Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il quarto episodio del Quarto Libro di La leggenda di Korra e il 43o in tutto.

<<< Episodio precedente

Ripasso e sinossi[]

Korra non è tornata a Città della Repubblica e tutti si chiedono cosa le sia successo, così Tenzin incarica Jinora Ikki e Meelo di ritrovare l’Avatar. Korra è nascosta in una palude insieme a Toph che ha rilevato tracce di veleno metallico nel suo corpo, ma quando ha tentato di rimuoverlo, Korra le ha opposto resistenza. Riusciranno i piccoli dominatori dell’aria a ritrovare l’Avatar e a aiutarla?

I tre fratelli si mettono in viaggio a trovare Korra, ma la ricerca non è per nulla facile, anche per la mancanza di spirito di squadra. Dopo alcuni giorno almeno trovano qualcuno che l'aveva vista sei mesi fa, ma è come se la donna fossa sparita dal mondo. Per caso Ikki viene catturata da due soldati di Kuvira che le spiegano che l'unico posto non controllato dall'esercito è la grande palude, così ora hanno una traccia. Intanto Korra si deve confrontare con i nemici del passato; grazie Toph raggiunge l'albero Banyano, attraverso il quale finalmente riesce a farsi trovare da Jinora e riunirsi con loro.

Storia[]

Meelo si assume il ruolo di capitano

Sull'Isola dell’Tempio dell’Aria stanno terminando i preparativi dei tre bambini per la ricerca dell’Avatar, Pema chiede a suo marito preoccupata se davvero non può accompagnarli, ma Tenzin spiega che Raiko gli ha chiesto di rimanere per trovare una soluzione per il problema Kuvira. Ikki la calma, raccontando che il nonno Aang aveva avuto la loro età quando è partito per il mondo, cosi loro madre le prepara uno scacco intero di provviste. Meelo, avventuriere impavido, inizialmente non vuole accettartelo, ma ci si ripensa quando Pema rivela che ha messo i suoi pasti preferiti. I tre fratelli salgono su Pepper, Tenzin ricorda a tutti di stare attenti e di ascoltare Jinora, che spera di poter percepire Korra una volta in viaggio, ma Meelo non se ne cura e si comporta come il capitano della missione.

Ikki e Meelo infastidiscono Jinora

Dopo ore di volo, il gruppo raggiunge un picco isolato adornato da delle stele e piccole bandiere, Jinora inizia a meditare per percepire lo spirito di Korra, ma viene costantemente interrotta dai suoi fratelli. Annoiato, Meelo decide di andare nel paese sotto usando un suo disegno di Korra- fatto benissimo tra l’altro- per chiedere alla gente del posto. Così lui e Ikki lasciano Jinora da sola.

Meelo chiede aiuto a una ragazza del posto

Ikki e Meelo iniziano a interrogare le persone presenti al mercato, ma non va come previsto, Meelo si sente in imbarazzo dalle lodi di una signora anziana. Alla fine devono continuare il viaggio altrove, ma nessuno gli può dare indizi, alcune persone si erano persino dimenticate dell’esistenza dell’Avatar. In un villaggio Meelo incontra una ragazzina di nome Tuyen e inizia a fare colpo su su lei, ma purtroppo deve ripartire prima che ne esca qualcosa; sgrida Ikki per avergli strappato "L'amore della sua vita".. 

Finalmente una traccia

Dopo alcuni giorni il trio raggiunge la spiaggia che Korra aveva visitato mezz’anno fa, dove aveva cercato di fermare dei ladri e facendo una figura patetica. Di fatti trovano il mercante di pesci e la foto di Korra della sua “Bacheca degli Avatar”, che li racconta di averla vista sei mesi fa, ma non sa dove sia andata dopo, inoltre nota che non aveva un bell'aspetto. Meelo si prende il merito di questa pista e sgrida le sue sorelle per non essersi impegnate di più.

Korra non sa apprezzare i racconti di Toph

Nella palude inizia un’altra giornata noiosa, almeno per Korra, che chiede a Toph il programma del giorno. Per incentivare il ritmo, Korra le chiede di raccontare del suo passato con Aang e gli altri, ma Toph si limita all'assoluto minimo indispensabile, deludendo la ragazza ripetutamente che inizia ad innervosirsi. La donna anziana poco dopo ne ha abbastanza di questo fracasso e manda Korra a raccogliere funghi per la cena, cosa che la giovane donna esegue volentieri per farsi passare la noia.

Ikki disperata per le idee di Meelo

I tre fratelli si fermano accanto a un fiume; mentre Jinora sta meditando, Meelo rivela a Ikki con un sorriso soddisfatto di aver gettato il sacco delle provviste nel fiume per poter vivere dalla natura come veri avventurieri. Incavolata di quest’azione, Ikki si separa dal gruppo brontolando, ma dopo un po' si calma e insegue un animaletto volante fino a raggiungere una parte del bosco rasa al suolo. Come se non bastasse, la ragazzina viene sorpresa da due soldati di Kuvira che la inseguono e catturano.

Ikki ha i due soldati in pugno, anche se non lo sanno

I due soldati portano ikki nella loro casetta nel bosco e iniziano ad interrogarla, la figlia di Tenzin rivela la verità sulla sua missione, spronando i due soldati a usare questo per guadagnarsi una promozione per uscire da questo postaccio. I due uomini si dimostrano più gentili e cercano di ricavare più informazioni possibili da Ikki, ma questa non si dimostra molto collaborante. Inoltre per caso hanno trovato il loro sacco con le provviste.

Scossa dalla visioni

Korra vaga da sola per la palude, quando inaspettatamente si ritrova davanti a visioni delle tre scene più traumatiche della sua vita: quando Amon le tolse i domini, quando Unalaq le strappò Raava e l’avvelenamento di Zaheer. La donna riesce a calmarsi e riprendere fiato, ma questi visioni l’hanno scossa.

Certo, le bacche sono buone...

Meelo, che era andato a cercare cibo come un vero avventuriero, ritorna da Jinora con un sacco pieno di bacche strane dall'aspetto poco invitante. Il ragazzino deve prontamente rimettersi, dopodiché Jinora chiede di Ikki e si scopre che dev'essere scappata. Meelo si lamenta del fatto che la “sua” missione sta peggiorando da giorno in giorno, facendo sbuffare sua sorella che non è solo sua la missione, ma di tutta la squadra.

Una zona non controllata dall'esercito...

Intanto Ikki ha preso confidenza con i due soldati che le rivelano di essere rimasti indietro in questo buco perché tutti gli altri soldati sono stati chiamati a Zaofu, loro due si perderanno i festeggiamenti della riunione dell’impero dopo al caduta della città del metallo. Ikki confessa di sentirsi spesso anche lei esclusa, così i due uomini, colpiti dalla compassione, decidono di aiutarle a trovare l’Avatar. La ragazzina spiega gli indizi finora accumulati su una mappa, uno dei soldati nota che l’esercito della terra è sparso per tutto il territorio, se qualcuno l’avesse vista, avrebbe fatto rapporto. Questo porta Ikki a notare una parte del terreno segnato come palude, il soldato spiega che non ci va mai nessuno. In quel momento irrompono Jinora e Meelo per prenderla, Ikki rivela di aver un’idea di sapere dove si trova Korra.

Toph deve spiegarle ogni cosa

L’Avatar sta rimuginando su una radice quando viene raggiunta da Toph. La giovane donna spiega che questa palude deve averle fatto qualcosa e racconta delle visioni, ma a sua grande sorpresa le viene detto che la donna anziana se l’aveva aspettato. Alla sua rabbia, Toph le spiega che la palude percepisce se qualcuno è fuori equilibrio e insegna le cose per imparare a migliorare- a patto che si decide di ascoltarla. La dominatrice della terra suppone che la ragione per aver visto i suoi vecchi nemici è che Korra le stia ancora portando dentro, proprio come quei residui di veleno. Le offre inoltre l’idea di imparare qualcosa da loro, cosa che Korra inizialmente ritiene una pazzia, e ripete cosa era stato il loro obbiettivo: eguaglianza per tutti, riportare gli spiriti e libertà. Concetti buoni, ma loro erano fuori equilibrio e li avevano portati all'estremo. Ora lei deve lasciarsi indietro i nemici del passato, sennò come penserà di affrontarne di nuovi? Più facile dirlo che farlo, così Toph a malumore porta Korra all'Albero Banyano.

La palude ha una coscienza propria

Jinora, Ikki e Meelo raggiungono la palude, la sorella maggiore inizia subito a meditare, ma non trova traccia di Korra. Dopo alcuni tentativi decide di abbandonare la palude, ma quando Pepper sta per volare via, viene attaccata da delle liane e trascinata a terra. Una volta ripresosi dallo spavento, Ikki ripete a tutti che questo è un segno che Korra è qua, ma ancora deve convincere i suoi fratelli.

Korra felice di aver visto i tre fratelli

Intanto Korra e Toph hanno raggiunto l’albero maestro di tutta la palude, l’albero Banyano che si eresse per centinaia di metri. La donna anziana spiega che le sue radici toccano ogni angolo della palude, il problema di Korra è che era stata isolata dagli altri per troppo tempo, e anche da sé stessa. Determinata, la giovane donna del sud mette una mano su una radice e attraverso essa vede Jinora, Ikki e Meelo, la dominatrice dell’aria più anziana la percepisce subito.

Incontro generazionale

Pochi minuti dopo i tre fratelli raggiungono l’Albero Banyano e non esitano a correre verso la loro amica dispersa per così tanto tempo. Dopo un abbraccio caloroso Korra chiede come abbiano fatto a trovarla, così i tre fatto un breve riepilogo del loro viaggio. Un tossicchio di Toph le separa, Korra le presenta i tre nipoti di Aang, alla quale la donna anziana ride che loro nonno le era sempre stato una spina nel fianco. Quando Meelo la riconosce soltanto da questa frase, ammette che gli piace. Jinora però cambia argomento e implora l’Avatar di tornare per fermare Kuvira, anche se la giovane donna non è sicura di potercela fare.

Korra riesce a togliersi i resti del veleno

Il gruppo si sposta nella tana di Toph, dove Korra si prepara per l’estrazione del veleno, ma la dominatrice della terra si rifiuta di farlo, sarà lei stessa a compiere questo gesto. Toph si limita a guidarla, di calmarla e di incitarla a non mollare, anche se nel primo tentativo viene sopraffatta nuovamente dalle visioni di Zaheer. Dopo l’ultimo consiglio di lasciare scorrere via la paura, Korra ci riprova più decisa che mai e inizia a far uscire le tracce di metallo dal suo corpo attraverso la pelle.

Il ritorno dell'Avatar!

Un ultimo movimento e una goccia impressionante di veleno si allontana da lei e viene imprigionato da Toph con un suo raro complimento sincero. In quel momento Korra riesce finalmente ad entrare nuovamente nello Stato dell’Avatar e ammette che si sente molto più leggera. Toph le permette persino di abbracciarla prima di fare i bagagli e di lasciare finalmente la sua tana.

>>> episodio successivo

Personaggi apparsi[]

Korra

Toph

Jinora

Ikki

Meelo

Pepper

Tenzin

Pema

Soldati di Kuvira

Venditore di pesci

Tuyen

Trivia e note[]

  • Nei vari villaggi troviamo scritte come 家康酒樂,(vinoteca Jia Kang) oppure 羊北 (capra del nord) oppure 市北国 (Città del Nord).
  • Vediamo la foto di Korra accanto a quella di Aang che il mercante di pesci le aveva fatto sei mesi fa, incluso quel sorriso sbilenco.
  • Korra trova i tre fratelli nello stesso modo in cui Aang ha trovato Appa e Momo in "La palude": attraverso le radici dell'albero Banyan
  • Toph fa un brevissimo riassunto di avvenimenti visti in "Il dominio della terra" e "La cometa di Sozin" parte 3 e 4 (libro tre, episodi 20 e 21)
  • Korra ha flash-back dei suoi nemici passati: Amon in Fine dei Giochi, Unalaq in Cala l'oscurità e Zaheer in Il Veleno del Loto Rosso.
  • Toph nota che la palude può indurre visioni inerenti ai ricordi delle persone, come era successo ai suoi vecchi amici in "La Palude".
  • Fa un breve riferimento ai dominatori della palude, ma non li vedremo mai.
  • Il bisonte dell'aria di Jinora si chiama Pepper
  • Pepper viene trascinata a terra dalle liane, mentre Appa venne atterrato da dei tornado, in entrambi dei casi sembra che la palude abbia una conoscenza propria.
  • Come Aang, Ikki era la voce della ragione che era convinta che la palude voleva dirgli di restare.
  • Si scopre che Meelo ha un grande talento per il disegno
  • Il modo in cui Ikki distrae Jinora dal meditare ricorda come Katara e Yue lo avevano infastidito fino ad impedirgli di raggiungere il Mondo Spirituale
  • Aang aveva visto Toph per la prima volta nella palude sotto forma di visione, esattamente dove lei è finita decenni dopo.
  • Sembra che Tenzin abbia parlato di Toph, dato che Meelo la riconosce per le sue caratteristiche.
  • I due soldati parlano dell'invasione di Zaofu imminente e la riunione dell'impero
  • Il modo in cui Toph parla della sua paura che deve lasciare scorrere via, è molto simile a come Pathik consigliò a Aang di aprire il primo chakra, quello della terra, appunto bloccato dalla paura. È un'indicazione che quel chakra era bloccato, simile ad altri, per quello non riusciva ad accedere allo Stato dell'Avatar.
Advertisement