Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement



Jae era stata un dominatore della terra che abitava a Yokoya come pescatore durante l’era di gioventù dell’Avatar Kyoshi. Da ragazzo, era stato una delle complici di Aoma che maltrattarono Kyoshi per via della sua gelosia verso la orfana emarginata che è diventata una serva alla tenuta dell’Avatar.

Storia[]

Jae nacque intorno all'anno 312 AG, il che lo rese un candidato per essere la reincarnazione dell’Avatar Kuruk, morto in quell'anno. Quando i maestri Jianzhu e Kelsang visitarono Yokoya nell'anno 305 AG, era tra i bambini ai quali vennero presentati i relitti degli Avatar, ma fallì la prova.

Negli anni successivi, iniziò a sviluppare un disprezzo verso Kyoshi quando questa venne accolta nella lussuriosa tenuta dell’Avatar come serva nonostante sia un’orfana della strada. Credeva che lei avesse una vita facile in confronto a lui che deve attraversare ogni giorno le acque agitate dello Stretto della Coda di Balena per inseguire una preda. È implicato che almeno una volta ha ferito Kyoshi fisicamente durante i suoi attacchi di bullismo.

Nel 296 AG, Jae e i suoi amici Aoma e Suzu avevano fermato Kyoshi che stava tornando alla villa con in braccio un pesante e prezioso vassoio di alghe piccanti che la prima le aveva strappato dalla mano con il dominio della terra per averla in pugno. Mentre camminarono sul sentieri verso la tenuta, Jae, dichiarò che Kyoshi sia troppo brava per salire su una barca e procedette a dimostrare il suo disprezzo sputando sul suolo mancandola di poco. Quando la serva insultò lui e Suzu, il pescatore strinse i pugni e iniziò ad avvicinarsi a lei, sicuro che con il vassoio ancora in mano a Aoma, poteva inferire su di lei senza temere una reazione. Prima di poter iniziare a picchiarla, il trio venne fermato dalla comparsa di Rangi, guardia del corpo dell’Avatar e dominatrice agguerrita del fuoco nonché amica di Kyoshi. Intimorita dalla soldatessa, Jae indietreggiò e scappò insieme al suoi compagni quando Rangi gli ordinò di lasciare la tenuta immediatamente.

Personalità[]

Jae era una persona arrogante e senza empatia, una caratteristica quasi tipica della penisola di Yokoya per gli stranieri. Nonostante sappia che il suo lavoro non era il più nobile, lo ritiene più un mansione onorevole che fare la serva in una villa di ricchi e insulta Kyoshi per non voler salire su una barca. Inoltre Jae non aveva maniere, dato che ha sputato sul suolo mancando Kyoshi di poco anziché approfondire la sua frase.  

Advertisement