Avatar - La leggenda di Aang e Korra Wiki
Advertisement

(nota: qua si parla dell'episodio, per il tempio vedere "Tempio dell'Aria del Nord")

Questo è il diciassettesimo episodio del primo libro di La leggenda di Aang: Acqua. Se il terzo episodio avesse mantenuto il suo titolo originale, avrebbe risuonato con esso e "Il Tempio dell'Aria dell'Ovest".

<<< episodio precedente

Sinossi[]

Un cantastorie racconta ad Aang e i suoi amici che ha visto delle persone volanti di recente, il che li incuriosisce e li porta al Tempio dell'Aria del Nord. Purtroppo queste persone non sono dominatori dell'aria, ma persone che volano abilmente con alianti, tra cui anche il ragazzo paralizzato di nome Teo. Suo padre è l'inventore di tanti marchingegni che però hanno intaccato gran parte del tempio, il che fa arrabbiare molto Aang. Purtroppo il tempio nasconde un altro segreto: per impedire che la Nazione del Fuoco distruggesse il tempio, il padre di Teo sta lavorando per loro e sviluppa armi. Quando arriva un emissario dell'armata del fuoco, Aang s'intromette e gli ordina di lasciare in pace quella gente, ma l'emissario lo avverte che la distruzione del tempio ora graverà sulle sue spalle. Gli abitanti del tempio si devono preparare a un attacco massiccio dove usano a loro vantaggio le invenzioni e la loro supremazia dell'aria, ma neanche il nemico scherza...

Storia[]

L1 E17 cantastorie

Qualcuno ha visto uomini volanti?!

Il Team Avatar, durante una sosta, è seduto intorno a un fuoco campestre per ascoltare un uomo che sta raccontando delle storie. In una delle sue storie parla di “uomini volanti” o “frequentatori dell’aria” capaci di staccarsi dalle grinfie della gravità e capaci di liberarsi in aria. Mentre l’uomo inizia a fare il giro per raccogliere soldi, Aang e Katara parlano dei tempi passati quando c’erano ancora i dominatori dell’aria, poi il giovane monaco va a ringraziare al cantastorie per questa esperienza che gli ricorda il passato. Ma questo gli rivela che non sta parlando del passato, ma che suo bisnonno li aveva visti solo la settimana scorsa. Questa informazione travolge Aang completamente.

L1 E17 Tempio del Nord

Qualcuno vive al tempio... ma non sono dominatori dell'aria

Il gruppo si avvia per il Tempio dell’Aria del Nord, situato tra le montagne inneviate, dove Aang spera di poter incontrare altri dominatori dell’aria, mentre Sokka è il solito scettico. Una volta arrivati al tempio, notano davvero delle persone che volano intorno all'edificio alto, ma Aang sbuffa deluso che non sono dominatori dell’aria, non stanno volano, ma solo planando, sono senza spirito.

L1 E17 Aang Teo gara

Aang fa fatica ad accettare la bravura di Teo

In quel momento appare accanto a loro un ragazzo in una specie di carro dotato di un aliante che si diverte a fare manovre acrobatiche intorno a loro. Preso dalla voglia di dimostrare cosa sia un vero dominatore dell’aria, Aang apre il suo aliante e salta nel vuoto per inseguire il ragazzo, mentre Sokka e Katara atterrano con Appa. I due non si risparmiano e iniziano una gara, il ragazzo sconosciuto è molto abile a pilotare il suo aliante e fa i complimenti al suo rivale, ma Aang afferma annoiato che sa fare molto di più. Salta giù dall'aliante per correre lungo la parete verticale con il suo scooter aereo, poi si riprende il suo velivolo e vola attraverso un arco molto stretto. Il ragazzo sconosciuto che gli altri spettatori chiamano Teo, si dimostra impressionato, ma poi aziona il suo generatore di fumo e disegna nel cielo la faccia di Aang con l’espressione irritata. Anche se controvoglia, il giovane monaco deve ammettere che è bravo.

L1 E17 Teo saluta Team Avatar

Teo saluta il Team Avatar

Dopo essere atterrato, alcuni ragazzi smontano l’aliante di Teo che si trasforma in una sedia a rotelle, il quale riconosce con entusiasmo che Aang é un vero dominatore dell’aria e quindi l’Avatar. Mentre Aang reagisce con leggero imbarazzo, Sokka esprime liberamente il suo entusiasmo per questa costruzione meccanica che aveva permesso al ragazzo di volare, il quale gli offre di vedere il resto delle invenzioni di suo padre.

L1 E17 Aang scioccato

Aang rimane scioccato da queste modifiche

Teo porta i visitatori nella sala della meditazione generale del tempio, dove Aang nota con dispiacere che ora è riempito di costruzioni meccaniche di ogni genere, tubi e fili, distruggendo la decorazione del Nomadi dell’Aria. Mentre Sokka è affascinato da tutto questo, che Teo spiega essere alimentato dall’aria calda sotterranea, Aang dichiara che questo posto è solo incredibile, ma non nel senso buono, Katara capisce che a lui i cambiamenti effettuati non piaceranno molto. La vista di un antico affresco, che mostra vecchi guru dell’aria, intaccato e parzialmente distrutto da tubi e condotti lo rattrista ulteriormente, Katara lo deve consolare.

L1 E17 Aang arrabbiato

La pazienza di Aang ha sorpassato il limite

Alla fine trovano finalmente una parte del tempio non rovinata, ma quando Aang vuole ammirare una statua di un antico maestro dell’aria si deve riparare quando viene abbattuta davanti ai suoi occhi. Dalle macerie compare un uomo che castiga i ragazzi per essersi avvicinati troppo al cantiere per la sala da bagno, ma ora la pazienza di Aang ha raggiunto il limite e lo sgrida per aver rovinato una cosa sacra. In uno scatto di ira usa il dominio dell’aria per spingere la gru del meccanico oltre il bordo del tempio e giù per il dirupo, poi continua a gridare che devono smettere di distruggere questo posto, dato che sa come era stato una volta.

L1 E17 spiegazione meccanico

L'uomo spiega come è finito qui al tempio

Questa frase sorprende l’uomo, che si rivela come il padre di Teo, il quale gli rivela che questo ragazzo è l’Avatar. Con leggero imbarazzo, il padre di Teo spiega che era arrivato qua alcuni anni fa, quando un’alluvione gli tolse casa e moglie e ferì Teo alle gambe, così si era cercato un nuovo posto per abitare e finì qua in questo tempio. Qua trovò non solo immagini di persone volanti, ma anche alcuni artefatti simili a ventagli, che gli diedero la idea di ridare a suo figlio nuova libertà in aria e di migliorare questa tecnologia. Aang ascolta la spiegazione con poca emozione, dato che è ancora arrabbiato, mentre Katara e Sokka si dimostrano colpiti. Quando l’inventore nota che progredire fa parte della natura, Aang nota che la natura sa dove fermarsi, cosa che l’uomo non nega. In quel momento nota che si è fatta tardi e mostra a Sokka il suo orologio composto da candele con tacche e con piccole cariche di polvere da sparo per segnalare l’ora, poi invita il ragazzo a seguirlo.

L1 E17 Katara Aang Teo davanti sigillo

Lo stesso sigillo del Tempio del Sud

Teo porta via Aang e Katara per mostragli una parte del tempio ancora intoccata che ospita anche animali che sono rimasti uguali per tutto il tempo. Il ragazzo porta l’Avatar davanti a un portone che è uguale a quello che i due viaggiatori avevano visto al Tempio dell’Aria del Sud e con un sigillo che solo un vero dominatore dell’aria può aprire. Aang però si rifiuta di aprilo, dato che desidera che almeno quello rimanesse com‘era, poi se ne va con l’aria tetra.

L1 E17 Meccanico Sokka gas

Un segreto alquanto "esplosivo"

Sokka e il meccanico scendono per una lunga scala, per illuminarla portano con sé solo delle lampade con lucciole. Quando il ragazzo del sud apre la lampada, l’uomo lo avverte di non lasciarli fuggire, dato che le lucciole sono l’unica fonte di luce non infiammabile. I due raggiungono un portone isolato con cautela e l’inventore spiega che dietro c’è una stanza piena fino all’orlo con gas naturale. L’uomo racconta che lo aveva scoperto per caso, ma quella volta purtroppo si era portata dietro una torcia e la fiammata gli aveva bruciato le sopracciglia. Sokka capisce il pericolo di esplosione, ma l’inventore spiega che il pericolo è qualcosa che non si più né vedere, né sentire, né odorare o toccare, ma ogni tanto ci sono delle perdite.

L1 E17 Katara vola

Katara vola con l'aliante

Intanto Katara aveva chiesto a Teo di insegnale a volare con l’aliante, ma la vista del baratro davanti a lei le fa cambiare idea. Alla fine però la ragazza si fa coraggio e si butta con Teo che la insegue per sicurezza, dopo alcuni minuti la ragazza sembra iniziare a capire come fare. Ai due si aggiunge Aang che le consiglia di tenere la bocca chiuse per non ingoiare insetti e ammette che, nonostante non sia un dominatore dell’aria, Teo possiede lo spirito giusto. Dopo essere atterrato, offre a Teo di aprire il portone, mentre Katara sta ancora cercando un modo per atterrare.

L1 E17 Meccanico Sokka soluzione

Due menti ugualmente geniali

Sokka ha seguito l’inventore fino nel suo studio, ma non riesce non combinare pasticci e butta giù delle cose. Tra le cose a terra trova un modello di un vecchio esperimento e un uovo marcio puzzolente della settimana scorsa e i due si mettono subito alla sua ricerca. Una domanda sulla puzza di un uovo fa scattare l’inventore che dichiara aver trovato la soluzione per il loro problema: se mettono delle uova marce nel sotterraneo, la loro puzza si mescolerà con il gas e li avvertirà di una eventuale perdita.  

L1 E17 sala pieno di armi

Una delusione enorme

Katara, Teo e Aang intanto sono tornati davanti al portone e il dominatore dell’aria lo apre; in quel momento nello studio dell’inventore suona un campanello che lo fa correre via all'istante. Una volta entrati per il portone, Aang e i suoi amici devono scoprire che la stanza dietro non era per niente rimasta intoccata, è piena fino all'orlo con armi e marchingegni della Nazione del Fuoco. Quando l’inventore arriva da loro, Aang lo accusa di costruire armi per il nemico. L’inventore spiega che un anno dopo il loro insediamento al tempio, la Nazione del Fuoco li aveva scoperti e minacciava di bruciare tutto quanto. Il padre di Teo li aveva implorato di risparmiarli, ma solo dopo aver giurato di sviluppare armi per l’armata del fuoco si erano ritirarti. Ma suo figlio non accetta questa scusa e gli volge le spalle deluso.

L1 E17 minaccia emissario del fuoco

L'emissario minaccia di distruggere tutto il tempio

Dopo questa rivelazione scioccante, l’uomo si ritira tristemente nel suo studio per studiare un modello di una mongolfiera, dove viene poi raggiunto da Aang e Teo che gli chiedono quando arriveranno "loro" per la loro visita mensile. Mentre Teo cerca di convincere suo padre di smettere di lavorare per la Nazione del Fuoco, risuona un allarme che spaventa l’inventore che gli ordina di nascondersi all’istante. Azionando una leva, si apre una porta sul pavimento e dal sistema di elevazione appare un alto ufficiale dell’armata del Fuoco che esige subito la consegna della merce. L’esitazione del meccanico fa arrabbiare l’ufficiale così si scusa e li offre di mostragli gli ultimi sviluppi, ma prima che potessero uscire dalla porta, Aang ‘s’immischia e si rivela ordinando al dominatore del fuoco di lasciare in pace questa gente. L’ufficiale nome Qin riconosce Aang come l’Avatar, e lo avverte infuriato che con questo atto di insubordinazione la distruzione del tempio sarà segnato e sarà cola sua, poi se ne va via da dove era venuto.

L1 E17 Sokka mongolfiera

Sokka spiega la sua modifica

Katara è scettica su come poter fermare l’attacco nemico incombente, ma Aang la ricorda che hanno un vantaggio enorme: la supremazia dell’aria. Il meccanico rivela che, grazie a Sokka, era riuscito a terminare finalmente la mongolfiera, ora sono capaci di controllare sia l’ascesa che la discesa, grazie al coperchio inventato dal ragazzo del sud per far uscire l’aria calda. La caricheranno poi con quattro tipi di bombe: fumo, melma, fuoco e puzza.

L1 E17 carraramati

Carrarmati inarrestabili

Il nemico si sta avvicinando, ma manca ancora Sokka con la mongolfiera da guerra, così sono costretti ad iniziare senza di lui. Aang e gli altri piloti di alianti si preparano e si buttano dalla piattaforma per affrontare i soldati a terra che si avvicinano su un sentiero ripido e stretto. Questi riescono a gestire con facilità con fumogeni e bombe che scatenano valanghe, ma poi scoprono che il nemico sta usando dei carrarmati capaci di scalare anche una parete rocciosa verticale, usando catene con ancoraggi. Questi carrarmati avanzano senza pietà e sembrano immuni ad ogni attacco, persino quando Aang li capovolge, il cockpit con il pilota ruota solo su sé stesso e ricomincia l’avanzamento.

L1 E17 Aang Katara contro carrarmati

Ce ne sono troppi!

Vedendo questi carrarmati, Teo si ricorda che suo padre aveva sperimentato con un sistema di contrappeso basato sull’acqua, il che suscita l’interesse di Katara che chiede di atterrare vicino a Aang. Usando il dominio dell’acqua, è capace di bloccare alcuni dei carrarmati, ma il loro numero è semplicemente troppo. I piloti di alianti sono costretti alla ritirata, dato che hanno finito le bombe, dove cavolo è finito Sokka

L1 E17 Mongolfiera

Finalmente i rinforzi!

In quel momento finalmente appaiono Sokka e l’inventore con la mongolfiera da guerra che usano a loro vantaggio che i soldati del Fuoco non gli sparano perché pensano che appartengano alla armata del fuoco. Sokka ride che non s’aspettano certo questo e sgancia la prima bomba piena di melma puzzolente che travolge i soldati sottostanti. Purtroppo finiscono le bombe prima della sconfitta del nemico, ma in quel momento Sokka nota l’odore di uova marce che esca da una spaccatura nel suolo: il gas! Al ragazzo viene un’idea radicale: dato che sono rimasti senza bombe, sgancia il motore che genera l’aria calda per buttalo nella fessura per innescare il gas. La esplosione scatenata è così forte da decimare i soldati nemici e di costringerli alla fuga, ma la mongolfiera, rimasta senza sorgente di aria calda, inizia a precipitare. Vedendo Aang che vola per aiutargli, Sokka lega il suo boomerang a una coda e lo lancia contro il suo amico che lo prende al volo e trascina i due passeggeri via dal velivolo che scompare tra le nuvole sotto il tempio.

L1 E17 saluto finale

Aang accetta i nuovi abitanti del tempio

Una volta al sicuro, Aang rivela agli abitanti del tempio che in fin dei conti è felice che vivono qua, hanno trovato una nuova casa e combattono per proteggersi. Queste parole onorano Teo e suo padre, inoltre Sokka da ragione al suo amico che, finché mantengono la supremazia dell’aria, metteranno in fuga la Nazione del Fuoco. Mentre gli altri abitanti del tempio esulano felici, il padre di Teo si volta via con l’aria triste, dato che si sente ancora in colpa.

L1 E17 Emissario trova mongolfiera

Proprio loro dovevano trovarla...

Poco dopo però il Generale Qin trova la mongolfiera da guerra a terra, ma quasi intatta e annuncia con un sogghigno che questa sconfitta sarà il preludio di tante vittorie.  

>>> episodio successivo

Personaggi apparsi[]

Aang

Katara

Sokka

Appa

Momo

Teo

Il meccanico

Emissario Qin

Cantastorie

Trivia e note[]

  • Sul tavolo del meccanico si può vedere il disegno tecnico per il trapano che verrà usato più tardi per attaccare Ba Sing Se in "La macchina infernale"
  • Quella mongolfiera precipitata sarà il prototipo per le aeronavi usate dalla Nazione del Fuoco in "Il giorno del sole nero" e "La cometa di Sozin, parte 3"
  • In questo episodio compare per la prima volta la componente "steampunk" che diventerà sempre più presente, specialmente in "La leggenda di Korra"
  • Le modifiche eseguite al tempio verranno tolte nel corso dei successivi settant'anni, dato che in "I primi dominatori dell'aria" non si vede più niente
  • In "Il ciclo degli Avatar" Aang nota che i templi dell'aria sono solamente raggiungibili tramite bisonti dell'aria, ma qui abbiamo visto che i soldati avrebbero raggiunto il tempio a piedi se non fossero stati fermati
  • La strategia di Sokka e del Meccanico di usare l'odore di uova marce per localizzare perdite di gas proviene dal mondo reale, dove viene usato l'etanolo per rendere percepibili il gas LGP altrimenti inodore
  • In una vecchia lista di episodi, questo viene a volte citato con il titolo "The gliders"
  • La scala che Sokka scende con il meccanico è sicuramente la stessa che hanno usato Bolin, Mako, Asami e Tenzin per fuggire dalla lava. E' probabile che lo studio dell'inventore sia diventato quello di Tenzin
  • La sala, dove il meccanico abbatte una statua per la sala da bagno, è la stessa in cui Zaheer terrà in ostaggio gli abitanti del tempio e dove il Loto Rosso inizia a combattere contro i figli di Aang
Advertisement