Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Katara (卡塔拉, Kǎ tǎ lā ) è una maestra del dominio dell'acqua nata nella Tribù dell'Acqua del Sud come figlia del capotribù Hakoda e Kya e per tutta la sua infanzia era stata l'unica dominatrice dell'acqua della sua tribù.

Dopo aver perso sua madre per colpa dell'armata del fuoco e la partenza di loro padre per combatterla, lei e suo fratello Sokka vennero cresciuti dalla nonna Kanna, assumendosi subito la responsabilità di donna in casa. All'età di 14 anni lei e Sokka liberarono inavvertitamente Avatar Aang e il suo bisonte dell'aria Appa dal suo iceberg, in cui erano stati intrappolati per un secolo intero. Dato che l'Avatar aveva bisogno di un maestro per imparare il dominio dell'acqua, i tre lasciarono la tribù per volare verso il polo nord.

Katara divenne la compagna di avventure di Aang e anche la sua maestra del dominio dell'acqua dopo il suo addestramento sotto il maestro Pakku. La ragazza si dimostrò un prodigio e le sue capacità aiutarono il gruppo più volte, permettendogli alla fine di terminare la Guerra dei Cent'Anni e di portare un periodo di pace.

Alla fine delle ostilità, Katara e Aang iniziarono una relazione amorosa che alla fine terminò nel loro matrimonio e tre figli: Bumi, non dominatore, Kya, dominatrice dell'acqua e Tenzin, dominatore dell'aria. Katara divenne famosa e rispettata soprattutto per la sua capacità di guaritrice, stimata di essere la migliore del mondo. Dopo la morte di Aang divenne la maestra di Korra e la aiutò nella sua convalescenza dopo l'avvelenamento del Loto Rosso.

Storia[]

Infanzia[]

Katara bambina

Quando era ancora spensierata

Nata in una tribù che si stava indebolendo sempre di più, Katara nacque come secondogenita dal capotribù Hakoda e sua moglie Kya. Al tempo della sua nascita l’armata del Fuoco aveva già continuato ad attaccare la tribù per cinquant'anni e portato via ogni dominatore dell’acqua che riuscivano a trovare, rendendo la tribù devoti di loro. Mentre gli avamposti della tribù erano stati attaccati senza pietà, la tribù, nascosta nel mare antartico e quasi inaccessibile, venne ritenuta una non-minaccia e per cui lasciata perlopiù in pace. Katara crebbe in una piccola famiglia calorosa all'interno della piccola tribù. Quando aveva sei anni, si spezzò un dente quando voleva mangiare del pesce essiccato di Ashuna, e più o meno in quell'arco di tempo scopri di essere una dominatrice dell’acqua.

L3 E16 Katara Yon Rha

Katara incontra Yon Rha

Ma quando Katara aveva raggiunto otto anni, avvenne l’ultimo attacco della Nazione del Fuoco mandata dal Signore del Fuoco Azulon per estirpare gli ultimi dominatori dell’acqua possibilmente presenti. Durante la battaglia il comandante dell’attacco Yon Rha si confrontò con Kya che voleva rifugiarsi nell'iglò della famiglia. Dato che Katara voleva raggiungere sua madre, anche lei arrivò al iglò e interruppe la loro discussione. Kya capì l’intenzione del soldato che voleva costringerla a rivelare l’identità dell’ultimo dominatore dell’acqua e ordinò a sua figlia di andarsene, poi menti e affermò di essere lei la persona ricercata. In preda al panico, Katara corse via per chiamare suo padre, ma quando tornarono, Yon Rha se n’era già andato, lasciando indietro la donna morta. La morte violenta della madre lasciò una profonda ferita nei cuori di Katara e Sokka che scaturì un odio profondo verso la Nazione del Fuoco.

Per via dell’assenza della figura materna, Katara crebbe velocemente per assumersi tale ruolo vacante. Nonostante la sua giovane età iniziò ad occuparsi delle mansioni domestiche tipiche delle donne della tribù. Quattro anni dopo l’evento nefasto, loro padre Hakoda lasciò la sua tribù per unirsi ai ribelli contro la Nazione del Fuoco e i due fratelli vennero lasciati nelle cure di Kanna, la madre di Hakoda. Nonostante che la donna anziana li trattò con grande affetto e calore, Katara rimase traumatizzata da questo evento e, in una tribù composta ormai quasi solo da bambini e donne anziani, si assunse il ruolo di madre non solo per la sua famiglia, ma anche per gli altri.  

Libro uno (99 DG- inizio 100 DG)[]

(per l'articolo completo leggere Katara- Libro Acqua)

Due anni più tardi, durante una battuta di pesca sulla loro canoa, lei e Sokka finirono in una corrente oceanica che fini per schiacciare la loro barca tra gli iceberg. Quando suo fratello le diede la colpa per questa situazione, Katara si arrabbiò così tanto che inavvertitamente fece esplodere un iceberg dietro di lei con il suo dominio dell’acqua. In quell’iceberg trovarono una strana figura imprigionata nel ghiaccio che salì in superficie per poi liberarsi in una colonna di luce. La persona si presentò come Aang, un dominatore dell’aria, e gli dì di portali indietro al villaggio con il suo bisonte dell’aria Appa.

In seguito all’attacco da una nave del fuoco capitanata dal principe Zuko, Katara scoprì che Aang era l’Avatar, imprigionato nel ghiaccio da cento anni. Dopoché il ragazzo si era sacrificato per il bene del villaggio, Katara e Sokka vennero in suo aiuto e divennero testimoni della potenza dello Stato dell’Avatar. Dato che era chiaro che Aang doveva ancora imparare a padroneggiare il dominio dell’acqua, Katara propose di andare al Polo Nord per cercare un maestro per lui, a cosa Aang aggiunse che potrebbero imparare insieme.

Durante il lungo viaggio raggiunsero vari posti, il primo fu il Tempio dell’Aria del Sud, la patria di Aang, dove il ragazzo seppe del crudele destino dei suoi connazionali e la morte del suo amato mentore Gyatso che lo spinse ad entrare nuovamente nello Stato dell’Avatar; Katara riuscì a farlo calmare. Il secondo stop fu sull’isola di Kyoshi, dove vennero attaccati nuovamente da Zuko, ma riuscirono a fuggire grazie alla Guerriere di Kyoshi. Il gruppo poi raggiunse la città di Omashu, dove vennero accolti dal suo re, che però, dopo un’accoglienza apparentemente calorosa, vennero imprigionati. A Katara e Sokka vennero dato degli anelli di Jennamite che pian piano iniziò a ricoprire i loro corpi per istigare Aang a completare tre prove, alla fine il Re si rivelò un vecchio amico di Aang. Prima di raggiungere il Polo Nord, il gruppo ebbe alcuni incontri non graditi con soldati del fuoco, tra cui Zuko, Iroh e Zhao, e una volta Katara si fece arrestare per poter salvare Haru e suo padre Tyro da una prigiona dell’armata del fuoco, dove la ragazza perse temporaneamente  la preziosa collana di sua madre. Poi aiutarono il villaggio di Senlin che veniva attaccato dallo spirito infuriato Hei Bai, dopo seguirono Aang nella Nazione del Fuoco per poter parlare con la sua vita precedente Roku che lo avvertì dell’urgenza di sconfiggere il Signore del Fuoco prima della fine dell’estate. Durante il viaggio scoprirono anche il lato oscuro della resistenza nella forma dei Combattenti per la Libertà sotto Jet che erano disposti a sacrificare un villaggio intero per scacciare via dei soldati del fuoco. Aiutarono a far pace tra due tribù in guerra, i Gan Jin e gli Zhang, in seguito incontrarono il guerriero del Sud Bato, dove i due fratelli stavano quasi per separarsi da Aang per unirsi a lui, ma vennero attaccati da June e il suo shirshu. Incontrarono poi anche Jeong Jeong che cercò di insegnare a Aang il dominio del fuoco, ma il ragazzo non dimostrò la maturità necessaria e finì di ustionare le mani dei Katara che in compenso scoprì di possedere la capacità di guarire. Quando alla fine raggiunsero il Tempio dell’Aria del Nord, il gruppo aiutò a un gruppo di fuggitivi di respingere un attacco da parte della Nazione del Fuoco.

Alla fine del loro viaggio finalmente raggiunsero la Tribù dell’Acqua del Nord, dove vennero accolti con tutti gli onori. Venne deciso che Pakku sarà il maestro designato per Aang, ma a Katara venne vietato di partecipare alle lezioni perché donna e ordinato di andare da Yagoda ad imparare la guarigione. Quando Aang venne scoperto come insegnava in segreto alla sua amica, Pakku lo esonerò dalla sua scuola, ameno che Katara non gli chiedesse pubblicamente scusa. La ragazza stava per assecondarlo, ma ci ripensò per via dei suoi modi di fare arroganti e dismissivi e al posto di chiedere perdono lo sfidò a un duello. Katara dimostrò di essere migliorata moltissimo nella sua abilità, ma venne comunque sconfitta dal maestro; quando Pakku notò la sua collana come quella di finanziamento che aveva fatto per Kanna sessant'anni fa, decise di cambiare atteggiamento e la accettò come studentessa.

Pochi giorni dopo la Tribù dell’Acqua del Nord venne attaccata da una flotta della Nazione del Fuoco immensa, così Yue portò Aang a Katara da un’oasi nascosta dove l’Avatar entrò nel Mondo degli Spiriti. Purtroppo in quel momento comparve Zuko e Katara, per proteggere Aang, lo affrontò in duello. La ragazza riuscì a tenerla a bada, ma venne sopraffatta quando sorse il sole e non poté impedire che il principe rapì Aang, ancora incosciente. In seguito Katara e gli altri si misero al suo inseguimento e lo trovarono nella tundra glaciale nei pressi di Agna Qel’a e al loro ritorno si confrontarono con l’ammiraglio Zhao, ma non poterono impedire che questo uccise Tui, lo spirito della luna. Yue si rese conto che era il suo destino di dare la vita per lo spirito della luna e trascese nel Mondo degli Spiriti, mentre Aang si unì allo spirito dell’oceano La per abbattere la flotta nemica che stava assediando la tribù. Dopo la fine delle ostilità, Pakku conferì a Katara il titolo di maestra del dominio dell’acqua, così il gruppo era pronto per continuare il loro viaggio per trovare un maestro per il dominio della terra per l’Avatar, nel frattempo Katara si occupava dell’insegnamento di Aang in quello dell’acqua.

Libro due (primavera 100 DG)[]

(per l'articolo completo leggere Katara - Libro Terra)

Katara e gli altri si avviarono verso il Regno della Terra, all'atterraggio Pakku le regalò una fiala con acqua dell'oasi degli spiriti e la chiamò "maestra". La prima tappa li portò alla fortezza del Generale Fong, ma quello era molto più fissato a far entrare Aang nello Stato dell'Avatar e usò ogni mezzo per costringerlo, incluso mettere a repentaglio la vita di Katara. Il suo piano funzionò, ma la furia dell'Avatar distrusse la sua fortezza. Sulla via per Omashu il trio s'imbatté in un gruppo di musicisti vagabondi capitanati da Chong che li aiutò a passare per un labirinto per raggiungere la città, ma al loro arrivo scoprono che era caduta nelle mani della Nazione del Fuoco. Aang scoprì che il suo amico Bumi si era arreso senza combattere e che era stato imprigionato, per cui s'infiltrarono in Omashu, dove ebbero il loro primo incontro con Azula, Mai e Ty Lee, ma Bumi scelse di proposito di rimanere loro prigioniero. Poco dopo precipitarono su una strana palude, dove Katara ebbe una visione della sua madre deceduta. Poco dopo, al villaggio di Chin, Aang dovette rispondere di un crimine compiuto da Avatar Kyoshi trecento anni fa, Sokka e Katara raccolsero le prove per la sua innocenza.

Poco dopo incontrarono la dominatrice della terra cieca Toph Beifong che, dopo un po' di persuasione, divenne la maestra del dominio della terra di Aang, ma tra le due ragazze scorreva cattivo sangue. Divennero però amiche in seguito dopo essere scampati da Azula. Per colpa di un attacco dei soldati del fuoco, Katara venne separata dalla squadra e dovette arrangiarsi da sola, per cui si unì a una ciurma di pirati, aiutandoli in una missione di contrabbando per riunirsi con i suoi amici in seguito. Con gli altri incontrò nell'Oasi delle Palme Nebbiose il Professor Zei che li entusiasmò a trovare la biblioteca di Wan Shi Tong nel deserto Si Wong. La trovarono e seppero di una eclissi solare che avrebbe derubato i dominatore del fuoco dei loro poteri, l'occasione perfetta per un'invasione. Quando Aang seppe che nel frattempo Appa era stata rapito da dei dominatori della sabbia, si comportò in un modo molto scontroso e acido, solo l'impegno di Katara permise al gruppo di uscire dal deserto.

Dopo essere arrivati a Ba Sing Se, Katara aiutò i suoi amici a distruggere la macchina infernale di Qin e Azula, Volevano informare il Re della Terra del loro piano, ma vennero bruscamente allontanati; scoprirono che il capo del Dai Li, Long Feng, stava cospirando contro il monarca e lo stava usando solo come pupazzo. Dopo settimane di attesa, il gruppo non solo riuscì a smascherarlo e ritrovare Appa, ma anche di convincere il Re della Terra che la guerra era vera e che era necessario il suo aiuto per fermarla. Purtroppo nessuno s'immaginava che Azula si era già infiltrata a Ba Sing Se e collaborava con Long Feng per un colpo di stato, Katara se ne accorse troppo tardi e venne catturata. Nelle catacombe incontrò Zuko che- dopo un primo litigio- iniziò a farle pena, ma prima di procedere Aang venne in suo aiuto, ma venne ferito mortalmente nella battaglia susseguente, quando Azula lo colpì a tradimento alla schiena on il suo fulmine quando era appena riuscito ad entrare nello Stato dell'Avatar. Katara lo portò in salvo e riuscì a resuscitarlo appena in tempo usando l'acqua dell'oasi spirituale, ma il gruppo dovette fuggire di fretta.

Libro Tre (estate 100 DG)[]

(per l'articolo completo leggere Katara - Libro Fuoco)

Katara si prese cura di un Aang incosciente finché questo non si svegliò dopo tre settimane di coma viaggiando su una nave nemica catturata da Sokka e suo padre. I quattro ragazzi raggiunsero la Nazione del Fuoco in previsione dell'invasione e decisero di vivere tra la gente comune. Sul loro viaggio Katara aiutò Aang che era finito in una scola spacciandola come sua madre, di ripulire un fiume inquinato sotto mentite spoglie di uno spirito benevole e, dopo alcuni litigi, strinse un'amicizia sincera con Toph. Dopo essere sfuggiti più volte a uno strano tipo che sparava raggi dalla fronte, incontrò una donna anziana proveniente dalla sua stessa tribù di nome Hama, che voleva insegnarle il suo dominio del sangue; Katara era contraria, ma era costretta a usarlo per salvare i suoi amici. Poco prima dell'invasione, Katara cercò di calmare un Aang sempre più nervoso.

Katara fece parte della truppa d'assalto per l'invasione, usando il dominio dell'acqua per propellare avanti i sottomarini inventati da Sokka, ma prima di iniziare l'attacco, incoraggiò Aang che la baciò prima di salutarla. In seguito aiutò nell'invasione distruggendo avamposti nemici per poi guarire Hakoda che era rimasto ferito durante un'esplosione. Purtroppo si resero contro troppo tardi che la Nazione del Fuoco li aveva già attesi e l'eclissi passò senza che Aang poteva affrontare il Signore del Fuoco. Nel contrattacco seguente, la Nazione del Fuoco distrusse i sottomarini tagliando ogni via di fuga, per cui Hakoda ordinò ai ragazzi di fuggire mentre gli adulti si arrendevano.

Dopo questo fallimento, Katara e i suoi amici si rifuggirono al Tempio dell'Aria dell'Ovest, dove vennero raggiunti da Zuko che affermò di essere cambiato e di volersi unire a loro. La ragazza però era molto contraria per via del suo tradimento a Ba Sing Se e questo non cambiò neanche quando il principe si era dimostrato sincero. Gli perdonò solo dopo averla accompagnata a una missione di vendetta per la morte di sua madre, ma quando era davanti all'assassino non riuscì a potarsi a ucciderlo e lo lasciò in vita. Alcuni giorni prima dell'arrivo della Cometa di Sozin, Katara e gli altri si rifuggirono sull'Isola di Ember, dove videro uno spettacolo teatrale imbarazzante per loro, specialmente Katara odiava la sua rappresentazione sul palco.

Stranamente Aang sparì il giorno prima della battaglia, cosi il gruppo ano alla sua ricerca finendo davanti a Ba Sing Se dove incontrarono Iroh e gli altri membri del Loto Bianco. Lì Zuko decise di diventare Signore del Fuoco sconfiggendo Azula e Katara si unì a lui per aiutarlo. I due tornarono alla capitale dove Katara assistette al duello per la successione al trono, ma venne quasi colpita dal fulmine di Azula ma salvata da Zuko. Per necessità, la dominatrice dell'acqua affrontò la principessa impazzita e riuscì a immobilizzarla per poter guarire Zuko. Dopo la sconfitta di Ozai, Katara era presente all'incoronazione di Zuko come nuovo Signore del Fuoco, poi viaggiò a Ba Sing Se per celebrare la vittoria sofferta e iniziò una relazione amorosa con Aang.

Fumetti (100-102 DG)[]

(per l'articolo completo leggere Katara- Fumetti)

Nell’anno successivo alla fine della guerra, Katara aiutò Aang e i suoi amici nelle riparazioni chiamati “Movimento per la Restaurazione dell’Armonia”, ovvero lo scioglimento di tutte le colonie della Nazione del Fuoco nel Regno della Terra. Quando arrivarono a Yu Dao, la colonia più vecchia di tutte, vennero attaccati dai soldati del fuoco e seppero che Zuko si era ritirato dal progetto senza nessun motivo apparente. Aang si infuriò così tanto da entrare nello stato dell’Avatar, ma Katara riuscì a calmarlo per permettere al Signore del Fuoco di spiegarsi. Dopo aver saputo che gli abitanti di Yu Dao non volevano più tornare alla Nazione del Fuoco perché ormai avevano messo su famiglia qua, Katara e Aang viaggiarono a Ba Sing Se per chiedere al Re della Terra di Trovare un accordo alternativo. Durante l’attesa incontrarono un gruppo di ragazze che facevano parte del “Fanclub ufficiale e di Avatar Aang” ed erano così interessati nella cultura dei Nomadi dell’Aria da dare brevemente fastidio a Katara. Purtroppo Re Kuei si dimostrò antagonista e decise di mandare la sua armata a Yu Dao per costringere la colonia allo scioglimento, così i due ragazzi tornarono ì per spingere gli abitanti ad evacuare, ma la Resistenza di Yu Dao si rifiutò. Aang rimase fermo nella sua opinione che le quattro nazioni dovevano rimanere divise, ma Katara iniziò a credere che forse non era la soluzione migliore e lo ricordò che Guru Pathik stesso aveva detto che la separazione era un’Illusione, illudendo alla loro stessa relazione interculturale. Purtroppo avvenne quello che i due temevano e l’armata del Re della Terra e quella del Signore del Fuoco si stavano per scontrare davanti alle porte di Yu Dao, così Katara salì sulla mongolfiera del Re per costringerlo ad analizzare la situazione con i suoi stessi occhi e di capire che stava facendo guerra contro i suoi stessi cittadini. Aang divise le due fazioni e pose fine alle ostilità, posando la base per un governo interculturale che sarà il primo di questo tipo nella storia del mondo. Katara poi seguì come lui accolse i membri del suo fanclub con la proposta di insegnargli la sua cultura e di farli diventare i primi accoliti dell’aria.

Qualche tempo dopo Katara, Aang e Sokka ricevettero la richiesta di Zuko di accompagnarlo alla ricerca di sua madre Ursa. All’arrivo a palazzo, Katara avvistò esterrefatta dietro al Signore del Fuoco Azula e, pensando che era evasa dal manicomio, la attaccò senza esitazione, ma dovette fermarsi quando Zuko spiegò che li accompagnerà come premio per aver ottenuto informazioni importanti. La dominatrice dell’acqua non distolse lo sguardo dalla principessa e dovette bloccarla più volte durante i suoi episodi psicopatici per impedire che attaccasse i suoi compagni di viaggio. Dopo essere arrivati a Hira’a, la cittadina natia di Ursa, il gruppo conobbe Noren e sua moglie Noriko che gli rivelarono che, secondo delle voci, la donna era sparita nella cosiddetta “Valle dell’Oblio”, così il gruppo decise di andare lì a cercare indizi. Per colpa dell’ennesimo attacco psicotico di Azula sembrava che l’intera foresta li stesse attaccando, ma Katara riconobbe negli attacchi il dominio dell’acqua e costrinse il vero aggressore a rivelarsi: Misu e suo fratello Rafa. Questi li parlarono di uno spirito capace di donare volti di nome “Madre del Volti” che Aang riuscì ad attirare per chiederle di ridare il volto a Rafa. Purtroppo Azula s’intromise e chiese di Ursa, venendo a sapere che Noriko era in realtà sua madre con un altro volto e con i ricordi alterati. Mentre Sokka e Zuko inseguirono la principessa in fuga verso Hira’a, lei e Aang rimasero nella foresta per convincere la Madre dei Volti ad esaudire anche il desiderio di Misu, ma vennero attaccati da ogni animale lì presente. Fortunatamente questa riconobbe in Rafa l’operato di suo figlio Koh, così accettò di esaudire la richiesta e annullò anche gli effetti del suo lavoro su Ursa. Purtroppo nel frattempo Azula era fuggita, ma Katara espressa la sua speranza che in qualche modo avesse iniziato a cambiare. Il gruppo rimase nella Nazione del Fuoco per alcune settimane dove Katara consolò Ursa durante i suoi attacchi d’ansia per l’imminente ritorno alla capitale.

Il Team Avatar fece ritorno a Yu Dao per le celebrazioni dell’annuncio del nuovo governo ufficiale, ma durante il banchetto Katara si accorse della nervosità di Aang e gli chiese cose era successo. Questo le rivelò che aveva avuto una visione di Avatar Yangchen, ma che non era riuscita a comunicare con lei. Un commento della sua ragazza gli fece ricordare dello Festival di Yangchen previsto per il giorno successivo, così il gruppo si avviò verso una scogliera deserta per festeggiare questo festival importante dei Nomadi dell’Aria. Katara dovette consolare Aang quando videro al posto del prato sacro un villaggio industriale che inquinava la zona, ma a sua grande sorpresa tra i lavoratori della raffineria ritrovò due delle sue amiche d’infanzia Niyok e Nutha. Deciso a voler parlare con il proprietario, Aang guidò il gruppo fino alla raffineria della Terra e del Fuoco dove irruppero nella loro proprietà privata e vennero ovviamente fermati dalle guardie. Sui scoprì che i proprietari furono un certo Loban e Lao Beifong che però rifiutò ogni legame di sangue con Toph e gli mandò contro i Rinoceronti Selvaggi per buttarli fuori dalla fabbrica. Durante la seguente schermaglia Katara e Sokka scoprirono una miniera segreta di ferro che era prossima al crollo, ma nessuno voleva o poteva fuggire. Quando la miniera infine collassò, lei e gli altri presenti vennero salvati dal dominio del metallo di Toph, ma la situazione rimase comunque drammatica. Katara aiutò la sua amica a resistere fino all’arrivo dei soccorsi dandole l’ultima della sua acqua e comunicando i suoi ordini ai suoi studenti che erano stati portati sul posto da Sokka. Dopo essersi salvati, Katar e Aang notarono una strana tempesta in arrivo che annunciò la comparsa di uno spirito antico irato di nome Generale Vecchio Ferro di cui Avatar Yangchen aveva voluto parlare con il suo successore. Fortunatamente Aang riuscì a sconfiggerlo, così Katara poté tornare a chiacchierare con le sue amiche e consolare il suo ragazzo depresso perla risoluzione drammatica degli eventi.

Dopo una breve sosta a Ba Sing Se, Katara e Sokka si misero in viaggio per tornare al Polo Sud per la prima volta in tre anni per vedere come stava andando la ricostruzione. La ragazza ebbe uno shock immenso quando vide che il loro piccolo villaggio si era evoluto in una vera e propria città grazie al Progetto della Ricostruzione del Sud in collaborazione con la Tribù del Nord. I due fratelli raggiunsero loro padre, il quale era stato eletto premier di tutte le tribù del Sud e gli presentò Malina e Maliq come i manager del progetto. Katara espresse il suo scetticismo verso la modernizzazione per lei forzata e alcuni dei lavoratori che si erano dimostrati parecchio antipatici nel confronto della gente locale. Durante una cena Maliq venne derubato di una valigia importante, così i due fratelli inseguirono i due ladri fino al vecchio relitto dove incontrano Gilak che cercò di convincerli a unirsi a lui per scacciare via ogni straniero perché stavano indebolendo la loro tribù. Katara e Sokka riuscirono a fuggire, ma quando volevano avvertire Hakoda di questo sviluppo, scoprirono che lui era in una relazione romantica con Malina, il che diede molto fastidio a Katara. La ragazza venne invitata alla scuola del dominio dell’acqua di Pakku, ormai sposato con Nonna Kanna, per aiutarlo a convincere due ragazzine di nome Siku e Sura di mostrare il loro dominio. Al gruppo si aggiunsero in seguito anche Aang e Toph, mentre Katara e Sokka dimostrarono di avere opinioni molto diversi sulla situazione della loro patria e la direzione da prendere per il futuro. Lei voleva riavere la sua vecchia casa e poteva capire i sentimenti di Gilak, ma Sokka le fece realizzare che la sua versione nostalgica della sua tribù non era mai esistita e che dovrebbe guardare verso il futuro. Lo festival in atto venne interrotto dalla comparsa di Gilak e i suoi uomini che bloccarono il Chi a Katara e accoltellarono Hakoda perché aveva permesso l’intromissione del Nord negli affari interni. La ragazza riuscì a salvare suo padre guarendo la sua ferita, ma in seguito venne rapito Re Kuei, venuto al Sud per delle trattative, e usato in uno scambio di ostaggi con Hakoda. Questo avvenne al pericolo Ponte del Non Ritorno, dove Katara salvò Malina dal cadere alla morte dopo essersi convinta che la donna del Nord era sincera con il suo amore per Hakoda. Alla fine riuscì a convincere Siku e Sura di mostrare le loro abilità, ponendo le fondamenta dalla rinascita del dominio dell’acqua del Sud.

Qualche settimana più tardi il gruppo tornò alla raffineria della Terra e del Fuoco, scoprendo che il piccolo villaggio si era evoluta nella Città caotica di nome “Città del Gru-Pesci”. Purtroppo la crescita smisurata e incontrollata aveva portato a nuovi problemi come, in primis, guerre di vicinato tra dominatori e un divario sociale sempre più grande tra loro e i non-dominatori. Il gruppo venne svegliato da un’esplosione alla raffineria e scoprirono che era stato un attentato. Le ricerche di Sokka li portarono a Liling, una imprenditrice dominatrice molto ricca che era capo di un movimento di dominatori suprematisti che volevano scacciare via ogni non-dominatore. Il gruppo s’intrufolò di nascosto a un incontro segreto del movimento, ma Toph fece saltare la loro copertura portando a una schermaglia e la cattura di Liling. Quando Toph propose di tagliare la testa al toro togliendole il dominio, Katara e Sokka erano contrari a questa idea perché sarebbe stata una punizione troppo severa. Quando Aang ammise in segreto che ci stava pensando davvero, la sua ragazza gli spiegò che perdere il dominio equivaleva a perdere una parte della sua identità, per cui non era così non-violento come poteva apparire. In quel momento Satoru li chiamò in aiuto per un incendio al palazzo del consiglio, ma dopo averlo spento Katara, Aang e Toph si resero conto che stata soltanto una distrazione per permettere ai seguaci di Liling di liberarla. Mentre la dominatrice dell’acqua curava le guardie, il loro capo gli chiese di proporre a Suki di insegnarli il blocco del Chi, cosa che venne accettata subito. Grazie al tradimento di Ru verso sua madre Liling, il gruppo seppe di un attacco imminente per il giorno seguente, così si poterono preparare costruendo varie trappole intorno alla raffineria. Dopo aver bloccato alcuni aggressori nel ghiaccio, Katara si accorse di come Ru stava sfidando sua madre cercando di bloccarle il Chi, ma la dominatrice della terra reagì con una furia smisurata e cercò di uccidere sua figlia. Aang lo impedì, ma entrò nello Stato dell’Avatar per togliere il dominio, cosa che Katara non voleva permettere e lo supplicò di ripensarci, cosa che il ragazzo fece. Dopo la fine delle ostilità, Aang annunciò di voler rimanere qua per ancora un po' di tempo e quando aggiunse che questa città aveva bisogno di un nome nuovo, Katara annunciò sorridendo che lo dirà a Sokka.

Vita adulta/Leggenda di Korra (102- 174 DG)[]

Famiglia di Aang

La giovane famiglia

Alcuni anni dopo, Katara e Aang si sposarono e misero su famiglia che si stabilì sull'Isola nella baia Yue che diverrà l’Isola del Tempio dell’Aria. Katara diede alla luce tre figli: Bumi, nato come non-dominatore, Kya, una dominatrice dell’acqua che seguì le orme di sua madre come guaritrice e infine Tenzin, l’unico dominatore dell’aria tra i tre. Per ovvi motivi, Katara ebbe la connessione maggiore con Kya, battezzata in onore alla sua madre defunta, e le insegnò ogni tecnica e arte che conosceva, aiutando sua figlia a diventare una guaritrice famosa nel mondo come lei.

Nell'anno 124 DG, Katara scrisse una lettera che venne inclusa nel libro che suo marito stava creando per suo figlio Tenzin per aiutarlo a ricordarsi della sua eredità di Nomade dell’Aria senza però perdere la gioia della gioventù. Quando Kya rivelò a sua madre il suo orientamento sessuale, Katara era molto tollerante, anche se le consigliò di non rivelarlo a tutti, seguendo la cultura della sua tribù riguardo affari di famiglia.  Quando qualche anno dopo, nel 130 DG, Tenzin era finito nei guai dopo aver iniziato una rissa con dei vandali e venne “condannato” da suo padre a ripulire i cancelli roteanti vandalizzati insieme ai colpevoli, Katara osservò la scena insieme a suo marito. Aang notò che sarebbe bello se mantenere la pace fosse sempre così facile mentre Katara gli consigliò di lasciare a loro figlio i conflitti facili, dato che era ancora giovane.

Passarono gli anni e Tenzin acquisì il titolo di maestro del dominio dell’aria e ricevette i suoi tatuaggi, a grande gioia dei suoi genitori. Mentre Bumi e Kya rimasero nubili, Tenzin si sposò con Pema e ebbe da lei quattro figli, ovvero Jinora, Ikki, Meelo e Rohan. Circa in quel periodo di tempo, Katara aveva promosso una legge che vietava il dominio del sangue nella Repubblica Unita.

Nell'anno 153, Aang morì relativamente giovane, rendendo Katara vedova, ma dopo aver conosciuto la sua reincarnazione Korra, natia proprio dalla sua tribù, decise di diventare la sua maestra del dominio dell’acqua come lo era stata per Aang.

Katara Korra allenamento

Katara allena Korra

Katara tentò di insegnare alla bambina burrascosa come eseguire movimenti lenti e calmi, ma più di una volta questa non riuscì a seguirla e si lasciò guidare dalla sua proverbiale impulsività. Fu così anche durante una lezione a casa di Senna e Tonraq dove Korra fini per sommergere la sua maestra sotto un cumulo di neve nel tentativo maldestro di imitare i suoi movimenti. Mentre la aiutava ad uscire dalla nave, Senna chiese scusa per sua figlia, ma la maestra anziana se la rise dicendo di aver affrontato dominatori dell’acqua molto più pericolosi nella sua vita e la rassicurò che Korra imparerà col tempo. La sessione di allenamento venne interrotta dall'avvertimento di Tonraq che si stava avvicinando una bufera di neve, il che costrinse tutti a rifugiarsi nell’iglù.  

Quando seppe la mattina seguente che la piccola Korra era uscita lo stesso nonostante la bufera e non si trovava, Katara aiutò Senna e Tonraq nella ricerca. Dopo aver trovato il giovane Avatar sano a e salvo in compagnia di un cucciolo di cane polare che voleva assolutamente tenere come compagno, Katara spiegò ai genitori non proprio entusiasti di questa idea che ogni Avatar ha avuto una guida animale e che crescere Naga potrebbe essere esattamente quello di cui questa bambina energetica aveva bisogno. Le lezioni del dominio dell’acqua continuarono, ma dopo l’attacco del Loto Rosso che voleva rapire la bambina, si spostarono nel Complesso del Loto Bianco. Korra spese mesi nella capanna di Katara per imparare l’arte della guarigione e della medicazione, diventando una guaritrice molto abile.

Maestri complesso loto bianco

Katara osserva i progressi di Korra

Nell’anno 170 DG, Katara osservò l’esame finale del dominio del fuoco di Korra insieme al resto della commissione, tra cui anche Yim, il suo maestro del fuoco. Si accorse della aggressività mostrata durante la prova, alla quale il capo dei Loto Bianco commentò scocciato che alla ragazza mancava il contegno. Dopo che l’Avatar aveva sconfitto i suoi tre avversari con facilità, la commissione scettica si rivolse a lei per un giudizio finale sulla questione se Korra era pronta per l’addestramento nel dominio dell’aria sotto Tenzin nonostante la sua scarsità nel lato spirituale del dominio. Confidente nella abilità di suo figlio, Katara annunciò che lei credeva che la giovane donna era pronta, dato che Tenzin era la persona perfetta per insegnarle quello che le mancava.

Jinora Ikki Katara

Ikki interrompe Jinora

Qualche giorno dopo, Tenzin e la sua famiglia arrivarono al Complesso del Loto Bianco e salutarono Katara con gioia. Vedendo suo figlio esasperato per le scenate di Meelo che gli stava mordendo la testa calva, Katara glielo tolse via, a grande dispiacere del bambino che la chiamò “strana donna” e le ordinò di rilasciarlo. Mentre l’anziana maestra espresse la gioia di rivedere la sua famiglia, Jinora si avvicinò a lei e le disse che aveva letto tutto sulla sua avventura del passato, ma stava morendo dalla voglia di scoprire cosa ne fosse stato della madre di Zuko.  Katara voleva già rispondere, ma le venne tagliata la parola da una Ikki scatenata che le sparò addosso una serie di altre domande.

Mentre i bambini si allontanarono per giocane nella neve, Katara si rivolse a Pema che era altamente incinta con il suo quarto nipote. Predisse che anche questo bambino sarà un dominatore, a grande rammarico della madre che desiderava un figlio non-dominatore come lei. La donna volle sapere se anche Bumi e Kya erano stati così energetici come i giovani dominatori dell’aria, Katara si limitò a raccontare che Tenzin era sempre stato molto più calmo e serio di loro.

E01 Katara saluta Korra

Katara le agura buona fortuna

Poco dopo venne a galla che Tenzin non poteva restare al Polo Sud per insegnare a Korra il dominio dell’aria per via di problemi a Città della Repubblica e Katara fu la prima a capire questo problema. Conoscendo la giovane donna, intuì che non si sarebbe arresa così e infatti la beccò nelle stalle dove stava preparando Naga per scappare dal complesso e imbarcarsi per Città della Repubblica. La maestra anziana fu l’unica a capire i sentimenti di Korra e il suo desiderio di voler trovare la sua strada da sola e dimostrò la sua fiducia nella reincarnazione di suo marito dandole il permesso di partire.

Qualche mese dopo, Korra tornò alla Tribù dell’Acqua del Sud nella disperata speranza che Katara poteva annullare gli effetti del blocco del dominio di Amon. Purtroppo persino la guaritrice migliore del mondo si rivelò impotente davanti a questa sfida e osservò impotente come la giovane donna usci dalla sua capanna abbattuta e depressa. Questo cambiò qualche ora dopo quando una Korra guarita dal dominio dell’energia ridiede il dominio a Lin dimostrando anche la sua nuova abilità di poter entrare nello Stato dell’Avatar.

Kya Katara Jinora Ikki Meelo

Riunione di famiglia

Sei mesi più tardi, Katara invitò il suo primogenito Bumi a venirla a trovare per il Festival degli Spiriti dei Ghiacciai per riunire l’intera famiglia. Lei e Kya attesero gli altri al porto della capitale dove salutò i suoi nipoti e seguì i piccoli battibecchi tra i suoi figli. Più tardi era presente al banchetto in onore del capotribù Unalaq insieme alla sua famiglia, ma osservò preoccupata come Kya e Bumi si stavano facendo continuamente beffe di Tenzin.

La mattina seguente, dopo che Korra aveva licenziato Tenzin come il suo mentore spirituale, Katara incoraggiò il suo terzogenito di portare i suoi fratelli con sé per la sua vacanza ai quattro templi dell’aria, ricordandolo che doveva apprezzare il tempo speso con la sua famiglia finché erano ancora presenti. Aggiunse anche la sua idea che sarebbe bello se i tre figli di Aang visitassero il luogo di nascita di loro padre insieme. Finalmente Tenzin si arrese e accettò questa idea e salutò sua madre con abbraccio caloroso e promise di tornare a visitarla presto. Prima della loro partenza, diede a Kya una foto della loro famiglia quando loro erano stati ancora piccoli.

B2 E12 Katara Jinora supporto vitale

Katar s'impegna per salvare Jinora

Katara non si intromise nella guerra civile, credendo che la sua giornata sul campo di battaglia erano ormai passate, ma si limitò a trattare i ribelli feriti che le vennero portati nella capanna. I suoi figli vennero da lei per trattare una Jinora senza spirito per una visita. Allarmata del tempo passato da Jinora in questo stato, la piazzò immediatamente in una vasca di guarigione e iniziò a guarirla. Dopo aver fatta la sua analisi attraverso il suo dominio, ammise che non sapeva quanto ancora Jinora poteva resistere in questo stato senza spirito, credendo che aveva già dimostrato una resistenza straordinaria per aver resistito per una settimana intera.  

Katara continuò a mantenere in vita sua nipote finché questa non si risvegliò alcune ore dopo essere tornata nel suo corpo. La bambina abbracciò sua nonna per poi comunicare che Korra aveva salvato il mondo dall’Avatar oscuro. Qualche giorno dopo, la vecchia maestra assistette fiera all'annuncio dell’Avatar che la guerra civile era finita e che ora la Tribù dell’Acqua del Sud era indipendente.

B4 E02 Katara Korra

Ammette che sarà dura

Cinque settimane dopo l’abbattimento del Loto Rosso, Katara ricevette finalmente la prima visita da parte di una Korra ancora debilitata dopo il suo combattimento contro Zaheer e il suo avvelenamento. Dopo una visita accurata, la guaritrice ammise che il veleno del Loto Rosso aveva causato danni ingenti interni. Frustrata e impaziente, Korra volle solo sapere se poteva guarirla, ma Katara ammise che poteva solo aiutarla attraverso il suo arduo cammino di guarigione, ma il risultato finale non dipendeva da lei. Vedendo che questa non era la risposta desiderata, aggiunse che era certa che, se si dedicava veramente a migliorare, poteva uscire da questa prova più forte di prima.

B4 E02 Katara Korra caduta

Un processo lento e doloroso

Così iniziò il difficile processo di guarigione e riabilitazione che iniziò a un passo molto a rilento. Dopo sei mesi di terapia, Korra era ancora confinata alla sedia a rotelle e la sua pazienza si era esaurita fino al momento in cui si sfogò con la sua maestra. In uno scatto di ira si lamentò che tutti stavano aiutando il mondo mentre lei era costretta a stare qua con lei che non poteva nemmeno guarirla. Queste accuse non la scossero più di tanto e calmò la sua pazienta dicendo che era tutto a posto e che doveva lasciar scorrere via la sua rabbia come l’acqua di un torrente. Korra si scusò per la sua uscita e ammise di sentirsi molto stanca e frustrata, il che spinse Katara a ricordala che lei non era il primo Avatar ad aver subito un grande trauma. Le ricordò del momento in cui Aang aveva saputo della distruzione della sua intera cultura e la morte di ogni persona a lui nota, ma nonostante questo ha saputo trovare un significato nella sua sofferenza e aveva trovato la sua pace. Le consigliò a Korra di seguire il suo esempio e la incoraggiò a voler trovare quello che troverà alla fine del suo percorso. Grazie a questa visione, la giovane donna riuscì a fare i primi passi che portarono finalmente ai progressi tanti agognati. Con grande pazienza e perseveranza, Katara aiutò Korra nella sua riabilitazione che durò altri due anni, finché la sua paziente era nuovamente abile, almeno fisicamente.

Oltre mezz’anno dopo, in seguito alla invasione di Kuvira a Città della Repubblica, Katara vistò la metropoli per visitare i suoi nipoti. In quella occasione incontrò anche Toph che era venuta in città per visitare Opal, così decisero di andare in spiaggia insieme a Korra, Asami e Bolin. Anziché riposarsi al sole, le due amiche anziani iniziarono a raccontarsi dei bei vecchi tempi in cui si fecero gli scherzi a vicenda, iniziando una guerriglia di scherzi coinvolgendo i presenti sulla spiaggia.

Personalità[]

Katara possedeva una personalità calorosa e premurosa, cosa che le ha fatto affibbiare il ruolo della “madre del gruppo”. Chiunque abbia dimostrato almeno in parte affidabile sul loro viaggio, godeva del suo istinto di protezione molto sviluppato e difese chiunque vide in pericolo. Questa sua forza interna e la speranza di un esito migliore sono state più volte la salvezza del gruppo quando ha dovuto affrontare situazioni difficili. Un esempio lampante fu quando dovettero uscire dal deserto Si Wong con un Aang arrabbiato e non collaborante per la perdita di Appa, un Sokka inebriato dal succo di cactus, una Toph mezza cieca sulla sabbia e una carenza significativa di acqua. Durante la loro permanenza accanto al fiume Jang Hui nella Nazione del Fuoco, Katara non è riuscita a voltare le spalle alla gente del villaggio afflitti da una povertà spaventosa e malattia legate all'inquinamento del fiume. Il suo punto debole erano specialmente bambini, non ha esitato a dare uno dei suoi pesci appena comprati a uno di loro malnutrito. Ha difeso Tom-Tom dalle accuse di Sokka e di Yung che non vedevano nel bambinetto nient’altro che un futuro solato del fuoco spietato solo perché era figlio di due membri della Nazione del Fuoco. L’origine di questa vena premurosa nei confronti di bambini forse era la sua stessa esperienza nell’infanzia quando ha perso sua madre da bambina, per cui era inclinata a voler essere la madre per tutti i bambini che incontrava. Secondo Sokka, questa particolarità era stata la ragione per la quale la loro famiglia non si è spezzata dopo l’assassinio di Kya, dato che Katara si era impegnata fin da giovane a voler colmare la lacuna rimasta dall'assenza della mamma- il ragazzo ha ammesso che ormai, quando pensava a sua madre, stava vedendo soltanto Katara.

A parte questo, il secondo aspetto dominante di Katara era la sua determinazione di ferro di aiutare il prossimo; ha dichiarato più volte che, per aiutare persone in pericolo, era disposta a mettere in seconda fila le proprie esigenze. Quando ha deciso di fare una cosa, si impegnava con tutto il suo cuore, il che risultò spesso in disperazione e rabbia se si vide intralciata in qualche modo. Era disposta a difendere persino persone che in un primo momento erano nemici, come la gente del villaggio di Jang Hui nella Nazione del Fuoco perché ha visto che loro non erano responsabili delle atrocità commesse dal governo. Ha persino combattuto contro Hama, l’unica altra maestra del dominio dell’acqua della sua patria, per difendere un altro villaggio della Nazione del Fuoco. Più di una volta Sokka ha ammesso che ogni tanto questo forte senso di protezione e giustizia lo stava facendo esasperare.

La sua determinazione si vide anche nel suo desiderio di migliorare il suo dominio dell’acqua e lo considerò come parte della sua cultura, forse anche il suo contributo alla ricostruzione della Tribù dell’Acqua del Sud per onorare il sacrifico di sua madre. Il suo entusiasmo la fece allenare costantemente e con grande determinazione, anche se all'inizio significava provare e fallire da sola, dato che non ha avuto un maestro. Era andata avanti per la sua strada ignorando le continue critiche e commenti sarcastici di suo fratello. Quando ha infine trovato una pergamena con delle tecniche avanzate del dominio dell’acqua ha buttato all’aria i suoi principi e lo ha rubato senza pensarci due volte, ragionando che “non era un reato rubare a dei pirati”. Una volta raggiunta la Tribù del Nord, Katara non vedeva l’ora di trovare un vero maestro per insegnarle come si deve, per questo la sua furia e delusione furono immensi quando le venne quasi letteralmente sbattuta la porta in faccia con Pakku che la derise e le vietò di diventare la sua studentessa solo perché era femmina. In lei si accese la fiamma della ribellione mista alla sua proverbiale determinazione di lottare contro le ingiustizie, così sfidò il venerato e stimato maestro davanti al capotribù anche insultandolo. Una volta conquistatosi il suo rispetto, si impegnò a fondo per imparare tutto il più presto possibile assorbendo i suoi insegnamenti in poche settimane diventando, a detta di Pakku, la miglior studentessa che abbia mai avuto.

Katara venne spesso mostrata come la persona più matura del gruppo che raramente indulgeva negli scherzi di Aang e Sokka, anche se possedeva uno spiccato senso dell’umorismo. Nonostante questo rimase sempre attaccato alle regole- almeno finché vedeva in loro un senso- il che la fece rimproverare i suoi amici spesso per le loro uscita al limite del legale, specialmente Toph che si ostentava a voler rompere più regole possibili. Per questo motivo Sokka e Aang reagirono con shock quando Katara una volta propose lei stessa di fare una truffa dopo che aveva sgridato i suoi amici poco prima per aver truffato la gente. Anche se Sokka ha spiegato a Toph che ogni tanto sentiva Katara come troppo invadente e comandante, la ragazza rispettava la sfera privata della gente, per cui le dava fastidio quando suo fratello setacciò la casa di Hama alla ricerca di “qualcosa di losco”.

Ma era anche vero che Katara poteva essere molto dominante e ogni tanto persino arrogante e ipocrita, poteva diventare seriamente acida e aggressiva quando provocata. Questo suo lato asociale diventa più visibile con la mancanza di sonno, come visto durante le notti in cui venivano inseguiti da Azula, Mai e Ty Lee. Senza il suo freno morale rischia di diventare letteralmente antipatica e prona a scatti d’ira incontrollati che portano a azioni non pensate fino in fondo. Esempi di questo sono la sfida di uno dei più rinomati maestri del dominio dell’acqua davanti a tutto il consiglio, la distruzione della fabbrica responsabile dell’inquinamento di Jang Hui, oppure la sua breve gelosia per il talento naturale di Aang oppure anche quando incontrarono un suo fanclub a Ba Sing Se. Ci ha messo molte settimane a gestire la natura ribelle e casinista di Toph, dato che aveva sperato che, con finalmente una distribuzione equa tra membri maschili e femminili nel gruppo, poteva stare più tranquilla- ma venne prontamente delusa.

Per via della forte determinazione e il suo ferreo senso della giustizia, a volta non voleva ascoltare opinioni opposte alla sua credenza, il che la fece diventare a volte molto permalosa. Questo era evidente specialmente per persone che, dopo aver conquistato la sua fiducia, l’avevano delusa e tradita. Incontrava persona che avevano fatto un torto a Aang o al suo gruppo con scetticismo e ci voleva molto finché si fidava di loro. Jet era un esempio di questo che in un primo momento si era dimostrato eroico e affidabile per poi abusare della sua generosità per compiere un atto terrificante, il che lo fece cadere molto in basso per Katara. Difatti lei fu quella che, dopo averlo rincontrato a Ba Sing Se, è rimasta scettica per il maggior tempo, avvertendolo apertamente che fino a prova contraria non gli credeva una singola parola e che lo teneva d’occhio. Non risparmiò nemmeno suo padre Hakoda accusandolo di aver abbandonato lei e Sokka per andare in guerra tenendo il broncio per parecchio tempo. L’esempio più famoso invece fu Zuko che minacciò apertamente di ucciderlo se dava anche solo l’idea di essere tornato sulla sua vecchia strada minacciando l'incolumità di Aang. I suoi amici ci misero molto meno per perdonarlo, persino suo fratello si fidò del principe prima di sua sorella, prova della profonda ferita personale che il suo tradimento a Ba Sing Se le aveva causato. Quando seppe che Malina era diventata la ragazza di Hakoda, reagì con shock e riservatezza, dato che non le piaceva che suo padre si trovasse una nuova campagna in pratica ponendosi alle spalle Kya. In quel momento stava pensando solo a sé stessa anziché essere felice per suo padre vedovo da tanto.

Nonostante la sua permalosità, se la persona in questione era riuscita a dimostrare la sua sincerità, dopo un po' Katara poteva perdonarlo come nel caso di Jet e Zuko. Difatti ha permesso a Jet di guidarli da Appa e la sua morta sembrava averla colpita sinceramente. Dopo aver saputo che anche Zuko aveva perso sua madre per mano della Nazione del Fuoco, si è persino offerta di guarire la sua cicatrice sul volto. Dopo il ritorno dalla missione di ritrovamento dell’assassino di sua madre ha infine perdonato anche Zuko e in segno di questa nuova amicizia, lo ha abbracciato. Un caso simile fu con Malina che si era dimostrata in completo con Maliq e la Tribù del Nord per sottomettere il Sud; l’ha trattata con una freddezza e acidità notevole finché Malina non si era dimostrata pronta al sacrifico per salvare Hakoda.

L’evento che l’ha segnata di più era ovviamente la morte di sua madre e Katara ne ha parlato più volte anche in occasioni dove forse non era così appropriato. Ogni tanto sembrava che si dimenticasse che anche altre persona potevano aver sofferto di traumi simili, il che portò ad occasioni imbarazzanti, ma le permise anche di legare con loro come per esempio con Haru. Il suo attaccamento emozionale a Kya però la rese cieca sul fatto che la mamma non era stata solo sua, ma anche quella di suo fratello, il che la portò una volta a urlargli contro che non la amava abbastanza perché si era apposta a lei che voleva trovare e uccidere il suo assassino, ignorando la sua reazione scioccata. Ha ignorato anche il consiglio di Aang che le disse che era meglio perdonare che cercare la vendetta. Quando incontrò il capitano dei Predatori Meridionali, pensando che si trattasse di quel soldato, non esitò ad usare il dominio del sangue su di lui buttando al vento ogni vincolo morale. Una volta capito che aveva beccato la persona sbagliata, si pentì di essere arrivata tanto, ma continuò a premeditare l’assassinio do Yon Rha finché era a un passo dal suo compimento. Fortunatamente la sua coscienza la fermò all’ultimo e lo lasciò andare strisciando nel fango. In quel momento si rese conto che Aang ha avuto ragione e che la violenza non era la risposta alla violenza.

Nonostante in sostanza sia una donna femminile, Katara non esitava a rinunciare a questo look se era un mezzo per raggiungere un obiettivo. Quando una volta a lei e a Toph venne negato l’accesso a un bar perché erano donne, i due si travestirono da maschi. Dopo un momento di esitazione Katara si divertì moltissimo a mostrare il suo lato di maschiaccio e volle cavalcare persino un toro meccanico e stava per iniziare una rissa quando alcuni uomini la presero in giro. Alla fine Toph dovette trascinarla via di forza, parzialmente divertita e scioccata da questo lato finora ignoto della sua amica.

Abilità[]

Dominio dell'acqua[]

Katara venne definita fin dal primo episodio tramite il suo dominio dell’acqua, difatti era lei la prima dominatrice che abbiamo visto a parte Avatar Roku della sigla. Era stata identificata come tale da bambina quando spaccò un pezzo di ghiaccio dopo essere stata presa in giro da suo fratello Sokka. Purtroppo rimase per anni senza un maestro, dato che era rimasta l’unica dominatrice dell’intero polo sud, ma nonostante ciò era decisa ad addestrarsi anche da sola. Col passare degli anni si è auto-istruita nell'attirare e spingere l’acqua dell’oceano e di creare piccole forme di acqua, il che era notevole dato il fatto che non aveva avuto nessun esempio da seguire. Alla comparsa di Aang stava usando questa abilità per catturare pesci e di trasformare un po' di acqua in ghiaccio, ma ha dato un assaggio al suo vero potere quando, in preda alla furia per le prese in giro di suo fratello Sokka, ha spaccato un iceberg alto più di venti metri, dando inizio alla storia. Dopo aver deciso che voleva accompagnare l’Avatar al polo Nord per fargli insegnare il dominio dell’acqua, Katara dichiarò di volerlo seguire per trovare finalmente anche lei un maestro vero. Sul viaggio iniziò ad insegnare quel poco che sapeva fare a Aang, il quale si dimostrò un genio come pochi e assimilò in pochi minuti quello che per lei ci erano voluti anni, il che accese la sua frustrazione e la sua invidia.

Il suo dominio dell’acqua rimase su un livello amatoriale finché, per caso, non venne in possesso di un rotolo con tecniche di dominio dell’acqua avanzate. Incapace di ignorare questa opportunità d’oro, la ragazza lo rubò a dei pirati e s’impegnò a fondo per imparare ogni singola tecnica lì elencata. All’arrivo del gruppo al polo Nord lacune settimane dopo, la sua abilità era migliorata considerevolmente e con essa anche la fiducia nelle sue capacità. Aveva imparato ad essere molto più precisa e creativa con l’uso del suo elemento, inoltre ora sapeva usare sorgenti nascoste e grande quantità di acqua alla volta. Insieme ad Aang ha creato il dominio delle nuvole e una variante tenuta in mano della frusta d’acqua, inoltre era diventata anche molto più abile nel dominio del ghiaccio e della neve.

Quando sfidò il maestro Pakku, sapeva di non essere una sua degna avversaria, ma nonostante ciò non voleva sprecare questa opportunità di affrontare un vero maestro del dominio dell’acqua e era decisa a dargli almeno il più filo da torcere possibile. In quel duello dimostrò abilità finora mai viste da lei, dimostrando i suoi progressi nelle ultime settimane. Per la prima volta dominò con i suoi piedi e fermò un’onda trasformandola in ghiaccio. Pakku la sconfisse alla fine immobilizzandola tra spuntoni di ghiaccio, vincendo senza farle del male fisico a ammise che era una dominatrice dell’acqua fenomenale, ma, essendo una donna, si rifiutò ancora di insegnarle. Fortunatamente ci ripensò dopo aver appreso che Katara era la nipote di Kanna e fece di lei la sua allieva di spicco; le sue abilità progredirono più velocemente di ogni altro suo studente grazie alla sua caparbietà e passione feroce. In seguito affrontò Zuko durante una notte di luna piena sconfiggendolo con facilità, ma venne sconfitta quando si alzò il sole e il dominatore del fuoco tornò al suo pieno potere. Si prese la sua rivincita la notte successiva battendo Zuko in modo imbarazzante.

Dopo la fine dell’assedio, Pakku dichiarò Katara la prima maestra del dominio dell’acqua femminile e un suo parigrado dopo sole tre settimane di addestramento e la incaricò di continuare l’allenamento dell’Avatar. Lei continuò a migliorare le sue abilità costantemente dimostrando la sua capacità offensiva in combinazione con la guarigione imparata da Yagoda. A Omashu era riuscita a bloccare un assalto con coltelli da lancio da parte di Mai alzando del legno con dell’acqua oppure usando un muro di ghiaccio, poi ha congelato le braccia della sua nemica. Venne solo sconfitta grazie a un attacco a sorpresa di Ty Lee che le bloccò il Chi, il che le tolse temporaneamente il suo dominio. Nella palude era in grado di generare abbastanza pressione con i suoi cerchi d’acqua affilati come rasoi da tagliare le liane di Huu. Nel suo secondo incontro con Ty Lee le stette alla larga usando le sue lame di acqua, intimorendo la sua avversaria abbastanza da impedire di avvicinarsi. Nel suo primo duello con Azula l’ha fermata una volta bloccandole il braccio con una frusta d’acqua. Sul Passo del Serpente ha aiutato Aang a mantenere una bolla d’aria per avanzare sott’acqua, poi ha creato un ponte di ghiaccio sull’acqua aperta lungo quasi cento metri e infine ha collaborato nuovamente con Aang per creare un vortice surfando sull'acqua con l’aiuto di una tavola di ghiaccio.

Katara ha anche imparato a utilizzare acqua nelle vicinanze velocemente per creare armi da combattimento, come visto quando ha incontrato Jet a Ba Sing Se. In quella occasione ha creato spuntoni di ghiaccio per incastrarlo contro un muro senza ferirlo, ma bloccando ogni movimento. Nell'assalto del palazzo del Re della Terra ha sconfitto dozzine di guardie con le sue fruste d’acqua. Ha affrontato sia Zuko che Azula nelle catacombe mettendoli entrambi alle strette; era riuscita a tagliare una chioccia di capelli dalla principessa e di catturarla brevemente. Quando stava per essere sottomessa dagli agenti Dai Li, si è difesa usando la forma del polipo e ha creato un’onda gigante che ha scaraventato via i suoi emici incluso Zuko. Alla fine è fuggita con un Aang incosciente salendo per una cascata alza più di dici metri.

Spinto dalla necessità, Katara si allenò per aumentare la potenza offensiva del suo dominio. Durante la battaglia navale contro un’altra nave della Nazione del Fuoco ha creato un’onda abbastanza grande da quasi capovolgere la nave nemica e ha creato uno scudo di nebbia per poter fuggire. Durante la sua permanenza nella Nazione del Fuoco, Katara incontrò Hama, l’unica altra maestra del dominio dell’acqua proveniente della Tribù del Sud come lei, e che le insegnò alcune tecniche del ormai quasi estinto stile del Sud. Grazie a lei imparò a estrarre acqua da piante e dall’aria e usarlo sia come sorgente del suo elemento che per dominare le piante stesse. Durante il suo duello, Katara ha resistito a un attacco diretto di Hama bloccandolo anziché reindirizzarlo, il che scioccò la vecchia maestra fino al punto da darle un vantaggio.

Durante il giorno del Sole Nero, Katara ha creato lame di acqua abbastanza forti e affilate da tagliare pesante catene di metallo, poi ha distrutto diverse torri di guardia e sconfitto dozzine di solati. Durante la sua missione di vendetta contro Yon Rha, Katara ha usato la potenza della luna piena per quasi capovolgere la nave dei Predatori Meridionali e ha sconfitto quasi tutti i soldati da sola. Per dimostrare la sua identità davanti all'assassino di suo madre, ha creato un duomo

d’acqua fermando la pioggia in raggio di dieci metri, poi ha raccolto le gocce per creare innumerevoli spuntini affilati di ghiaccio che lanciò su Yon Rha, fermandoli solo a pochi centimetri dal ex-soldato. Un’altra dimostrazione della sua potenza e precisione fu il suo duello finale contro Azula dove non solo ha resistito alla dominatrice del fuoco potenziata dalla Cometa di Sozin, dove l’ha sconfitta congelando se stessa e la sua avversarie in un blocco di ghiaccio creato in millesimo di secondi per poi scogliere solo quei centimetri necessari per lei per potersi muovere intorno alla principessa imprigionata e di incatenarla.

Guarigione[]

Katara non si è solo dimostrata come un talento naturale per il dominio dell’acqua, ma anche portatrice del raro dono di poter manipolare il Chi per guarire ferite. Ha scoperto questo suo talento inavvertitamente quando, dopo essere stata ustionata alle mani da Aang, era corsa a un torrente e ha immerso le sue mani nell’acqua per alleviare il dolore. Ha usato questa abilità poi anche per guarire una piccola ustione sul braccio di Aang causato da Zhao. Una volta arrivata al Polo Nord, Katara venne mandata da Yagoda su ordine di Pakku per imparare la guarigione come era uso a quei tempi per le donne. Anche se il suo maestro principale rimase sempre Pakku, continuò a frequentare le lezioni di Yagoda per migliorare anche la sua abilità di guaritrice. Quando arrivo alla fortezza del generale Fong, ha guarito molti solati feriti in poche ore. Purtroppo non era capace di guarire ferite causate dal blocco del Chi e non era stata abbastanza potente da salvare la vita a Jet che aveva subito gravi ferite interne per mano di Long Feng.

L’acqua proveniente dalla sorgente spirituale del Nord aumentava di molto la sua abilità e l’ha usata per riportare in vita Aang dopo che questo era stato colpito dal fulmine di Azula e era in bilico tra la vita e la morte. Ha salvato poi suo padre Hakoda quando questo venne ferito gravemente durante l’Invasione durante l’eclissi, poi ha salvato Zuko che era stato colpito da Azula per salvarla. Ha salvato la vita a suo padre la seconda volta quando questo venne accoltellato da Gilak.

La sua abilità crebbe col passare degli anni fino a venir acclamata come la migliore guaritrice del mondo. Inoltre era un’insegnate molto capace, il che permise sia a sua figlia Kya che Avatar Korra di diventare anche loro guaritrici di alto livello. Ma nonostante la sua immensa esperienza non era riuscita ad annullare gli effetti della tecnica di Amon che aveva tolto i domini a Korra grazie al suo dominio del sangue.

Dominio del sangue[]

Nel momento in cui Hama apprese il fatto che Katara era una maestra del dominio dell’acqua come lei, decise di insegnarle tutto quello che aveva imparata, incluso il suo terribile dominio del sangue, ovvero l’abilità di poter controllare l’acqua contenuta nel copro di un essere vivente. Quando la ragazza apprese questi piani, si inorridì e si rifiutò categoricamente di imparare un’arte talmente spaventosa e crudele, ma Hama non si fece desistere e la costrinse ad impararlo con la forza usandolo su di lei. Nonostante l’evidente avversione contro quella tecnica e il fatto di averlo vista solo per poche ore, Katara la apprese in pochissimo tempo, dimostrando una affinità naturale. Grazie alla sua testardaggine e la forza mentale, si liberò dalla presa del dominio del sangue diventando la prima persona ad esserne stata capace, ma alla fine cadde nella trappola di Hama di costringerla ad usare questa abilità per salvare Sokka e Aang. Katara si rese conto di questo tranello solo dopo alcuni secondi e, al posto di essere orgogliosa, cadde nel panico e si dimostrò spaventata da sé stessa, giurando di non usarlo mai più.

Questa sua risoluzione si disperse durante la ricerca dell’assassinio di sua madre, il che fu una testimonianza di quanto fosse decisa a trovarlo e prendersi la sua vendetta. Durante una notte di luna piena mise fuori gioco l’intero equipaggio della nave dei Predatori Meridionali e, quando avanzò fino al Capitano, scatenò tutta la sua furia su di lui dimenticando ogni vincolo morale e dominò il suo sangue, a grande shock di Zuko. Lo rilasciò solo quando scoprì che non era l’uomo che stava cercando e in quel momento si rese conto che aveva appena dominato il sangue di una persona innocente.

Dato che questa era stata l’unica volta conosciuta in cui aveva usato questa abilità, Katara è rimasta la sola dominatrice del sangue di cui presa finora nessuno è mai riuscito a fuggire. Questo avvenimento singolo le ha insegnato come funzionasse, aiutandola nella diagnosi del blocco dei domini subito da Korra per mano di Amon, anche se non era stata capace di annullarlo.

Altro[]

La conoscenza della guarigione di Katara si estese oltre alla sola tecnica della guarigione, dalla Nonna Kanna ha imparato le basi della medicina tradizionale e come portare al mondo un bambino, come visto con la figlia di Than e Ying. Con Aang ha dimostrato di conoscere almeno le basi dello yoga e della importanza di un equilibrio fisico-mentale. Col passare degli anni diventò anche molto abile nella riabilitazione fisica, come visto nei mesi di terapia di Korra dove le ha aiutato a tornare a camminare.  

Anche se a lei mancava la forza fisica dei suoi compagni per il combattimento corpo a corpo, Katara ha dimostrato più volte un’agilità notevole. Un esempio era il suo duello contro Pakku dove ha usato una varietà di pugni e calci oppure la scena della danza con Aang durante la festa da ballo dove ha unito arti marziali varie con passi da danza.

Comparsa[]

Avatar: La Leggenda di Aang[]

Libro uno, Acqua (水)[]

  • 101. "Il ragazzo nell'iceberg"
  • 102. "Il ritorno dell'Avatar"
  • 103. "Il Ciclo degli Avatar"
  • 104. "Le Guerriere di Kyoshi"
  • 105. "Il Re di Omashu"
  • 106. "Imprigionati"
  • 107. "Il Solstizio d'inverno, prima parte: Lo spirito della foresta"
  • 108. "Il Solstizio d'inverno, seconda parte: l'Avatar Roku"
  • 109. "Il dominio dell'acqua"
  • 110. "Jet"
  • 111. "Il grande canyon"
  • 112. "La tempesta"
  • 113. "Lo spirito blu"
  • 114. "L'indovina"
  • 115. "Bato della Tribù dell'Acqua"
  • 116. "Il maestro del dominio del fuoco"
  • 117. "Il Tempio dell'Aria del Nord"
  • 118. "Il maestro del dominio dell'acqua"
  • 119. "L'assedio del Nord, prima parte"
  • 120. "L'assedio del Nord, seconda parte"

Libro due, Terra (土)[]

  • 201. "Potenza e vulnerabilità"
  • 202. "La grotta dei due amanti"
  • 203. "Ritorno ad Omashu"
  • 204. "La palude"
  • 205. "La giornata dell'Avatar"
  • 206. "La bandita cieca"
  • 208. "L'inseguimento"
  • 209. "Il dominio della terra"
  • 210. "Lo spirito della conoscenza"
  • 211. "Il deserto"
  • 212. "Il Passo del Serpente"
  • 213. "La macchina infernale"
  • 214. "La città dei segreti"
  • 215. "I racconti di Ba Sing Se"
  • 216. "Appa" (senza dialogo)
  • 217. "Il lago Laogai"
  • 218. "Il Re della Terra"
  • 219. "Il Guru"
  • 220. "Il Regno della Terra è sconfitto "

Libro tre, Fuoco (火)[]

  • 301. "Il Risveglio"
  • 302. "La festa da ballo"
  • 303. "La Signore Dipinta"
  • 304. "L'arte del combattimento"
  • 305. "La spiaggia"
  • 306. "L'Avatar e il Signore del Fuoco"
  • 307. "La fuggitiva"
  • 308. "Il lato oscuro della luna"
  • 309. "Incubi e sogni ad occhi aperti"
  • 310. "Il giorno del Sole Nero, prima parte: L'invasione"
  • 311. "Il giorno del Sole Nero, seconda parte: L'Eclissi"
  • 312. "Il cambiamento di Zuko"
  • 313. "I maestri del dominio del fuoco"
  • 314. "La Roccia Bollente, prima parte"
  • 315. "La Roccia Bollente, seconda parte"
  • 316. "I Predatori Meridionali"
  • 317. "Lo spettacolo teatrale"
  • 318. "La Cometa di Sozin, prima parte: Il Re Fenice"
  • 319. "La Cometa di Sozin, seconda parte: Gli antichi maestri
  • 320. "La Cometa di Sozin, terza parte: Dentro l'inferno"
  • 321. "La Cometa di Sozin, quarta parte: Un Mondo nuovo"

Fumetti di Avatar[]

  • Iss. #1. "Bee Calm"
  • Iss. #2. "Water War"
  • Iss. #3. "Don't Blow It!"
  • Iss. #4. "Relics"
  • Iss. #6. "Sleepbending"
  • Iss. #8. "Sokka the Avatar"
  • Iss. #9. "Dirty Is Only Skin Deep"
  • Iss. #10. "Divided We Fall"
  • Iss. #11. "Reach for the Toph"
  • Iss. #14. "The Bridge"
  • Iss. #15. "Private Fire"
  • Iss. #16. "Night Animals"
  • Iss. #17. "Boys' Day Out"
  • Iss. #19. "Monster Slayer"
  • Iss. #20. "Combustion Man on a Train" (no lines)
  • Iss. #21. "Swordbending"
  • Iss. #22. "No Benders Allowed"
  • Iss. #23. "Love Is a Battlefield"
  • Iss. #25. "Game Time"
  • Iss. #26. "Bumi vs. Toph, Round One"
Altro[]
  • Iss. #37. "Shells"
  • Iss. #56. "The Substitute"
  • Iss. #57. "Sokka's Poem"
  • Iss. #59. "Origami"
  • Iss. #60. "The Scarecrow"
  • Avatar: The Last Airbender—Chibi Vol. 1: Aang's Unfreezing Day
  • Iss. #75. "Lost and Found"

Graphic novel[]

  • Trilogia "La Promessa"
  • Trilogia "La Ricerca"
  • Trilogia "La Frattura"
  • Fumo e Ombra, prima e second a parte
  • Trilogia "Nord e Sud"
  • Trilogia "Squilibrio"
  • "Katara e l'argento dei pirati"

La Leggenda di Korra[]

Libro uno, Aria (气)[]

  • 101. "Benvenuti a Città della Repubblica"
  • 112. "Fine dei Giochi"

Libro due, Spiriti (神靈)[]

  • 201. "Spirito Ribelle"
  • 212. "Convergenza Armonica"
  • 214. "Luce nell'Oscurità" (senza dialogo)

Libro quattro, Bilancio (平衡)[]

  • 402. "Korra è sola" (flashback)
  • 408. "Ricordi" (flashback, senza dialoghi)

Fumetti di Korra[]

  • Iss. #44. "Friends for Life"
  • Iss. #66. "Clearing the Air"
  • Iss. #68. "Beach Wars"

Avatar Legends: The Roleplaying Game[]

  • Core Book
  • Wan Shi Tong's Adventure Guide

Avatar games[]

  • Avatar: Generations
  • Avatar: The Last Airbender: Quest for Balance

Trivia[]

  • In lingua Arabica "katara" (قَطْرَة) vuol dire "goccia, goccetto d'acqua".
  • Nell'episodio pilota inedito, il suo nome era "Kya", il quale poi venne trasferito sulla sua madre deceduta, dato che ai quel tempo c'era già un personaggio di un videogioco con quel nome. Prima di arrivare a "Katara", venne anche proposto anche "Kanna", il quale poi venne ceduto a sua nonna.
  • Nel doppiaggio greco Katara si chiama "Tamara", dato che il nome originale in greco (κατάρα) vuol dire "maledizione". Ma nei crediti compare il nome originale.
  • L'ultimo carattere del nome 拉 vuol dire "tirare", ovvero il movimento base del dominio dell'acqua. Un carattare molto simile ritroviamo anche in "Korra" (寇柆)
  • Katara venne definita come la "deuteragonista" della storia, ovvero il secondo protagonista che racconta la storia.
  • Inizialmente doveva avere solo dodici anni (come Aang), ma su suggerimento di membri del team venne "invecchiata" di due anni.
  • Katara somiglia moltissimo a sua nonna da giovane, almeno secondo Yagoda.
  • Secondo Zia Wu ci lascerà dopo la nascita del suo terzo pronipote. Tanti fan interpretano male questa frase dimenticandosi del suffisso "pro". Wu stava parlando dei figli di Jinora, Ikki, Meelo e Rohan.
  • Katara ha avuto la lista più lunga di interessi amorosi: dopo l'ovvio Aang c'era stato brevemente Jet e, secondo Toph, aveva buttato anche l'occhio su Haru. Nessuno del Regno della Terra o Nazione del Fuoco.
  • Finora Katara é l'unica persona nota capace sia del dominio del sangue che della guarigione.
  • Nel suo duello contro il maestro Pakku abbiamo visto per la prima volta un combattimento ravvicinato a mani nude tra due dominatori.
  • Finora Katara è l'unico dominatore dell'acqua ad aver insegnato a più di un Avatar.
  • Lei e Sokka sono gli uniche persone note che hanno visto quattro Avatar nel corso della loro vita: Kyoshi e Roku attraverso la possessione di Aang, Aang stesso e poi Korra bambina.
  • È stata la prima maestra del dominio dell'acqua femminile che ha conquistato questo titolo al polo Nord.
  • Finora Katara non ha mai incontrato di persona il Signore del Fuoco Ozai, al contrario dei suoi compagni.
  • Katara è la prima dominatrice dell'acqua che ha partorito un dominatore dell'aria.
  • Il modo, in cui Nonna Kanna becca lei e Sokka quando vogliono lasciare la Tribù dell'Acqua del Sud, è molto simile a come lei becca Korra quando parte per Città della Repubblica. Entrambe le volta é un cambiamento sostanziale che ha a che fare con il destino dell'Avatar e la persona anziana lascia andare via la gioventù per trovare la loro strada.
  • A parte la sigla iniziale, Katara è la prima persona che vediamo dominare un elemento.
  • Katara è la narratrice della sigla, per cui è la prima persona a parlare.
  • Katara è l'unica persona che appare sia nella prima scena che nell'ultima dell'intero cartone.
  • A parte in "Il viaggio di Zuko", Katara é comparsa- o è stata almeno menzionata- in ogni puntata di La Leggenda di Aang.
  • Katara appare anche in ogni stagione di La Leggenda di Korra, con l'eccezione del Libro tre: Cambiamento.

Riferimenti[]

  1. Hamilton, Joshua (writer) & Spaulding, Ethan (director). (October 5, 2007). "The Painted Lady". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 3. Nickelodeon.
  2. Estoesta, Joann, Wahlander, Lisa, Huebner, Andrew, Scheppke, Gary, MacMullan, Lauren, Mattila, Katie, Ridge, Justin, Volpe, Giancarlo (writers) & Spaulding, Ethan (director). (September 29, 2006). "The Tales of Ba Sing Se". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 15. Nickelodeon.
  3. O'Bryan, John (writer) & Lioi, Anthony (director). (March 18, 2005). "The King of Omashu". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 5. Nickelodeon.
  4. Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (September 22, 2006). "City of Walls and Secrets". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 14. Nickelodeon.
  5. ↑ Pittarese, Frank (2006-09-12). Nation Exploration: Water. Nick Mag Presents: Avatar: The Last Airbender. Archived from the original on July 7, 2011. Retrieved on May 15, 2017.
  6. ↑ EXCLUSIVE: Yang Continues 'Avatar: The Last Airbender' in The Search. Comic Book Resources. Retrieved on June 25, 2012.
  7. ↑ Casey, Dan (2013-03-20). Comic Book Day: Join 'The Search' with Gene Luen Yang. Nerdist. Archived from the original on March 23, 2013. Retrieved on April 27, 2013.
  8. ↑ From older Welcome to Republic City online game, originally on Nick.com. Game now broken, archived at The Lost Lore of Avatar Korra - Katara.
  9. ↑ Nickelodeon (September 26, 2014). Legend of Korra: Book Four: Balance Official Trailer. YouTube. Archived from the original on September 29, 2014. Retrieved on September 26, 2014.
  10. The Ultimate Pocket Guide, page 4.
  11. ↑ Brian Konietzko's Tumblr (September 18, 2013). Retrieved on September 29, 2013.
  12. Hicks, Faith Erin; Hedrick, Tim (writer), Wartman, Peter (artist), Matera, Adele (colorist), Betancourt, Jimmy (letterer). Katara and the Pirate's Silver (October 13, 2020), Dark Horse Comics.
  13. ↑ who we are | 7forward. 7 Forward Entertainment. Retrieved on November 30, 2023.
  14. ↑ DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Filoni, Dave (director). (February 21, 2005). "The Boy in the Iceberg". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 1. Nickelodeon.
  15. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Filoni, Dave (director). (February 21, 2005). "The Avatar Returns". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 2. Nickelodeon.
  16. Ehasz, Aaron (writer) & Filoni, Dave (director). (December 2, 2005). "The Siege of the North, Part 2". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 20. Nickelodeon.
  17. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 4: Avatar Aang". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 21. Nickelodeon.
  18. Ehasz, Elizabeth Welch (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 17, 2008). "The Southern Raiders". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 16. Nickelodeon.
  19. Ehasz, Aaron (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (September 21, 2007). "The Awakening". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 1. Nickelodeon.
  20. ↑ Hedrick, Tim, Hamilton, Joshua (writers) & Heck, Colin, Zwyer, Melchior (directors). (June 27, 2014). "A Breath of Fresh Air". The Legend of Korra. Book Three: Change. Episode 1. Nickelodeon.
  21. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim, Ryu, Ki Hyun (directors). (June 23, 2012). "Endgame". The Legend of Korra. Book One: Air. Episode 12. Nickelodeon.
  22. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim, Ryu, Ki Hyun (directors). (May 5, 2012). "The Spirit of Competition". The Legend of Korra. Book One: Air. Episode 5. Nickelodeon.
  23. DiMartino, Michael Dante (writer) & Graham, Ian (director). (October 10, 2014). "Korra Alone". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 2. Nick.com.
  24. DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Rift Part Three (November 5, 2014), Dark Horse Comics.
  25. ↑ "Mountain Passage", Avatar: Generations. Navigator Games & Square Enix Mobile London (August 11, 2022). Square Enix.
  26. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer) & MacMullan, Lauren (director). (February 25, 2005). "The Southern Air Temple". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 3. Nickelodeon.
  27. ↑ Malis, Nick (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (March 4, 2005). "The Warriors of Kyoshi". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 4. Nickelodeon.
  28. ↑ "Shen Guan", Avatar: Generations. Navigator Games & Square Enix Mobile London (November 7, 2022). Square Enix.
  29. Jump up to:29.0 29.1 Hubbard, Matthew (writer) & Filoni, Dave (director). (March 25, 2005). "Imprisoned". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 6. Nickelodeon.
  30. ↑ Ehasz, Aaron (writer) & MacMullan, Lauren (director). (April 8, 2005). "Winter Solstice, Part 1: The Spirit World". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 7. Nickelodeon.
  31. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (April 15, 2005). "Winter Solstice, Part 2: Avatar Roku". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 8. Nickelodeon.
  32. ↑ O'Bryan, John (writer) & Lioi, Anthony (director). (April 29, 2005). "The Waterbending Scroll". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 9. Nickelodeon.
  33. Eagan, James (writer) & Filoni, Dave (director). (May 6, 2005). "Jet". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 10. Nickelodeon.
  34. ↑ O'Bryan, John (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (May 20, 2005). "The Great Divide". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 11. Nickelodeon.
  35. ↑ Wilcox, Ian (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (October 7, 2005). "Bato of the Water Tribe". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 15. Nickelodeon.
  36. .4 Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (October 21, 2005). "The Deserter". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 16. Nickelodeon.
  37. ↑ Ehasz, Elizabeth Welch (writer) & Filoni, Dave (director). (November 4, 2005). "The Northern Air Temple". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 17. Nickelodeon.
  38. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (November 18, 2005). "The Waterbending Master". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 18. Nickelodeon.
  39. Ehasz, Aaron (writer) & MacMullan, Lauren (director). (December 2, 2005). "The Siege of the North, Part 1". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 19. Nickelodeon.
  40. Ehasz, Aaron, Ehasz, Elizabeth Welch, Hedrick, Tim, O'Bryan, John (writers) & Volpe, Giancarlo (director). (March 17, 2006). "The Avatar State". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 1. Nickelodeon.
  41. ↑ Hamilton, Joshua (writer) & MacMullan, Lauren (director). (March 24, 2006). "The Cave of Two Lovers". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 2. Nickelodeon.
  42. 2 Ehasz, Elizabeth Welch (writer) & Spaulding, Ethan (director). (April 7, 2006). "Return to Omashu". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 3. Nickelodeon.
  43. Hedrick, Tim (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (April 14, 2006). "The Swamp". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 4. Nickelodeon.
  44. ↑ O'Bryan, John (writer) & MacMullan, Lauren (director). (April 28, 2006). "Avatar Day". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 5. Nickelodeon.
  45. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer) & Spaulding, Ethan (director). (May 5, 2006). "The Blind Bandit". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 6. Nickelodeon.
  46. Hamilton, Joshua (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (May 26, 2006). "The Chase". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 8. Nickelodeon.
  47. ↑ O'Bryan, John (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (July 14, 2006). "The Library". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 10. Nickelodeon.
  48. Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (July 14, 2006). "The Desert". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 11. Nickelodeon.
  49. DiMartino, Michael Dante, Hamilton, Joshua (writers) & Spaulding, Ethan (director). (September 15, 2006). "The Serpent's Pass". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 12. Nickelodeon.
  50. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Volpe, Giancarlo (director). (September 15, 2006). "The Drill". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 13. Nickelodeon.
  51. 5 Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (November 6, 2006). "Lake Laogai". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 17. Nickelodeon.
  52. Jump up to:52.0 52.1 O'Bryan, John (writer) & Spaulding, Ethan (director). (November 17, 2006). "The Earth King". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 18. Nickelodeon.
  53. ↑ DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Volpe, Giancarlo (director). (December 1, 2006). "The Guru". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 19. Nickelodeon.
  54. Ehasz, Aaron (writer) & DiMartino, Michael Dante (director). (December 1, 2006). "The Crossroads of Destiny". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 20. Nickelodeon.
  55. O'Bryan, John (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (September 28, 2007). "The Headband". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 2. Nickelodeon.
  56. Hamilton, Joshua (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (November 2, 2007). "The Runaway". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 7. Nickelodeon.
  57. Hedrick, Tim (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (November 9, 2007). "The Puppetmaster". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 8. Nickelodeon.
  58. DiMartino, Michael Dante (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (November 30, 2007). "The Day of Black Sun, Part 1: The Invasion". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 10. Nickelodeon.
  59. 1 Ehasz, Aaron (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (November 30, 2007). "The Day of Black Sun, Part 2: The Eclipse". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 11. Nickelodeon.
  60. Ehasz, Elizabeth Welch, Hedrick, Tim (writers) & Spaulding, Ethan (director). (July 14, 2008). "The Western Air Temple". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 12. Nickelodeon.
  61. ↑ Hedrick, Tim, Hamilton, Josh, O'Bryan, John (writers) & Volpe, Giancarlo (director). (July 18, 2008). "The Ember Island Players". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 17. Nickelodeon.
  62. DiMartino, Michael Dante (writer) & Spaulding, Ethan (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 1: The Phoenix King". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 18. Nickelodeon.
  63. ↑ Ehasz, Aaron (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 2: The Old Masters". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 19. Nickelodeon.
  64. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 19, 2008). "Sozin's Comet, Part 3: Into the Inferno". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 20. Nickelodeon.
  65. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Promise Part One (January 25, 2012), Dark Horse Comics.
  66. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Promise Part Two (May 30, 2012), Dark Horse Comics.
  67. DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Promise Part Three (September 26, 2012), Dark Horse Comics.
  68. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Search Part One (March 20, 2013), Dark Horse Comics.
  69. DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Search Part Two (July 10, 2013), Dark Horse Comics.
  70. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Search Part Three (October 30, 2013), Dark Horse Comics.
  71. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). Smoke and Shadow Part One (September 23, 2015), Dark Horse Comics.
  72. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Rift Part One (March 5, 2014), Dark Horse Comics.
  73. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). The Rift Part Two (July 2, 2014), Dark Horse Comics.
  74. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). Smoke and Shadow Part Two (December 16, 2015), Dark Horse Comics.
  75. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). North and South Part One (September 27, 2016), Dark Horse Comics.
  76. DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). North and South Part Two (January 25, 2017), Dark Horse Comics.
  77. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). North and South Part Three (April 26, 2017), Dark Horse Comics.
  78. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Hicks, Faith Erin (writer), Wartman, Peter (artist), Hill, Ryan (colorist). Imbalance Part One (December 18, 2018), Dark Horse Comics.
  79. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Hicks, Faith Erin (writer), Wartman, Peter (artist), Hill, Ryan (colorist). Imbalance Part Two (May 14, 2019), Dark Horse Comics.
  80. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Hicks, Faith Erin (writer), Wartman, Peter (artist), Matera, Adele (colorist). Imbalance Part Three (October 1, 2019), Dark Horse Comics.
  81. ↑ Farley, Christopher (July 21, 2010). 'Legend of Korra': The 'Avatar' Creators on the New Spinoff. The Wall Street Journal. Retrieved on March 8, 2011.
  82. ↑ Legend of Korra - mobile trivia game (September 10, 2013). Retrieved on September 10, 2013.
  83. Avatar: The Last Airbender: Legacy, page 56.
  84. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer), Koh, Irene (artist), Piekos, Nate; Blambot (letterer), Campbell, Heather; Bak, Jane (cover), Ng, Killian (colorist). Turf Wars Part One (July 26, 2016), Dark Horse Comics.
  85. ↑ Hughes, Kiku (writer), Beck, Sam (artist), Ng, Killian (colorist), Betancourt, Jimmy; Starkings, Richard (letterer). "Clearing the Air" (August 14, 2021), Dark Horse Comics.
  86. ↑ DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim, Ryu, Ki Hyun (directors). (June 23, 2012). "Skeletons in the Closet". The Legend of Korra. Book One: Air. Episode 11. Nickelodeon.
  87. ↑ The Legend of Korra Press Site - Character descriptions. Viacom International Inc. (March 2012). Archived from the original on March 19, 2012. Retrieved on March 17, 2012.
  88. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer), Campbell, Heather (artist), Ng, Killian (colorist), Heisler, Michael (letterer) "Friends for Life" (May 7, 2016), Dark Horse Comics.
  89. The Legend of Korra: An Avatar's Chronicle, p. 13.
  90. DiMartino, Michael Dante, Konietzko, Bryan (writers) & Dos Santos, Joaquim, Ryu, Ki Hyun (directors). (April 14, 2012). "Welcome to Republic City". The Legend of Korra. Book One: Air. Episode 1. Nickelodeon.
  91. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Heck, Colin (director). (September 13, 2013). "Rebel Spirit". The Legend of Korra. Book Two: Spirits. Episode 1. Nickelodeon.
  92. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer) & Graham, Ian (director). (September 27, 2013). "Civil Wars, Part 2". The Legend of Korra. Book Two: Spirits. Episode 4. Nickelodeon.
  93. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Zwyer, Melchior (director). (December 5, 2014). "Operation Beifong". The Legend of Korra. Book Four: Balance. Episode 10. Nick.com.
  94. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Graham, Ian (director). (November 15, 2013). "Harmonic Convergence". The Legend of Korra. Book Two: Spirits. Episode 12. Nickelodeon.
  95. ↑ DiMartino, Michael Dante (writer) & Graham, Ian (director). (November 22, 2013). "Light in the Dark". The Legend of Korra. Book Two: Spirits. Episode 14. Nickelodeon.
  96. ↑ McClaren, Meredith (writer, artist). "Beach Wars" (May 7, 2022), Dark Horse Comics.
  97. ↑ Wilgus, Benjamin (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Comicraft (letterer). "Boys' Day Out" (July 5, 2011 [Dark Horse Comics edition]), Nickelodeon.
  98. ↑ From older Avatar: The Last Airbender official site, originally on Nick.com. Encyclopedia now broken, archived at The Lost Lore of Avatar Aang - Character: Hakoda.
  99. Ehasz, Aaron, O'Bryan, John (writers) & Filoni, Dave (director). (September 23, 2005). "The Fortuneteller". Avatar: The Last Airbender. Season 1. Episode 14. Nickelodeon.
  100. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Volpe, Giancarlo (director). (October 12, 2007). "Sokka's Master". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 4. Nickelodeon.
  101. ↑ O'Bryan, John (writer) & Spaulding, Ethan (director). (November 16, 2007). "Nightmares and Daydreams". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 9. Nickelodeon.
  102. ↑ "The Women of Avatar: The Last Airbender".
  103. Avatar: The Last Airbender—The Art of the Animated Series, page 18
  104. ↑ DiMartino, Michael Dante & Konietzko, Bryan (September 19, 2006). Unaired pilot commentary. Book 1: Water, Volume 5 DVD.
  105. ↑ Throughout Avatar: The Last Airbender.
Advertisement