Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


"La Ricerca- Parte uno" è la seconda parte della trilogia "La ricerca" che compone la novella grafica che segue al fumetto "La promessa" di "La Leggenda di Aang". Venne rilasciato in patria in Marzo 2013, mentre venne portato in Italia nel febbraio del 2021 nell'edizione libreria, cioè raccolto in un volume unico.

<<< parte due

Storia[]

Il segreto rivelato[]

Ricerca 3 Azula attacca Rafa e Misu

Azula vuole eliminare l'ostacolo

Mentre Aang è ancora nel Mondo degli Spiriti, Zuko difende Rafa e Misu dal fulmine di Azula, catturandolo e mandandolo in cielo. La principessa insiste a dichiarare urlando che quei due sono stati mandati da “lei” per impedire che trovino la mamma, ma suo fratello, stanco di queste uscite lunatiche continue, giunge finalmente alla conclusione che era stato un ingenuo a fidarsi di lei e chiede aiuto a Katara e Sokka per fermarla. Misu li implora di non combattere qua per non disturbare lo spirito che l’Avatar sta portando qua, ma Sokka e Katara si fermano solo quando sentono Aang dietro di loro a chiedere la stessa cosa. Il Nomade dell’Aria annuncia che sta arrivando qualcuno e in quel momento dall’acqua del lago appare la Madre del Volti.

Ricerca 3 Ursa ritrova Ikem

Finalmente riuniti

Di nuovo nel passato, Ursa chiacchierò con Noren durante la colazione, notando che il suo nome era una strana coincidenza, dato che in Amore tra Draghi l’Imperatore Drago adottò quel nome per venire nel mondo dei mortali.  Quando l’uomo la chiamò per nome nonostante non si era ancora presentata, la donna diventò sospettosa e si alzò per andarsene. Noren la fermò raccontando di quella volta, a sei anni, lei gli aveva dato un calcio nello stomaco così forte che la sua faccia finì nel fango, e che poi, a ventun’anni, gli aveva spezzato il cuore. Ursa finalmente si girò e riconobbe in Noren il suo amore d’infanzia Ikem.

Ricerca 3 Madre dei Volti comparsa

La Madre dei Volti si presenta agli umani

Nel presente, la Madre dei Volti si presenta agli umani come colei che ha portato l’identità e li avverte che ha deviato dal suo solito percorso scelto dalla sua lupa solo su richiesta dell’Avatar. Sokka deve ammettere che Aang è davvero il “grande ragazzo-ponte”, mentre lo spirito dichiara che, essendo generoso, magnanimo e gentile, ogni stagione concede un favore a un essere umano. Zuko spera di poterle chiedere dove si trova Ursa, ma la Madre dei Volti chiarisce che esaudirà soltanto un singolo desiderio, il che crea un bel dilemma. Aang cerca di spiegare che in realtà hanno due favori, ma lo spirito lo avverte di non mettere a prova la sua generosità, uno è e uno rimane. Il Signore del Fuoco rinuncia così alla sua domanda per permettere a Misu di chiedere di guarire suo fratello perché hanno già aspettato così tanto, loro troveranno un’altra via per rintracciare Ursa.

Ricerca 3 Ursa Noriko

Noriko è Ursa?!

Ma prima che la donna anziana potesse esprimere la sua richiesta, Azula si libera dal ghiaccio intorno alle sue gambe per prima insultare suo fratello per la sua debolezza e poi passare davanti a Misu senza nessun ritegno per proporre la sua richiesta: vuole sapere trova si trova Ursa. La Madre dei Volti racconta che anni fa una donna con quel nome era arrivata da lei per chiederle di cambiare volto nonostante fosse una donna bellissima. Per mettere a prova la sincerità della donna, le offrì il volto più semplice che aveva, ma lei accettò senza nessuna esitazione. Dato che stava dimostrando il cambiamento tramite una proiezione nella sua mano, Zuko riconobbe il volto nuovo della madre come quello di Noriko. Quando si volta per vedere dove si trova Azula, si accorge arrabbiato che è già corsa via, intuendo che vuole tornare a Hira’a. Grazie a Misu trova una scorciatoia per raggiungerla, a lui si aggiunge Sokka per l’eventuale aiuto. Aang chiede a Katara di andare insieme ai due ragazzi, ma questa osserva preoccupata e triste come Misu tenta di fermare disperatamente lo spirito con il dominio dell’acqua, implorandola di rimanere. La Madre dei Volti si infuria molto per quest’azione irrispettosa, poi sparisce nel lago ignorando l’implorazione dell’Avatar che si butta al suo inseguimento.

Nuovo volto, nuova vita[]

Ricerca 3 Noren Ursa proposta

Le propone di cambiare anche lei volto

Noren/Ikem portò Ursa nel vecchio magazzino del teatro, facendola provare parecchia nostalgia. L’uomo raccontò come dopo la sua partenza si era sentito come morto e alla fine era partito per la Valle dell’Oblio, non potendo più sopportare questa situazione, e lì era successo una cosa fantastica. Le raccontò della Madre dei Volti con il potere di dare un nuovo volto alle persone- una nuova identità, una nuova vita. Ursa era felice di questa svolta inaspettata e si rese contro che Ozai aveva mentito, non lo aveva trovato, il suo nuovo volto lo aveva salvato. Preso dall'entusiasmo, Noren le propose quindi di fare la stessa cosa e trovarle una nuova identità, ma l’amore per i suoi figli la fece tentennare. Per un po' giocava con l’idea di tornare a palazzo con questa nuova faccia per vedere i suoi figli senza essere riconosciuta, ma la donna spiegò che vivere qua, senza sapere cosa stanno facendo, per lei era una tortura. Nonostante i suoi dubbi, Ursa prese la mano di Noren e i due si prepararono a trovare questo fantomatico spirito.

Ricerca 3 Madre del volti sgrida Aang

La Madre dei Volti è arrabbiata con l'Avatar

Nel lago, Aang si circonda con una sfera d’aria e cerca disperatamente la Madre dei Volti circondato a un’infinità di animali con segni di una faccia sul corpo, la implora di ascoltare la richiesta di Misu che per un essere con i suoi poteri sarebbe fatta in meno di un attimo. Ma al posto dello spirito compaiono granchi giganti che attaccano Aang all'istante, il quale si difende cercando di non fargli male. La implora ancora, ma per punizione per la sua insolenza viene scaraventato dal lago con la forza e atterra davanti a Katara e Misu. La Madre dei Volti riaffiora davanti agli umani e li castiga per la loro mancanza di rispetto per tutti i favori che aveva concesso fin dall'inizio dei tempi. Ma loro vogliono costringerla ad esaudire le loro richieste come se fosse una loro serva, il che la rende molto infuriata e umiliata, e l’Avatar non era stato tanto meglio, ha osato buttarsi nel suo lago sacro inquinandolo con la sua presenza e poi l’ha anche rimproverata come una bambina. Raggiunto il culmine della sua furia, dichiara tutti gli esseri umani come egoisti, avventati e insolenti, così ordina a Aang e gli altri di andarsene subito da questa foresta. Intorno a lei tutta la foresta, piante e animali compresi, iniziando a ripetere il suo ordine che rimbomba nella valle.

Ricerca 3 Noren Ursa spirito Lupo

Ora o mai più

Ursa e Noren raggiunsero la Valle dell’Oblio e misero su casa per attendere l’arrivo della Madre dei Volti vivendo in un’umile capanna costruita da loro.  Mentre si gustarono l’opera d’arte di cucina discutibile di Noren, si accorsero della presenza dello spirito lupo che stava bevendo nel lago vicino, il che significava che si trovavano nel punto giusto. Durante il periodo di attesa, Ursa rivelò che questi mesi di convivenza con lui le avevano fatto provare come ci si sentiva ad aver trovato il proprio posto nel mondo, facendola dubitare su cosa fare, tornare dai suoi figli o stare con lui. Noren le propose di andare a prenderli e portarli a vivere qua a Hira’a, ma la donna rifiutò, sapendo che questo metterebbe solo in pericolo loro e tutto il villaggio. La loro conversazione venne interrotta dall'avvento della Madre dei Volti.

Ricerca 3 Ursa diventa Noriko

Ursa diventa Noriko

Lo spirito chiese a Ursa cosa desiderava e questa rispose umilmente di voler avere un volto nuovo, spingendo l’essere misterioso a chiedere come mai una donna con un volto così bello voleva un nuovo volto? La donna affermò che le andava bene qualsiasi volto, anche il più semplice, bastava che sia nuovo. La Madre dei Volti le presentò il volto più semplice che possedeva, ma percepì nella umana un dolore grandissimo e capì che un nuovo volto da solo non riusciva a liberarla da tale peso. Nella sua gentilezza, lo spirito allora le offri oltre al volto anche una nuova mente che non si ricordava della sua vecchia vita. Speranzosa ma anche dubbiosa, l’umana le chiese se si ricorderà di Noren e la Madre del Volti le assicurò che si ricorderà di lui se non voleva dimenticarlo. Alla domanda su se valeva lo stesso per i suoi figli però la donna rispose che vuole dimenticarli e, dopo un momento di contemplazione sul peso di questa decisione, Ursa si asciugò le sue lacrime e accettò il dono. La Madre dei Volti procedé a cambiare il volto della donna e di cancellare ogni ricordo non voluto per poi sparire nell'acqua del lago. Dopo un periodo di cecità temporanea Ursa chiamò Noren che la abbracciò e le promise di stare sempre al suo fianco. Alcune settimane dopo i due, ora con i nomi di Noren e Noriko, si sposarono felici.

Il posto giusto[]

Ricerca 3 Zuko ammissione

Zuko rivela la sua vera identità

Grazie alla scorciatoia indicata da Misu, Sokka e Zuko raggiungono a casa di Noren e Noriko prima di Azula e li trovano tranquilli intorno a tavola per la cena. I due ragazzi attendono un attimo fuori, dove Sokka chiarisce che questa donna allora è davvero la madre di Zuko, il quale annuisce e si prepara a bussare. Appena dopo aver aperto la porta, Noren rivela di aver saputo che sarebbe tornato, ma prima che si può spiegare meglio, Kiyi si butta sul ragazzo e lo trascina a tavola per cenare insieme a loro. Noriko nota lo sguardo strano dell’ospite e spiega che loro cenano sempre insieme, poi gli chiede la ragione per essere tornato. Al posto di rispondere, Zuko le chiede se è felice e la donna dichiara che era ovvio, era nel suo posto. Il giovane sorride soddisfatto e si prepara per andarsene, felice di aver visto che sua madre aver trovato una vita felice, ma Noren lo ferma e lo incoraggia di rivelare la sua vera identità. Dopo un momento per guadare nuovamente Noriko, Zuko non solo si presenta come Signore del Fuoco, ma anche come suo figlio.

Ricerca 3 Katara Aang contro spiriti

L'intera foresta attacca!

Nel frattempo Aang e Katara sono ancora nella foresta e devono difendere loro stessi, Rafa e Misu dall'assalto combinato di tutte le creature del bosco che gli ordinano di andarsene immediatamente. L’Avatar li incita di andare via immediatamente, ma la vecchia dominatrice dell’acqua si rifiuta, decisa non andarsene prima che avranno quello per cosa sono venuti.

Ricerca 3 Rafa guarito

Rafa ha di nuovo il suo volto

Nel tentativo di proteggere Rafa da un attacco su di lui, Aang accidentalmente soffia via la maschera sul suo volto, rivelando una faccia completamente vuota, senza occhi, naso o bocca. Misu diventa isterica e cerca la maschera a terra, urlando che Rafa ne ha bisogno, ma Aang riconosce questa condizione: è molto simile all’operato di Koh, il Ladro di Volti. A sentire quel nome, la Madre dei Volti ferma l’assalto e esige dell’Avatar che ripeta quello che aveva appena detto. Aang esaudisce la richiesta e descrive lo spirito spaventoso non facendogli complimenti per l’apparenza. A grande sorpresa del ragazzo, la Madre dei Volti rivela che Koh è suo figlio, ma che era stato allontanato da lei dall'inizio dei tempi, ma la leggenda narra che ha iniziato a rubare volti perché in segreto gli mancava sua madre.  Dopo aver sentito dell’incontro non proprio amichevole tra l’Avatar e suo figlio, la Madre dei Volti studia Rafa e decide di ridargli il suo volto naturale. Mentre Misu abbraccia suo fratello guarito, che finalmente può parlare e la può guardare, Aang chiede nuovamente perdono per l’insolenza sua e degli umani, ma spiega anche che aveva agito così solo per risanare sia una relazione tra una sorella e suo fratello, che quello tra una madre e suo figlio.

Ricerca 3 Azula minaccia Noriko

Azula sta per raggiungere il suo scopo

A casa sua, Noren si scusa per non aver rivelato subito il segreto di Noriko, dato che voleva proteggere la sua vota insieme a lei in questa casa. Dopo essersi inchinato davanti a Zuko, rivela a sua moglie che il suo nome vero è Ursa e che era stata la principessa della Nazione del Fuoco con due figli, di cui uno era destinato a diventare il nuovo sovrano della nazione. Dopo aver aggiunto che non se lo ricorda perché uno spirito le aveva manipolato la memoria, Noren rivela a Zuko un altro segreto: anche lui ha un nome vecchio: Ikem. Dopo aver digerito questa notizia, il ragazzo si siede a tavola, considerando la possibilità che quindi questo può essere il suo posto insieme a sua madre e suo padre. Nel momento in cui Noren gli contraddice che quello non è possibile, il quartetto viene allarmato dal rumore di un combattimento sul tetto, e Zuko ha già un’idea chi ne è la colpevole. Una Azula fuori di sé dalla furia e di istinto omicida irrompe dal tetto con la mano brillante del suo fulmine, mentre Sokka cade a terra accanto a lei. Spinge da parte suo fratello e fissa Noriko, esterrefatta a e spaventata, chiedendola se la sua seconda figlia era nata per prendere il suo posto perché la prima si era rivelata un mostro. Sokka l’avverte di non minacciare Noriko, ma Azula lo deride per il suo “giocatolo”, ovvero il suo amato boomerang di cui si vanta in continuazione. Quello finisce il suo giro in quel istante, colpendola direttamente sull'occipite, facendola perdere orientamento per qualche attimo.

Ricerca 3 Noriko si scusa con Azula

Noriko chiede perdono per non averla amata abbastanza

Noren vuole andare in aiuto di sua moglie, ma Sokka lo spinge a pensare prima a sua figlia e lo conduce fuori. Appena dopo essersi ripresa, con una furia disumana Azula si butta su sua madre e la spinge contro un muro, pronta a dare il colpo finale. Noriko, ancora confusa e terrorizzata da questo assalto, non sa di cosa sta parlando, facendo arrabbiare la principessa ancora di più che crede ancora che sta solo facendo finta di non ricordare. Pur vedendo la morte in faccia, la donna alza la mano per accarezzare la guancia di Azula con gentilezza, affermando che, se è veramente sua madre, si vuole scusare per non averla amata abbastanza. 

Ricerca 3 Zuko Signore del Fuoco

Zuko finalmente accetta il suo destino

Azula si blocca con lacrime agli occhi, in quel momento Zuko li separa e la affronta in duello a colpi di dominio del fuoco. Quando questa vuole usare un fulmine, il ragazzo l’avverte di non farlo, dato che è in gradi di rimandarglielo indietro, ma Azula non gli crede e spara lo stesso. Zuko lo cattura e lo rimanda al mittente, scaraventando la ragazza contro un muro che fortunatamente viene solo sfiorata. Ora a terra, cerca di convincerlo a lasciarlo fare per liberare lui da un trono che non ha mai voluto e lei da un tormento nella sua testa. Quando Zuko lo nega, sua sorella gli chiede perché ieri mattina non l’aveva fatta cadere in quel burrone, affermando che anche lui sa che aveva bisogno di lei per essere libero. Zuko però rimane calmo e si mette il fermacapelli imperiale del Signore del Fuoco, dichiarando con fierezza che ha sempre saputo che il trono era il suo destino. Non l’aveva uccisa perché, seppur la loro relazione era sempre stata un disastro, lei rimane pur sempre sua sorella.

Ricerca 3 Ursa ritorno

Noriko decide di tornare ad essere Ursa

Improvvisamente Azula diventa emozionale e fugge attraverso la porta, lasciando cadere la lettera che fino a poco far era l’ancora della sua speranza. Zuko e Noriko la rincorrono per fermarla, ma questa si ferma solo un attimo per dichiarare in lacrime che, anche se è forte, “Zuzu” rimane sempre un debole, poi corre verso la Valle dell’Oblio. In quel momento Noriko lo ferma e gli fa vedere la Madre dei Volti che è comparsa davanti a loro, lontana da uno dei laghi. Lo spirito chiede alla donna se vuole tornare quella che era stata prima, ma Zuko cerca di dissuaderla in nome della vita bella e pacifica a Hiraa’a, ma Noriko accetta senza esitazione. Katara, Aang e Sokka discutono sul pericolo di un ritorno di Azula, ma il Nomade dell’Aria cerca di essere ottimista notando che dopotutto aveva lasciato indietro quella lettera di proposito.

Raccontami tutto...[]

Ricerca 3 Ursa racconto

Quella lettera era stato solo un'esca

Mentre Rafa e Misu si mettono in viaggio, Ursa chiede a Zuko di parlargli in privato per chiedere perdono anche a lui per non averlo amato abbastanza. Si sente in colpa per averli dimenticati, ma Zuko la calma affermando che tutto sommato è andato tutto bene e ora ha dei buoni amici e una vita di cui andare fiero. Ma prima di tornare dagli altri, il ragazzo vuole sapere la storia dietro a questa lettera, così sua madre inizia con dichiarare che quello che c’è scritto non è vero.

Ricerca 3 Ozai minaccia

Ozai maltratta Zuko allora solo per quello...

Di ritorno nel passato, quando Ozai le aveva raccontato del presunto assassinio di Ikem, Ursa era furiosa per questa azione e lo rimproverò ricordandogli che anche lui sapeva che Zuko è figlio suo. Il Principe gridò furioso che ovviamente lo sapeva, l’aveva fatto spiare per mesi prima del matrimonio, come le era venuta in mente di spargere una bugia tanto ovvia? La donna rispose con equo ardore che forse voleva sapere se stava leggendo le sue lettere o forse ferirlo anche un attimo- o perché in segreto sperava che era vero. Sempre più irato, Oazi chiese se davvero sperava che Zuko non era suo figlio, spingendo Ursa a rispondere affermativamente, lo desiderava se voleva dire che non diventava come lui. Questa risposta azzardata lo fece pensare per un momento, poi, con un sorriso glaciale e sadico, dichiarò che l’ora in poi lo tratterrà come il figlio di un infido cane e lo farà ogni volta possibile per esaudire il desiderio di sua madre.

Ricerca 3 Ursa Zuko racconto

Finalmente tutto come dev'essere tra madre e figlio

Di ritorno nel presente, Ursa chiama Ozai un uomo miserabile e vendicativo, ma rimane comunque il padre di Zuko. Il ragazzo ci pensa su per alcuni attimo con l'aria tetra, ma poi dichiara più felice che si sente come le cose ora sono come devono essere. La donna gli propone quindi di raccontargli tutto della sua vita a Hira’a prima di incontrare Ozai e Zuko afferma che vuole sentire tutto quanto, fin dall'inizio.

>>> La frattura

Personaggi apparsi[]

Aang

Zuko

Katara

Sokka

Azula

Ursa/ Noriko

Noren/Ikem

Kiyi

Madre dei Volti

Ozai (flash-back)

Rafa

Misu

Trivia e note[]

  • La frase di Azula alla fine "Anche quando sei forte... sei debole!" ricorda molto la frase di Ozai durante la battaglia contro Aang: "Anche con tutto il potere del mondo, sei ancora un debole!"
  • Si scopre che Koh è il figlio della madre dei volti e che ai aveva scelto quel nome da solo.
  • Aang si ricorda del fatto che Koh aveva rubato il volto di Ummi, moglie di Avatar Kuruk, il che gli venne rivelato nel videogioco canonico "Escape from the spirit world".
  • In un occasione ancora non chiarita, Koh aveva rubato il volto a Rafa. Che possa raggiungere il mondo umano?
  • Dato che Noriko é in realtà Ursa, Kiyi e la sorellastra di Zuko e Azula.
  • Piccolo errore: la Madre del Volti tocca la faccia di Rafa con la mano destra, ma una vignetta dopo gli ridà la faccia con quella sinistra.
  • Rafa e Misu sono stati creati su instaurazione di Katara e Sokka, solo più vecchi e più provati dal destino.
  • Si scopre che le due frasi all'inizio del fumetto erano in realtà Ursa e Zuko dall'ultima vignetta del fumetto.
  • La Madre dei Volti é inspirata a diverse dee indù con multiple volti, e Guanyin (觀音), la dea della compassione della Cina dell'Sud-Est. Inizialmente doveva avere una forma simile, ma é stato modificato.
  • Il suo potere di cambiare il volto di un umano ha avuto inspirazione dalla seria animata di Korra, dove si é visto che spirito potevano danneggiare gli esseri umani se li possedevano ("L'inizio" uno e due). Quel concetto era stato adattato per questo fumetto ma con la caratteristica speciale che lei poteva controllare il "danno" agendo solo con il consenso del "cliente".
  • I creatori avevano deciso che l'amnesia era una delle causa perché Ursa non ha mai contatto i suoi figli, già prima di aver finito i particolari del fumetto.
Advertisement