Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement


Questo è un fumetto corto che ha luogo all'interno delle vicende viste nel terzo libro di La leggenda di Aang: Fuoco. Era stato pubblicato per la prima volta da “Nickelodeon Magazine" nel 2009 e riproposto nel volume di raccolta “The Lost Adventures” della Dark Horse Comics. Raggiunse l'Italia nell'antologia “Le avventure perdute” nel febbraio del 2024, pubblicato dalla Tunuè Comics.

Trama[]

Al Tempio dell’Aria dell’Ovest, Katara si avvicina a un Aang pensieroso che sta scarabocchiando nella sabbia un cuore con i simboli dell’acqua e dell’aria che simboleggia il suo amore per la ragazza della Tribù dell’Acqua. Grazie al suo saluto la nota con un sussulto, poi nasconde velocemente lo scarabocchio e cerca di distrarre Katara dal poterlo notare, dato che si sente in imbarazzo. Quando Katara afferma di volergli dire una cosa importante nascondendo dietro alla schiena una bolla d’acqua, Aang si rallegra e risponde che anche lui deve parlare con lei. Purtroppo non riesce a finire la sua frase, dato che la dominatrice dell’acqua lo prende alla sprovvista con un attacco a sorpresa e gli lancia addosso la palla d’acqua. L’Avatar fallisce nel reagire in tempo e finisce bagnato fradicio mentre Katara inizia a sbellicarsi dal ridere per questa figuraccia. Aang invece è arrabbiato per questa sceneggiata e inizia a lamentarsi, ma Katara assume una posa di dominio e lo avverte che era giunta l’ora dell’allenamento nel dominio del fuoco. Un suo commento casuale ricorda ad Aang del loro bacio poco prima dell'invasione della Nazione del Fuoco, il che lo fa restare impallato.

Katara usa il suo stato distratto per alzare una grande quantità di acqua per farla piovere sul ragazzo per spingerlo ad allenarsi nel dominio del fuoco con lei, dato che Zuko era andato via con Sokka. Aang si sveglia dal suo sogno ad occhi aperti giusto una frazione di secondo in tempo per reagire e si protegge creando una tenda di sassi con il dominio della terra. Katara lo critica per questo, dato che doveva usare il fuoco non la terra, ma il ragazzo risponde un po' cocciuto che non ha voglia di esercitarsi con il fuoco e tiene il broncio all'interno della sua fortezza di protezione. Questa reazione inizia a far arrabbiare la dominatrice dell’acqua che lo avverte che deve allenarsi per lo scontro con il Signore del Fuoco e non giocare a nascondino. Aang contraccambia l’accusa dicendo che era invece lei a nascondere qualcosa e chiarisce che aveva pensato che volesse parlare di quello che era avvenuto prima dell’invasione. Katara finge di non capire di cosa stesse parlando e gli ordina di uscire dalla sua fortezza e di scaldarsi un po'. Sempre più arrabbiato per la sua tattica di evasione, il Nomade dell’Aria risponde che lei non sa gestire le cose quando diventano più accese, portando Katara a balbettare e a cambiare discorso ricordandogli dello scontro imminente con il Signore del Fuoco.

Scocciato dagli attacchi continui del dominio dell’acqua, Aang si arrabbia per non essere lasciato in pace e finalmente esce dalla sua fortezza creando una esplosione simile a una eruzione di un vulcano, dichiarando con decisione che, se volesse il fuoco, glielo mostrerà. Entrando per un secondo nello Stato dell’Avatar, fa volare i resti della sua fortezza con il dominio del fuoco, ma si calma subito dopo quando vede che Katara si era rifugiata dietro a un colonna impaurita. Scioccato da quello che aveva fatto, le chiede se stia bene, ricevendo l’assicurazione che fosse tutto a posto e le lodi per questa mossa impressionante. Quando Katara gli propone di riprovarlo per mostrarla poi a Zuko, Aang si gira senza dire una parola e accenna ad andarsene. La ragazza cerca di fermarlo chiedendo se avesse paura di bruciarla nuovamente, ma un Aang serio e pensieroso spiega che è preoccupato di essere lui quello che rimarrà scottato. Con un piede cancella il cuore scarabocchiato a terra di prima come se volesse dimenticare tutto questo.

Personaggi apparsi[]

  • Aang
  • Katara

Trivia e note[]

  • Dato che Zuko e Sokka sono via e Katara gli ricorda dei compiti a casa ricevuti dal suo maestro del dominio del fuoco, questo fumetto deve aver luogo durante i due episodi “La Roccia Bollente (prima parte)" e “La Roccia Bollente (seconda parte)
  • La preoccupazione di poter bruciare Katara nuovamente deriva della scena analoga vista in “Il maestro del dominio del fuoco
  • Aang si ricorda della scena del bacio vista in “Il giorno del Sole Nero, prima parte: L’invasione
  • La frase di Katara che Aang non dovrebbe concentrarsi su di lei e la loro potenziale relazione ma dovrebbe preoccuparsi del Signore del Fuoco, è la stessa scusa che usa in “Lo spettacolo teatrale
  • Nell’ultima vignetta in fondo appare la nota “Non è finita” anziché il normale “fine” degli altri fumetti
  • Nella versione inglese, Katara sfida Aang con la frase "Watch out, or you may get another one in the kisser", il che fa partire il flashback di Aang sul bacio
Advertisement