Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è il terzo episodio del quarto Libro: Bilancio di La Leggenda di Korra.

<<< episodio precedente

Ripasso e sinossi[]

"Sono cambiate molte cose in questi tre anni: Mako è la guardia del corpo del futuro Re della Terra, il principe Wu, Bolin lavora per Kuvira, il reggente del Regno della Terra che ha riportato stabilità in una nazione governata dal caos. Intanto, uno spirito conduce Korra in una palude a incontrare Toph Beifong, riuscirà la maestra del dominio della terra a risvegliare lo spirito dell’Avatar?"

È arrivato il giorno dell'incoronazione del nuovo Re della Terra e tutti i governanti del mondo si riuniscono a Città della Repubblica per la cerimonia, che in assenza di simboli reali diventerà molto più umile del previsto. La cerimonia si conclude senza grandi pretese, ma il discorso finale di Kuvira serba un'amara sorpresa: la donna si rifiuta di cedere il potere al Re Wu e annuncia la creazione di un Impero della Terra sotto il suo comando, più un avvertimento a non ostacolarla. Intanto Toph Beifong scopre che Korra ha dentro di sé ancora tracce del veleno metallico e si offre di estrarlo, ma non sembra così facile...

Storia[]

Wu spiega a Mako la sua idea

A Città della Repubblica, il principe Wu spiega a un Mako annoiato i suoi piani per la pomposa cerimonia di incoronazione che durerà ben sei ore. Il dominatore del fuoco lo interrompe e chiede se forse non sarebbe meglio pensare a governare, ma Wu ride dicendo che per quello ci sono i ministri, a Ba Sing Se loro due dovrebbero pensare soltanto a godersi la vita.

Raiko e Tenzin sono preoccupati

Il nobile prosegue a correggere i lavoratori per avere abbastanza spazio per la sua “danza delle talpe tasso”, e in quel momento sopraggiungono Raiko e Tenzin che scuotono la testa. Il Presidente delle Nazioni Unite chiede al dominatore dell’aria se ha notizie dell’Avatar, ma lui spiega che tutti i dominatori dell’aria sono sulle sue tracce. Inoltre è preoccupato per alcuni rapporti su Kuvira: sembra che mandi i dissidenti in campi di prigionia, ma Raiko lo assicura perché domani dovrà cedere i suoi poteri, ma Mako nutre dei dubbi al riguardo.  Il presidente spiega che Kuvira aveva dato la sua parola che avrebbe ceduto i poteri al legittimo successore al trono, ma Tenzin rimane fermo nel pensare che si sentirebbe meglio con l’Avatar al suo fianco.

Toph fa disperare Korra

Korra cerca di convincere Toph ad aiutarla, il mondo ha bisogno di lei, ma la donna anziana sbuffa dicendo che non si deve montare la testa, il mondo non ha bisogno di lei. Alla reazione scocciata della donna del sud, Toph spiega che ai suoi tempi come capo della polizia si era fatta in quattro per catturare i criminali, ma era stata una lotta inutile, il crimine non è mai diminuito. Korra se la prende, non vuole pensare che tutto quello che aveva fatto potrebbe essere inutile e ringhia a Toph che è anche peggio di Beifong, e la maestra della terra ride orgogliosa de fatto che lei è la Beifong originale! Alla fine però ci ripensa e decide di allenare Korra, ma il suo sorrisetto eccitato non promette nulla di buono.

Eska prende Kuvira per la nuova fidanzata di Bolin

La sera prima dell’incoronazione, Kuvira arriva all'Hotel dei Quattro Elementi di Città della Repubblica, e con lei c’è anche Bolin che non vedeva l’ora di tornare. Il giovane si blocca di scatto alla vista inaspettata di Eska che era venuta in veste di capotribù del Nord: la donna si complimenta per averla rimpiazzata con una nuova fidanzata molto minacciosa, ma Bolin la corregge subito dicendo che Kuvira è il suo capo, non la sua fidanzata. Vengono interrotti dal direttore dell'hotel che si scusa del fatto che per lei era stata prenotata una stanza doppia con un letto singolo, ma Eska lo tranquillizza affermando che Desna dorme sempre nella vasca.

Un mulo di nome Zhu Li

Varrick sorride perché a quanto pare Raiko ha dovuto far cadere le accuse contro di lui per farlo entrare in questo hotel. Arrivano anche Wu e Mako, il quale saluta suo fratello che non perde tempo a lodare Kuvira per il suo lavoro per il regno. Mentre Bolin sembra dare il meglio di sé, Mako sospira sul fatto che lui invece è fermo a lavorare per Wu, così suo fratello chiede di Korra e Mako gli spiega che è sparita da sei mesi.

Madre e figlio s'incontrano

All'hotel è arrivata anche Suyin Beifong che incontra il suo primogenito Bataar Jr (lui ora preferisce farsi chiamare soltanto Bataar) e i due iniziano subito a discutere sui metodi di Kuvira. Su non condivide la tattica dell’armata della terra, suo figlio invece sorride al solo pensiero che fra non molto Kuvira diventerà un membro ufficiale della famiglia, quindi le conviene abituarsi all'idea. All'affermazione della donna che non vede l’ora che Kuvira si ritiri, Bataar risponde chiedendole se davvero preferisce qualcuno come Wu al suo posto.

Kuvira sorride al panico del principe

Il principe in questione si avvicina a Kuvira e cerca di fare colpo su di lei promettendole la stanza migliore dell'hotel, ma finisce solo per darle fastidio, di nuovo. La donna stoica lo zittisce dicendo che ha già prenotato una suite, la stessa stanza di Wu, e sorride affermando di averlo fatto spostare, cosa che fa andare il ragazzo nel panico. Con un sorriso malizioso poi spiega al principe che lei ottiene sempre tutto ciò che vuole.

Wu arrabbiato con il suo assistente Gun

Il giorno seguente Wu attende con ansia l’arrivo del suo gabinetto reale che deve ancora dargli i simboli reali per l’incoronazione. Il gransegretario Gun gli spiega desolato che la maggior parte dei suoi averi reali sono stati saccheggiati dopo la dipartita della regina, tra cui anche la corona. Wu è disperato: un’incoronazione senza corona!? L’unico simbolo reale salvato è un orecchino dorato, e Gun sorridendo gli consiglia di usarla come una spilla reale, inoltre lo informa che la cerimonia sarà molto più modesta del previsto, facendo arrabbiare il giovane principe che se ne va infuriato.

Toph si diverte a trattare Korra come una marionetta

Intanto nella palude, Korra e Toph si affrontano in duello: l’Avatar si fa sotto con entusiasmo rinnovato, ma viene presto sopraffatta dalle capacità straordinarie della leggendaria dominatrice della terra cieca. Umiliata, Korra tenta di attaccarla e colpirla con ogni metodo, ma ogni suo tentativo viene smorzato con una facilità impressionante. Alla fine viene ripetutamente sbalzata a terra, finché Toph non la dichiara patetica e il peggior Avatar con cui ha mai lavorato, facendo arrabbiare la donna del sud che l’accusa di divertirsi un po' troppo a maltrattarla. Korra le chiede come mai abbia deciso di ritirarsi dal mondo, ma Toph le spiega che è collegata col mondo più che mai grazie alle liane spirituali che le mostrano tutto il mondo, incluso Zaofu e Città della Repubblica. Quando la giovane donna cerca di attaccarla alle spalle, Toph la sbatte via, sbuffando che in confronto a lei sia cieca.

Ora Wu è il Re della terra... per poco

La cerimonia dell’incoronazione si svolge davanti a un pubblico ristretto composto dai governanti del mondo e dai membri dell’armata di Kuvira, dove Gun attacca la spilla al petto del nuovo Re della Terra Wu. Il ragazzo fa un discorso breve per poi invitare Kuvira al microfono e conferirle la medaglia Kyoshi della Libertà, un onore altissimo.

In pratica una dichiarazione di guerra

Dopo aver accettato la medaglia, Kuvira chiede di dire alcune parole al pubblico; racconta del suo tempo a Zaofu sotto Suyin Beifong, dove ha imparato che governi basati sull'eredità siano deboli e immuni all'innovazione e al progresso, e dopo i tre anni di fatiche che ha vissuto non ha intenzione di lasciarlo scivolare nuovamente in un’era oscura come prima. Fa un annuncio a tutto il mondo: il Regno della Terra da ora in poi non esiste più e lei guiderà il nuovo Impero della Terra. Togliendosi e schiacciando la medaglia appena ricevuta, termina il suo discorso con un avvertimento a tutti i governanti rimasti: chiunque cerchi di invadere il suo territorio o di ostacolarla, verrà schiacciato.

A cosa le servono queste liane?

Di ritorno nell'hotel, Bolin ammette a Varrick che questo discorso lo ha sorpreso moltissimo, ma l'imprenditore ride del fatto che nessuno potrà fare qualcosa, solo loro hanno il potere. In quel momento entra Zhu Li con un pezzo di liana spirituale che Varrick giudica perfetto per gli esperimenti e lo manda in laboratorio.

Kuvira calma Bolin

Kuvira entra nella stanza e nota il malumore di Bolin che le chiede direttamente come mai abbia tradito Tenzin e gli altri. La donna spiega con calma che lo ha fatto per il bene della gente, volevano farle accettare un re incompetente che ignora il popolo. Bolin ammette che il suo discorso lo ha fatto impensierire e crede che sia stato troppo aggressivo, Kuvira spiega invece che era solo un modo di fargli capire che voleva fare sul serio, e che in realtà vorrebbe evitare conflitti. Alla fine gli chiede di aiutarla a scrivere la storia, così il giovane le promette di combattere per lei.

Suyin cerca di far ragionare Kuvira

I due vengono interrotti da Suyin Beifong che vuole parlare con Kuvira in privato in qualità di rappresentante degli altri governanti. La comandante militare nota che adesso le interessa la politica, perché prima invece no? Quando ha avuto la chance di prendere il comando dopo la morte della regina, Suyin si era rifiutata, anche se la donna spiega subito che non voleva aggrapparsi al potere come invece aveva fatto Kuvira. Le consiglia di ritirarsi, ma Kuvira si difende dicendo che il potere se l’era guadagnato, ricevendo contro l’accusa di esserselo preso tramite la tirannia e la violenza. La militare termina la discussione con un avvertimento minaccioso per Zaofu.

Un brutto litigio tra fratelli

Wu si lamenta che per colpa di Kuvira aveva perso prima la sua suite e poi anche il trono, e ora forse Mako è triste per non poter andare con lui a Ba Sing Se (no, non è triste!). Bolin bussa alla sua porta e i due fratelli discutono nel corridoio dell'hotel. Mako chiede se davvero abbia ancora intenzione di continuare a servire Kuvira dopo che ha quasi dichiarato guerra a tutto il mondo, ma il dominatore della terra loda la sua comandante come sempre e lo invita a vedere con i suoi occhi il bene che fa. Mako non ci crede, così Bolin compara Kuvira a Korra in quanto a cocciutaggine e dedizione. Il dominatore del fuoco invece considera Kuvira una dittatrice, alla quale Bolin, ora abbastanza seccato, chiede se allora pensa che Wu sarebbe un governante migliore, cosa che Mako naturalmente nega. La discussione si evolve in litigio, Bolin grida che lui sta scrivendo la storia, mentre Mako è il maggiordomo di un riccastro viziato, per poi andare via furioso. Quando il dominatore del fuoco torna in camera è cosi abbattuto che accetta la proposta di Wu di un giro al centro commerciale.

La soluzione è a portata di mano?!

L’allenamento di Korra è terminato per oggi: la giovane donna si lamenta della sua figuraccia ignobile, mentre Toph ride del fatto di essersi divertita un mondo, anche se avrebbe preferito che la sua avversaria fosse un po' più forte. Da giovane l’avrebbe sicuramente massacrata! Korra sbuffa non capendo perché non riesca a migliorare, si sente sempre in ritardo, lenta, appesantita… Toph commenta che tutto il metallo nel suo corpo non è certo d’aiuto. Questa è una novità: Korra pensava che Suyin avesse tolto tutto il veleno metallico, allora è quello il suo problema? Entusiasta e speranzosa, Korra chiede a Toph di poterlo rimuovere, irritando la leggendaria inventrice del dominio del metallo, perché è ovvio che ne sia capace.

Wu ammette che Mako ha ragione

Wu porta Mako nel centro commerciale “Little Ba Sing Se”, finché il nobile nota con rabbia un baracchino che vende articoli fan di Kuvira. Ma quando si avvicina tutto incavolato si presenta come Re Wu, attirandosi le ire dei passanti e dei fan di Kuvira, spronando Mako a passare alla fuga immediata. I due raggiungono il piano più alto del centro commerciale che è una copia del palazzo reale del trono. Entusiasta come un bambino, Wu corre verso la replica del trono e ruba scettro, corona e mantello da un bambino lì seduto per il suo compleanno per sedersi almeno una volta sul trono come il re. Quando il nobile inizia a piangere dalla frustrazione, Mako gli chiede che, se fosse al posto del popolo, vorrebbe veramente qualcuno come lui come sovrano? Uno che non ha mai lavorato per il popolo? Prima di riuscire a scusarsi, Wu gli dà pienamente ragione, nessuno gli ha mai detto cose del genere, ma l’arrivo dei fan di Kuvira porta alla fine della discussione.

Rimuovere il veleno non è indolore...

Toph si prepara a tirare fuori i residui del veleno e indica a Korra di sdraiarsi e di rilassarsi, ma la giovane donna è rigida come il tronco di un albero. Appena inizia la procedura, l’Avatar si contorce dal dolore, attirandosi l’ennesima sgridata dalla donna cieca che l’accusa di star resistendo al trattamento. Korra la incita a ritentare, ma al successivo tentativo al dolore si aggiungono visioni del combattimento contro Zaheer e la sensazione di soffocare, spingendo Toph a terminare la procedura prematuramente e ordinandole di tirarselo fuori da sola. Inoltre accusa Korra di volersi tenere dentro il veleno, teorizzando magari di avere una scusa per non migliorare e non essere più l’Avatar e ferirsi di nuovo. La donna del Sud se la prende indignata, ma non riesce a ribattere nulla a questa accusa, così Toph nota che se vuole allontanarsi da tutti, ha scelto la palude migliore del mondo.

Tenzin manda i suoi figli in missione

All'Isola del Tempio dell’Aria, Tenzin ordina a Jinora, Ikki e Meelo di andare a cercare Korra per riportarla a casa, ora che un conflitto sembra inevitabile. Meelo è sicuro di essere pronto alla missione, ma dubita che lo stesso valga per le sua sorelle, facendole ovviamente arrabbiare.

Cosa sta costruendo Varrick?

Intano Varrick e Zhu Li, sotto la supervisione severa di Kuvira, iniziano un esperimento che coinvolge una liana spirituale in una sorta di capsula e annuncia che sarà il cambiamento più grande della storia.

>>> episodio successivo

Personaggi apparsi[]

Wu

Mako

Bolin

Kuvira

Suyin

Eska

Desna

Varrick

Zhu Li

Korra

Toph

Bataar Jr.

Raiko

Tenzin

Jinora

Ikki

Meelo

Trivia e note[]

  • Sulla bandiera del centro commerciale si legge "小永固", ovvero "Piccolo Ba Sing Se" , e gli ideogrammi di Ba Sing Se si traducono in "perennemente forte"
  • Come visto in "L'Ultimatum" i saccheggiatori hanno rubato quasi tutti i tesori reali, tra cui anche la corona e lo scettro
  • Eska nota che per lei non ci sia differenza tra "capo" e "fidanzata", un ricordo di come aveva trattato Bolin
  • Si scopre che da tre anni Korra porta con sé ancora tracce del veleno metallico senza mai essersene accorta
  • Toph si lamenta del fatto che le sue figlie non abbiano mai imparato bene il dominio del metallo, nonostante loro siano tra i migliori dominatori del metallo al mondo
  • Toph riesce a "vedere" tutto il mondo tramite le liane spirituali, un concetto introdotto già da Huu in "La palude".
  • Quando Toph cerca di estrarre il veleno da Korra, questa all'inizio porta le scarpe, poi è scalza
  • Nella copia del palazzo reale c'è una statua di plastica dell'orso Bosco
  • La scena dove Toph strappa via una sanguisuga dal gomito di Korra ricorda molto la scena in "La palude", quando una sanguisuga si attacca al gomito di Sokka.
  • Il "Regno della Terra" viene sostituto dall'Impero della Terra.
  • Vediamo per la prima volta la Signora del Fuoco, Izumi, figlia di Zuko e madre di Iroh II.
  • Nella scenografia iniziale doveva esserci anche l'incontro tra Suyin e i governanti, ma venne tagliato
  • Bolin compara Kuvira a Korra: in effetti i creatori le hanno fatte molto simili in statura e carattere, un fatto che viene ripreso anche più tardi
Advertisement