbraccio di gruppo

Uh, devo proprio farlo?

Alla fine del suo racconto tetro, Zuko ammette triste che non si è ribellato contro questo piano orribile, ma in quel momento si è reso contro che nei suoi sforzi di guadagnarsi il rispetto di suo padre aveva perso sé stesso. I suoi amici rimangono scioccati da queste novità terrificanti e Aang si rende conto che non ha altra scelta: deve sconfiggere il Signore del Fuoco prima della cometa anche se non è pronto, altrimenti con ci sarà più un mondo da salvare. Aang si arrabbia con Zuko per non averglielo detto prima, ma questo si difende non era stato messo al corrente del suo piano di aspettare. Fortunatamente i suoi amici lo confortano con la promessa che lo aiuteranno, non deve combattere da solo e questo riesce a calmare l’Avatar. Il Team Avatar fa un abbraccio di gruppo, includendo anche un Zuko tentennante.

L3 E18 Zuko Aang redindirizzamento fulmine

Zuko gli insegna la tecnica di suo zio

Ora che sanno cosa devono fare, Zuko insegna a Aang una tecnica importante per affrontare suo padre: reindirizzare i fulmini. Quando il principe gli spiega il meccanismo e i movimenti di questa tecnica, Aang capisce subito che somiglia al dominio dell’acqua, così Zuko rivela che difatti suo zio lo aveva inventato osservando dominatori dell’acqua. Mentre si esercita nei movimenti, Aang chiede se l’ha già dovuto usare in combattimento e viene a sapere che l’ha fatto una volta, appunto contro suo padre. Entusiasta, Aang poi gli chiede cosa abbia provato in quel momento, il suo maestro spiega che si è sentito eccitato ma anche terrificato, dato che sapeva che se sapeva una mossa sbagliata con tutta quell'energia nel corpo sarebbe stata la fine. Ora sempre più nervoso, il Nomade dell’Aria chiede chiarimenti, c’è sempre Katara con la sua acqua spirituale per salvarlo, ma questa ammette che ha usata tutta quando lo ha salvato dopo il fulmine di Azula. Zuko ripete che sarà costretto a uccidere il Signore del Fuoco prima che uccida lui.

L3 E18 Sokka sgrida Aang

Sokka sgrida Aang per la sua esitazione

Gli altri decidono di aiutare Aang ad allenarsi a dare il colpo di grazia a Ozai, così Sokka costruisce un pupazzo che lui chiama “Signore delle Angurie” e spiega la strategia di attacco dove tutti- a parte Toph che farà la parte delle truppe nemiche- dovranno distrarre il nemico per permettere al dominatore dell’aria di finirlo. Inizia la simulazione con una Toph che rischia di immedesimarsi troppo nella parte del Signore dei Meloni, ma il Team Avatar continua ad avanzare coraggiosi fino a permettere a Aang di finire l’avversario. Ma in centimetro prima della testa di melone del pupazzo si blocca e spiga che non riesce a farlo, non fa parte della sua natura pacifica. Un Sokka deluso sfodera la sua spada e taglia la testa al pupazzo senza nessun rimorso, il che lascia indietro Aang nervoso e indeciso.

L3 E18 Ozai baby

Anche un tiranno una volta era stato un bambino

Durante la cena, dopo Aang non riesce a mangiare nulla per via della nevosità, Katara presenta una cosa che ha trovato in soffitto della villa: un ritratto di un bebè. Inizialmente pensano che sia il piccolo Zuko, ma questo li corregge spiegando che questo bambino è suo padre Ozai. Suki ha dei dubbi, quel bebè sembra così dolce e innocente, ma il principe con rabbia nota che quel bambino è cresciuto diventando un mostro e il peggior padre della storia. Aang obietta che rimane comunque un essere umano e ribadisce che sa che deve fermare il Signore del Fuoco, ma ci dev’essere un’altra via. Propone la strategia di usare della colla per impedire che usi il suo dominio, così Zuko aggiunge che poi potrebbero mostrargli i suoi ritratti da bambino per scatenare il suo lato buono. Aang non capta il suo sarcasmo e chiede se pensa che potrebbe funzionare davvero, così il principe gli grida arrabbiato ovviamente non funzionerà.

L3 E18 Aang arrabbiato con Katara

Aang accusa tutti che non lo capiscono

Il monaco inizia a innervosirsi e spiega che questo va contro ogni insegnamento che ha ricevuto dai suoi simili, non può andare in giro a uccidere gente che non gli piace. La risposta secca di Sokka che ovviamente può, lui è l’Avatar e se lo fa per mantenere la pace non ci saranno problemi, lo fa arrabbiare e inizia a gridare a tutti che nessuno capisce la sua posizione. Si arrabbia persino con Katara e si allontana infuriato; la ragazza vuole seguirlo, ma Zuko la ferma, deve trovare la risposta da solo.

L3 E18 Aang si seveglia

Cos'è quest'isola?

Aang si allontana dagli altri e inizia a meditare in compagnia solo di Momo. Alcune ore dopo si addormenta, finché si sveglia all'improvviso nel cuore della notte. Nella baia dell’isola è apparsa dal nulla una strana isola e l’Avatar, ancora mezzo addormentato, si alza e si mette in cammino per questa strana formazione come se fosse in trance.

L3 E18 Toph Sokka discussione

Dove potrebbe essere finito?

Il gruppo si alza la mattina dopo per lasciare l’isola, ma Aang è ancora sparito, così si mettono alla sua ricerca. Sokka trova il suo aliante ancora appoggiato sul balcone e s’insospettisce subito, così iniziano a setacciare la spiaggia. Lì trovano davvero le sue impronte nella sabbia, ma portano verso il mare aperto- nessuna traccia dell’isola comparsa ieri notte. Deducono che non è stato catturato perché non ci sono segni di una battaglia e non è neanche nel Mondo degli Spiriti perché non c’è il suo corpo. Katara suggerisce di dividersi per setacciare l’intera isola, così Toph si aggiunge subito a Zuko per avere anche lei la sua “gita cambia-vita con Zuko” come gli altri.

L3 E18 Zuko inizia ricerca

Dove stanno andando?

Suki e Katara c’imbattono in un gruppo di persone che recitano il nome di Aang in coro, ma si rivelano solo fan dello spettacolo teatrale. Nel frattempo Toph annoia Zuko con i racconti della sua vita finché questo si stufa e le chiede gentilmente di concentrarsi più sulla ricerca di Aang. Alcune ora di dopo il gruppo si riunisce deluso, nessuno ha trovato una traccia del dominatore dell’aria, è come se fosse sparito. Quando Toph fa notare che anche Momo era sparito, Sokka si agita in un modo esagerato e grida che Appa lo ha mangiato, arrivando persino a entrare nella bocca del bisonte dell’aria per cercarlo. Alla fine tutti si voltano verso Zuko che chiede cosa stanno pensando, così Katara fa notare che in fondo è lui l’esperto nel ritrovare Aang. Senza dare ulteriori spiegazioni, il dominatore del fuoco li fa salire su Appa per volare verso il Regno della Terra.

L3 E18 Ozai Re fenice

La sua megalomania non conosce limiti

Nello stesso istante iniziano i preparativi per la partenza della flotta del fuoco dal porto della capitale. Prima di salire sulla sua nave da guerra, Ozai viene fermato da sua figlia Azula, ma questa la sorprende con l’annuncio di cambiamento di piani: lei rimarrà nella Nazione del Fuoco. Questo ordine delude la principessa fino al punto da mettere in dubbio la decisione di suo padre e grida che non si lascia trattare come Zuko. Ozai la zittisce e le chiede di ascoltarlo bene: lei resterà qua a proteggere la sua nazione come nuovo Signore del Fuoco per premiare la sua fedeltà. Questo titolo rende Azula molto orgoglioso, ma poi chiede cose ne sarà di lui. Ozai spiega sorridendo che “Signore del Fuoco Ozai” non esiste più, d’ora in poi sarà venerato come il sovrano del mondo conosciuto, il “Re Fenice”. Dopo una breve cerimonia pomposa si mette in viaggio per la base delle sue aeronavi per iniziare l’attacco al regno della terra.

L3 E18 June

Se qualcuno riesce a trovare Aang, è lei

Zuko ha portato i suoi amici in un piccolo villaggio dall'aspetto desolato dove entrano in una taverna losca. Quando Katara gli chiede cosa voglia qua, il principe indica la persona ricercata: June. Ha bisogno di lei e il suo Shirsu, capace di rintracciare una persona attraverso tutto il regno. Il quintetto osserva come la cacciatrice di taglie mette fuori gioco diversi uomini con una facilità disarmante, Toph nota che non sa chi sia questa tipa, ma le piace.

L3 E18 Aang isola misteriosa

Ma cos'é quest'isola che si muove?

Nello stesso istante Aang viene svegliato da Momo e quando si guarda intorno si rende conto di trovarsi su una strana isola solitaria in mezzo all'oceano.

Personaggi apparsi[]

Aang

Zuko

Katara

Sokka

Suki

Appa

Momo

Ozai

Azula

Shinu

June

Trivia e note[]

  • Quando Toph nota che tutti tranne lei hanno avuto le loro esperienze importanti con Zuko si riferisce a "I maestri del dominio del fuoco" (Aang), "La Roccia bollente" (Sokka) e "I predatori meridionali" (Katara)
  • Si vede che, dopo l'esperienza umiliante nel deserto, Toph si è allenata nel dominio della sabbia
  • Si vedono due degli attori dello spettacolo teatrale della puntata precedente
  • Attualmente il suggerimento di Aang di usare la colla contro Ozai è un riferimento della sua esperienza con la trappola dei Guerrieri del Sole. che ha funzionato molto bene
  • Ritroviamo June che abbiamo visto per l'ultima volta in "Bato della Tribù dell'Acqua"
  • Uno dei uomini che la cacciatrice di taglie scaraventa contro un tavolo somiglia molto a Ryu di "Street Fighter", inoltre è lo stesso tipo che ha sconfitto a braccio di ferro nella puntata "Bato della Tribù dell'Acqua"
  • Zuko ripete la spiegazione di Iroh di "Il dominio della terra" e ricorda il suo scontro con Ozai in "Il giorno del solo nero parte due"
  • Vediamo quello che era successo durante la conferenza accennata in "Incubi e sogni ad occhi aperti"
  • Abbiamo già visto il Colonnello Shinu come il comandante degli Arcieri Yuyan visti in "Lo spirito blu". Ozai lo chiama "Generale", quindi ha ricevuto una promozione
  • Tra i presenti alla conferenza c'é anche il Generale Bujing che Zuko tre anni prima aveva rimproverato per la sua tattica meschina, il che ha poi portato al suo esilio
  • La recitazione rituale che si sente durante la comparsa dell'isola misteriosa si sente anche quando i soldati di Zhao attaccano Aang in "Il solstizio d'inverno: Avatar Roku" e quando Aang si tuffa nel lago spirituale ed entra nello Stato dell'Avatar in "L'assedio del Nord parte 2". È un canto buddista che viene spesso chiamato "Na Mo A Mi Tuo Fo"
  • Si vede di nuovo quanto scadenti siano le capacità grafiche di Sokka, la sua scultura di Suki è ridicolmente imbarazzante, ma ne è molto fiero e pensa che sia perfetta
  • Sokka nota per la prima volta che ora hanno a disposizione tutti e quattro gli elementi: Aria, Acqua, Terra e Fuoco e ovviamente la spada (non di banana). Usa l'ordine del ciclo degli elementi
  • Fortunatamente Katara ha perdonato Zuko in "I predatori meridionali", altrimenti avrebbe sicuramente fatto fede alla sua minaccia di farlo fuori se avesse anche solo tentato di ferire Aang
  • Azula potrebbe diventare la prima Signora del Fuoco nota finora
  • Azula si arrabbia con suo padre quando pensa di venir trattata come suo fratello, il che per lei equivale ad essere trattata molto male
Advertisement