Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement



Korra (寇柆, Kòu Lā) è l’incarnazione attuale dello spirito dell’Avatar e il diretto successore dell'Avatar Aang. È nata e cresciuta nella Tribù dell’Acqua Meridionale, anche se per la maggior parte del tempo è stata reclusa nel complesso del Loto Bianco, dove ha imparato i domini dell’acqua, della terra e del fuoco. Caratterialmente è l’esatto opposto di Aang, sia nel pensare che nell'agire. A 17 anni, finalmente, lascia il Polo sud per arrivare di nascosto a Città della Repubblica per imparare dal maestro Tenzin il dominio dell’aria e migliorare la sua scarsissima padronanza del lato spirituale del dominio in generale. Con l’aiuto dello spirito di Aang impara anche il dominio dello spirito e la capacità di entrare nello stato Avatar di sua spontanea volontà, divenendo cosi un Avatar completo. Dopo la seconda Convergenza Armonica perde la connessione con le sue vite precedenti, diventando così l’ultimo Avatar del primo ciclo e il primo del secondo. Diventa bersaglio di Zaheer che vuole ucciderla portando a termine anche il ciclo Avatar, ma riesce a sopravvivere per il rotto della cuffia, ma la sua guarigione dura tre lunghi anni. Alla fine torna cambiata, più seria e umile, ma riesce a conquistarsi la sua indipendenza e diventa più forte.

Di aspetto è una donna tipica della sua tribù: carnagione scura, capelli lunghi castani e occhi azzurri. È dotata di un corpo ben allenato, molto muscoloso per una donna, frutto dei suoi duri allenamenti, e di cui va molto fiera. Generalmente si veste in modo semi-tradizionale ma pratico, usando colori blu e pellicce. Preferisce tenere le braccia libere, forse anche per mostrare i suoi muscoli, ma è anche vero che questo è tipico degli indumenti della sua tribù. A fine serie cambia acconciatura e brevemente anche abbigliamenti, ma rimane sempre fedele al suo stile, e inizia una relazione amorosa con Asami Sato.

Storia[]

Prima infanzia[]

la piccola Korra si presenta

Korra nacque come unica figlia di Tonraq e Senna della Tribù dell’Acqua Meridionale, successivamente alla morte dell'Avatar Aang avvenuta nell'anno 153 DG. Non si sa esattamente quando, ma tra i 4 e i 5 anni di età Korra scoprì di essere il nuovo Avatar, siccome dimostrò di poter dominare almeno due elementi. I suoi genitori avvertirono il Loto Bianco che era proprio alla ricerca della reincarnazione di Aang. Al loro arrivo un anno dopo, i tre uomini erano molto scettici, ma quando la piccola Korra dimostrò il suo dominio dell’acqua, della terra e del fuoco davanti ai loro occhi con così tanta grinta, la verità era innegabile. Katara, vedova di Aang, diventò la sua maestra per il dominio dell’acqua anche se il suo stile mite e fluido era in netto contrasto con il carattere selvaggio di Korra. Il Loto Bianco coordinò e controllò gli studi del nuovo Avatar.

Incontro con Naga (fumetto)[]

copertina del fumetto "Friends for life" (amici per la vita)

(questo paragrafo si riferisce al fumetto extra "Friends for Life")

Ancora bambina, Korra si stava allenando con Katara nel dominio dell’acqua, finendo inavvertitamente per travolgere l’anziana maestra con un cumulo di neve. Si scusò subito, ma suo padre interruppe la lezione, dato che stava per arrivare una tempesta di neve. Quando all'avvicinarsi della tempesta si udirono ululati di un branco di cani polari, Korra volle uscire per giocare con loro, ma i suoi genitori la fecero rientrare in casa per sicurezza. 

Ma non demorse; durante la notte, nonostante la bufera di neve in corso, Korra uscì di casa quatta quatta per andare a cercare il branco. Dopo un po' trovò un cucciolo tutto solo che era stato separato dal suo branco per colpa della tempesta di neve. La bambina riuscì a conquistarsi la sua fiducia con un pezzo di pesce e cercò di convincerlo a giocare con lei. Purtroppo così facendo Korra perse la direzione per tornare a casa, smarrendosi anche lei. Per ripararsi dalla tempesta, il piccolo Avatar creò un igloo tramite i suoi poteri. Ma quando cercò di riscaldarsi tramite una piccola fiamma, ne perse il controllo, spaventando sé stessa e il cucciolo. Quando Korra si lamentò di essere l’Avatar più incapace di tutti, il cucciolo le leccò la mano per consolarla. I due si accovacciarono uno accanto all’altro e si addormentarono.

Korra presenta Naga

Il mattino seguente Senna, Tonraq e Katara andarono a cercare Korra, e trovarono il piccolo igloo, con dentro la bambina e l’animale selvaggio. Korra presentò il cucciolo come Naga e chiese di poterla tenere, dato che aveva perso il suo branco e aveva bisogno di una nuova casa. Mentre i tre adulti discussero il destino di Naga, i due giocarono nella neve spensierati. Alla fine e a gran gioia di Korra le venne permesso di tenere la cagna polare. Negli anni successivi Naga e Korra divennero amiche inseparabili; Katara suppose che ogni Avatar ha accanto a sé un animale guida, e per Korra evidentemente era stata designata dal destino proprio Naga.

A sua insaputa, un anno dopo fu vittima di una tentato rapimento da parte di un'organizzazione criminale chiamato il "Loto Rosso" che voleva usarla per i suoi scopi anarchici: Zaheer, Ghazan, Ming-Hua e P'Li. L'attacco venne fermato da suo padre, Tenzin, Sokka e Lord Zuko i criminali vennero arrestati e rinchiusi in prigioni di altissima sicurezza sparsi per tutto il mondo. Come reazione a questo attacco si decise di rinchiudere la piccola nel complesso di allenamento per allenarla lontana dagli occhi di chiunque, senza rivelarle mai la verità. La sua unica amica costante era la sua cagna polare Naga.

Per i successivi 13 anni, Korra venne allenata in un complesso eretto appositamente per lei, situato nelle vicinanze della sua tribù natia. Grazie a ciò Korra era il primo Avatar noto a non aver dovuto viaggiare per il mondo per studiare e per imparare la padronanza dei domini. Ad ogni domanda le venne detto che questo era il desiderio del suo predecessore, Aang. Korra si dimostrò estremamente talentuosa e ambiziosa, permettendole di imparare i tre elementi lei ti già noti in maniera superba. A differenza di Aang, già da bambina non voleva diventare altro che un buon Avatar e di iniziare il suo cammino. Le persone intorno a lei e i suoi dubbi la fermarono spesso per via del suo carattere indomabile, ma la bambina non si arrese mai.

Korra e Naga, una coppia inseparabile


Libro Uno: Aria[]

(Per l'articolo completo seguire questo link: Storia di Korra Libro Uno)

A diciassette anni Korra era riuscita a conquistare il titolo di Maestra del Fuoco e bramava iniziare il suo allenamento del dominio dell'aria sotto la guida di Tenzin. Ma siccome il dominatore dell'aria fu costretto a tornare a Città della Repubblica ciò divenne impossibile; Korra però non si arrese e salpò di nascosto per seguirlo.

Una volta arrivata nella metropoli la ragazza, che finora era cresciuta nel suo complesso isolato, si dovette abituare a questa nuova vita: una vita normale e una società che non ha tanto rispetto per l'Avatar. Inoltre, nell'ombra, un'organizzazione terroristica sta complottando contro di lei e contro tutti i dominatori...

Libro Due: Spiriti[]

(Per l'articolo completo seguire questo link: Storia di Korra Libro Due)

Sei mesi dopo la sconfitta di Amon, durante una festa della tribù dell'acqua del Sud, Korra venne a sapere che i mari erano sotto l'assedio di spiriti oscuri. Scoprii inoltre che furono suo padre e Tenzin ad averla rinchiusa nel complesso, derubandola di una infanzia normale. Questo causò molto attrito tra di loro, situazione che si aggravò quando suo zio Unalaq le offrì di imparare a pacificare gli spiriti. Unalaq inoltre le chiese di aprire i Portali spirituali per riportare la spiritualità alla tribù del Sud, e la ragazza lo aiutò senza conoscere i suoi veri intenti. Al suo ritorno vide che la sua tribù era sotto l'assedio delle truppe del Nord, e suo padre era stato accusato di aver complottato un attentato contro suo fratello. Stava per scoppiare una guerra civile? E poi, cos'era l'obiettivo finale di suo zio?

Libro Tre: Cambiamento[]

(Per l'articolo completo seguire questo link: Storia di Korra Libro Tre)

Dopo la Convergenza Armonica, per scelta di Korra il mondo era cambiato. Non solo erano comparsi dal nulla nuovi dominatori dell'aria, ma erano apparsi anche spiriti nel mondo reale e liane spirituali che stavano invadendo le città. La fama di Korra era degradata a tal punto che il presidente Raiko la esiliò dalla città. L'Avatar sfruttò questa opportunità per aiutare Tenzin nella ricerca dei nuovi dominatori dell'aria, ma ben presto si dovette rendere conto che aveva altri nemici da gestire: la regina della Terra e i suoi giochi falsi, e il Loto Rosso che sembrava averla presa di mira per un motivo specifico...

Libro quattro- Bilancio[]

(Per l'articolo completo seguire questo link: Storia di Korra Libro Quattro)

Gli effetti del combattimento contro Zaheer erano stati terribili: Korra era costretta in una sedia a rotelle ed era in preda a una severa depressione. Per guarire tornò alla sua tribù natia peer affidarsi alle cure di Katara, ma passarono mesi e infine anni per riconquistarsi la maggior parte delle abilità. E anche dopo tutto questo tempo venne comunque perseguitata da incubi e un blocco mentale che la facevano dubitare di se stessa. E mentre l'Avatar era fuori servizio, il regno della Terra era in subbuglio. Una donna si era assunta il compito di unire il vasto territorio e di riportare l'ordine, Kuvira, ma come si dice, il potere corrode, e alla fine, quando Korra finalmente si riprese, doveva decidere si affrontare Kuvira o di lasciarla fare...

Fumetti[]

(per l'articolo completo seguire questo link: Storia di Korra fumetti)

Turf Wars ("Mondi contesi")[]

La storia prosegue direttamente dopo la fine del cartone: Asami e Korra fanno vacanze nel mondo spirituale, avvicinandosi sempre di più ad essere una coppia. Ma quando uno spirito imbronciato le distrugge i viveri, devono tornare a casa. Ma appena uscite del portale spirituale si devono rendere conto che era scoppiata una lotta per il suo possesso.... Korra deve non solo gestire una situazione critica spirituale, ma anche un presidente impegnato solo nella campagna elettorale, migliaia di persone sfollate e violente guerre tra triadi, ma anche abituarsi all'idea di avere una ragazza...

Ruins of the Empire (" Le rovine dell'Impero")[]

(articolo più esaustivo in arrivo)

Re Wu ha iniziato a fare sul serio nel trasformare il regno in una democrazia, allo stesso momento iniziarono i processi contro Kuvira e i suoi uomini. Sembra che vada tutto bene, ma stranamente un certo Guan, un ex-generale di Kuvira, si presenta alle elezioni e gode di una strana approvazione del popolo. Su incitazione di Wu, il Team Avatar inizia ad indagare, ma Korra insiste di portarsi dietro anche Kuvira per convincere Guan a lasciare perdere. Ma questo ha in serbo un piano estremamente meschino che colpisce Korra vicino al cuore...

Personalità[]

Korra non si tira indietro davanti a una sfida

La Korra all'inizio si presenta come una giovane donna dura, ambiziosa, coraggiosa e impulsiva, vuole sempre vincere e farsi dire quanto sia brava. Ma spesso le sue azioni sono così spontanee che non considera il finale, finendo spesso nei guai. Inoltre ha la tendenza di essere troppo diretta con la vocalizzazione della sua opinione, per quanto sincera anche sia, facendo arrabbiare le persone intorno. Quello che le manca è l’autocontrollo.

Frustrata per i fallimento continui

Korra dispone di tanto orgoglio che a volte pende verso la vanità, e fa fatica ad ammettere di non riuscire a fare una cosa o di avere paura, portandola a fare cose che sarebbero meglio lasciati perdere. Basta poco per farla arrabbiare ed è una testa calda, cosa si vede anche nel suo stile di combattimento molto aggressivo. Anche solo a vederla ha un aspetto di una veramente dura che non si cura molto di essere femminile.

Dato che era cresciuta in una struttura chiusa senza grandi contatti con l'esterno, Korra non ha avuto grandi possibilità di stare insieme a gente della sua età, e fa fatica a socializzare in modo ragionevole, comportandosi a volte come un'pesce fuor' d'acqua. All'inizio ha paura di parlare davanti alle persone, ma impara presto a mantenere i nervi saldi e di esprimersi bene.

In contrasto a questo è assolutamente fedele con i suoi amici e prende sul serio il suo compito di Avatar di proteggerli. Dietro alla sua corazza dura e apparentemente impenetrabile nasconde un cuore sincero e leale che può essere anche ferito. Quando Amon la cattura la prima volta e le annuncia che le avrebbe tolto i domini, per la prima volta viene scossa dalla paura di perdere qualcosa di sé e scoppia in lacrime nelle braccia di Tenzin. Ammettere la paura era stato molto difficile per la ragazza, dato che va contro la sua opinione di sé stessa.

Korra litiga con Tahno

Una volta Lin dice a Tenzin che “È difficile da credere che suo padre così pacifico si è reincarnato in questa ragazzina”. La personalità di Korra è l’assoluto opposto di Aang che era stato un nomade dell’aria timido, pacifico e socievole, mentre la ragazza della tribù del Sud è impaziente, cocciuta, sarcastica e testarda. La differenza sta anche nel fatto dello sfondo storico: Aang non voleva essere l’Avatar, ma il mondo aveva disperatamente bisogno di lui, mentre Korra già da bambina voleva essere l’Avatar, ma il mondo non sente il suo bisogno. Questa contraddizione peserà sempre su di lei.

Si vanta delle sua doti

Mentre Aang cercava sempre una soluzione pacifica, Korra preferisce “l’attacco è la miglior difesa”, in quel senso è più simile a Toph. E quando ha deciso una cosa non si lascia distrarre o intimorire, venga quel che venga. Questa dimostra la sua forza interiore e lo spirito di combattimento, ma alcune volte sarebbe meglio se ascoltasse di più le persone intorno.

Una cosa che ha in comune con Aang è il suo senso dell’umorismo e la sua curiosità, inoltre è sempre disponibile per aiutare e può essere molto spiritosa e rilassata. Alla fine Korra è una brava ragazza che vuole dare il meglio, ma il suo carattere tante volte le è d’intralcio.

Korra non esita a prendere in giro i bulli

Il mancato interesse per la spiritualità si rivela un ostacolo considerevole nel suo allenamento. Mentre Acqua, Fuoco e Terra per lei erano stati molto facili da imparare, per colpa dal suo carattere fuocoso e testardo, l’aria si è rivelata l’elemento più difficile per lei. Infatti Tenzin le spiega che l’Avatar ha sempre più problemi con l’elemento che è in più grande contrasto con la sua personalità; Per Kyoshi era stata l’Aria, per Roku Acqua e per Aang Terra.

Korra nasconde spesso i suoi veri sentimenti dietro la sua solita rabbia e impazienza, così anche la sua gelosia verso Mako e Asami oppure la paura di Amon. Dopo la “rivelazione” Korra viene perseguitata da incubi e dalla frase “Quando di tolgo i tuoi domini, tu non sarai più nessuno!”. Ed era quello la sua paura maggiore, il timore che senza i domini, senza essere l’Avatar, cosa ne rimane di lei? Come prima reazione cerca di sopprimere questo sentimento per il bene della città, accettando in preda alla rabbia di unirsi alla squadra speciale di Tarrlok, quando questo insinua che avrebbe paura di Amon. Questo cumula nella decisione frettolosa di sfidare Amon in un duello uno ad uno.

Lo shock quando Amon le toglie i domini

Dopo essere stata provocata, Korra accetta la proposta di Tarrlok

Nonostante partano da concetti diversi, sia Aang che Korra ci tengono al loro ruolo di Avatar. Durante il primo match del torneo di dominio sportivo Korra afferma a Tenzin che la ragione perché non sia finora stata in grado di usare l’aria era perché un avatar moderno debba concentrarsi sugli stili di dominio moderni, a che il maestro le rispose scioccato che il compito dell’Avatar sia sempre quello di padroneggiare tutti e quattro elementi.

La perdita dei suoi domini è un grande shock per la giovane donna, che però fa scattare in lei l’obbligo di trovare in sé la forza di accettare il suo lato spirituale, acquisendo finalmente il dominino dell’aria per salvare Mako. Ma quando viene a sapere che Katara non riesce a guarirla, Korra esce dalla capanna in preda alla frustrazione, affermando che non può esistere un Avatar che sa usare solo l’aria. Mentre sta a rimuginare sul bordo del baratro, finisce nel considerare il suicidio per permettere al suo successore di re-iniziare da capo con tutti e quattro elementi, ma non riesce a compiere il gesto e crolla a terra piangendo. In quel momento compare Aang che le dice che riuscita a connettersi con la sua parte spirituale: “Quando raggiungiamo il nostro punto più basso, siamo aperti al cambiamento più grande” ("When we hit our lowest point, we are open to the greatest change”).

Dopo aver perso Raava, Korra é a terra

Korra riceve un altro duro colpo alla sua autostima quando Unalaq le strappa Raava dal suo corpo, lasciandola da sola in mezzo al ghiaccio per morire, mentre il mondo rischia di cadere in diecimila anni di oscurità. Ma non si arrende e riesce a trovare la forza in sé stessa per sconfiggere la fusione tra suo zio e Vaatu, dimostrando la sua resilienza immensa.

Korra in preda ai dubbi

Il trauma più grande le procura invece Zaheer, sia fisicamente che mentalmente. Già prima del confronto finale Korra si era rassegnata di consegnarsi al Loto Rosso per salvare la nazione dell’aria, possibilmente condannandosi alla morte. Ma quando si rende conto del vero scopo di Zaheer, ucciderla nello Stato dell'Avatar, cerca di resistere dal entrarci per salvare il ciclo Avatar, ma alla fine il dolore è troppo forte e cede. Dopo essere sopravvissuta per il rotto della cuffia, Korra rimane profondamente traumatizzata e cade in una terribile depressione. Per settimane non riesce mangiare o a dormire per via degli incubi, e la riabilitazione si rivela lunga e dolorosa. Korra esprime la sua frustrazione prima con rabbia, poi con lamentele, ma alla fine stringe i denti e s’impegna per riconquistarsi la sua libertà personale. Ma continua a soffrire del Disturbo Post-Traumatico da Stress, e viene perseguitate di paure nascoste si prendono forma della visione di sé stessa durante il combattimento contro Zaheer. Ma non vuole ammetterselo neanche a sé stessa di aver paura di venir di nuovo ferita. A farle ammettere questi sentimenti è Toph che le butta in faccia l’accusa di non volersi liberare del veleno residuo perché vuole avere una scusa per nascondersi dalle responsabilità da Avatar.

Alla fine é più calma e umile

La parte finale della sua riabilitazione proviene infine da Zaheer che le dice che deve lasciare andare via le paure di quello che avrebbe potuto succedere e concentrarsi invece su quello che sta succedendo. Inoltre le rivela che pensa che il suo potere sia illimitato e che sia molto più forte di quello che creda, ridandole la sua sicurezza in sé stessa temuta perduta. A differenza della Korra di tre anni fa, quella di adesso cerca di trovare un accordo pacifico di Kuvira, e usa la forza solo quando tutto il resto si è rivelato inutile. Tenta di salvare l'avversaria fino all'ultimo, rischiando addirittura la sua vita per lei, dimostrando grande compassione e forza di volontà.

Alle nozze di Varrick e Zhu Li Korra ammette a Tenzin che ora, che ha sperimentato le sofferenze sia in grado di essere molto più empatica verso le persone. Ora e molto più umile e adulta, anche se mantiene ogni tanto il suo spirito ribelle.

Abilità[]

Korra in stato Avatar

Essendo l’Avatar, Korra è l'unica persona al mondo capace di usare tutti i quattro elementi e ha il potenziale di diventare il dominatore più forte del mondo. Già da bambina possiede un’affinità particolare per l’aspetto fisico del dominio e impara veloce mente lo stile moderno del dominio sportivo tramite poche istruzioni e breve osservazione. In poco più di una settimana da principiante diventa membro competente della sua squadra professionale di dominio sportivo. Ma quello che le manca assolutamente è l’aspetto spirituale, e questo le causa problemi considerevoli nell'imparare l'ultimo elemento mancante, l'aria.

Una volta raggiunto lo Stato dell'Avatar impara presto ad usarlo a volontà e anche sotto alta tensione, senza lasciarsi andare delle emozioni. In questo stato il suo potere aumenta considerevolmente e riesce ad usare i elementi con molta più naturalità, anche se la sua personalità diventa più seria. Riesce a comunicare con i suoi precessori e ha accesso ai loro ricordi, ma perde questa possibilità dopo aver perso la connessione con loro per colpa di Unalaq, condannandola in un certo senso alla solitudine. In compenso ha acquistato una legame stretto con Raava stessa che le parla e le aiuta direttamente.

Dominio dell'Acqua[]

Korra usa l'acqua durante il torneo

Il suo dominio dell’acqua si dimostrò già in infanzia, molto probabilmente come primo; essendo un membro della Tribù dell’’Acqua non era certo una sorpresa. Si allena in quell’arte con la maestra Katara, vedova di Aang, anche si il suo stile morbido e calmo era in netto contrasto con il modo di fare della bambina.

Sa dominare anche il vapore e il ghiaccio

In più di dieci anni di allenamento, Korra ha imparato ogni stile di dominio dell’Acqua ed é capace di trasformare l’elemento sia in ghiaccio che in vapore e di usarlo anche in questi stati. Può creare alti muri di ghiaccio o neve ed usare fruste d’acqua oppure ghiacciare la superficie di un lago per poterci saltare sopra. Alla fine crea un’onda abbastanza altra da spingere indietro il Mecha di Kuvira, alto più di venticinque metri. Inoltre può mantenersi sulla punta di un turbine d’acqua che raggiunge più di dieci metri e stare in piedi sulle superficie dell’acqua.

Korra guarisce la spalla di Bolin

Mentre Korra sa usare sia lo stile del Sud che quello del Nord, che usano movimenti fluidi che uniscono attacco e difesa, si adatta a quello più diretto del dominio sportivo, guadagnandosi il posto fisso in squadra come dominatrice d’acqua di primo rango. Ha imparata da Katara come tirare fuori dell’aria l’acqua da dominare. È a conoscenza del dominio del sangue, ma non lo sa usare (o non vuole) e si meraviglia quando Tarrlok e Amon riescono ad usarlo anche senza la luna piena.

Essendo stata allieva di Katara non poteva non essere educata anche nell'arte della guarigione, diventando anch'egli una guaritrice molto abile. Usando una piccola quantità di acqua come catalizzatore sull'area da trattare, Korra sa aumentare drasticamente la guarigione naturale. È perfino capace di curare le ustioni sul braccio del Generale Iroh senza lasciare cicatrici. Più di una volta lo usa anche su sé stessa.

Korra calma uno sciame di spiriti oscuri

Più tardi impara da Unalaq una versione alternativa della guarigione durante il suo breve periodo di allenamento, la guarigione spirituale. Con questo riesce a calmare i spiriti e di trasformare energia negativa in positiva; anche se all’inizio fa fatica, riesce ad impararlo abbastanza bene da calmare più spiriti alle volta e usa questa tecnica per purificare lo spirito di Vaatu fuso con Unalaq. Dopo la morte di suo zio, Korra rimane l’unica praticante di questa tecnica.

Dominio della Terra[]

Korra esige che Tarrlok libera i suoi amici

Anche il dominio della terra gli si è manifestato già da piccola, suscitando forse grande sorpresa e la realizzazione che la bambina fosse l’Avatar. Non si sa da chi abbia imparato in seguito, ma Korra sviluppa notevole abilità con questo elemento che rispecchia la sua testardaggine da guadagnarsi il titolo di maestro. Ha imparato alcuni stili tradizionali, ma grazie agli insegnamenti di Bolin si adegua allo stile moderno del dominio sportivo, essendo più veloce e flessibile.

Korra impara a manipolare il metallo

È abbastanza forte da sollevare macigni massicci con su più persone o spostare una parete intera come contro Tarrlok. Le piace usare questo elemento quando deve mostrare la sua forza oppure sorprendere, come per esempio contro le triadi criminali. È capace di mettere sottosopra una vasta area intorno a sé, spazzando a terra decine di persone.

Durante la sua permanenza a Zaofu, Korra impara da Suyin anche a dominare il metallo, partendo prima di una meteorite per poi proseguire velocemente con metallo normale. In meno di una settimana diventa abbastanza abile da poter anche usati cavi e manipolare blocchi di metallo enormi, come la parete che Aiwei ha usato per permettergli alla fuga oppure strappare ostacoli sul suo cammino. In pratica è il primo Avatar (noto) capace del dominio del metallo.

Anni dopo riesce persino ad estrarsi da sola i resti del veleno di mercurio dal suo corpo. Inoltre può liquefare il metallo ed usarlo come se fosse acqua come visto contro Kuvira.

Dominio del Fuoco[]

Korra al suo esame del fuoco

Contrariamente a cosa si potrebbe pensare di una donna della Tribù dell’Acqua, il fuoco per Korra è un elemento naturale, sopratutto per il carattere. Era già capace di usarlo da bambina, anche se a volte si spaventò da sola con le fiamme. Dato il suo stile aggressivo lo usa parecchio in combattimenti seri e quando vuole intimorire qualcuno. In preda alla frustrazione una volta brucia un giornale con su una foto di Lin. Tenzin ammette che questa combinazione inusuale è dovuto proprio al suo carattere letteralmente "fuocoso".

Korra usa il fuoco per i suoi calci

Supera il suo esame del Fuoco all'età di diciassette anni, battendo ben tre dominatori del fuoco contemporaneamente. È capace di disperdere le fiamme nemiche e di concentrare la sua fiamma a tal punto da poterla usare per tagliare il metallo, come visto quando ha tagliato le catene di Tenzin. Può crearle sia delle mani che dai piedi per propellarsi in aria tramite scatti di fuoco o per correre lungo i muri. Le sue fiamme si estendono per molti metri che riesce a mantenere immobili intorno alle persone per catturarle. In preda alla rabbia, come contro Zaheer, attacca anche sputando fuoco.

Dominio dell'Aria[]

A differenza degli altri elementi che per Korra erano stati facili, l’aria sembrava un ostacolo insuperabile, Tenzin le spiega che la causa è il conflitto con la sua personalità. L’allenamento inizialmente risulta pesante, noioso e frustrante per Korra. Ma anche senza poter usare effettivamente l’elemento, Korra ha imparato abbastanza bene i movimenti basi con cui riesce ad evitare attacchi durante il torneo del dominio sportivo. Dopo alcune settimane riesce a migliorare così tanto da poter passare le porte girevoli dei nomadi dell’aria senza toccarli, avendo assorbito la parte fisica dei movimenti.

Korra sblocca il dominio dell'aria

Dopo aver perso i restanti elementi, la tensione e la disperazione in Korra le permettono finalmente di connettersi con la sua parte spirituale per sbloccare il dominio dell’aria per salvare Mako. Dato che non se lo aspettava, usa tecniche di fuoco e terra lanciando pugni d’aria contro Amon scaraventandolo attraverso una finestra.

Durante la battaglia contro Kuvira

Con l’allenamento riesce ad unire le tecniche imparate con il dominio, e raggiunse un livello di controllo eccellente. Impara anche tecniche tradizionali come usare il suo aliante per volare oppure lo scooter aereo di Aang o stare in piedi sulla punta su un piccolo tornado. Generalmente usa l’aria per far volare via avversari o per catturare persone senza ferirli. Sa usare l'aria anche per incapsulare le teste delle persone per permettergli di respirare anche in presenza di gas velenoso, il che è l'inverso della tecnica di Zaheer che ha usato su di lei per soffocarla. Inoltre, dopo essersi allenata molto riesce anche a mediarsi nel mondo spirituale, dividendo corpo e spirito in una proiezione astrale. Alla fine diventa il suo elemento numero due ed è abbastanza sicura di sé da insegnare le basi a Opal.

Dominio dell'Energia[]

Korra proietta il suo spirito per combattere Unalaq

Durante la riconnessone con i suoi domini persi per mano di Aang, Korra viene a conoscenza anche del dominio dell’energia. Anche senza averlo mai fatto, Korra è subito capace di restaurare i domini persi per colpa di Amon, come per esempio su Lin o Tahno.

Korra ferma il raggio di energia del cannone

Usando il dominio dello spirito Korra è capace di contattare fisicamente il suo spirito per proiettarlo fori del corpo, così fa per combattere contro Unalaq con Vaatu. Ha dimostrato anche di poter lanciare un raggio energetico dal suo petto. Senza lo spirito di Raava Korra era capace soltanto di dominare l’acqua.

Ritornata nel mondo spirituale dopo tre anni, Raava le dice che può dominare lo spirito lì con o senza il suo corpo, riuscendo così a liberare le persone prigioniere delle liane spirituali. Alla fine del combattimento contro Kuvira, Korra in stato Avatar riesce a dominare il raggio distruttivo del cannone caricato dell’energia degli spiriti, salvando la vita a sé stessa e alla sua avversaria.

Altro[]

Korra alza Tenzin e i suoi figli insieme

In aggiunta dei suoi domini Korra, grazie ai suoi allenamenti esaustivi, possiede una forza fisica straordinaria, capace di sollevare per esempio Tenzin e i suoi tre figli contemporaneamente oppure una persona adulta con un braccio solo. Può fare salti lunghi e alti, dimostrando grandi doti da parcour, nuotare per chilometri e rompere ghiaccio con i pugni.

I suoi riflessi sono acuti e precisi che le permettono di evitare attacchi anche vicini e veloci, così come il suo equilibrio e coordinazione. Generalmente è molto acrobatica e flessibile che le premette di effettuare le sue tecniche di dominio e non.

Korra riesce ad alzare un uomo con un braccio solo

Korra è un’abile lottatrice di art marziali misti capace di atterrare avversari con un calcio singolo oppure evitare e contrattaccare in contemporanea. Riesce anche a tener testa a un guerriero esperto di armi come il Tenente, stoppando il suo assalto sul tetto dell’arena di dominio e sconfiggerlo. Anche senza il suo dominio è capace di sconfiggere diversi bloccanti del Chi.

Inoltre ha imparato a rimanere lucida anche sotto pressione e di usare il cervello, come per esempio quando ha usato il braccialetto per alzarsi dalla gabbia di metallo prima che venga messo sotto tensione, per poi fingersi incosciente. Inoltre la sua tenacia è abbastanza da grande da essere uno dei pochi ad essere riusciti a liberarsi di una presa di un dominatore del sangue, specialmente senza stato Avatar.

Durante il suo cammino ha anche imparato ad essere un’abile relatrice pubblica, anche se all’inizio era troppo brusca e diretta e attirava spesso la rabbia della gente.

Asami si pente di averle offerto lezioni di guida

Dato che ha vissuto quasi tutta la sua gioventù al polo Sud non ha mai imparato a guidare una macchina, affidandosi esclusivamente su Naga, ma arrivata in città Asami la convince ad imparare sotto la sua guida. Non è certo il suo punto forte, ma ora almeno conosce la differenza tra freno e cambio. Invece è capace di guidare barche motorizzate e veicoli da neve.

Aang le ridà i suoi domini

Come Avatar possiede l’abilità di essere da ponte fra il mondo degli spiriti e quello materiale, anche se fino a 18 anni aveva problemi con questo aspetto della sua natura. Dopo il trauma di aver subito la rimozione dei suoi domini per colpa di Amon, Korra riesce a connettersi con il suo lato spirituale e raggiungere lo stato Avatar con l’auto di Aang.  

Dopo essere stata attaccata da uno spirito oscuro Korra e persa la memoria, è costretta a intraprendere per riscoprire sé stessa scoprendo le origini dell’Avatar e incontrando Raava. Durante la Convergenza Armonica nell’anno 171 perde la connessione con le sue vite precedenti, rimanendo quasi da sola. L’avvelenamento di Zaheer le fece perdere anche lo stato Avatar e la capacità di contattare lo spirito della luce per ben tre anni, ma dopo essersi estratta l’ultimo resto del veleno, Korra riesce a ricuperare. Ma soltanto dopo affrontare Zaheer, che le dice di rilasciare la sua paura di lui e di accettare il suo passato, Korra riesce a tornare nel mondo spirituale e riconnettersi nuovamente con Raava.

Da Toph ha rimparato a comunicare con altre persone tramite le liane spirituali.

Trivia[]

  • Il suo nome segue la tradizione delle tribù dell'acqua che contiene spesso almeno un 'K' e una 'A' (vedasi Tonraq, Hakoda, Sokka, Katara, Kya, Kurruk...). I creatori lo hanno scelto dopo che, a un bar, hanno incontrato il proprietario e il suo cane 'Cora'. Un paio di aggiustamenti ed era fatto. Per caso il nome della doppiatrice di Korra bambina é anche Cora.
  • Sul volantino dei ricercati della Regina della Terra il suo nome viene scritto con 寇拉,che vuol dire 'donnaccia brigante', mante normalmente è scritto con 柯拉.
  • Come Aang, Korra ha imparato il suo elemento natio da un amico della sua vite precedente: Aang la imparato l'aria da Gyatso, amico di Roku, mente lei da Katara, vedova di Aang. Inoltre hanno imparato entrambi l'elemento finale da un discendente diretto dalla vita precedente: Aang da Zuko, nipote di Roku e Korra da Tenzin, figlio di Aang.
  • Il suo carattere è stato volontariamente scelto da essere il contrario di Aang, così anche la sua storia e il cammino per imparare i elementi.
  • Una delle inspirazioni fisiche per Korra é l'attrice e lottatrice italo-americana di MMA Gina Carano.
  • Korra è il secondo Avatar noto che saputo di esserlo prima del suo sedicesimo compleanno, il primo é stato Aang.
  • Cronologicamente parlando Korra a diciotto anni è l'Avatar pienamente realizzato più giovane, biologicamente invece lo era stato Aang a quindici.
  • Korra è il primo Avatar ad aver subito il blocco del dominio, poi ripristinato.
  • Korra è il secondo Avatar a conoscere il dominio dell'energia.
  • Korra usa spesso la frase 'Sto cercando il bagno' per scusarsi per essere in un posto dove non dovrebbe trovarsi.
  • Mentre Aang usa quasi solamente il suo elemento natio, Korra non ha preferenze.
  • Mentre Aang si era offerto di sacrificarsi per il bene della Tribù dell'acqua del Sud, Korra fa lo stesso sacrificandosi per la Nazione dell'Aria.
  • Nel doppiaggio russo Korra ha la stessa doppiatrice di Aang .
  • Korra è la prima persona che è mai riuscita a addomesticare un cane polare.
  • La sua prima comparsa era nella sequenza di apertura della serie come dominatrice dell'acqua.
  • Quando entra per la prima volta nello stato Avatar, usa gli elementi in ordine riverso rispetto al ciclo Avatar: Aria, Fuoco, Terra, Acqua.
  • Korra é la quinta persona nota ed essere riuscita ad opporsi al dominio del sangue, le altre sono Katara, Mako, Amon e Aang. Ma é il primo Avatar ad averlo fatto senza lo stato Avatar.
  • Per provocare Amon, Korra dice "Se sei uomo abbastanza per affrontarmi", la stessa frase di Katara con il maestro.Paku.
  • Korra é il secondo Avatar da avere relazioni con la casta governativa, il primo era Roku, nonno del principe Zuko.
  • Korra é la terza persona nota di poter assorbire acqua dell'aria, le altre sono Hama e Katara.
  • Korra é l'unico personaggio principale che compare un ogni singolo episodio.
  • Korra e Asami sono la prima coppia LGBTQ+ apparsa nell'universo Avatar, altre persone dello spettro confermate sono Aiwei, Kya, Kyoshi, Rangi, Mingxia e Zanko.
  • Dato le reazioni miste dopo la finale della serie, i creatori hanno dovuto chiarire in un post che Korra e Asami a fine serie sono una coppia.
Advertisement