Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Jobal era un cittadino povero di Città della Repubblica che si era rifiutato di seguire l'ordine di evacuazione durante l'invasione della Repubblica Unita.

Storia[]

Quando, nel 174 DG, il presidente Raiko ordinò l'evacuazione obbligatoria per i cittadini della capitale della Repubblica Unita in vista delle invasione imminente da parte dell'Impero della Terra, Jobal era della convinzione che il governo non avesse il diritto di ordinargli di lasciare casa sua e rimase nel su appartamento. In seguito, vedendo che molti cittadini in fuga avevano lasciato- volontariamente o involontariamente- indietro i loro animali domestici, decise di accoglierli nella sua stanza. Si prese cura di loro con amore e affetto, dandogli da mangiare e li vedeva come la sua famiglia, anche se iniziò a tralasciare molto la sua igiene personale.

Legend-of-korra-patterns-in-time-31 jobal

Cosa vuoi da loro?

Dopo aver fermato l'invasione e calmato al situazione per le persone sfollate, l'Avatar Korra e Meelo si misero alla ricerca degli animali domestici spariti per riportargli dai loro padroni che li cercavano disperatamente. Il giovane dominatore dell'aria trovò per primo Nibbles, un gatto-gufo, ma questo gli scappò e lo guidò all'appartamento di Jobal. Questo si accorse subito dell'intruso e. quando questo annunciò di voler riportare indietro i suoi amati animali, si rifiutò categoricamente e si preparò già al combattimento. Cambiò atteggiamento quando Meelo però gli mostrò delle fotografie che mostravano gli animali insieme ai loro padroni e si rise conto che anche queste persone gli volevano davvero bene. Jobal si arrese e salutò i suoi amici con grande tristezza, finché il ragazzo non gli offrì di venire con lui al campo degli sfollati dove poteva trovare cibo, tende e gente che gli tenevano compagnia- e anche delle docce e bagni. Ridendo della battuta di Meelo sul suo odore, il dominatore del fuoco accettò l'offerta.

Dopo essere arrivato al campo degli sfollati, Meelo gli portò la cena che Jobal divorò con grande gusto. Mentre stava mangiando, il ragazzo suo il suo fischietto per far apparire nella tenda mezza dozzina di lemuri alati dalla coda ad anelli come sostituti per gli animali domestici che aveva avuto prima.

Personalità[]

Jobal sembra un vecchio brontolone che è convinto della sua opinione e non si lascia dare ordini da nessuno. Preferisce la compagnia degli animali a quella degli uomini, anche se, dopo settimane in solitudine, non dice di no alla compagnia, cibo e abiti puliti. Inizialmente aggressivo e protettivo in confronto dei suoi amici animali, si arrende quando vene che questi avevano dei padroni che li stavano cercando disperatamente, potendo capire bene il dolore che queste persone stavano provando.

Advertisement