Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Quest’isola sperduta nel mare meridionale che fa parte dell’arcipelago del sud e si trova tra le isole del Tempio dell’Aria del Sud e il Regno della Terra del Sud. Ha preso il suo nome (鯨尾島- Jīng wěidǎo) dalla sua forma particolare che ricorda appunto la coda di una coda di balena, inoltre fa parte dei territori aggiudicati ai Nomadi dell’Aria, anche se in realtà ogni nazione ha un suo legame spirituale o mitologico con essa. Secondo le leggende delle Tribù dell’Acqua, balene non si avvicinino mai a quest’isola perché credano che sia la coda della balena più grande del mondo.

Storia[]

Durante una lezione di storia dei Nomadi dell’Aria di Tenzin ai nuovi dominatori dell’aria, venne affermato che secoli fa il monaco Tang Xu avesse meditato su quest’isola senza cibo per almeno 98 giorni, traendo nutrimento dell’energia spiritual dell’universo.

In un momento non specificato durante gli anni finali della Guerra dei Cent’anni, Hakoda ha incontrato due guardie della Nazione del Fuoco su quest’isola e aveva rischiato di rompersi il collo durante la fuga. Riusci a fuggire solo grazie all'intervento provvidenziale di Gilak e, collaborando, i due guerrieri del Sud furono capaci di sconfiggere i nemici.

Quando Aang e i suoi amici erano arrivati a Ba Sing Se alla ricerca di Appa, vennero portati da Jet a una stalla dove, apparentemente, il bisonte volante era stato tenuto per un po'. Dato che il Dai Li voleva che il fastidioso Team Avatar lasciasse la metropoli il più presto possibile, aveva mandato uno dei suoi agenti civili a fingersi un bidello incaricato della pulizia della vecchia stalla. Questo signore menzionò in un modo abbastanza causale che Appa fosse stato portato via già da tempo per essere trasferito sull'isola della Coda di Balena dove abitasse un collezionista di animali rari. Aang voleva partire subito, ma quando Sokka gli mostrò la posizione dell’isola su una mappa, dovette rendersi conto che ci vorranno settimane di viaggio per raggiungerla. Prima di partire, il gruppo si rese conto dell’inganno e non si avviò.

Alcuni mesi dopo, i Predatori Meridionali stavano facendo pattuglia intorno alla Isola della Coda di Balena e la loro posizione era stata registrata in una torre di comunicazione della flotta della Nazione del Fuoco. Rubando quei documenti, Zuko e Katara riuscirono a determinare la loro posizione attuale e di attaccarli di nascosto per trovare il loro capitano. Non videro l'isola, dato che infiltrarono la loro nave nel cuore della notte nel mare aperto circostante.  

Riferimenti[]

  1. From older Avatar: The Last Airbender official site, originally on Nick.com. Encyclopedia now broken, archived at The Lost Lore of Avatar Aang.
  2. ↑ Hedrick, Tim (writer) & Zwyer, Mel (director). (July 18, 2014). "Original Airbenders". The Legend of Korra. Book Three: Change. Episode 7. Nickelodeon.
  3. ↑ DiMartino, Michael Dante; Konietzko, Bryan; Yang, Gene Luen (writer), Sasaki of Gurihiru (penciling, inking), Kawano of Gurihiru (colorist), Heisler, Michael; Comicraft (letterer). North and South Part Two (January 25, 2017), Dark Horse Comics.
  4. ↑ Hedrick, Tim (writer) & MacMullan, Lauren (director). (November 6, 2006). "Lake Laogai". Avatar: The Last Airbender. Season 2. Episode 17. Nickelodeon.
  5. ↑ Ehasz, Elizabeth Welch (writer) & Dos Santos, Joaquim (director). (July 17, 2008). "The Southern Raiders". Avatar: The Last Airbender. Season 3. Episode 16. Nickelodeon.
Advertisement