Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Lei è la secondogenita di Avatar Aang e Katara, sorella di Bumi e Tenzin. Ha preso il dominio dell'acqua di sua madre e è stata battezzata in onore alla sua nonna materna, per cui ogni tanto si usa "Kya II" per differenziarle. Come sua madre è un'abile guaritrice e dominatrice dell'acqua.

Di carattere molto solare e selvaggio, ha preferito viaggiare per il mondo per diventare una guaritrice di fama per poi ritornare alla Tribù dell'Acqua del Sud da sua madre. Ama moltissimo i suoi nipoti e li visita spesso, anche se sembra che Tenzin abbia ancora paura di lei, dato che da bambini lo aveva spesso preso in giro. Kya ha lunghi cappelli ormai grigi e si veste di indumenti tradizionali con un tocco di modernità. Anche lei era stata invidiosa delle attenzioni di suo padre per Tenzin, ma non lo ha mai detto apertamente, solo tramite battute e occasionali battibecchi. La sua famiglia sa che è omosessuale e ha il loro pieno supporto, lei aiuta Asami e Korra nei primi passi della loro relazione.

Storia[]

Infanzia[]

La famiglia di Aang

Da bambina lei e il suo fratello maggiore Bumi erano stati molto casinisti e combina-guai, che si divertivano a prendere in giro il loro fratellino più calmo e riservato Tenzin. Nonostante ciò tra di loro la relazione rimase sempre stabile e amichevole, ma i due si alienarono con loro padre, Avatar Aang, sia per le sue responsabilità che la sua preoccupazione di preservare la cultura dei Nomadi dell’Aria. E dato che Tenzin si era rivelato l’unico dominatore dell’aria tre i tre fratelli, si concentrò maggiormente su di lui e la sua educazione.

Anche a Kya venne insegnata la cultura dei Nomadi dell’Aria, ma col passare del tempo sviluppò una certa antipatia verso essa, dato che cozzava con la sua natura da dominatrice dell’acqua, ereditata dalla madre Katara. Infatti si sentì più legata a lei che le insegnava sia l’arte del dominio dell’acqua che la guarigione, fino a raggiungere livelli eccezionali.

Crescendo, Kya scopri che era si sentiva attratta da donne, quando lo rivelò alla sua famiglia si rivelarono molto supportativi, specialmente Aang, che era stato educato di rispettare tutte le relazioni romantiche. Da maggiorenne decise di viaggiare per il mondo, cosa Tenzin descrisse come “per trovare sé stessa”, ma tornò alla Tribù dell’Acqua del Sud dopo la morte del padre nell'anno 153 DG per consolare la madre in lutto, dato che i suoi fratelli erano occupati con le rispettive mansioni.

171 DG[]

Riunione con la famiglia[]

Kya e Bumi prendono in giro Tenzin

Nell'anno 171 DG, Kya visitò il festival degli Spiriti dei Ghiacciai a casa sua, aspettando insieme a Katara l’arrivo dei suoi fratelli e nipoti al porto. Jinora la abbracciò felice, affermando che le mancava tanto, alla quale Kya rispose che Tenzin non visitava il Sud abbastanza. Quando salutò il suo fratellino, face leva in modo amichevole sulla sua paura di lei come la ragione perle scarse visite, ma Tenzin rispose che non aveva paura di lei- almeno non più.  

Più tardi si unì al banchetto in onore del capotribù Unalaq, sedendosi accanto alla sua famiglia vicino a Tenzin. Durante il banchetto faceva finta di aiutare Tenzin che era diventato nuovamente vittima dei commenti derogativi di Bumi, ma usò il momento per ridere che Tenzin era sempre stato molto sensibile, facendo girare il coltello nella piaga.

I due fratelli si uniscono alle vacanze

Quella notte Kya fu svegliata insieme agli altri dall'attacco di uno spirito oscuro, ma al suo arrivo era già stato calmato e purificato da Unalaq. Osservò preoccupata come Korra licenziò Tenzin come il suo maestro spirituale, dato che aveva deciso di seguire Unalaq, ma almeno lo ringraziò per i suoi insegnamenti finora dati.

La mattina seguente Kya, Bumi e Katara andarono a visitare Tenzin che si stava preparando per la vacanza per il Tempio dell’Aria del Sud con la sua famiglia. Su insistenza della madre, che lo ricordò che anche i suoi fratelli facevano parte della famiglia, lei e Bumi finirono di seguirlo, lei espresse la sua gioia di vedere finalmente questo fantomatico “Tenzin vacanziere”.

Problemi in famiglia[]

Kya e Bumi si sentono bistrattai

Arrivati al Tempio dell’Aria meridionale, Kya e Bumi non vennero trattati con lo stesso rispetto di Tenzin e la sua famiglia, un serviente pensava persino che erano servi del dominatore dell’aria e si meravigliò della notizia che Avatar Aang aveva avuto altri figli. Abbastanza scocciati da questa uscita, i due si scusarono in modo sarcastico di non essere dominatori dell’aria.

Kya usò il tempo di permanenza al tempio per rilassarsi e spassarsela con la famiglia, anche se una volta si lamentò del fatto che Bumi andava in giro mezzo nudo. Ma quando Tenzin iniziò a raccontare dei bei tempi passati durante le vacanze che avevano fatto con papà, dovette ricordargli che lei e Bumi non avevano mai partecipato a queste fantomatiche vacanze. La discussione si spostò altrove, quando arrivarono Jinora e Meelo, Kya rise quando Meelo chiese se nella pancia sporgente di Bumi ci fosse un bambino. Quando scoprirono che Ikki era scappata via, la dominatrice dell’acqua suggerì di andarla a cercare insieme ai fratelli.

Che visione orrenda!

Arrivò il tramonto, ma il trio non aveva ancora trovato la bambina dispersa. Quando Tenzin iniziò a pensare che era stata forse colpa sua, Kya gli diede ragione, spiegando che era stato troppo impegnato con le sue responsabilità a Città della Repubblica per ricordarsi di spendere più tempo con i suoi figli, esattamente come Aang. Criticò Tenzin per aver avuto la costante impressione che la loro infanzia fosse stata solo rose e fiori, ma per lei e Bumi non era stata così. Quando l’ex-consigliere cercò di cambiare argomento, Kya e Bumi lo derisero per la sua “classica tattica da dominatore dell’aria” di evitare conflitti quando la questione si faceva dura.

I nodi vengono al pettine


Continuarono la ricerca anche dopo il calare della notte, Bumi intrattenne il gruppo con le sue storielle sulle sue missioni di salvataggio nella flotta marina, istigando la frustrazione e rabbia dal fratellino. Quando i due maschi iniziavano a litigare, Kya si allontanò per lasciarli fare, scoprendo le prime tracce della nipote che portavano giù per una cascata.  Kya e Tenzin stavano per seguire la traccia, mentre Bumi suggerì di usare la strada diretta per la cascata per essere più veloce.  La donna si oppose a questo suggerimento dopo un momento di tentennamento, dato che di notte le pietre erano scivolose e una caduta potrebbe essere pericolosa. Ma l’ex-marinaio non volle saperne, ridendo che se lui, un non-dominatore, ce la faceva, per due dominatori dovrebbe essere uno spasso. Convinti e preso dal divertimento, i due lo seguirono alla lettera scendendo tramite i loro poteri, arrivando molto prima di Bumi.  Per prenderlo in giro, che stava faticando a scendere per le rocce, Kya gridò che aveva avuto ragione, era stata molto più veloce, ma finì per preoccuparsi quando il comandante in pensione alla fine scivolò e cadde nell'acqua della cascata.

litigi continui

Kya iniziò a curare il fratellone ferito, ma finì ben presto in un litigio per dei suoi commenti infantili sui poteri di dominio, sgridandolo per la sua testardaggine di non voler accettare che c’erano cose che un non-dominatore come lui non sarà mai capace di fare. Alla riposta sbuffata, la donna smise di curarlo, facendogli cadere l’acqua rimasta in testa, augurandoli buona fortuna a curarsi da solo con i suoi poteri da non-dominatore.

Kya consola Bumi

Ora ci si metteva anche Tenzin che affermò di essere sempre stato il più responsabile di loro tre, facendola arrabbiare. Ribatté che era stata lei a lasciare la sua vita per occuparsi della madre in lutto dopo la morte di papà, ma Tenzin minimizzò tutto con l’affermazione che lei aveva girato il mondo abbastanza prima di questo, aggiungendo che era ora che si calmasse. Il litigio si intensificò e tornò al nodo, che era il fatto che loro padre aveva sempre privilegiato Tenzin affinché portasse avanti la cultura della eredità di Aang, ignorando spesso loro due. Irritata, Kya concluse che venire a questa vacanza era stato un errore, sentimento che Bumi assecondi. I due decisero di tornare al tempio per aspettare il ritorno di Ikki, mentre Tenzin continuò la sua ricerca da solo.

I tre guardano una foto di famiglia

La mattina seguente Kya sorprese Bumi che stava guardando la statua di loro padre con aria triste. Sentendo la sua domanda senza risposta di suo fratello, se papà sarebbe stato fiero di lui, lo abbracciò, assicurandolo che lo sarebbe stato sicuramente.

Dopo il ritorno di Tenzin con Ikki, il dominatore dell’aria si scusò con loro per il suo comportamento, Kya e Bumi replicarono le scuse per aver scaricato le loro frustrazioni su di lui. Dato che lei credeva che i due fratelli avrebbero apprezzato di vedere la foto che loro madre le aveva dato dietro prima della loro partenza dal Sud, la tirò fuori e il trio la guardò con gioia.

Qualche giorno più tardi Kya divenne testimone dello show di lemuri volenti orchestrato e diretto da Meelo.  

Missione Mondo Spirituale[]

Il gruppo ascolta Korra

Dopo essere arrivata con gli altri al Tempio dell’Aria dell’Est, Kya stava discutendo con suo fratello maggiore su una delle sue storielle, dove affermava di aver battuto un dominatore della terra in una gara di lanci di pietre, chiamandolo un bugiardo. La loro discussione venne interrotta dall'annuncio del programma odierno da parte di Tenzin, ma prima di potersi avviare, la gita venne fermata dall'arrivo inaspettato e benvenuto di Korra. Come gli altri, la rivelazione degli eventi che si erano persi nel frattempo la scioccò molto.

Kya imbronciata per le accuse di Tenzin

Quando divenne chiaro che Korra doveva al più presto riuscire a raggiungere il Mondo Spirituale, Kya accompagnò Tenzin, Korra, Bumi, Jinora, Ikki, e Meelo per diverse tappe, dove i primi due tentarono di oltrepassare. Dopo il fallimento del primo tentativo con l’aiuto di una campana e un corno si spostarono a una località diversa, dove a Kya venne ordinato di accendere dell’incenso. Ancora una volta fallirono, stavolta Tenzin diede la colpa al fumo dell’incenso che gli stava irritando gli occhi e si lamentò con sua sorella per aver sbagliato. La donna non stette zitta e si difese che aveva seguito le sue istruzioni alla lettera. Mentre si spostavano verso il prossimo sito di meditazione, Kya notò come Jinora stava per inseguire qualcosa, ma quando le chiese cose stesse facendo, la ragazzina la ignorò, aumentando i suoi sospetti.

Kya consola Jinora

Quando Kya tornò al tempio, ascoltò scocciata la rivelazione di suo fratello che non era mai stato capace di raggiungere il Mondo Spirituale finora. Korra reagì nervosa, ribadendo l’urgenza con la quale doveva riuscirci, così Kya si fidò del suo istinto e spinse Jinora a rivelare il suo segreto, ovvero che era capace di comunicare con gli spiriti. Quando gli spiriti apparirono su richiesta della bambina, Kya corresse suo fratello che affermava che Jinora era troppo giovane per essere un’esperta di faccende spirituali.

Mentre Lei, Bumi, Tenzin, Jinora e Korra stavano seguendo il gruppo di spiriti fino a un cerchio di meditazione antico, Kya calmò e consolò la bambina che era preoccupata che suo padre fosse arrabbiato con lei, spiegando che non era arrabbiato, era solo ferito nell'orgoglio. Dopodiché seguì la conversazione tra le due ragazze sul primo Avatar Wan.

Vegono attaccato da spiriti oscuri

Dopo l’arrivo al cerchio abbandonato, Kya osservò come Tenzin eseguì una cerimonia di purificazione, che però attirò uno sciame di spiriti oscuri che li attaccarono. Protesse Jinora con il suo corpo finché Korra non usò la tecnica di dominio spirituale di Unalaq per calmarli, impressionandola molto. La seguente riconciliazione tra Korra e Tenzin la commosse fino alle lacrime.

Kaya rimase il resto del giorno ad aspettare mentre Tenzin e Korra tentarono di raggiungere il Mondo Spirituale tramite la meditazione. Quando divenne chiaro che non avrebbe funzionato, avvertì suo fratello che dovrebbe smetterla di essere così testardo, era evidente che non era pronto di guidare l’Avatar. Dovrebbe lasciare che Jinora compì il suo destino di essere la guida di Korra, anche se non gli piaceva l’idea. Mentre Jinora e Korra finalmente raggiunsero la loro meta, i tre fratelli rimasero lì a proteggere i loro corpi fino al loro ritorno.

i tre fratelli rimangono di guardia

Mentre aspettarono intorno a un fuoco da campeggio, Kya tentò di consolare il suo fratellino che era molto preoccupato per sua figlia, ricordandolo che Jinora era molto intelligente e possedeva una forte connessione con gli spiriti. Bumi se la prese per il commento che nel Mondo Spirituale i dominatori erano senza potere e quindi indifesi; Kya s’intromise, affermando che con lui era diverso per via del suo essere positivo. Tenzin li offrì di riposarsi, sarà lui a fare la prima guardia, ma prima di sdraiarsi, Kya lo ricordò che doveva solo svegliarli se ci fosse bisogno.

La mattina seguente Kya venne svegliata bruscamente dall'improvviso ritorno di Korra nel suo corpo, senza Jinora. Il gruppo tornò al tempio dell’aria per consegnare il corpo della bambina a Pema per poi viaggiare a Città della Repubblica. Kya era presente all’arresto di Varrick e rilascio di Mako dalla prigione.

Viaggio al Portale del Sud[]

Kya tratta Jinora

Più tardi Kya accompagnò gli altri sul loro viaggio verso la Tribù del Sud sulla nave da guerra di Varrick. Durante il viaggio l’esperta guaritrice usò la sua abilità per mantenere stabile il corpo senza anima di Jinora. Tra una sessione e l’altra si uni agli altri sul ponte, ma venne sorpresa dalla insolita aggressività di suo fratello Tenzin che era ansioso di salvare sua figlia.

Dopo aver sentito delle difficoltà dei ribelli del Sud, seppero della loro sconfitta al complesso del Loto Bianco. Kya consegnò Jinora alle cure di sua madre Katara sospirando che, nonostante tutti gli sforzi per mantenerla in vita in questi giorni, ormai era a corto di idee. Doveva affidarsi alle abilità della madre, sapendo che non poteva più fare nulla per impedire la degenerazione del suo corpo. Nel frattempo Kya si unì alla discussione su come oltrepassare il blocco introno al portale del Sud, assecondando l’idea di Asami di usare un aereo per creare un diversivo per permettere agli altri di passare il portale su Oogi.

Kya tra i prigionieri di Unalaq

Mentre Asami, Mako e Bolin attaccarono la base militare, lei, Bumi, Tenzin e Korra aspettarono il momento giusto, ma dovettero riconoscere che gli spiriti oscuri stavano aiutando Unalaq e li attaccavano con ferocia. Tentarono di respingerli, ma le entità nemiche erano troppi, alla fine vennero atterrati e catturati, fatta eccezione di Bumi.

Kya e gli altri vennero incatenati e portati nella tenda dei prigionieri, dove Unalaq li complimentò per essersi assicurati dei posti in prima fila per osservare la nascita di un nuovo mondo sotto alla sua guida come Avatar Oscuro. Dopo il saluto del capotribù Kya tentò di spargere ottimismo, ricordando a tutti che Bumi non era stato catturato; le sue parole si rivelarono profetiche quando lui e Naga riuscirono a liberarli poco dopo. Mentre Asami riportò Tonraq indietro al complesso del Loto Bianco, Kya, Bumi e Tenzin accompagnarono gli altri nel Mondo Spirituale.

Alla ricerca di Jinora[]

i tre fratelli cercano Jinora

I tre fratelli si divisero dagli altri per cercare lo spirito di Jinora, ma il Mondo degli Spiriti si rivelò immenso e insidioso. Bumi propose di fidarsi delle sue abilità di segugio, ma Kya notò che non sapeva neanche se spiriti lasciavano delle impronte. Lei stessa tentò di meditare per percepire l’energia della bambina, indicando un punto alla sua sinistra, affermando che sentiva una presenza da quella parte. Bumi ribadì che era ovvio, si trovavano nel mondo spirituale, erano circondati da energie! Stufandosi delle lamentele, Tenzin decise di rivolgersi a luna guida spirituale, ma lo spirito ragno-scorpione che aveva scelto li cacciò via.

Non era quello che si aspettava...

Dopo essere precipitati giù per un dirupo, i tre si erano persi per davvero e stavano vagano in giro per poi imbattersi nello spirito di Iroh che non avevano visto da quarant’anni. Dopo avergli spiegato il loro problema, il saggio gli diede un consiglio molto criptico, ma che Tenzin capì come indizio su come trovare Jinora. Il dominatore dell’aria li riportò dallo spirito ragno-scorpione di prima e lo provocò finché li attaccò e li catturò per trascinarli verso la Nebbia delle Anime Perdute. Vedendo la nebbia, Kya chiese confusa cosa fosse, dato che da quello che aveva capito lo spirito li stava portando a una prigione, alla quale Tenzin spiegò che infatti lo era.

Tenzin cerca di calmare Kya e Bumi

Mentre stavano vagano per la nebbia, Tenzin li avvertì di rimanere all’erta per impedire che la nebbia- in realtà uno spirito senza forma- li faccia impazzire. Nel momento in cui Kya si chiese su quanto tempo una persona poteva restare intrappolato qua, dal nulla sbucò l’ammiraglio Zhao che scambiò Tenzin per Aang e lo minacciò, costringendo i suoi fratelli a spingerlo via a scappare.

Per evitare di perdersi, i tre fratelli si legarono un altro, ma pian pianino finirono sotto l’influenza della nebbia. Bumi si convinse sempre di più di essere circondato da cannibali, mentre Kya si dimenticò di avere una famiglia, tutti e due si slegarono e corsero via in panico. Quando Tenzin era stato in grado di accettare i suoi difetti e dubbi, fu capace di disperdere la nebbia per lui, trovando sia Jinora che i suoi fratelli. Dopo averli guidati fuori dalla prigione, Kya e Bumi si ripresero dalla trance e si svegliarono. L’allegra riunione venne interrotta da Jinora che percepì la distruzione di Raava e li affidò uno spirito farfalla che li guiderà fuori dal mondo degli spiriti per poi scomparire.

Convergenza Armonica[]

Kya spinge Tenzin ad aiutare Korra

Kya e i suoi fratelli trovarono la strada per tornare nel mondo materiale attraverso il Portale del Sud, dove trovarono nella neve Korra, Mako e Bolin privi di sensi. Per curarli, Kya propose di riportarli nel Mondo Spirituale per usare l’acqua spirituale presente in abbondanza intorno ai portali. Dopo essersi ripresa, Korra si lamentò piangendo per il suo fallimento di non essere riuscita a fermare la fusione di Unalaq e Vaatu e di proteggere Raava, ormai distrutta. Kya incoraggiò Tenzin ad aiutare la giovane donna disperata, che risultò in seguito alla manifestazione dello spirito di Korra in una proiezione astrale gigantesca azzurra.

Kya difende Korra

Ma con questo Korra lasciò il suo corpo indifeso, cosa che spinse Kya e gli altri a doverla difendere contro gli attacchi sempre più massicci dei spiriti oscuri che si erano radunati intorno all’Albero del Tempo. Nonostante l’aiuto di Eska e Desna, il gruppo si ritrovò ben presto in svantaggio e dovette ritirarsi nell’apertura dell’albero. Un attimo prima di essere sconfitti, vennero salvati dal ritorno dello spirito di Korra che purificò gli spiriti oscuri. Kya poi osservò affascinata come Korra e Raava si fusero di nuovo, ricreando lo spirito dell’Avatar.

La famiglia di Tenzin ascolta il discorso di Korra

Una volta tornata del Mondo Materiale, Kya si mise in posa sul palcoscenico accanto a sua madre per osservare l’annuncio di Korra dell’indipendenza della Tribù dell’Acqua del Sud e la elezione di Tonraq come capotribù, per di più la rivelazione che l’Avatar aveva in mente di lasciare aperti i portali per permettere ai due mondi di interagire, dando inizio a una nuova era.

Gli effetti della Convergenza Armonica[]

Scioccata di questo sviluppo

Due settimane dopo Kya stava aiutando Pema a prendersi cura di suo nipote Rohan sull’Isola del Tempio dell’Aria, quando sentì chiamare Ikki di suo padre agitata. Quando sentì raccontare Bumi la sua storia e che era riuscito a dominare l’aria all'improvviso, la donna sospirò e tornò in casa esasperata. Partecipò alla cena in famiglia, durante al quale si irritò dei continui tentativi di suo fratello a ripetere il suo fantomatico gesto a tavola, culminando nella sgridata frustrata quando lui affermò di aver mosso il tovagliolo sul quale aveva soltanto soffiato. Ma la sua irritazione si tramutò in sbalordimento e shock quando qualche secondo dopo Bumi dominò veramente l’aria per difendersi da un piatto che Meelo gli aveva lanciato addosso.

Kya afferma di aver notato qualcosa di diverso

Kya osservò Bumi che il giorno successivo tentò nuovamente di usare il suo potere a comando, ma invano. Mentre Tenzin, Ikki e Korra stavano discutendo varie spiegazioni per questo fenomeno, Kya ammise che si era accorto di un cambiamento nell'aura di Bumi già dalla Convergenza Armonica, ma se la prese quando questo sbuffò arrabbiato che poteva anche dirlo prima.

La donna rimase sull’isola mentre Korra, Tenzin e Bolin andarono al ponte Kyoshi per aiutare la polizia a calmare Daw, un altro nuovo dominatore dell’aria che era scappato in preda al panico.

Che insolita dimostrazione di amore...

Dopo aver ricevuto varie testimonianze della comparsa di altri nuovi dominatori dell’aria in giro per il Regno della Terra, Kya osservò come l’aeronave di Asami atterrò sull’isola per accogliere la squadra Avatar, Tenzin, Bumi e Jinora per il loro viaggio fino a Ba Sing Se.  Annunciò che sarebbe rimasta sull'isola per aiutare Pema e prese in braccio il piccolo Rohan, chiedendogli se era felice di passare il tempo con al sua zia. Il modo, con il quale lo fece sussultare gentilmente, però lo fece vomitare addosso a lei e Kya, disgustata, usò il dominio dell’acqua per ripulirsi il vestito. Reagii leggermente seccata dal commento spiritoso e divertito di Pema che era segno che gli piaceva.

Quando Ikki e Meelo si lamentarono dell’ingiustizia che Jinora poteva andare a Ba Sing Se con gli adulti e loro no, Kya li calmò dicendo che aveva bisogno di loro qua per accogliere eventuali nuovi dominatori dell’aria e guidarli per il loro cammino, era un compito molto importante. Alla partenza dell’aeronave salutò i suoi amici e famigliari e si preparò per ricevere i nuovi dominatori dell’aria presenti a Città della Repubblica.

Smascheramento di Zaheer[]

Kya comunica il messaggio di Tenzin

Qualche giorno dopo lei stava parlando con Pema, quando Ikki e Meelo entrarono nella mensa per un giro di presentazione per Daw e i nuovi dominatori dell’aria venuti al tempio. Alzarono lo sguardo quando sentirono Meelo annunciare l’arrivo di un altro, un certo Yorru.

Nell'imbrunire, Ikki e Meelo stavano allenando i nuovi dominatori dell’aria nei pressi dei cancelli roteanti, Kya annunciò una comunicazione da parte di Tenzin di raggiungerlo al Tempio dell’Aria Settentrionale il giorno prossimo per iniziare formalmente il loro allenamento. La donna rimase confusa dalla domanda di Yorru sulla presenza dell’Avatar al tempio e ripose che non ci sarà, dato che Korra e Tenzin si erano divisi.

Kya riconosce Zaheer

Dopo il calo della notte, Kya sentì Ikki parlare con Yorru nello studio di Tenzin e spinse sua nipote a andare a dormire prima di interrogare lo straniero sospetto, notando che per un novellino possedeva una conoscenza e un’abilità sorprendente. Quando chiese della sua origine e ricevette la sua riposta vaga, Kya ebbe l’illuminazione che Yorru era nient’altro che Zaheer e proseguì ad attaccarlo all'istante. Il suo attacco tramite proiettili di ghiaccio venne bloccato dal nemico che rubò il bastone aliante di Tenzin e tentò di scappare.

Kya combatte contro Zaheer

Kya lo inseguì e riuscì a farlo precipitare gridando aiuto per poi tentare di imprigionarlo nel ghiaccio, ma senza successo. Kya tentò di travolgerlo con un’onda, ma Zaheer riuscì a colpirla don un colpo d’aria e scaraventarla via. La donna a terra venne salvata da due guardie del loto Bianco dominatori del fuoco, ma anche questi vennero presto sconfitti; quando Kya si riprese, tentò un’ultima offensiva con un trapano di ghiaccio, ma anche stavolta il dominatore dell’aria evitò l’attacco e la colpì con potenza per poi scappare nel buio della notte.

Kya ride dei nomi strani dei guru

Il giorno successivo Kya accompagnò Pema, Ikki, Meelo, Rohan e i nuovi dominatori dell’aria al Tempio dell’Aria Settentrionale. Appena dopo essere atterrata, informò suo fratello del suo scontro con Zaheer che era riuscito a scappare con il medaglione del guru Laghima. Quando la donna ebbe difficoltà nel pronunciare quel nome correttamente, Tenzin le aiutò prontamente, così Kya notò che non era mai stata in grado di ricordarsi i nomi di tutti questi guru e chiese ridendo se Tenzin si ricordava della storia “noiossisima" storia di quel "tizio che non mangiava mai".

L'agguato del Loto Rosso[]

Alcuni giorni dopo, Kya stava meditando con Opal e altri dominatori dell’aria femminili quando Bumi irruppe nella stanza esclamando che Zaheer era arrivato al tempio e che dovevano evacuare immediatamente. Ma prima che potessero raggiungere le stalle, Kya e gli altri vennero bloccati da Ming-Hua che aveva catturata Opal e li minacciava di ucciderla in caso di mancata collaborazione.

Kya si prepara al combattimento

Dopo essere stata riunita nel cortile del tempio con tutti gli altri, Kya tenne in braccio la terrorizzata Opal, mentre Zaheer li informò che voleva tenerli come ostaggi per costringere Avatar Korra ad arrendersi a loro e se collaboravano, non li avrebbe fatto male. Ma dopo che Tenzin aveva scaraventato via il capo del Loto Rosso, Ming-Hua e Ghazan, chiese a Kya di combattere al fianco dei suoi fratelli per tentare di guadagnare tempo agli altri per scappare del tempio. Dominando l’acqua di una fontana vicina, Kya si preparò ad affrontare Ming-Hua.

Ming-Hua è troppo per lei

Le due maestre del dominio dell’acqua si duellarono senza pietà, cambiando velocemente tra evasione, difesa e contrattacco. Kya riuscì a spezzare la lama di ghiaccio della sua avversaria e di rilanciarla indietro, ma la dominatrice senza braccia la afferrò e la lanciò nuovamente con altri due, con i quali fece volare Kya contro un muro. Ma quando Ming-Hua cercò di chiudere la partita, Kya prese brevemente il sopravvento usando tutta l’acqua presente per spingerla oltre il balcone del tempio a strapiombo. Ma questa vittoria non durò molto, dato che Ming-Hua usò l’acqua dell’attacco per creare sei braccia di acqua anziché i suoi normali due. Questa potenza era troppo per la figlia di Katara e venne spinta indietro nel tempio, dove finì spalla a spalla con Bumi che stava anche lui ansimando profondamente.

Kya salvata da Bumi

Nonostante la nuova collaborazione, i due fratelli vennero spinti sul balcone da una pioggia di attacchi combinati tra acqua e terra e alla fine vennero catapultata oltre la ringhiera. Kya venne salvata dal precipitare nel vuoto da Bumi che usò il suo dominio dell’aria per afferrare la sua mano e spingersi indietro abbastanza vicino alla roccia della montagna per trovare un appiglio. Ma quest’azione li portò direttamente nella linea di attacco di P’Li che si preparò subito a colpirli con il suo raggio di combustione. Realizzando il pericolo mortale, Kya urlò a suo fratello di lasciarla cadere, dato che la caduta era meno pericolosa che essere colpita. Bumi si lasciò cadere e i due fratelli fecero una caduta rovinosa attraverso pietre, alberi e rocce per finire su uno dei sentieri che salivano la montagna, feriti e incoscienti, ma vivi.

La caduta era stata terribile

I due feriti vennero trovati dal Loto Rosso e portati insieme agli altri in una caverna alcuni chilometri dal tempio, dove vennero incatenati a terra. Le ferite erano abbastanza gravi da impedirle di muoversi e di pensare ad aiutare gli altri, per cui dovevano attendere di essere salvati. Questo avvenne con l’aiuto del team Avatar, Kya doveva essere sostenuta da Otaku e un’altra dominatrice dell’aria per poter uscire dalla caverna, all’uscio venne lasciata su una rocca per poter seguire la battaglia aerea tra Korra e Zaheer. Dopo aver visto come il capo del Loto Rosso era stato catturato, seguì ansiosa come Suyin estrae il veleno dal corpo dell’Avatar, salvandole la vita.

Kya saluta Avatar Korra

Kya tornò a Città della Repubblica insieme agli altri dove ricevette le cure necessarie. Appena rimettendosi in sesto abbastanza per poter lavorare, tentò di guarire Korra, ma senza grande successo. Due settimane più tardi, nonostante doveva ancora camminare usando una stampella, Kya era presente alla cerimonia di nomina di maestra di Jinora.

Il giorno seguente Kya, ora senza l’ausilio della stampella, aspettò con Tonraq, Senna e Naga accanto alla nave che stava per partire per il polo sud, in attesa che Korra salutò i suoi amici. Dopo salì sulla nave con la famiglia di Korra e osservò in silenzio come il gruppo a terra li salutò.

174 DG[]

Aiutare i profughi di Città della Repubblica[]

In seguito alla invasione fallita di Kuvira della Repubblica Unita, Kya si unì alla Nazione dell’Aria che stava aiutando nei campi temporanei dei profughi della città, lavorando come guaritrice.  Come tale era presente al ritorno di Korra e Asami dalla loro vacanza nel Mondo Spirituale e li salutò con grande gioia. Dato che stava spesso parlando con le persone evacuate, Kya aveva realizzato il loro stato d’animo precoce e suggerì a Tenzin di mandare Korra, che la popolazione ora vide come la salvatrice della città, a parlargli per sollevare il morale. Rimase sorpresa del fatto che Asami aveva rifiutato l’offerta dell’Avatar di essere presente durante il duo discorso per lavorare invece con Zhu Li. Quando vide come il ritorno di Korra poco dopo aveva sollevato istantaneamente il morale della presidentessa di Industrie del Futuro e le due donne iniziarono subito a collaborare a trovare una strategia per costruire nuove case, Kya condivise l’osservazione di Tenzin che erano un buon team. Mentre osservò Korra e Asami, non poté nascondere un sorriso sapiente.

Kya ha già capito...

Quella sera Kya trovò le due donne al gazebo dell’Isola del Tempio dell’Aria a guardare il tramonto e notò che erano una bellissima coppia. Alla loro reazione scioccata spiegò che aveva avuto i suoi sospetti già quando Tenzin le aveva detto che erano andate a fare una vacanza insieme, dato che si ricordava la sua fuga romantica con la sua prima fidanzata. Sorpresi da questa rivelazione, Korra notò che non aveva mai intuito nulla delle sue preferenze amorose, così Kya spiegò che lo sapevano solo la sua famiglia e amici più stretti, ma non aveva mai avuto il desiderio di condividere questa parte di sé stessa con il mondo.

Fa i complimenti alla nuova coppia

Proseguì col chiedere se lo avevano già detto a qualcuno e apprese che Korra lo aveva rivelato solo ai suoi genitori che, nonostante fossero stati molto comprensivi, avevano paura delle reazioni del resto del mondo. La reazione tentennante di Tonraq e Senna non sorprese Kya, che spiegò che le tradizioni delle Tribù dell’Acqua erano quelle di mantenere faccende familiari private, anche se nessuno le giudicherà per la loro relazione. Quando Korra volle sapere come aveva reagito Aang alla sua rivelazione di essere gay, Kya sorrise che non aveva mostrato altro che supporto, dato che la cultura dei nomadi dell’aria era sempre stata molto aperta in questo senso. Comunque le ricordò che ogni nazione aveva i suoi costumi a riguardo, per cui dovevano esserne consapevoli se dovessero decidere di rivelarsi al pubblico. Quando la loro conversazione venne interrotta dall'arrivo di Mako e Bolin, Kya lasciò i quattro amici da soli, non senza offrire il suo aiuto alle due donne se avevano bisogno di qualcuno.

Kya continuò ad aiutare nel campo dei profughi, come nella distribuzione di torte alle persone affamata in attesa di una nave con viveri, ma purtroppo le loro riserve si volsero presto al termine. In aggiunta fece turno anche nella tenda dei medici, dove venne trovata da Mako che, nonostante molteplici sessioni di guarigione, si lamentava che ancora non era in grado di dominare con il suo braccio sinistro.

Personalità[]

Kya possiede una mente libera e lascia-fare, ma sa essere anche seria e premurosa, si trova quindi a metà strada tra quella dei suoi fratelli. Ama scherzare e fare battute, anche a discapito delle persone, ma quando serve offre sempre una spalla su cui appoggiarsi. Persino sua madre l’ha definita come una bambina ostinata e tempestosa, ma con chi le sta a cuore si dimostra perspicace e attenta. Ma sembra che in passato abbia maltrattato Tenzin abbastanza da farsi odiare da lui. Nonostante possa preservare sempre i rimpianti passati, come quando era ancora arrabbiata con Tenzin per le attenzioni ricevuta dal padre, conserva sempre il suo spirito caloroso.

In tempi di crisi Kya tende a rimanere calma e distaccata, ma può diventare “imprevedibile come un torrente in tempesta”, specialmente con i suoi fratelli. Spesso e volentieri deve moderare litigi fra i due. Quando combatte fa letteralmente paura.

Si dimostra molto compassionevole con coppie omosessuali, anche se non pubblicizza la sua preferenza sessuale, difatti nemmeno Korra, che la conosce da sempre, ne era a conoscenza. Finora ha mantenuto segreto l’identità di qualsiasi relazione amorosa, per cui non si sa se ora sta insieme a qualcuno.

Abilità[]

Dominio dell'acqua[]

Kya é una dominatrice dell'acqua molto abile e potente, cosa ovvia se si considera che è stata addestrata da Katara, sua madre. Ha dimostrato un controllo molto fine del suo elemento, sia a riposo che in movimento, come quando é scesa attraverso una cascata. è anche un'abile combattente che usa diverse tecniche del dominio ed era stata capace anche di spezzare le lame di ghiaccio di Ming-Hua per rispedirla indietro al mittente. Padroneggia molte tecniche offensive, come la frusta acquatica o l'anello e getti d'acqua a pressione, inoltre sa difendersi anche usando limitate risorse d'acqua. La sua capacità si è rivelata abbastanza grande da potersi difendere per un periodo limitato dall'attacco combinato di Zaheer e Ming-Hua, anche se alla fine venne sconfitta.

Guarigione[]

Kya è anche una maestra della guarigione. Dopo aver imparato le basi da sua madre, le ha perfezionate durante i suoi viaggio per il mondo, conquistandosi una reputazione mondiale come guaritrice. La sua abilità è abbastanza grande da poter guarire anche senza il contatto diretto della sua acqua con il paziente oppure mantenere il corpo di Jinora stabile per quasi una settimana o guarire Mako, Korra e Bolin in contemporanea.

Altro[]

Anche senza il dominio Kya é una combattente abile e allenata, capace di evadere attacchi tramite salti e piroette. Il suo corpo è anche molto resistente, come dimostrato quando lei e Bumi caddero dal balcone del Tempio del Nord, finendo solo con qualche abrasione e costola rotta.

Nonostante sia una dominatrice dell'acqua, Kya ha anche imparato le tecniche di meditazione dei Nomadi dell'Aria da suo padre e s'intende anche di fatti sugli spiriti, come per esempio essere capace di percepire una presenza spirituale oppure notare cambiamento dell'aura di una persona.

Trivia[]

  • Kya (pronuncia: Kaia) é sta battezzata in onore della sua nonna materna.
  • Bryan Konietzko l'ha descritta come una sorta di "hippie".
  • Kya e Jinora sono molto amiche
  • Kya ha ereditato il colore della pelle della madre, essendo quindi l'unico figlio di Aang e Katara ad aver preso il colore delle pelle da uno di loro.
  • È la prima figlia dominatrice dell'acqua figlia di uno dell'aria.
  • La sua canzone preferita è "tunnel segreto"
  • In origine Kya era stata identificata come la primogenita di Aang e Katara, il ché é stato corretto in seguito.
  • Kya ha tentato di guarire Korra dopo il suo avvelenamento, ma non ha avuto molto successo.
  • Kya é uno dei pochi personaggi LGBTQIA+ dell'universo di Avatar, gli altri sono Korra, Asami, Aiwei, Kyoshi, Rangi e Zenko.
  • Tra i fan si è sviluppata l'idea fisse che Kya abbia avuto oppure sia in una relazione con Lin Beifong, anche se non è mai stato confermato o mostrato.

Advertisement