Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

<<< parte due


Questa e la terza e ultima parte della prima novella grafica di La Leggenda di Aang, "La promessa (The promise)", pubblicata dalla Tunuè Comics insieme alle altre due parti nell'edizione libreria.

Storia[]

Armonia attraverso la separazione?[]

Promessa Zuko Aang sogno

Aang e Zuko con le loro ombre

Sotto una pioggia torrenziale, le due armate si scontrano in una vallata oscura, mentre Zuko e Aang li osservano dall'alto di una rupe, accompagnati dagli spettri di Roku e Ozai alle loro spalle. Il Signore del Fuoco ammette che all'inizio era stato ben deciso ad inseguire il Movimento per l’Armonia, ma ora è in preda ai dubbi e alla voce incessante di suo padre che gli dice di invece di essere duro e fiero. Mentre se la prende con Aang per non averlo fatto tacere per sempre quando poteva, assediato dalla voce di suo padre che gli ripete che la sua volontà decide cosa sia giusto, lo spettro di Roku ricorda il suo successore che Zuko è diventato troppo instabile e che è giunto il momento di mantenere la promessa. Sopraffatto dalla disperazione, persino il dominatore del fuoco inizia a istigarlo a farlo, così Aang finalmente cede e entra nello Stato dell’Avatar, ma in quel momento dietro a Roku appare una visione di Ursa che sta piangendo. Giusto nell'attimo in cui Aang sfodera il suo colpo finale, Aang e Zuko si svegliando da questo sogno condiviso sudando e ansimando. Uno si trova in groppa a Appa, mentre l’altro sulla sua nave in direzione Yu Dao.

Promessa 3 Aang Katara sotto attacco

Un'accoglienza molto "calda"

Katara e Aang raggiungono la colonia la mattina seguente e cercando di avvertire gli abitanti del pericolo, ma vengono immediatamente attaccati da dominatori della terra e del fuoco, e alcuni armi improvvisati come asce. Il dominatore dell’aria insegue la traiettoria di queste armi fino a raggiungere una fabbrica di asce dove becca il lanciatore: Ghigno. In quel momento appaiono alcuni membri della resistenza capitanati da Kori che ripete che non se ne andranno da qua, qualunque cosa succeda, loro sono la resistenza di Yu Dao. Katara nota confusa che Ghigno l’ultima volta era stato al fianco dei protestanti anti-Nazione del Fuoco, ma ora è dalla parte della resistenza, così questo spiega che era confuso, ma che ora sa dove stare. Racconta che in origine era venuto per sfoderare il suo odio contro la Nazione del Fuoco aiutando suo zio a scacciare via i colonialisti, ma era alla fine si è innamorato proprio in una di questi “mangia-brace”, ovvero Kori. Anche gli altri rivelano di essere cittadini di Yu Dao, ma di avere famigliari o amici dalla Nazione del Fuoco o del Regno della Terra, per cui non sono uno o l'altro.

Promessa 3 Kori Ghigno dichiarazione

Ghigno e Kori sono fieri dii combattere per Yu Dao

Sempre più deciso e fiero, Ghigno dichiara che, anche se sembra un traditore, è della ferma convinzione che Yu Dao non è né Regno della Terra né Nazione del Fuoco- Kori lo corregge subito dicendo che era entrambi. Quando questa sfida Aang a lasciar che vengano Fiuta-Api e gli altri, il Nomade dell’Aria li informa delle novità catastrofiche che Re Kuei ha mandato il suo esercito, effettivamente raffreddando l’entusiasmo della resistenza.

Promessa 3 Aang arabbiato

Aang si sente deriso e umiliato

In quel momento arrivano i membri del fanclub di Aang della sede di Yu Dao, tutte vestite come Nomadi dell’Aria con le teste mezza rasate e con freccia azzurre sulla fronte. In un primo momento Aang è stupefatto e felice di questa fedele riproduzione, ma s’inorridisce quando viene a sapere che le frecce non sono disegni, ma tatuaggi veri. Gli spiega irritato che questi tatuaggi sono una parte essenziale e sacra della sua cultura e per averli bisogna guadagnarseli con anni e anni di addestramento nel dominio dell’aria, non solo attraverso studi, ammirazione o qualcosa del genere. Katara cerca di calmarlo, ma Aang si sente come la sua cultura è viene trattata come un gioco o un travestimento, così esce dalla fabbrica arrabbiato e frustrato, dichiarando di voler andare alle porte della città per guadagnare un po' di tempo per l’evacuazione. Con un’espressione furiosa e dura, annuncia che è giunto il momento che la separazione delle nazioni venga messa in atto per ripristinare l’armonia.

Attaccamenti al passato[]

Promessa 3 Zuko parla con Iroh

Cosa è la cosa giusta da fare?

Zuko sta meditando nella sua stanza sulla nave e parla con un ritratto di suo zio come se stesse discutendo con lui in persona. Cerca di giustificarsi che le sue azioni hanno un senso, afferma di essere conscio del suo compito come Signore del Fuoco di proteggere non solo la sua gente, ma anche la loro vita famigliare così normale e pacifica. Ma la cosa che lo fa dubitare di sé stesso è il fatto che guidare un’armata a Yu Dao è la stessa identica cosa che avrebbe fatto suo padre, e questo lo fa inorridire. Conta davvero se le sue ragioni sono differenti quando per il mondo esterno sembra che sia una copia di suo padre? Tocca il dipinto davanti a sé, notando che vorrebbe tanto averlo con sé come consigliere, ma che non vuole disturbarlo per questo. In quel momento un soldato annuncia l’arrivo della nave alle rive del Regno della Terra, così Zuko si mette il suo elmo e esce dalla stanza.

Promessa 3 Katara consola Aang

Katara vuole calmare il suo ragazzo

Katara rincorre Aang e lo trova a meditare sul tetto della porta della città. Questo le spiega che ha capito perché le nazioni devono rimanere separati, dato che ogni volta quando due si scontrano o si mischiano, quella più forte fa del male a quella più debole- sia conquistandola con la forza oppure prendersi gioco di lei. La sua ragazza però risponde raccontando di quella volta in cui Aang le aveva detto che Guru Pathik gli aveva detto che la separazione delle nazioni era solo un’illusione e che in realtà erano una cosa sola, ma il ragazzo le ricambia arrabbiato che non vuole che sia così. Spiega che ama la sua cultura e che non tollera che venga derisa, insinuando che preferisce preservala da solo come un eremita se è necessario. Katara fa fatica a credergli, ma Aang continua che ha capito che la cultura dei Nomadi dell’Aria non può sopravvivere in un mondo dove le nazioni s’invadono e feriscono tra di loro. È deciso a supportare il Movimento per la Restaurazione dell’Armonia fino alla fine, anche se vuol dire agire contro i suoi principi morali e rispettare la promessa fatta a Zuko- non é una sorpresa che ora ha mal di testa.

Promessa 3 Sokka Suki bacio

Toph odia questa "scisidosità"

Nel frattempo Sokka attende all'entrata dell’accademia di Toph che Aang e Katara lo vengono a prendere, ma teme che nella loro “schiscidosità” si sono dimenticati di lui. Ma mentre si prende gioco di loro, sopra di loro appare un’ombra che però non è Appa, ma Suki a bordo di una mongolfiera della Nazione del Fuoco. Sokka la abbraccia la sua ragazza baciandola con fervore, facendo disgustare Toph che nota con ironia che quando lui fa lo schiscidoso allora va bene? La Guerriera di Kyoshi spiega che li ha trovati perché a palazzo era arrivato un reclamo ufficiale da parte di un istruttore a proposito di “una ragazzina della terra” e un “selvaggio della neve”- ovviamente da Kunyo. Ma poi li fa fretta e li incita a venire con lei, e Toph decide di lasciare indietro i suoi allievi perché non li ritiene ancora pronti e gli ordina di allenarsi duramente. Quando la mongolfiera raggiunge la periferia di Yu Dao, la domanda sulla ragione di tale fretta si rivela superflua: sotto di loro Sokka vede Zuko avanzare a capo della sua armata.

Tempesta in arrivo[]

Promessa 3 Fiuta-Api attacco

Pronti all'attacco!

Katara intanto tenta a spiegare a Aang la ragione perché lei non era più così convinta del Movimento per la Restaurazione dell’Armonia, ma viene interrotta dall'arrivo di Fiuta-Api e i suoi protestanti molto carichi. Nonostante il tentativo dell’Avatar di calmarli, la ragazza ordina un attacco alla porta della città con un ariete di pietra per conquistarla nel nome del Regno della Terra. Aang cerca di fermarli e la salva anche dai detriti, ma si rende conto troppo tardi che quello era stato solo una distrazione per evitare che noti una trivella che sta perforando le mura di difesa di Yu Dao.

Promessa 3 Sokka idea

Che idea!

Nel frattempo Sokka, Suki e Toph cercano di infiltrarsi nella città grazie al dominio della terra, aspettando sottoterra che uno dei carrarmati del fuoco passi sopra di loro per prenderne possesso di uno. Una volta al suo interno, Sokka ammette di non aver pensato alla fase due del suo piano, ma un commento sarcastico di Toph che chiama Zuko uno “svitato” gli dà l’idea giusta- lei deve svitare i bulloni dei veicoli per rallentare l’avanzamento dell’armata.

Promessa 3 Arrivo Armata terra

Arriva l'esercito di Re Kuei

Nel frattempo Fiuta-Api ha beccato Ghigno tra i nemici e lo chiama un traditore, ma questo cerca di calmarla presentandole la sua ragazza Kori. La Combattente per la Libertà si arrabbia moltissimo, ma fortunatamente Lanciolungo la calma mettendole una mano sulla sua spalla e la incita finalmente a pensare al ragionamento di Ghigno. Per un momento sembra che ci stia veramente ripensando, finché un protestante impaziente li interrompe con un attacco, scatenando un violento combattimento. Aang, che finora ha cercato di fungere da mediatore, si vede spinto nell’angolo e grida a Fiuta-Api che è d’accordo con lei, ma che spera ancora che la città di Yu Dao possa vivere in pace dopo che quelli del fuco se ne siano andati. Ma prima che potesse proseguire, arriva l’armata del Re della Terra.

Promessa 3 How dichiarazione

Generale How dichiara l'ordine del Re della Terra

Il Generale How dichiara ufficialmente gli ordini del Re, ovvero che reclama l’ex-colonia della Nazione del Fuoco e che i colonialisti rimasti saranno considerati dei criminali e verranno susseguentemente arrestati. Katara nota a voce alta che Re Kuei poteva anche fare lui stesso questo annuncio, ma questo risponde che preferisce rifugiarsi nella sua mongolfiera. Questo annuncio, che il Movimento per la Restaurazione dell’Armonia sarà completato oggi incurante della resistenza delle colonie, rende felice i protestanti, ma in quel momento la resistenza implora Aang di decidere se difenderli oppure condannarli, a grande frustrazione del ragazzo. Come se non bastasse, in quel momento arriva anche l’armata della Nazione del Fuoco capitanata dal Signore del Fuoco in persona, ora la situazione è davvero critica.

Promessa 3 scontro armate

L'inizio di una guerra?

I membri del fanclub di Aang s’intromettono e si offrono di difenderlo, ma questo li scaraventa via scocciato con un turbine di vento per metterli in salvo. Sokka e, Suki e Toph sbucando dal loro carrarmato, ma vengono accusati da Katara di essersi fatti dare un passaggio da loro, facendo innervosire i due. Anche lei seccata, Toph rivela che hanno cercato di rallentarli, poi vuole sapere se difendere la colonia era diventato parte del suo movimento dell’armonia. Il Generale How implora Avatar Aang di porre fine a tutto questo, promettendo che tratterrà i protestanti con più rispetto che la Nazione del Fuoco aveva mai fatto con loro. Infine nota che un esercito senza un capo è come un drago senza testa, insinuando che deve uccidere Zuko.

Fuoco contro terra[]

Promessa 3 Zuko ordine di attacco

Zuko ordine l'ttacco

Mentre loro due continuano a litigare, Katara nota che non sono riusciti a rallentarli così tanto, dato che sono arrivati comunque, ma in quel momento Toph salta giù dal suo veicolo e fa crollare tutti gli altri carrarmati a cui aveva prima svitato tutti i bulloni. How nota sorridendo che il drago ha forse ancora la testa, ma non più le zampe, così ordina l’attacco. Il Signore del Fuoco non gli è da meno e ordina i suoi uomini di attaccare a piedi. Arrabbiato e frustrato, Aang si mette in mezzo e entra nello Stato dell’Avatar e sgrida Zuko per la sua decisione sciocca di non seguire più il loro accordo.

Promessa 3 immaginazione Aang Katara futuro

Questo futuro diventerà realtà

Con una reazione velocissima Katara lo prende e lo porta via da lì u un tetto, dove gli rivela i suoi sentimenti contrastanti riguardo al Movimento per la Restaurazione dell’Armonia. Quando aveva visto la famiglia multiculturale di Kori, ha visto anche il loro futuro, e chiede cose ne saranno di loro se le nazioni davvero continueranno ad essere separati. Vicina alle lacrime, implora Aang a riflettere con calma sulla sua decisione e gli promette di rimanere al suo fianco qualunque cosa decide, anche se vuole mantenere quella promessa o se devono separarsi. Dopo un bacio triste, il dominatore dell’aria vola via per trovare un posto tranquillo per meditare.

Promessa 3 Aang Roku discussione

Aang scioccato dal consiglio di Roku

Il ragazzo si rinchiude in una sfera di terra e contatta Avatar Roku per rivelargli che ieri notte ha sognato di lui. Questo ripete il suo consiglio di tener fede alla promessa in nome dell’armonia del mondo, ma Aang ammette che, anche se ama la sua cultura ed è a conoscenza che è l’ultimo Nomade dell’Aria, ha capito che ama anche qualcos'altro. Con una espressione seria e decisa, Roku gli rivela che Zuko è il figlio di sua nipote Ursa, ma nonostante questo gli chiede di insistere su cosa in cui lui aveva fallito, impedire una guerra; il mondo arriva prima della sua famiglia e i suoi amici, il che sciocca il ragazzo.

Promessa 3 Ho Tun Penga Tipo Dark attacco

I tre "smidollati" dimostrano il loro coraggio

Katara mette Sokka al corrente dello stato attuale delle cose e spiega che Aang è volato via per contemplare sul mondo, così nel frattempo loro devono impedire che la gente fuori si uccida a vicenda. I membri del fanclub di Aang si sono già messi in azione e cercano coraggiosamente di separare le due armate solo con le foro forze, suscitando il rispetto di Sokka. Lui salta giù sul campo di battaglia e finisce tra Fiuta-Api e Ghigno che si stanno affrontando infuriati, per un attimo riesce a distrarli dalla lotta facendo i compimenti al ragazzone per la sua relazione con Kori. Suki e Toph invece si buttano davanti all'armata del fuoco, ma le due ragazze si ritrovano presto in difficoltà contro la loro superiorità numerica. Vengono salvate appena in tempo dalla comparsa degli allievi del dominio del metallo, sorprendendo la loro maestra per il loro coraggio.

Promessa 3 Katara offerta per Kuei

Katara gli offre di incontrare i suoi sudditi

Anche Katara si dà da fare con il dominio dell’acqua per scacciare via i soldati della terra per poi saltare sulla mongolfiera del Re della Terra, dove lo trova accucciato in un angolo impaurito. Il monarca è in preda al panico e borbotta di voler avere Bosco accanto a sé, non si era aspettato così una guerra. Sorpresa e preoccupata, Katara s’inchina accanto e lui e gli chiede se aveva mai visto Yu Dao prima, ma questo ammette che fino a un anno fa non aveva neanche visto le mura esterne di Ba Sing Se, il che significa che ovviamente non ne sapeva nulla. La ragazza capisce quindi che finora aveva considerato Yu Dao solo come un puntino sulla carta insulso e gli propone quindi di scendere per incontrare le persone che dipendono dalla sua decisione, e il monarca accetta nonostante la paura.

Promessa 3 Aang Stato Avatar

Aang separa le due fazioni con la forza

How ordina a Kori di arrendersi, ma questa si rifiuta e passa all'attacco, così il Generale ordina di arrestarla. Il suo attacco viene bloccato dalla fiammata di Zuko in persona che a sua volta gli ordina di ritirare le sue truppe immediatamente. In quel momento in cielo appare in lontananza un raggio di luce che ferma tutti quanti ad osservalo stupefatti, poi si avvicina Avatar Aang circondato dalla sfera degli elementi. Furioso e in pieno Stato dell’Avatar, separa il terreno tra le due fazioni nemiche, facendo precipitare Zuko nel baratro creato.

Promessa 3 quattro nazioni

Le quattro nazioni unite

Ma al posto di usare questo momento per tener fede alla sua promessa senza ucciderlo attivamente, Aang prende il Signore del Fuoco per la mano e lo salva dalla morte certa. Dopo averlo posto sulla terra ferma e essersi calmato, incontra Katara che arriva con Re Kuei e i due gli mostrano contro chi sta facendo la guerra: Nazione del Fuoco, Regno della Terra, Tribù dell’Acqua e anche un Nomade dell’Aria. Gli fa capire che non sta solo combattendo contro una colonia, ma contro tutto il mondo nuovo che non può più essere separato, scuotendo finalmente il Re della Terra. Questo ordina il silenzio ai protestanti e rivela che ha capito che prima di prendere una decisione deve vedere la realtà. Intanto Zuko si sta riprendendo dallo shock e nota sorpreso che per tutto questo tempo la sua decisione allora era stata giusta, non il frutto dell’odio di suo padre. Esausto mentalmente e fisicamente, il Signore del Fuoco crolla a terra, ponendo fine alle ostilità.

Un passo verso il futuro[]

Promessa 3 AAng saluta Roku

Aang taglia con il suo mentore

Quattro giorni dopo Aang parla con Roku e gli rivela che non ha mantenuto la promessa di uccidere suo pronipote e che nella sua meditazione aveva visto i suoi amici e i suoi maestri, e anche Zuko. Il suo predecessore lo castiga per questa decisione, avvertendolo che così ha messo nuovamente in pericolo il mondo. Il ragazzo però lo ignora e continua il suo discorso, facendogli notare che il mondo ormai era cambiato troppo per permettergli di potergli ancora insegnare qualcosa. Saluta Roku ringraziandolo per tutto quello che ha fatto per lui, ma poi stacca l’amuleto della sua catena di meditazione con lo stemma del fuoco e lo incendia, tagliando il collegamento con il suo mentore. Anche se non se ne pente, non riesce a trattenere le lacrime per aver perso un suo caro amico.

Promessa 3 Zuko Aang parlano

Finalmente parlano tranquilli

Si sveglia nella realtà, cioè sul tetto della casa di Iroh che lo allerta che Zuko si è svegliato dalla sua conoscenza. Il signore nota ridendo che suo nipote avrebbe dovuto venire prima e che spesso si dimentica che qua ha sempre una casa, ma rimane ancora così cocciuto. Sollevato, Aang rivela al suo amico che Re Kuei ha accettato di parlare, ma ripete comunque che Yu Dao non può più tornare alla Nazione del Fuoco. Zuko aggiunge che però non può neanche più tornare al Regno della Terra, a cosa il Nomade dell’Aria si aggiunge sorridendo: deve essere qualcosa di nuovo.

Promessa 3 Iroh consiglio

Iroh gli consiglia di non ignorare sogni del genere

Il dominatore del fuoco inizia a raccontare del suo sogno di qualche giorno fa e Aang capisce che hanno avuto lo stesso identico sogno. Zuko ammette che, nel sogno, quando la promessa stava per essere rispettata, si era sentito sollevato, ma aggiunge subito che era stato un errore avergliela fatta fare. Dopo la fine della guerra aveva lottato così tanto per capire cosa era giusto, e il suo incontro con suo padre gli ha fatto capire che non era stata la fine, ma solo l’inizio. Chiedendogli di ucciderlo era come scaricare la responsabilità su di lui per avere una rete di sicurezza, una via di fuga. Ma ora che capito che come Signore del Fuoco non può sfuggire alle sue responsabilità e ai conflitti, chiede umilmente scusa a Aang per quella promessa. Suo amico risponde che nel profondo del suo cuore aveva sempre saputo cos’era giusto e ammette che ha avuto ragione riguardo a Yu Dao. Ma gli rimane un dubbio: si era sentito sollevato anche quando stava per cadere in quel dirupo? Zuko lo nega, sapeva che lo avrebbe salvato. Aang ammette di essere un Avatar imperfetto e che Roku lo aveva sgridato, ma sente Zuko come un membro della sua famiglia e non vuole tranciare questo legame.

Cambiando discorso, Zuko rivela che nel sogno aveva visto dietro a Roku una donna ed è sicuro che era sua madre. Iroh nota con un sorriso che a volte sogni mostrano risposte a problemi reali, così Zuko rivela di aver già mandato ricercatori per trovare sua madre Ursa, persino June e Nyla, ma finora senza successo. Non sa cosa fare oltre, ma crede che lei potrà aiutargli a riconnettersi con la parte materna della sua famiglia. Aang lo incoraggia di non arrendersi e di continuare la sua ricerca.

Promessa 3 Aang Adepti dell'Aria

Aang accetta l'idea di preservare la sua cultura attraverso gli Adepti dell'Aria

Più tardi Aang tiene una riunione con i membri del suo fanclub sia di Ba Sing Se che Yu Dao e gli spiega che vuole che continuino a mantenere in vita la cultura dei Nomadi dell’Aria. Sa che tanti membri del gruppo hanno rischiato la vita per riportare la pace sul campo di battaglia, dimostrando di possedere il cuore di un Nomade dell’Aria, per cui ha deciso che gli insegnerà anche il loro modo di vivere. Da ora in poi il fanclub si trasmuterà negli Adepti dell’Aria per portare la loro cultura al futuro.

Promessa 3 Azula

Ecco dov'era finita Azula...

Signore del Fuoco Zuko visita un manicomio e parla con una persona davanti a sé della sua missione di ritrovare sua madre. Le rivela che ha avuto molte conversazioni con suo padre, ma che si è rifiutato di svelare la verità, così è giunto alla conclusione che solo lei può tirar fuori quelle informazioni da lui. La persona davanti a lui si rivela essere Azula, ancora mentalmente instabile su una sedia a rotelle con addosso un camice di forza e controllata da due persone. Quando le chiede cosa voglia in cambio di questo servizio, la ragazza risponde con un sorriso pazzo che servire il Signore del Fuoco era abbastanza di ricompensa. Aggiunge che anche lei vuole sapere cosa ne era stata della loro madre, dato che non era passato neanche un giorno qua in cui non si era chiesto cosa ne fosse stato. Nello specchio accanto vede di nuovo la forma di Ursa, indicando che l’anno in manicomio non ha curato la sua schizofrenia e le sue allucinazioni.  

>>> fumetto " La Ricerca "

Personaggi apparsi[]

Aang

Zuko

Katara

Sokka

Toph

Suki

Ghigno

Kori Morishita

Fiuta-Api

Re Kuei

How

Lanciolungo

Penga

Ho-Tun

Tipo Dark

Roku

Ozai

Azula

Trivia e note[]

  • Katara che ricorda Aang dei insegnamento di Guru Pathik ovviamente è tratto dall'episodio "il Guru". Quella volta il ragazzo era d'accordo con il guru sul fatto che la separazione delle nazioni era un'illusione, ma sembra che abbia cambiato idea.
  • La scena del sogno condiviso e premonitore è un riferimento alle visoni della palude ("La palude") e del sogno di Zuko ("Il Re della Terra").
  • Sulla pagina 22 si vede l'armatura che Toph ha creato su indicazione di Sokka per spaventare i suoi allievi nella seconda parte, posizionato accanto all'entrata dell'accademia.
  • Quando ferma l'ariete dal sfondare la porta di Yu Dao, Aang lo colpisce con la testa, ridendo che Toph ne sarebbe fiera, ricordandosi del suo allenamento in "Il dominio della terra", dove questa spacca una roccia con la testa per dimostrare come affrontare la terra "a testa alta".
  • Quando Sokka esprime i suoi dubbi sul poter fermare l'armata, Toph gli ricorda che ha fermato un'intera flotta di aeronavi in "La cometa di Sozin- Dentro l'inferno e "Un Mondo nuovo".
  • Quando Suki nota che sotto terra fa davvero buio, Sokka la zittisce, avvertendola che Toph è un pò sensibile al tema- un riferimento a una scena in "Viaggio a Ba Sing Se- la macchina infernale" quando s'infiltrano nel trapano.
  • La tattica di indebolire i carrarmati svitando i bulloni per distruggerlo con un colpo finale è simile alla tattica usata per distruggere la trivella in questo episodio.
  • Aang scopre finalmente che Zuko è il pronipote di Avatar Roku e che Ursa era sparita tempo fa.
  • Aang crea gli Adepti dell'Aria ("Air Acolytes") che diventeranno sempre più importanti nel conservare la cultura dei Nomadi dell'Aria e che vediamo anche in La Leggenda di Korra.
  • L'immagine di Aang a insegnare sotto un albero é molto simile a quella di Gautama Buddha che raggiunge l'illuminazione sotto l'albero Bodhi.
  • Già prima della pubblicazione della terza parte del fumetto l'autore Gene Yang ha annunciato che si sarebbe scoperto cosa ne era stata di Azula. Inoltre ha insinuato che i fumetti creeranno una connessione tra le due serie animate, difatti Yu Dao è quasi il precedessore della Repubblica Unita.
  • Iroh ha creato una nuova variante del té con palle di tapioca cotte , ovviamente un riferimento al boba-tè.
  • I soldati di How sono a piedi nudi, come é normale per dominatori della terra che "vedono" attraverso i loro piedi.
  • I membri del fanclub di Aang hanno i tatuaggi solo sulla fronte, non su mani e piedi.
  • Un running gag é la sorpresa comune della gente che scopre la relazione tra Kori e Ghigno. Tutti i suoi amici maschi si congratulano con lui con lo stesso gesto di un pollice alzato.
  • A differenza dei suoi compagni Ghigno non era andato a Ba Sing Se, dove ha visto la realtà fuori dai Combattenti per la Libertà , per cui ha avuto più difficoltà ad aprire la sua mente. Yang ha detto che la relazione con Kori era nato "da quello che succede, quando un'ideologia stretta si scontra con esseri umani di carne e ossa, e tante volte è l'ideologia che soccombe".
  • Gli amuleti di Aang rappresentando il ciclo degli elementi in senso orario, ma bruciando quello del fuoco ha tagliato la connessione con Avatar Roku.
  • Toph sembra essere leggermente gelosa di Suki e di ogni volta quando questi due si dimostrano il loro affetto.
  • Il trapano stato dai protestanti é un riproduzione su bassa scale di quello usato dalla Nazione del Fuoco.
  • Gli armamenti di metallo tipici della Nazione del Fuoco li rendono molto vulnerabili ai dominatori del metallo.
  • Troviamo alcuni insulti rivolto alle altre culture, ovvero "selvaggio della neve" oppure "selvaggio della Tribù dell'Acqua" per Sokka o "Mangia-brace" per uno della Nazione del Fuoco.
Advertisement