Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il quindicesimo episodio del terzo libro di La leggenda di Aang: Fuoco, e il cinquantacinquesimo in totale. Venne trasmesso insieme alla prima parte.

Sinossi[]

Dopo aver salutato suo padre, lui e Sokka confabulano un nuovo piano di fuga dalla prigione, stavolta includendo anche lui e Chit Sang. Nel frattempo Azula, Ty Lee e Mai visitano la Roccia Bollente, dove quest'ultima ha una discussione con Zuko per la sua scomparsa improvvisa. Dopo aver causato una rivolta, il gruppo rapisce il direttore come ostaggio per impedire di venir attaccati quando fuggono sulla funivia che collega la prigione al cratere del vulcano. Il loro piano sta per fallire, ma il gruppo riceve un aiuto inaspettato da parte di Mai che tradisce Azula per l'amore per Zuko e riesce a scappare. La principessa sta per scatenare la sua furia sulla sua ormai ex-amica, ma anche Ty Lee la tradisce e glielo impedisce, ma entrambe vengono catturate.

Storia[]

L3 E15 Hakoda direttore

Hakoda non obbedisce al direttore

I nuovi prigionieri vengono allineati per permettere al direttore di salutarli e studiarli, Sokka- ancora travestito da guardia- si affretta di raggiungerli. Il direttore racconta brevemente la storia del Roccia Bollente e gli consiglia di obbedire ai suoi ordini se non vogliono che le storie spaventose su di essa diventino realtà. Si ferma davanti a Hakoda che mantiene il suo sguardo fisso sul pavimento con cocciutaggine e ignora il suo ordine di guardarlo negli occhi. Quando il guerriero del sud si rifiuta, il direttore afferra le manette del prigioniero e lo obbliga ad inchinarsi davanti a lui rivelando che di sapere esattamente chi è e che gli spezzerà quel suo spirito ribelle. Hakoda finalmente alza il capo e lo guarda, soddisfacendo il soldato del fuoco, ma quando questo vuole proseguire, con un piccolo movimento delle braccia lo fa inciampare nella catena delle sue manette e cadere a terra, il che fa ridacchiare brevemente Sokka. Arrabbiato, il direttore ordina a tutti i prigionieri di sparire dalla sua vista e di essere portati nelle loro celle, Sokka si allontana.

L3 E15 Hakoda minaccia Sokka

Pronto a colpire!

Poco dopo Hakoda si trova nella sua cella e riceve visita da suo figlio travestito e ovviamente non lo riconosce, per cui lo minaccia di attaccarlo. Quando Sokka però si si toglie la maschera, il guerriero non riesce più trattenere le sue lacrime di gioia e i due si abbracciano felici. Dopo qualche secondo Hakoda con un sorriso nota che deve stare più attento con questo travestimento, lo stava per dargli un pugno serio. Suo figlio ricambia che ha avuto lo stesso problema poco fa.

L3 E15 Chit Sang guardie

L'interrogatorio non sarà piacevole

Nello stesso istante il direttore visita Chit Sang, incatenato a una sedia, che lo avverte subito che non parlerà, non è un traditore. Dopo aver dato un calcio alla sedia con il prigioniero ancora incatenato, il direttore gli chiede con una voce minacciosa chi gli ha aiutato nella fuga, dato che sa che lui non era abbastanza intelligente per aver confabulato un piano del genere. Quando il suo silenzio prevale, il direttore esce dalla stanza e le guardie chiudono la porta.

L3 E15 Hakoda consola Sokka

Hakoda fa coraggio al suo figlio abbattuto

Sokka chiede a suo padre dove si trovano gli altri membri dell’invasione, il quale gli spiega che si trovino in una prigione vicina al palazzo, lui è stato mandato qua perché ne era stato il comandante. Ma prima di partire ha incontrato alcune ragazze che hanno affermato di conoscerlo, Sokka capisce della descrizione che si tratta delle Guerriere Kyoshi e viene a sapere che la loro capa, Suki, si trova anche qua con loro. Il ragazzo racconta che inoltre anche Zuko si trova qua e che ora è dalla loro parte, il che suscita uno sguardo diffidente in suo padre che però decide di fidarsi del suo senso di giudizio. Ora devono trovare un alto piano di fuga, dato che il primo è andato in fumo, ma insieme sono sicuri di trovarlo.

L3 E15 Mai

Questa si che è una sorpresa...

Poco dopo Sokka passa davanti alla porta di Zuko e gli racconta di aver trovato un piano di fuga insieme a suo padre. In quel momento appaiono due guardie che devono portare Zuko via dal direttore, così per avere qualche attimo in più per spiegargli il piano, Sokka entra nella cella e finge di picchiarlo. Ha appena avuto il tempo per comunicargli l’ora e il punto di in contro quando il prigioniero viene portato via. Il principe viene trascinato via e sbattuto in una stanza, dove a sua grande sorpresa gli aspetta una persona nota: Mai.

L3 E15 Direttore interroga Chit Sang

Ti si è sciolta la lingua?

Le guardie hanno torturato Chit Sang tenendolo a testa in giù per ore e ora lo considerano pronto per parlare. Ancora sudando e ansimante, il prigioniero rivela di aver avuto un aiuto da parte di un uomo travestito da guardie della prigione. Il direttore gli accarezza la testa soddisfatto e si allontana sorridendo.

L3 E15 Zuko davanti a Mai

Zuko fermo nella sua convinzione

Mai rivela di aver saputo che Zuko era qua da suo zio e si lamenta con il suo ex-ragazzo per il fatto che l’ha abbandonata lasciando indietro soltanto una misera lettera. Lo accusa di non aver avuto il coraggio di guardarla in faccia quando gli ha strappato il cuore, così il ragazzo prova di scusarsi, non aveva altra scelta per salvare la sua nazione. Mai ribatte che non sta salvando la sua nazione, l’ha tradita, ma il ragazzo le guardie dritto negli occhi e afferma che non è così come lo vede lui. Non avendo una risposta pronta, la ragazza si volta imbronciata e incrocia le braccia in silenzio.

L3 E15 Chit Sang inizia rivolta

Volete una rivolta? Ecco la rivolta.

Sokka fa visita da Suki che intanto si sta allenando nella sua cella e le parla del piano creato insieme a suo padre. Le rivela di essere giunti alla conclusione che la loro via di fuga è la gondola con la quale erano arrivati e che useranno un ostaggio per impedire che taglino le funi. Per permettere a loro di raggiungere la gondola, Hakoda deve organizzare una rivolta tra i prigionieri. La ragazza è scettica, ma accetta di collaborare e saluta Sokka con un abbraccio. Il ragazzo cerca di allontanarsi dalla cella, ma viene fermato da altre guardie che gli ordinano di presentarsi davanti al direttore.

L3 E15 Chit Sang accusa guardia

Non sono io l'impostore!!

Sokka viene portato nel cortile insieme a altre guardie nuove quando arriva il direttore che annuncia che ha saputo che uno di loro è un impostore. Il ragazzo inizia ad innervosirsi quando Chit Sang viene portato per identificare il colpevole, ma nessuno dei presenti sembra di notarlo. Dopo alcuni secondi interminabili il prigioniero indica l’impostore, ma non è Sokka: è il guardiano che lo aveva maltrattato in continuazione. Mentre questo sclera di essere innocente e viene trascinato via, Chit Sang e Sokka si scambiano uno sguardo breve.

L3 E15 Azula

Azula si vanta della sua capacità di valutare le persone

La guardia continua a ripetere di non essere lui la talpa, ma il direttore non gli crede una parola, anzi, ora per lui tanti comportamenti strani hanno un senso. Difatti lo aveva buttato nella stessa cella del frigo che aveva usato per la fuga, era stato tutto calcolato. In quel momento una guardia annuncia l’arrivo di una persona che voleva parlargli, questa persona si rivela di essere nessun’altro che Azula. Il direttore, inizialmente furioso per l’interruzione, si calma all'istante e la saluta con reverenza, poi spiega che sta interrogando una guardia che è accusata di aver a che fare con un tentativo di fuga recente. Alla principessa basta uno sguardo e sentire una sola frase per concludere che questa persona è innocente, spiegando che lo sa perché è semplicemente brava a leggere le persone.

L3 E15 Chit Sang inizia rivolta

Volete una rivolta? Ecco la rivolta!

Sokka riesce a convincere il guardiano di turno con un trucco di aprire le celle dei prigionieri nonostante il Lock-down. Tutte le porte delle celle si aprono allo stesso momento e Hakoda, Suki e Sokka si incontrano nel cortile centrale. Il capotribù del sud tenta ora di provocare una rissa, ma la persona che sta attaccando è proprio una che sta cercando di trattenere la sua rabbia. In quel momento Chit Sang si avvicina a Sokka e gli ordina di essere portato via nel prossimo tentativo di fuga come ricompensa per non averlo spifferato, così il ragazzo rivela che ci stanno tentando proprio ora e gli serve una rivolta. Il prigioniero sorride solo e alza la persona più vicina a sé sopra la sua resta gridando “Rivolta!” Pochi attimi dopo tutti i prigionieri iniziano a fare a botte, il che impressiona persino Hakoda. Il direttore vede il casino e chiede infuriato chi abbia aperto le celle, così la guardia dell’inizio se la fila impaurito.

L3 E15 Mai no alla protezione

Non ho bisogno di protezione!

Zuko e Mai vengono raggiunti da una guardia che era stata mandata dal direttore per proteggere sua nipote, la quale afferma però di non aver bisogno di protezione- Zuko le dà ragione, non ne ha bisogno. Il ragazzo però usa il momento propizio per attaccare la guardia e di uscire dalla cella, ma quando Mai vuole raggiungerlo, la chiude dentro insieme alla guardia.

L3 E15 Suki contro direttore

Come le carte in tavola sono cambiate!

Dopoché Zuko si è aggiunto ai suoi amici, Sokka gli ordina di salire per la torre per prendere in ostaggio il direttore, ma deve ammettere di non sapere come. Mentre i due litigano, Suki ha già preso l’iniziativa e con manovre acrobatiche salta sopra le teste dei prigionieri in rivola e sale per il muro della torre battendo le guardie che incontra. Alla fine raggiunge il suo bersaglio, lega e imbavaglia il direttore, poi gli sussurra con un sogghigno che ora lui è prigioniero suo. Ora possono proseguire.

L3 E15 Zuko salta sulla gondola

Verso la libertà... oppure no?

Il gruppo raggiunge la gondola e usano il loro osteggio per impedire che le guardie li attacchino. Quando tutti sono sul mezzo di fuga, Zuko attiva il meccanismo della funivia per poi distruggere la leva per impedire che venga fermato. Con un salto acrobatico poi raggiunge i suoi amici con Sokka che lo prende al volo. Mentre la gondola si allontana, Hakoda nota due ragazze a terra che li fissano: Azula e Ty Lee, e chiede chi siano, Sokka spiega che sono un problema. La principessa li raggiunge emettendo fiamme da piedi come propulsione in aria mentre l’acrobata semplicemente corre sopra le funi.

L3 E15 Direttore ordina taglio fune

Il direttore è pronto a sacrificarsi per impedire la fuga

Sokka, Zuko e Suki li attendono sul tetto della gondola; Zuko affronta sua sorella a colpi di fuoco aiutato sa Sokka mentre Suki e Ty Lee in un duello di arti marziali. Nel frattempo il direttore si è però liberato e grida ai suoi uomini di tagliare subito la fune, sapendo benissimo che cadere nel lago del vulcano significa morte certa anche per lui. Le guardie eseguono l’ordine con una certa riluttanza e per prima cosa fermano la gondola, il che fa quasi cadere Sokka in acqua.

L3 E15 Mai salva Zuko

Mai ha preso una decisione importante

Anche Ty Lee e Azula iniziano a rendersi conto del pericolo, ma in quel momento sta arrivando l’altra gondola nella direzione opposta, così la principessa propone sorridendo di andarsene. Mentre saltano sull'altra gondola con l’aiuto della propulsione del fuoco, la principessa saluta suo fratello che, secondo lei, fra non molto morirà, Ty Lee invece li osserva con l’aria triste. Sulla piattaforma a valle le guardie, che stanno per tagliare la fune, vengono inaspettatamente rese innocue da Mai che afferma che è venuta per salvare l’Idiota che l’ha lasciata. Dopo aver sconfitto una dozzina di guardie, la ragazza sblocca la fune per permettere alla gondola di proseguire. Azula osserva incredula come la sua amica tradisce tutti quanti, mentre Zuko la fissa solo affascinato.

Il gruppo raggiunge il bordo del vulcano e continua la sua fuga, Chit Sang getta il direttore nuovamente legato nella gondola mentre Hakoda gli fa notare con un sogghigno che il suo record di giornate senza fuga ha trovato la sua fine. Sokka incita tutti alla fretta, ma Zuko ragiona che se sua sorella è venuta su quest’isola, avrà anche un modo per andarsene: difatti scopre un’aeronave di metallo ancorato in spiaggia, la loro via di fuga.

L3 E15 Ty lee blocca Azula

Un altro tradimento!

Mai s’è intanto arresa e viene portata davanti a Azula che la fissa con lo sguardo deluso e infuriato, mentre Ty Lee osserva tutto con il cuore in gola. La principessa esige spiegazioni per questo tradimento, ma Mai rimane calma e spiega che non conosce le persone così bene come pensa, ha fatto un errore di calcolo: lei ama Zuko più di che abbia paura di lei. Questa frase scatena la ira di Azula che in un attimo di follia si prepara ad attaccare la sua amica con il suo fulmine, la quale si mette in posizione di attacco. Ma prima che potesse eseguire il suo attacco potenzialmente letale, Azula viene fermata da Ty Lee che le blocca il Chi. Le due ragazze tentano di fuggire ma vengono presto catturate dalle guardie che chiedono ordini. Azula, che era caduta e terra immobilizzata, viene tirata su da alcune guardie, le chiama delle idiote e ordina che vengono rinchiuse in prigione finché marciscano, non vuole più vedere le loro facce.

L3 E15 Hakoda Sokka Katara abbraccio

Una riunione di famiglia

Usando l’aeronave di Azula, Sokka e gli altri tornano al Tempio dell’Aria dell’Ovest dopo il calare della notte. Vedendo che al posto della mongolfiera ora hanno un’aeronave, Aang conclude che doveva essere stata una battuta di caccia molto entusiasmante. Toph vuole sapere se almeno hanno trovato della carne, Sokka spiega che hanno trovato quella migliore e in quel momento scendono Hakoda, Suki e Chit Sang. Dopo aver salutato suo padre, Katara vuole sapere cos’era successo e dove erano stati, così suo fratello spiega che hanno visitato una prigione della Nazione del Fuoco. Toph però rimane delusa, davvero non hanno trovato della carne vera?

Personaggi apparsi[]

Sokka

Zuko

Suki

Hakoda

Mai

Ty Lee

Azula

Chit Sang

Direttore della prigione

Guardia prepotente

Aang

Katara

Toph

Trivia e note[]

  • Zuko ha integrato il movimento del Drago Danzante nei suoi movimenti, grazie ai quali riesce a bloccare gli attacchi di Azula. Inoltre non ringhia più quando domina il fuoco
  • Stavolta Chit Sang non menziona la sua ragazza e il suo amico come nella puntata precedente
  • Il direttore della prigione rimane fedele a sé stesso, ha annunciato che preferisce buttarsi nel lago del vulcano piuttosto che lasciar fuggire i prigionieri e difatti era pronto alla morte
  • Azula stava veramente per lasciar morire Zuko, così sarebbe diventata l'erede diretta al trono
  • Il tradimento di Mai e Ty Lee sarà l'evento che scatenerà il processo verso la pazzia di Azula
  • Questo è stato l'unico episodio dove l'unico elemento che viene dominato è il fuoco, a parte ovviamente la sigla
  • Anche qui Aang compare ma non domina nessun elemento
  • La reazione di Zuko riguardo al fatto che Mai non ha bisogno di protezione è un nodo alla loro relazione del passato
  • Normalmente il fuoco di Azula, quando si raffredda, cambia colore da azzurro ad arancione, ma sul tetto rimane azzurro finché si spegne
  • Questa è l'ultima volta in cui vediamo Azula, Mai e Ty Lee insieme
  • Per l'unica volta Ty Lee combatte ma non riesce a bloccare un Chi dell'avversaria dato che Suki evita tutti gli attacchi
  • Nel fumetto "Suki da sola" viene spiegato che Suki ha continuato ad allenarsi con dei Kata immaginandosi accanto a sé Kyoshi che la guidava
  • Dopo Iroh è quindi la seconda persona che durante l'incarcerazione si allena e diventa più forte
  • Quando Suki vede arrivare Azula e Ty Lee brama vendetta per l'ultima volta che si sono incontrati, avvenuta in "Appa"
  • Questo è l'unico episodio in cui Dee Bradley Baker, la voce di Appa, Momo e altri animali, non compare
  • L'autrice del romanzo di Kyoshi voleva inserire una scena in cui la tecnica del "Passo della polvere" viene collegata alla tecnica in cui Suki salta sopra le teste dei prigionieri in rivolta, ma venne tagliata
Advertisement